17.7.15

Al Cinema: recensione "Babadook"



Un mix quasi perfetto tra Shining e The Orphanage poteva portare solo a questo.
Poteva portare solo al più grande horror recente.

Nella seconda parte presenti spoiler.

E' stata come una rivelazione.
Finisce The Babadook, senza nemmeno discussioni l'horror più bello dell'anno, e capisco tutto.
Shining è il migliore di sempre.
The Orphanage, per me, quello del decennio.
E ora Babadook.
Perchè? Cos'hanno in comune?
L'Uomo.
E' lì il segreto cazzo, gli horror più grandi non possono prescindere dall'uomo, non possono parlare di mostri fuori da esso, non possono essere solo completamente di genere, non possono raccontare del confronto tra noi e il mostro, noi e le paure, noi e i demoni. No, quei mostri, quelle paure e quei demoni devono essere dentro di noi.
E così nel genere apparentemente più "disancorato" dall'uomo e dalla realtà di tutti, i veri capolavori sono invece quelli che parlano in maniera profondissima dell'essere umano.
Come la nuova ondata, ottima, di fantascienza intimista ed esistenziale.
Questa è la strada.
Ieri sera ho quasi pianto con questo autentico capolavoro, e non tanto per quello che mi ha mostrato, ma perchè è stato come un meraviglioso riabbracciarsi in sala con un genere che amo da morire e che da anni e anni sul grande schermo non mi aveva dato niente.
Niente.

Avevo una rabbia infinita (chiedete a mio fratello) per questa meraviglia che mi sentivo addosso e per tutti gli altri film che in questi anni ho provato a salvare ed esaltare più che potevo.
Lo facevo per crederci ancora.
Ma  in realtà non ci credevo.
E ora arriva lui, Babadook e tutto cambia.
I rimandi ai due film citati sopra sono impressionanti, Babadook è come un copia lucente dei due messi insieme.


Di The Orphanage riprende il rapporto tra madre e figlio (di impressionante intensità), la spiegazione "vera" a quello che noi credevamo solo trascendente, addirittura il visino del piccolo Samuel ricorda quello di Thomas. C'è lo sgabuzzino dove lei rincontra suo marito identico, veramente identico, sia spazialmente che per la scena stessa, a quello del film di Bayona. Senza poi dimenticare altre scene minori (i bambini e il clown nel cortile). 
Di Shining ha la pazzia che monta sempre di più, ha il luogo infestato che in realtà si scoprirà essere luogo quasi solo mentale, ha la tematica, delicatissima, dell' infanticidio, perlopiù famigliare, dovuto a una pazzia ormai incontrollabile. C'è addirittura la scena di lei appoggiata alla porta che chiede al figlio di entrare veramente identica al film di Kubrick. Così come la "promessa" di ucciderlo.
E tante altre cose che non sto ad elencare perchè si correrebbe il rischio di sminuire un film che non ha copiato nulla, ha solo preso e missato in maniera impressionante suggestioni dei più grandi horror del passato.
Ma Babadook è Babadook, punto.
E la cosa incredibile sapete qual è?
Che in realtà in moltissimi punti questo film usa gli stessi trucchetti dell'horror mainstream contemporaneo. Le apparizioni improvvise, il mostro visto sullo sfondo al buio, i rumori, lei che si vede nella finestra della tv e tante altre cose.
Ma c'è una differenza abissale.


Se in film come, ad esempio, quelli di Wan queste cose vengono mostrate solo con classe cinematografica, lasciando il tempo che trovano per me, qui la classe usata è un'altra.
Qua c'è classe umana. Qua c'è classe psicologica.
L'umiliazione che Babadook dà a tutto l'horror contemporaneo è copiarlo quasi in tutto per tutto facendo però in modo che quello che vediamo non è il classico horror senza anima che vuole spaventarci, ma quello che vuole parlare di noi.
Li copia mettendoci dentro verità, intensità, vita.
E lo fa in modo devastante.
Ho faticato, più il film andava avanti e cominciavo a capire, a reggere la pressione psicologica di quello che raccontava.
Il lutto, la depressione, i farmaci, la malattia incontrollabile, la pazzia, il dare la colpa di una morte passata ad una vita nuova. Tutti sentimenti e moti dell'animo nascosti in un solo nome, in un solo mostro, Babadook.
E questo bambino vede quel mostro divorare la madre.
E tenta con un amore infinito, di tenerezza e intensità difficilmente riscontrabile anche nei film drammatici, a salvarla, a liberarla, a tornare in sè.
E questa mamma che ama il figlio ma sotto sotto lo odia per quello che perse in quella notte.
E anche lei lotta senza però riuscire a sapere cosa.
Questo film poteva esser stato scritto e diretto solo da una donna.
C'ho guardato solo per scrupolo chi fosse il regista, ma ci avrei scommesso milioni che fosse una donna.
C'è una sensibilità, un racconto del rapporto tra i due, una riflessione su certe tematiche, come la maternità, che un uomo non riuscirebbe mai a pensare. O comunque non riuscirebbe a raccontare così.


Con una regia poi di altissimo valore, basterebbe la prima scena per capirlo.
C'è un'intelligenza e sensibilità e profondità ovunque, in quasi tutte le inquadrature.
Babadook, il libro lo diceva, ti entra sottopelle e non ti lascia più.
A causa di Babadook milioni di vite, molto spesso giovani, si perdono e, a volte, quando il mostro è troppo forte, portano anche ad atti scellerati, inumani, anche uccidere chi vuoi più bene al mondo.
E il finale, meraviglioso, non poteva raccontare una guarigione completa che mai ci sarà.
Il mostro una volta che lo hai conosciuto riesci a dominarlo, controllarlo, metterlo in uno stanzino e conviverci solo poco tempo al giorno.
Tutto il resto può ancora essere vita.
E scusate se in questo periodo sono poco diplomatico ma ieri, per i motivi che dicevo, ho provato tanta rabbia.
Perchè la madre di Babadook caca in testa a tutte le madri degli ultimi 10 anni di horror mainstream.
Perchè il figlio di Babadook caca in testa a tutti i figli degli ultimi 10 anni di horror mainstream.
Perchè Babadook caca in testa a tutti gli ultimi 10 anni di cinema mainstream.
Perchè voi mestieranti dell'horror una scena come quella delle carezze date da Samuel alla madre mentre questa provava ad ucciderlo, una delle più grandi scene del cinema contemporaneo, questo battere l'odio, la morte e la pazzia attraverso l'amore, questa scena non solo non potreste mai girarla.
Ma nemmeno pensarla.
Serve una cosa che in questo genere non ha quasi nessuno.
Serve un cuore.


