1.12.11

Recensione: "Limitless"

Risultati immagini per limitless poster

Arrivo a scrivere questa recensione con un occhio tumefatto, lividi ovunque e mani distrutte. Questo perchè ho appena finito di fare a botte nell'altra stanza con il mio Io Moralizzatore che voleva a tutti i costi scriverla lui. Alla fine sono riuscito ad aver la meglio, ho chiuso a doppia mandata Il Moralizzatore dentro la stanza e mi sono rifugiato a scrivere qui in questo angolino.
Senza di Lui posso parlare abbastanza bene di questo Limitless, thriller originale e mal scritto dello stesso regista del buon The Illusionist.
Non riuscite a capire le istruzioni della lavatrice?
Non ce la fate a leggere il Pasticciaccio Brutto di Gadda?
Non potete comprendere come sia possibile che il figlio di Bossi sia in politica?
Nessun problema, prendete una compressina di NZT ed Einstein in confronto a voi sembrerà il figlio di Bossi.
Questo perchè grazie ad essa non userete più il 20% del vostro cervello (diciamo dal 2 al 20 va) ma, dicesse la buonanima di Bongiorno, En Plein!
Eddie Morra è uno scrittore fallito, dalla creatività completamente prosciugata. Quando il cognato gli farà provare la pillola di cui sopra,  non solo scriverà il proprio libro in 4 giorni, ma diventerà in pochissimo tempo uno degli squali della finanza più importanti del Paese. C'è una legge non scritta però che vale sempre: più sei potente più sei nei guai.

Risultati immagini per limitless movie gif

Allora, chiariamo subito un punto.
La sceneggiatrice Leslie Dixon non ha assunto l' NZT altrimenti avrebbe sicuramente scritto qualcosina di meglio. Fare un film che tratta un argomento così difficile come l'intelligenza è quasi impossibile. Come rappresentarla? Memoria, intuito, velocità di apprendimento, capacità di scegliere sempre la cosa giusta, riuscire a portarsi a letto chiunque, vedere il mondo con colori più vivaci e con forme più nitide. Limitless le tenta tutte ma l'argomento per quanto mi riguarda è quasi infilmabile. Secondo me si raggiunge quasi il grottesco quando in due situazioni di pericolo fisico (una di Eddie, una della sua ragazza) l'unica soluzione che viene proposta è l'assunzione della pillola per scegliere meglio come scappare o come uccidere l'avversario di turno (però il serbo, quello uguale a Mihajlovic, pur pieno come un uovo di NZT si fa infinocchiare alla fine da Eddie completamente in astinenza, boh...).
Però il film scorre bene e ad una prima parte più debole quasi sul tono della commedia (d'altronde la sceneggiatrice aveva scritto solo commedie) fa seguito una seconda mica male al confine col legal thriller.
Bradley Cooper fa il suo dovere anche se per quasi tutto il film stavo credendo di vedere Ralph Fiennes...
La regia è molto moderna e in un paio di sequenze (come ad esempio nei titoli iniziali) usa una tecnica davvero particoarissima, una specie di velocissima carrellata avanti computerizzata.
Aspettate un attimo...
"Stai zitto!" "Non rompere le palle, sto scrivendo!".
No, c'è il Moralizzatore che sta sbattendo sulla porta supplicandomi di scrivere che il messaggio che viene fuori da Limitless è davvero pericoloso. Donne, soldi, successo e quant'altro raggiunti senza alcuno sforzo e capacità poi di farla franca fino alla fine. No, non voglio scriverlo, magari lo farà lui quando lo lascerò uscire.

Risultati immagini per limitless film

Insomma, film ottimo per gli appassionati, discreto un pochino per tutti.
Però davvero, rischiare di diventare Presidente in questo modo...
Mi vengono i brividi...
Quasi quasi meglio il figlio di Bossi.
Oh, ma se il regista si chiama Burger, non volete un pò di sano americanismo?
Bah, oggi è il primo Dicembre e mia figlia svegliandosi ha trovato appeso il calendario dell' Avvento (il padre preferiva il Calendario della Vento ma fa lo stesso).
L'ha portato quel simpaticone di Babbo Natale. Lui sì che è un uomo senza limiti, anche senza pillola. Lui e l'immaginazione di ogni bambino.
Altro che Eddie Morra.
Ah, a proposito.
Carta, Forbice o Sasso?

( voto 6,5 )

18 commenti:

  1. per me uno dei film più fichi dell'annata!
    viva l'NZT!

    RispondiElimina
  2. per me è così così! ti dirò sei stato pure troppo buono con quel 6,5.

    vedi di fare qualcosa per arginare queste annuali effrazioni in casa, ci stanno certi matti in giro ;)

    RispondiElimina
  3. La mia è stata una sufficienza stiracchiata, sicuramente bella l'idea, così così il suo sviluppo

    RispondiElimina
  4. *Marco: fico è fico, il problema è che per esser fico si è dimenticato di quasi tutto il resto...