199 commenti:

  1. Visto qualche tempo fa (prima del blog). Nelle tue parole ci rivedo pari-pari quello che ho trovato in questo film. Fatto con tutti i cazzo di criteri del caso. Ma le fanfare che sparano a ritmi propagandistici in rete stavano inziando a farmelo salire sulle palle. M'hai fatto venir voglia di parlarne ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma questo è uno degli errori purtroppo più diffusi e più gravi che si possono commettere, modificare il tuo giudizio in base a successo o tam tam che si fa sul film.
      Io me ne frego di tutto, o almeno ci provo.
      Eh, fallo allora

      Elimina
    2. http://larduasentenza.blogspot.it/2015/07/the-babadook-di-jennifer-kent.html

      Detto-fatto :p

      Elimina
    3. Me ne ero già accorto in blog, ma almeno qui leggono il link più posteri ;)

      entro domani arrivo

      Elimina
  2. I mostri si possono anche vincere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era per chiudere idealmente un post che hai aperto un po' di tempo fa e di cui ancora ti ringrazio.

      Elimina
    2. No rocco, se i mostri li domini è meglio che sconfiggerli.
      Se li sconfiggi poi possono tornare a tradimento trovandoti impreparato, se li domini, li conosci e li controlli forse non posso farti più male.

      Il finale è perfetto.

      ma figurati...

      Elimina
    3. E io quello intendo. I mostri non sono altro che la percezione inadeguata e indistinta delle cause della tristezza. Se luce chiara e distinta illuminasse sempre i nostri appetiti non esisterebbero mostri. La conoscenza di se stessi, però, non può prescindere da un lungo apprendistato e ci si trova sempre a partire da mostri prima di giungere alla vetta.

      Elimina
    4. Esatto, ma mi premeva dire che è sempre importante ricordare che nessun mostro deve essere considerato battuto.
      Perchè poi te ne dimentichi e torni inerte, vulnerabile.
      Se invece sai controllarli, o anche batterli, ma ricordandolo sempre, non dimenticandotene, puoi farcela.
      E' anche vero che ci sono anche tanti mostri veri, non di percezione, reali.
      Ma quello è un altro discorso e le dinamiche sono completamente diverse.
      Ora, qui, a me interessava quello che Babadook racconta

      Elimina
  3. Recensione bellissima, per un film bellissimo.
    Troppo contento che sia arrivato anche da noi: ogni tanto, accadono i miracoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è stato un vero miracolo Mr Ink. Da anni in sala con un horror non provavo cose del genere, forse proprio da The Orphanage.
      E' stato importantissimo vederlo in sala, perchè di horror belli fuori dal grande schermo ne ho visti tanti.
      Avevo bisogno di questo, di questa emozione.

      Grazie mille...

      Elimina
  4. Film meraviglioso e terrificante allo stesso tempo. Una delle più belle riflessioni sulla maternità mai viste. E scusami, ma solo una donna poteva creare un film del genere..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però credo che la rece non l'hai letta perchè ho scritto proprio quello...

      ;)

      Elimina
    2. L'ho letta semplicemente troppo in fretta...:-(

      Elimina
    3. Ahah, ma io scherzavo eh, già è tanto che uno commenta, che poi legga con attenzione capisco che non è facile tra tutti i blog e film che ci sono.
      Ciao!

      Elimina
  5. A me è piaciuto un sacco! I riferimenti che fai ad altri film sono quasi tutti a film che non ho visto però. D'altronde con l'horror ci sono sempre andata piano.. e ogni volta che vedo un film come questo lo rivaluto sempre più. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ho citato solo altri due film e non mi dire che non hai mai visto Shining...

      Vai, che quelli bellissimi sono trasversali, li devono vedere tutti, gli altri lascia pure perdere se non sei avvezza al genere ;)

      Elimina
    2. Posso non dirtelo, ma è così, non ho mai visto shining...
      Un giorno lo vedrò ovviamente :)

      Elimina
    3. Hai l'accesso negato su Il Buio in Sala allora!!!

      per almeno 4,5 ore!!

      Elimina
    4. Saprò farmene una ragione ;-)
      Tu invece hai il permesso di venire a leggere di babadook da me se vuoi

      Elimina
    5. No, non vengo, non mi interessa la rece di una che non ha visto Shining.
      Ah no mannaggia, sono già venuto e ho già commentato cazzo

      Elimina
    6. Ahahah nemmeno i pregiudizi ci salvano più...

      Elimina
  6. Ottimo pezzo per un ottimo film, profondo ed interpretato benissimo.
    Eppure lo scorso anno gli ho preferito Housebound, e secondo me siamo comunque lontani dai Capolavori come Shining.
    Del resto, anche The orphanage non era poi questo miracolo. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1 no, nemmeno mi sento di paragonarlo come livello a Shining che resta film inarraivabile nell'horror e quasi inarrivabile nel cinema tout court

      2 The Orphanage è oggettivamente un buon film che però amo da morire, mi è entrato sotto la pelle e per me resta un capolavoro. Ma capisco, lo è per me e pochi altri

      3 Appuntato Housebound ;)

      4 Grazie ;)

      Elimina
  7. Come direbbe il bardo: "Beh, dai, capolavoro!!!".
    Spero lo vadano a vedere in tanti anche se, come dimostrano le ricerche che questa settimana hanno portato ad un'impennata di visite nel mio blog, ben pochi lo capiranno e lo apprezzeranno per la mancanza di spaventi facili e sangue...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, il nuovo pubblico (ah, io 37 anni, mio fratello 30, il terzo in sala se va bene ne aveva 18, ma dubito) è abituato ad altro. E a tutto tranne che pensare. Stiamo crescendo giovani che vogliono solo spaventi e niente di complicato, i film non li capisce più nessuno.
      Che te devo dì, meglio per i blog ;)

      Elimina
  8. Anche a me ha totalmente conquistato per i motivi che hai ben spiegato. Mi ha riscattato da anni di delusioni, quando spesso ho sperato di vedere film che tentassero almeno di avvicinarsi a quello che definisci il migliore di sempre, naufragando miseramente. Stavolta siamo ad un livello superiore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un livello superiore in generale, un livello superiore a livelli siderali se consideriamo la sala.
      Ecco, è stato questo a emozionarmi e farmi incazzare, vedere na cosa così in sala.
      Ho ripensato a tutti i filmetti che ho visto e ho provato a salvare ma che in confronto a questo sono nulla.
      Credo che Babadook per me sia uno spartiacque futuro per gli horror in sala, non ce la faccio più a vedere filmetti

      Elimina
    2. Idem, ormai sono talmente prevenuto sugli horror in generale e in particolare quelli estivi che l'avevo snobbato come tanti altri.
      Per fortuna ci sono i blog!

      Elimina
    3. E' vero...
      Io ho deciso che da adesso in poi quelli americani uno copia dell'altro mainstream non vado più.
      Vado solo quelli che mi paiono diversi, anche se magari non valgono nulla.
      ma basta gli altri, basta

      Elimina
  9. tra questo ed it follows spero veramente in una bella svolta nel panorama horror...
    The Orphanage è tra la mia lista dei film da recuperare. babadook che dire, gran film. bello anche l'omaggio a shock di Bava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho letto anche altrove di Shock ma non avendolo visto posso dir poco ;)

      The Orphanage è un grande film ma solo per me è grandissimo, non ti aspettare chissà che.

      Sta facendo un mucchio di incassi Babadook, che sia una possibile svolta per far capire ai distributori di mandare in sala roba non americana e magari recuperata anche dopo mesi un pò di speranza c'è...

      Elimina
  10. Caden, credo tu sapessi quanto aspettavo questa rece e, sai ancora meglio quanto speravo in Questa rece.
    Desideravo profondamente che il film ti piacesse anche solo la metà di quanto è piaciuto a me...ma, fortunatamente, non è stato così ;) in fondo in fondo me lo aspettavo dai...ti leggo da anni ormai ;)

    Complimentarmi ogni volta per le tue recensioni potrebbe apparire come un gesto quasi meccanico, ma sicuramente non posso esimermi dal farlo questa volta, dal momento che questa tua analisi racchiude un po' tutto quello che ho pensato e vissuto anch'io durante la visione.
    I parallelismi con quei due film in particolare, sono azzeccatissimi (sai anche quanto mi è piaciuto El Orfanato ;)
    Ti do piena ragione anche quando dici che questo film poteva girarlo solo una donna.
    Ti giuro che da quando decisi quel pomeriggio di tentare con la visione di questo misconosciuto(quando l'ho visto) film australiano, benché avessi in lista ben altro titoli, beh, ti dirò che quel giorno ho assistito ad uno dei miei film del cuore, non scorderò mai le emozioni che mi ha donato. Ovviamente è un parere assolutamente soggettivo, ma posso dire che io Babadook l'ho vissuto...

    come credo abbia fatto anche tu ;)

    Ciao Caden!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sui parellalismi son convintissimo.
      guarda, almeno 3/4 del film, scena per scena, era qualcosa che richiamava uno di quei due film
      io son convinto che la regista The Orphanage l'ha visto e amato..

      Alla fine dici una cosa importante, Babadook va vissuto.
      Ti può piacere lo stesso, ma va vissuto per capirlo e amarlo al massimo

      io sto leggendo molte rece sti giorni e relativi commenti e mi stupisco che moltissimi abbiano trovato il figlio insopportabile

      secondo me pensare questo vuol dire non aver vissuto e capito profondamente il film
      non è un film (solo) sulla madre, la tragedia più grande l'ha provata il bambino. E la sua figura è meravigliosa, tenerissima anche nello scatto d'ira più grande

      ed è lui a salvare la madre, lui che di quella madre ha bisogno perchè ha capito che c'è un mostro che le impedisce di amarlo
      è lui il fulcro, quello che tiene le fila

      grazie infinite

      Elimina
  11. Non so se è l'horror migliore degli ultimi 10 anni, non sono così appassionato del genere, ma sposo il resto dell'analisi in pieno... è stata una di quelle volte che esci dalla sala con una sensazione di pieno e vuoto allo stesso tempo, la sensazione di aver ricevuto qualcosa (finalmente! aggiungerei, perchè è vero che il genere in sè, ultimamanete, ha dato più esiti negativi che soddisfacenti)..insomma, ottima recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. appassionatO

      però l'account di Lucia

      sei Daniele vero?

      anche perchè lei di horror appassionata è di sicuro...

      no, il migliore degli ultimi 10 anni intendevo The Orphanage, non questo. Ma là siamo nei classici film del cuore che ti fanno un pò uscire dalla realtà :)

      ottimo commento il tuo!

      e grazie...

      Elimina
    2. esatto non sono LUISA, ma Daniele... figurati, è sempre un piacere :)

      Elimina
    3. Ho scritto Lucia??

      Ahah, devi sapere che c'è un'altra blogger che stimo molto, forse la migliore nel campo, la Lucia de Ilgiornodeglizombie.
      Mi son confuso con lei al 100%

      e dire che, malgrado non siamo riusciti ancora a vedersi, Luisa la conosco bene ;)

      grazie!

      Elimina
  12. Piaciuto moltissimo pure a me. Davvero molto bello come film, molto più del tanto osannato "It follows".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, siamo almeno 1 punto sopra...

      Verrò a leggere anche te allora!

      Elimina
  13. leggo qui e pare una meraviglia. leggo recensioni su altri siti e ne parlano malissimo. mannaggia, tocca vederlo... io, un horror! mondiè! dannata curiosità...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però vai al cinema, ti mando i soldi per il biglietto io su paypal

      Elimina
    2. Pure io sono un po' indeciso se andare o meno a vedere Terminator Genesis.....................

      Elimina
    3. I soldi che ho su PayPal bastano per un solo biglietto.

      E preferisco Ciku

      E preferisco Babadook

      Elimina
    4. Vabbè, c'ho provato u.u

      Elimina
    5. ti ringrazio dal profondo del cuore, giuse', ma se guardo un horror voglio almeno poterlo interrompere nel caso io non ce la faccia. e poi andare al cinema da sola non mi va. però i soldi li accetto lo stesso, ci mancherebbe.

      fuuufiiiifuuuuuu

      Elimina
    6. Col cazzo.
      Ci comprerò 6 confezioni di Linguine della Garofalo con quei soldi allora

      Elimina
    7. ma... ma come?!? e tutte le tue promesse? e i "E preferisco Ciku"? sono solo dannate lacrime nella pioggia?

      però evviva le linguine!

      Elimina
    8. La sala era conditio sine qua non

      per te

      per Malawi non basta nemmeno quella

      un alla carbonara
      una amatriciana
      una sale e pepe
      una col sugo di cozze
      una al pesto

      e una ce penso

      Elimina
    9. Sono tardo Giuse .____. Non ho capito l'elenco dei piatti.

      Elimina
    10. visto che terminator genesis è saltato, mala, ti sta invitando a una cena a base di linguine

      Elimina
    11. Fanculo al film allora!

      Elimina
    12. ok, ieri notte me ne stavo sul balcone, nel buio, stesa a panza in giù sul lettino, il computer davanti e guardavo babadook. ero a metà e pensavo: ma questo non è un horror, questo è un film cazzuto su tutto ciò che la maternità comporta! poi, a un certo punto, ho sentito un rumore nel buio e via, ho raccattato tutto e son rientrata in casa di corsa. una paura fottuta! : )
      senza dare nell'occhio, piano piano, questo è un film che ti accompagna a scoprire abissi di follia che a pensarci ti accorgi che possono essere facilmente anche nostri. (con un alunno così tirerei scema prima di lei, mi sa : ))
      i due attori sono molto bravi e oltre a shining io ci trovo tanto hitchcock. alcune scene forse le avrei evitate, perché involontariamente causano un sorriso che può smorzare la tensione, ma nel complesso è stato un'ottima visione. molto bella la scena finale, con la malattia tenuta serenamente a bada benché sempre pronta a colpire.

      ieah! ho visto un (quasi) horror!

      Elimina
    13. Hai detto tutto...

      E questa tua testimonianza, da persona intelligente e che non ama il genere, dimostra quanto questo sia un film grande e "diverso".
      non è un caso il post che ho scritto oggi...

      Son contento ;)

      Elimina
  14. Ciao, sono la voce fuori dal coro.
    A me questo film - visto lo scorso inverno dopo averne letto meraviglie in giro - ha detto davvero poco. Non so, evidentemente mi è sfuggito qualcosa, ma si sa, sono notoriamente insensibile e senza cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, la voce fuori dal coro è la solista, sta contenta!

      Elimina
  15. La recensione è bellissima e ho adorato quando hai detto che Babadook umilia il resto dell'horror contemporaneo. E' una scelta terminologica che mi piace molto. Li umilia guardandoli dall'alto della sua incredibile bellezza. Non possiamo che guardarlo in estasi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho detto con rabbia carissima Mari...
      Appena finito il film mi sono venuti in mente tutti gli horror che ho visto in sala questi anni e ho provato una rabbia infinita per averli salvati o esaltati senza meritarlo.
      Babadook è stata una gioia rabbiosa, come un riscatto

      vengo a cercarti subito

      Elimina
  16. Urc. Io mi cago un po' sotto...al cinema non se ne parla, ma magari una sbirciatina sul computer...Per capire: è uno di quei film dopo cui hai paura dei passi nella notte e cose così?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, fomanda interessante MG ;)

      Perchè sì, il film certamente quelle atmosfere ce l'ha, e uno facilmente suggestionabile magari almeno una notte se le porta dietro.
      Però però...
      Però se lo guardi e lo "capisci" paradossalmente quello di cui puoi aver paura non esiste più, o comunque non è il classico mostro che ti viene di notte...

      Non posso dir altro ;)

      Elimina
    2. Okkei grazie. E' un po' come pensavo e allora..sbircerò!

      Elimina
    3. Azz, me sa che hai mezzo capito mannaggia ;)

      Elimina
  17. Pierluigi Tronchetti20 luglio 2015 13:24

    Finalmente iersera sono riuscito a recarmi al cinema per vederlo! Che dire : soldi spesi benissimo! Prima di leggerti ho voglia di buttar giù qualcosa anch'io, sperando di trovare il tempo visto che le cose da dire sono molte. Penso che coloro che ne hanno parlato male non siano riusciti a vedere la metafora che il film stesso è. E mi chiedo come sia possibile. Forse credevano di vedere qualcosa che li facesse saltare dalla poltroncina, quegli artefatti abusati e che ormai non ti spaventano neppure se ti capitano nella vita reale. Perché la paura su cui Babadook fa perno non la si trova semplicemente guardano sotto ad un letto, o spalancando le ante di un armadio, e' qualcosa di più profondo, umano, e' dentro di noi ,e' nei vorticosi meandri della nostra Psiche che il vero mostro si nasconde. Babadook, martella piano, piano e' un po' come quel dente che ad Amelia duole sin dall'inizio e che poi , quel dolore, diventa talmente insostenibile da doverlo togliere per illudersi di anestetizzarlo. Non credo che tutti abbiamo provato lo stesso disturbo nel vedere questa pellicola, io ad onore del vero, da sempre affascinato dalla psiche umana, non ho potuto far altro che analizzarlo da un punto di vista freudiano, piuttosto che da una prospettiva sensoriale. Una delle migliori scritture mai trasportate sul grande schermo, nonché una, forse la migliore ,interpretazione femminile che io abbia mai visto, tanto che non ho potuto che pensare che forse , quella donna, nella vita reale ha dovuto veramente fare i conti con il suo " Babadook" e mi sono rattristato per questo. Babadook sarà ricordato come l' horror più atipico , forse perché relegarlo in un genere solo, e' troppo riduttivo in virtù di ciò che rappresenta e del vero che ha da dire. Complimenti a questa emerita sconosciuta australiana, che oltre a saper scrivere, ha talento anche dietro ad una macchina da presa... da oggi, almeno per me, un po' meno sconosciuta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, quindi questo sarebbe il messaggio per dire "scriverò di questo film".

      E tutto quello che segue????
      Ahah, quelle che per gli altri sono congiunzioni per te sono periodi, quelli che per gli altri sono promo per te sono recensioni, quelle che per gli altri sono recensioni per te sono trattati :)

      Hai detto già tanto Pierluigi e, come al solito, tutto interessantissimo.
      Ero certo che questo fosse un film "per te".

      E' incredibile come io non abbia nominato l'attrice, purtroppo quando parto per la tangente (e stavolta era una tangente rabbiosa/esaltata) mi dimentico anche le cose più scontate.
      E' impressionante lei.

      Non ho nemmeno citato, mi pare, ma forse mi sbaglio, quel dolore fisso che lei sente, arrivato dopo che Babadook le è letteralmente entrato dentro.
      Oltre al dente la mia amica Sam ha trovato una bellissima metafora, è il famoso groppo in gola che abbiamo per dolore o preoccupazione.

      A presto!

      Elimina
    2. Pierluigi Tronchetti20 luglio 2015 18:03

      "quelle che per gli altri sono recensioni per te sono trattati "
      Ahh, ahh Giuseppe questa e' veramente molto carina. Si potrebbe pensare che sono un introverso bisognoso di esplicare le proprie funzioni comunicative riversandole nello scritto, invece, conoscendomi, non solo non sono il classico soggetto a cui cercare di togliere le parole di bocca con ogni mezzo, ma paradossalmente, un elemento a cui le parole vorresti rigettarle la' da dove sono venute ;). Mi ricordo il tema di maturità, era sulla clonazione. Io non credo di essere stato senziente mentre stavo scrivendo, perché non ho proprio idea di come cavolo abbia fatto a trascorrere tutto quel tempo senza che io mi rendessi conto che stava passando. Scrivevo, scrivevo, guarda non ricordo neppure dove ho scritto, visto che i fogli erano timbrati, e quanti ne abbia chiesti a chi di dovere. Scrivevo!! Mi salvo' il fatto di aver sempre avuto una bella calligrafia, perché quando il tempo a nostra a disposizione finì, avevo terminato anch'io e non potevo certo ricopiarlo in bella copia. Ricordo che mi fu detto che la professoressa( ovvero il membro esterno) rimase così colpita che aveva curiosità di conoscermi. Diciamo che dopo un po' anche Babadook si stuferebbe della mia ciarla e sarebbe costretto a fare i bagagli :) Come al solito son finito fuori dal selciato .. A presto allora

      Elimina
    3. Pensa che io invece avevo una calligrafia così orrenda che mi facevano scrivere i temi in stampatello.
      E non si leggeva lo stesso.
      In più la mia mania di scrivere è stata sempre e solo fuori dalle scuole.
      Curiosissimi aneddoto il tuo ;)

      E io non so quanto ti piace scrivere??

      ahah, le mail te le ricordi no?

      a proposito, a che punto stiamo, devo rispondere io o te?

      Elimina
    4. Pierluigi Tronchetti22 luglio 2015 00:37

      Stava a te.... Nell'ultima mail avevo inserito il " promo"(:-)) di Odyssy e una brevissima( giuro , non mi sono riconosciuto neppure io) descrizione dei cinque personaggi protagonisti del racconto...magari non ti e' arrivata, te la rimando ;)

      Elimina
  18. film che merita moltissimo
    sei stato molto citato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena posso vengo, oggi sto a fa gli straordinari qui

      grazie Ismaele...

      Elimina
  19. 5 minuti dopo averlo visto ero su Amazon a cercare il libro, no non quello da cui è tratta la storia, proprio il libro che è nel film.
    scopro che esiste, che è un edizione limitata, che è identica al film, che costa tanto, che è esaurito.
    Unica delunione che mi ha dato babadook.

    RispondiElimina
  20. Finalmente dopo secoli, riesco a vedere un film. Sì, hai capito bene: è da quando non commento più il blog che non ho visto un film. E me lo sono tenuta da conto eh. Non ho letto la tua rece finchè non me lo sono vista. Evviva le ferie.

    Evviva la psicologia. Evviva l'horror vero. Evviva arrivare ai titoli di coda con il cuore in gola. Evviva mettere insieme tutti i pezzi e capire. Evviva 'sta recensione Giusè. Il prossimo che mi dice che lo splatter è la nuova frontiera, lo faccio a pezzetti e lo infilo nel freezer. Cazzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marti!!

      Se posso l'unico commento che mi viene da fare è questo:
      "Evviva la psicologia. Evviva l'horror vero. Evviva arrivare ai titoli di coda con il cuore in gola. Evviva mettere insieme tutti i pezzi e capire. Il prossimo che mi dice che lo splatter è la nuova frontiera, lo faccio a pezzetti e lo infilo nel freezer. Cazzo."

      insomma, concordiamo abbastanza, che dici?
      Ho tolto solo un pezzo.

      Dopo tutti questi evviva (compreso quello delle ferie) mi sento solo di aggiungere:

      Evviva Licia, evviva la nostra fatina, evviva le fettine panate!

      https://www.youtube.com/watch?v=AtWBZyu-jz0

      Elimina
    2. Oh santa madre. Questo sì che fa paura.

      Elimina
    3. Ci siamo passati tutti.
      Lo supererai un giorno

      Elimina
    4. Meglio: lo terrò a bada in cantina.

      *ammicc ammicc*

      Elimina
    5. Dandogli da mangiare fettine panate

      Elimina
    6. ..andate a male!

      Mentre ti rispondevo, una persona altrove ha replicato ad un mio commento e ti riporto uno stralcio perchè ho trovato un continuum tra i discorsi fatti qua e là. Dice: "In quanto invece al metaforico perdere pezzi di sé, sono d'accordo con te, se lasci che diventi un'abitudine, che i vermi ti abitino, allora non solo non fa differenza una coda in più o in meno, ma perderla può essere addirittura una liberazione.".

      Figo. Non ti riporterò la notizia allegata dell'uomo con 50 larve di mosca nel naso. Non se non la richiederai esplicitamente.

      Elimina
    7. voglio la notizia allegata dell'uomo con 50 larve di mosca nel naso

      Elimina
    8. Sapevo di poter contare su di te. La notizia:

      http://www.centrometeoitaliano.it/curiosita/lamentava-un-forte-prurito-al-naso-in-ospedale-gli-trovano-50-larve-di-mosche-all-interno-22123/?refresh_cens

      Il video dell'operazione:

      http://video.leggo.it/index.jsp?videoId=47545&sectionId=51&t=uomo-viveva-con-50-larve-nel-naso-ecco-le-immagini-delloperazione

      Buona digestione post pranzo a tutti.

      Elimina
    9. Ovviamente mi sono fermato al solo testo...
      In India c'hanno sempre le peggio cose, quando guardavo My Shocking Story su Sky erano tutti de laggiù

      Per il video contenti voi se vi piace guardarli.
      C'è un mio grande amico appasionatissimo de ste cose specilizzato in video di cisti tolte. Ci gode. Sono anni che prova a farmlei vedere. Ve li lascio

      Elimina
  21. Pavuraaaaaa!!! OHHHHHHHHHHH
    grazie per il post ... io amo ogni pubblicazione .
    Complimenti ....
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pauraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      L'avevo già detto, sti spam sono sempre più intelligenti, altro che Ex Maxhina.

      Comunque se faccio un viaggio ti clicco amico mio.


      OHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH

      Elimina
  22. Giuseeeeè!!! Mamma mia, ho visto il film, ci ho ragionato un po' su con la mia fida scudiera ed ho raccolto un po' di idee.
    The orphanage...shining...alcuni dialoghi...alcuni dettagli...incredibile!
    Mi ha impressionato davvero il film e mi ha impressionato leggere una rece bellissima, mi sembrava di leggere le mie stesse parole ma lo hai fatto molto meglio di quanto avrei fatto io...
    Scrivi sempre col cuore in mano ma qui ti sei davvero strizzato le budella.
    E bravo per dire le cose come stanno, bravo per aver attaccato così duramente tutte le porcherie senza cuore che ci propinano e che chiamano horror...
    Bravo...bravissimo...
    La tua più bella recensione che ho letto.
    Ora mi blocco che sto con le budella in mano pure io...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Imbarazzo totale e assoluta incapacità di articolare pensieri e risposte

      grazi di cuore amico

      (babadook è stata una visione in sala impressionante, avevo le lacrime agli occhi per la bellezza e per la rabbia "positiva" di aver visto finalmente al cinema un horror grandissimo. Sono contento che ste sensazioni le hai ritrovate qua)

      Elimina
  23. Un paio di riflessioni:
    1-più ci penso e meno mi sembra azzardato avvicinarlo, come qualità, a shining
    2-affermo con disinvoltura che la regista, con qualche accorgimento alla moda nel così detto "cinema d'autore", avrebbe fatto un capolavoro assoluto e non di genere.
    3-le opinioni sono opinioni e le rispetto, però i detrattori di questo o di "the orphanage" potrebbero fornirci i "loro" titoli superiori, almeno avrei potrei vederli e scoprire cosa mi sono perso fino ad ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shining per me rimane inarrivabile. Ma non da quest'horror eh, da tutti. E forse anche dal 98% dei non horror. Ma, insomma, per me Babadook è il miglior horror visto in sala in questi ultimi 10 anni.

      direi
      1 the orphanage
      2 babadook
      3 rec

      ripeto, parlo di sala

      sono molto contento che sui primi due la pensi allo stesso modo, si vede che ricerchiamo e ci colpiscono le stesse cose in alcuni horror

      è vero, la sfida che lanci la vorrei lanciare anche io. Ma ho paura delle risposte...

      Comunque, rispetto al punto due, non credo che Babadook sia solo di genere. Anzi, sembra non essere piaciuto proprio agli amanti del genere.
      Contenti loro ;)

      Elimina

    2. Cercherò di spiegarmi meglio sul discorso del "film di genere".
      Credo che babadook sia un grande film, grandissimo.
      Credo anche che sia poco "furbo": avesse abbandonato la tendenza horror (che vuoi o non vuoi ti preclude al 99% la possibilità di essere considerato "cinema d'autore") si fosse dilungato in immagini iper statiche e pesantissime, avesse strizzato un pelino di più l'occhio all'utente generico medio, rendendo evidente il "vero" tema del film, allora staremmo qui a dire che è un capolavoro assoluto e per pochi, "cinema d'autore", quello che non fa parte di alcun genere.
      Invece no...non lo fa, anzi, si presta alla visione del chicchessia, sapendo che il chicchessia recriminerà su mille punti, pazienza.

      Shining sarà inarrivabile però faccio alcune considerazioni senza paura delle risposte, anzi...magari! Sai che bei confronti.
      Non voglio togliere nulla a shining, sarei pazzo, voglio piuttosto aggiungere a babadook.
      Shining viene girato da un Kubrick già affermato, che dispone di infinite risorse economiche (gira una scena introduttiva con un elicottero, eh!), che come protagonista si ritrova...chi? Ah...Jack Nicholson (al suo 33mo film e dopo un oscar...scusa tanto...) sceneggiatura presa da stephen king (vincente per definizione), supportato dall'enorme capacità tecnica, strumentale e pubblicitaria delle grandi produzioni americane.
      Kubrick è un marziano di regia che sfrutta tutto in modo spaventosamente efficace,
      infatti ne esce un CAPOLAVORO.
      Babadook viene girato da una australiana sconosciuta che ne è sceneggiatrice e che sviluppa lo script partendo da un suo stesso corto, basato su un personaggio da lei disegnato.
      È girato tutto in una casa, non ha mezzo attore che si conosca, non ha il mega supporto tecnico ed economico dell'altro, eppure...
      a livello globale naturalmente shining rimane li su, in raggiungibile, ma in alcune cose secondo me babadook è anche meglio: la parte introspettiva in shining è molto meno profonda (come nel libro) e quasi tutto ciò che ci arriva è generato dalla regia superba, la scenografia ipnotica e un Nicholson talmente bravo da dubitare sulla sua reale sanità mentale.
      Babadook è carente e senza paragoni con shining su quasi tutti i fronti, non c'è dubbio, ma per quanto riguarda la profondità del concetto e la capacità di proporlo ne ha da vendere a secchi.
      Lo fa in modo così sottile, silente, procurando addirittura l'interpretazione alternativa in versione "pop" di se stesso.
      Un film che gioca a nascondere la sua natura "sociale", perché questo è: un film sociale.
      Rappresenta su schermo un problema enorme e quotidiano, un tarlo nascosto che sgretola le certezze sulle quali poggiamo, un parassita divoratore che vediamo solo quando è troppo tardi.
      Oppure no?
      Forse non sempre lo è.
      Forse c'è una speranza.
      Forse ci serve una mano di qualcuno...Già, qualcuno, perché a volte gli altri il tarlo lo vedono, se tendono l'orecchio possono sentirlo sgranocchiarci la notte, cercare spazio tra le nostre carni per raggiungere il cuore e corrompere la mente.
      Solo chi ci guarda e ci vede davvero può vedere e sentire il tarlo, solo chi ci ama può percepire il pericolo e spaventarsi, implorarci di "non farlo entrare", farci promettere di lottare insieme contro il terribile nemico.
      La pellicola fa vedere questo, lo fa con grande stile, senza ostentarlo con odiosi toni di autocelebrativi, in stile "canzoncina sociale" di Sanremo: "guarda che bravo che sono! Adoro il mio amico gay...no alla mafia... ospito un immigrato..."ecc...
      Se ci pensiamo bene in Babadook muore solo il cane (R.I.P.) e ci saranno due tazzine di sangue, già questo dovrebbe insospettire sulla reale natura del film.
      Tutto questo non vuole togliere nulla ad un film come Shining, ripeto, ma l'esistenza di quest'ultimo non può e non deve farci pensare che non esistano altri capolavori (o quasi), seppur diversi.

      Elimina
    3. Tra l'altro il riferimento a Shining come capolavoro assoluto viene fatto dallo stesso Babadook che gli fa alcuni inchini rispettosi (lei che parla in quel tono dolce e pazzoide prima di distruggere la porta, per es.). Ciononostante questo film ha alcuni spunti personali notevolissimi che, nella vera chiave di lettura sono autentiche perle, nella chiave horror-teen non significano un'accidenti o quasi (lei che vede in tv se stessa affacciarsi dalla finestra della casa di un'altra tragedia...brividi mentre lo scrivo).

      Per timore che fosse una vampata di fuoco emotivo a farmi azzardare un paragone tra i due film, mi sono ripromesso di valutare con calma diversi aspetti di entrambi, alcuni li ho scritti qui e spero siano da spunto per quelli che condividono, per quelli che non sono d'accordo e, sopratutto, per quelli che per timore reverenziale non oserebbero un confronto.


      P.S.: Giusè, spero che per colpa mia non ti vengano a cercare sotto casa! :-))

      Elimina
    4. 1 Hai espresso un paradosso che condivido moltissimo. Babadook ha semmai i suoi difetti proprio nelle eccessive e quasi scontate scene horror. Paradosso perchè malgrado questo sia il suo difetto, ossia l'usare troppo gli stilemi di genere, comunque gli appassionati dell'horror (quelli giovani che ne capiscon poco) non lo considerano tale. Insomma, il film va incontro a loro ma non gli è bastato, a quel punto poteva più restare dalla "nostra" parte e avere meno concessioni

      Avevo in mente di rispondere in maniera molto estesa ma il tuo commento è così esaustivo e perfetto che non è facile...

      vediamo di dire giusto alcune cose, per punti

      2 Hai perfettamente ragione, i mezzi a disposizione sono talmente sproporzionati che nemmeno si può fare il confronto. E sì, Babadook è qualcosa di personalissimo, un'idea, un corto, poi un film, tutto farina del sacco della regista. Se poi pensiamo che è donna e quello di cui parla il film ci possiamo solo immaginare quanta "vita" ci sia dentro. Il problema di Shining è che o.k, ha tutto, ma è perfetto. E possiamo dire che l'Atletico Madrid con quello che ha fa più del Barcellona, ma il Barcellona è più forte.
      Poi chi "tifare" è un altro discorso, io Babadook lo metto nei dieci di sempre miei forse, figurati...

      3 Anche qui hai ragione, l'aspetto psicologico di Babadook è superiore. Anche perchè, a pensarci, il film è "solo" quello. Non ha l'architettura di Shining, non ha l'Hotel, non ha i massacri degli anni passati, non ha quelle aperture spaziali e argomentali. E' un film su una madre e un figlio che vivono un rapporto difficilissimo e cercano di combattere i propri mostri, punto. In questo credo che l'esser "piccolo" abbia avvantaggiato babadook sotto questo aspetto

      4 qui non solo hai ragione ma hai tirato fuori proprio una grande cosa. Sì, Shining quella forza sociale non ce l'ha quasi per niente. E' un film dell'orrore, c'è poco da fare. Babadook invece parla molto più di noi, molto più dei nostri piccoli grandi demoni, molto più di quello che accade in parecchie case nel mondo. Anche qua credo che l'essere piccolo abbia giovato, l'ambientazione e l'architettura scritturale di Shining poco si confacevano ad una nostra naturale immedesimazione

      5 La magia di Babadook è lì, la descrivi benissimo. E' nell'amore, è nel saper vedere oltre, è nell'aiutarsi, è in quella scena straziante (solo in The Orphanage ho vissuto emozioni simili) di lui che la accarezza. Solo chi ama, e chi ama profondamente, può vedere così oltre. E se da bambino costruisci spade per sconfiggere mostri da adulto troverai nuovi metodi.
      Io trovo inconcepibile aver letto centinaia di commenti contro il bambino di Babadook. E' un bambino straordinario, meraviglioso. Chi nei suoi scatti non capisce il dolore che c'è dietro sa poco della vita.
      Ma del resto capire la scrittura di Babadook e dei suoi personaggi presuppone una conoscenza della vita e dei rapporti non superficiale o da fast food come quella che quasi tutti gli altri horror hanno

      6 gli omaggi a Shining sono notevolissimi, li ho citati 4,5 anche io in rece. Ma è un film comunque completamente diverso. E completamente diverso da anxche tutti gli altri.
      Un capolavoro, stop.
      E per me lo puoi mettere pari, sopra o sotto a Shining.
      Va dove ti porta il cuore

      Elimina
    5. Il bambino?? Davvero qualcuno mi ha criticato proprio lui??
      Non ci credo...devo aver avuto la fortuna di non leggere molto contro di lui (forse il mio telefono mi conosce e censura i commenti che potrebbero farmi impazzire).
      A sto punto mi aspetto critiche anche alla mamma, già che ci siamo...mah...
      Dopo 10 minuti ho detto alla mia compagna "è impressionante la quantità di bambini che stanno recitando da paura", giusto per dire...
      Per quanto riguarda shining io ho specificato diverse volte che è un capolavoro, fatto da uno che aveva i mezzi e li ha usati in maniera perfetta, per fortuna il messaggio è stato recepito, infatti sia io che te siamo incolumi e possiamo continuare a scrivere :-)
      Comunque Giusè: mettiamoci d'accordo e troviamo un film sul quale abbiamo idee completamente divergenti (Mmm...ricordo qualcosa di un certo Sam Raimi ;-) ah ah ah) o qualcuno inizierà a pensare che siamo la stessa persona che scrive con due profili, magari un tuo alter ego (ieri ho visto "The ward", forse mi fa influenzato :-) )

      Elimina
    6. Non al bambino attore eh, ma personaggio.
      Anche in questo blog è successo.
      Tanti hanno scritto che era insopportabile, che l'avrebbero "ucciso" (ovviamente per scherzo) e tante cose simili.
      Ma, non me ne vogliano, questo vuol dire non aver proprio capito il film o non esserci entrati proprio...

      (riguardo al bambino attore si dicono mirabilie di quello di Room, lo vedrò presto)

      Beh, le divergenze su Raimi o su film alla Raimi (ripenso a Cabin Fever) derivano da un tua idiosincrasia per quel tipo di horror, c'è poco da fare...

      ahah, The Ward non l'ho mai visto perchè un cliente della videoteca mi disse tutto...

      Elimina
    7. Ma io i commenti del blog sul bambino li ho presi in tono leggero ed ironico, credo fossero scritti in quel modo.
      Comunque The ward secondo me ti piacerebbe, come evasione leggera. Non è che mi stimoli mille parole però non lo massacrerei: lo script è scarno ma la regia fa il suo dovere (e ci mancherebbe, mica l'ultimo fesso...).
      L'atmosfera è da horrorino anni 90, basa tutto sul colpo di scena e sulle faccine delle ragazze, però non è pretenzioso, non infastidisce e alla fine si può vedere.

      Elimina
    8. Ma ora non mi ricordo se è successo qua, anzi, sono sicuro che l'ho letti più altrove (scrivevo in due siti).Ti assicuro che l'odio per il bambino era "reale"....

      " basa tutto sul colpo di scena "

      eh, appunto, avendomelo detto...
      ahaha

      ma non è escluso

      Elimina
  24. Eh sì, questo è proprio un gran capolavoro di film. Fa paura per quello che racconta, ovvero un orrore umano, che può succedere ed in alcuni casi succede. L'orrore più grande è quello che nascondiamo dentro, perché se questa cosa uscirà mai, quello che ne scaturisce sarà devastante e spaventoso. Film simili non sono per tutti e bisogna saperli capire e metabolizzare, anche in più visioni. Sublime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dobbiamo aggiungere?
      CHi, come noi due e tanti altri l'ha capito profondamente non può non considerarlo una delle massime cose che il genere ha dato nel decennio.
      Ai tantissimi che non l'hanno capito o apprezzato, sinceramente, non so più che dire.
      Buona vita a loro

      Elimina
  25. Ciao
    Babadook mi è piaciuto così così.
    Lìidea è buona ma il risultato è un po' scarso.
    Sembra un film giocato sull'economia che per la maggior parte delle scene ti fa pensare che si poteva fare di più.
    Sembra che il regista voglia farti capire come si svilupperà la trama del film ...manca in Babadook (almeno secondo me ,chiaro!) la capacità di sorprenderti.
    Non so se sia una scelta voluta ma mi sembra che il regista (una donna e qui si capiscono tante cose...) voglia farti intendere come si snoderanno le vicende dei protagonisti nel succedersi del film.
    Ad esempio, in una delle scene iniziali vedi la madre che allontana il figlioletto che sta dormenndo con lei sul lettone.
    Creando una distanza che ti fa capire che c'e qualcosa che non va tra i due.
    Cominci a capire che i il vero cattivo del film è lei (il babadook sceglie lei mica il figlio).
    E poi cos'e il Babadook ? Il fantasma del ricordo , mai risolto della morte del marito , un fantasma che saprai domare con il tempo (gliene sono voluti 6 anni per farlo e qui ironizzo sulla cronicizzazione della depressione post parto ,come ho scritto sul l'altro post) ma che comunque dovrai continuare a tenere nascosto dentro quell'armadio (cantina nel film)!
    Il regista è donna e questo spiega tante cose.
    Voglio sottolinearti che non ho letto la tua recensione ne i commenti successivi per non farmi influenzare ,volevo commentare il film di getto per quello che mi ha lasciato.
    Il dvd tra gli extra presenta alcune scene del makinf of e da li ho visto che il regista è una donna e quindi capisci che un film così lo poteva scrivere e dirigere solo una donna.Solo una donna può capire o meglio immaginare il dramma legato a un lutto come quello che prova la protagonista del film , perchè solo una donna può essere madre.
    Il film è un thriller psicologico con un pretesto horror :la favoletta dell'uomo nero.

    RispondiElimina
  26. Bello l'espediente del libro pop-up con le figure in rilievo ma disastrosa l'intenzione di farci capire quello che sarebbe successo da li a poco nel film attraverso di esse.
    Claustrofobiche e molto noiose le scene in casa (solo una donna poteva farci capire l'idea di di un focolare domestico malato).
    Povero cagnolino ,l'unica vittima del Babadook (ecco questo da una donna me l'aspettavo meno).
    Babadook è un film avaro di molte cose.
    Avaro di scene forti , avaro di sorprese , avaro di effetti speciali che si possano ricordare, avaro forse anche di attori.
    Brava la protagonista indubbiamente ,bella la scena nella quale posseduta dal Babadook guarla in tv vecchi cartoni animati in bianco e nero (il lupo travestito da agnello può sembrare una metafora) e vecchi film del terrore anni 40/50 (?) che sembrano ricordare al Babadook certi vecchi compagni di viaggio....i mostri dell'infanzia , come è il babadook!!
    Terrificante la voce del Babadook ma poi quando lo vedi ti cascano le braccia dalla delusione,
    Ma forse era questa l'intenzione della regista.
    Si ha paura di quello che non si vede ma quando lo realizzi in qualche modo ti appare per quello che è , una favola per tenere in riga i bambini ed e appunto il bimbo che ha la soluzione per tenere a bada il mostro, con la sua disarmante ingenuità.
    Basta una carezza al volto della madre per farla tornare in se anche se questa lo vuole strangolare.
    Concludo scrivendoti che Babadook non è un brutto film e rileggendo uno dei primi post che mi hai scritto dicevi che questo è uno degli ultimi film che hai visto in sala che ti hanno fatto paura.
    Mha forse i primi piani della protagonista visti sul grande schermo , oserei dire qualche volta anche prima che venga “posseduta”,fanno paura davvero.
    Poi un film come Babadook girato con colori cupi visto su un grande schermo con il buio rende sicuramente meglio.
    Alla fine forse proprio perchè girato da una donna il film lo definerei un horror all'acqua di rose .
    Molto più bello il corto “Monster “ da cui si è ispirato Babadook e che fa parte degli extra presenti

    RispondiElimina
  27. nel DVD.

    Voglio dirti una cosa Giuseppe.
    Il commento l'ho scritto sabato scorso e to l'ho spedito oggi senza variarlo cercando solo di correggere gli errori ortografici.
    Domenica ho rivisto il film , ma sostanzialmente non ci ho trovato niente di più da aggiungere a quello che avevo gia scritto.
    Però ho visto il commento della regista Jennifer Kent (ora so come si chiama ,sabato no) e con sorpresa le cosè che ha detto a proposito del suo film non si discostano poi tanto da quello che ho scritto io.
    Lei definisce il film un thriller psicologico ..(e io l'ho scritto)
    Parla delle illustrazioni del libro che sono un piatto forte del film perchè realizzate da un bravo illustratore e senza l'ausilio della graphic computer e anche lì c'avevo azzeccato.
    No sull'illustratore ma sul fatto che colpiscono quasi più del Babadook!
    Tira in ballo la favola dell'uomo nero , del trauma non risolto della protagonista ecc.. e anche li'..ehee!!
    SO NA BESTIA!!!
    Aspetto la tua risposta ..prima di leggere la tua recensione.
    Ciao e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah ;)

      No, intanto specifichiamo una cosa.
      Di sicuro non ho mai detto che questo sia stato uno degli horror in sala che mi ha fatto più paura. Impossibile, visto che di paura ne ho provata pochissima.
      Per me è stato, anzi, è, uno dei più bei horror visti in sala negli ultimi 10 anni, forse persino il più bello dopo The Orphanage (e i due sono molto legati se uno ci pensa).
      Sul fatto che più che un horror sia un thriller psicologico assolutamente. Anzi, questo è quasi il thriller psicologico per eccellenza (nel senso che tutto quello che vediamo è frutto della psicologia dei protagonisti).
      Se possibile la parte puramente horror è quella che ho amato di meno.
      Capisco le tue critiche, ovviamente, come è successo con tanti altri film, non siamo affatto dello stesso parere ma questo è il minimo.
      Buffo come quante volte tu ripeta quella frase "è stato fatto/poteva esser stato fatto solo da una donna.
      Concordo in pieno, l'ho scritto anche io, ma, ripeto, è buffo che lo scrivi 7,8 volte.
      Nasconde una critica o un amore per le donne? ;)

      Il Babadook può essere tante cose. Tu lo chiami il fantasma del ricordo, a me pare più il demone della depressione. E non è che lui sceglie lei, ma è lei a creare lui secondo me, è una cosa un pò diversa.

      Ahah, sempre divertentissimo leggerti. E lo sai, quando arrivo tardi è perchè sui commenti lunghi mi prendo più tempo.
      SPecie in questo periodo sfiancante del torneo

      a presto!

      Elimina
  28. Mha forse perchè non ricordo horror girati da una donna!!!
    Almeno io non ne ho visti in passato o non son consapevole di averli visti!
    L'amore puoi intenderlo come il fatto che riconosco che un film così' ha il merito di esser riuscito bene perchè scritto e diretto da una donna.
    Perchè una donna può provare quello che succede alla protagonista più di un uomo.
    Mi sembra di essere stato chiaro su quello che ti ho scritto in precedenza ma se vuoi cercherò di farti un esempio che ti chiarisca le idee: la pubblicità agli assorbenti per me la possono fare solo registe donne ,perchè gli spot siano credibili!!!!
    La critica :essendo girato da una donna il film risente della sensibilità femminile e manca di quell'aggressività tipicamente maschile tradotta in scene splatter ed action che secondo me