    *Frank: mamma mia se hai ragione... Io poi vivo isolato in un agriturismo, non me ne parlare.
    In questo caso però non c'è stato nessun furto, anzi, 25 bei cioccolatini regalati.

    * esatto Affari, poi al limite passo a leggere.

    A tutti e 3 intendo.

    RispondiElimina
  5. m'hai fatto piegare in due dal ridere, con 'sta rece, dae! :))

    sul film, avevo un entusiasmo spropositato subito dopo la visione (come quando si scende dalle montagne russe, per dire), mentre mi venivano in mente la marea di fanfaronate e sbavuature dello script; in pratica, gli darei un 6.

    RispondiElimina
  6. Si, direi anche io Fico...il termine più utilizzato finora nei commenti.
    Ma come tutti quanti voi Fico e Gruviera insieme..tanti buchi, troppi....
    Lo stile videoclip, il ritmo frenetico come quello dei neuroni del cervello permette di saltare i buchi, di farli vedere poco...
    Rimane poco nella mente ma nel momento in cui lo vedi si gusta bene....
    Sono daccordo con il 6,5

    RispondiElimina
  7. *einzige. :) E' vero, l'esempio delle montagne russe è calzante. Un'analisi a freddo però le magagne le fa uscire. Rimane comunque un prodotto molto godibile.

    *Mr Shake: beh, che dire, la tua mini analisi è perfetta.

    RispondiElimina
  8. Io - che pure detesto parlare di morale - mi trovo d'accordo con il tuo "io moralizzatore".

    Il film è divertente e scorre bene, ma il messaggio (azz... detesto parlare di messaggio, vabbè, il significato, il senso... quello che ti pare) l'ho trovato orribile.
    Cioè, tutto quello che prima sognava il tipo era di riuscire a diventare uno scrittore, poi assume la pillolina magica, ci riesce e che fa? Improvvisamente i libri non gli interessano più, no, troppo poco nella vita riuscire a scrivere un buon libro (cacchio, magari ci riuscissi io!), macché, servono soldi, successo, potere, altro che libri!
    Praticamente viene sminuita completamente la vita che conduceva prima (nella cultura americana se non hai una casa al top e non ti vesti cool, e non sei sbarbato e con taglio di capelli very cool, non sei nessuno), con le sue nobili aspirazioni di svolgere un lavoro che gli piaceva, di realizzare un sogno (che era appunto quello di scrivere) per essere soppiantata dai falsi miti materialisti del denaro, successo, begli abiti, arrivare al top della scala sociale ecc. ecc.
    Diciamo che da uno spunto del genere si poteva trarre un film di ben altro spessore, altro.
    Godibile comunque, un'opera di puro intrattenimento che va presa per quello che è.
    Poi certo, a fargli le pulci e lasciar parlare il proprio "io moralizzatore", ecco cosa esce fuori ;-)
    L'attore un gran figo, comunque.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  9. Beh, l'avevo detto...
    "No, non voglio scriverlo, magari lo farà lui quando lo lascerò uscire."

    Ma non credevo che scrivesse un commento così ben fatto.
    La prossima volta lo ascolto dal principio.
    L'unica cosa che non capisco è perchè si sia nascosto dietro questo nick così strano, Biancaneve.
    Boh.

    RispondiElimina
  10. Moralizzatore o meno, a me questo film non è piaciuto per niente!è così... freddo!

    RispondiElimina
  11. *moralizzatore: bravo, fai bene così :)

    antonella: glaciale, hai ragione. Anche la storia d'amore inserita all'interno è quanto di meno coinvolgente abbia visto recentemente. Però tutta questa glacialità alla fine potrebbe essere anche un pregio...

    A presto!

    RispondiElimina
  12. L'avevo visto al cinema e mi era piaciuto parecchio.
    Ma forse sono di parte, visto che quando vedo Bradley Cooper comincio a sbavare e non uso neppure il 10% del mio cervello...

    RispondiElimina
  13. Ah ah ah, diciamo il 5 va...

    ma è davvero così bello?

    Non è più bello Vincent Schiavelli?

    Come, non ti ricordi chi è?

    http://www.imdb.com/name/nm0001704/

    RispondiElimina
  14. sei stato troppo buono col commento. Film davvero inutile che manco diverte.

    [scusa se per un po' non ho commentato, ma ho avuto il pc a far festa XP]

    RispondiElimina
  15. Scusa de che???
    Anche un solo commento fa piacere.

    Troppo buono?

    Lo sono sempre...

    RispondiElimina
  16. Visto al tempo al cinema. Film discreto, un tele-film-one.
    Ma parlando di messaggi poco edificanti, hai notato il sottotitolo (spero solo nella versione Italiana)?

    "E se una pillola ti rendesse ricco e potente?"

    Ma non era una pillola per rendere più intelligenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una pillola spoiler insomma :)

      Eh, ma il film alla fine quello racconta, l'intelligenza lo porta ad essere ricco e potente.
      La colpa non è nel sottotitolo ma nel film stesso semmai.

      Però è uno spoilerone :)

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao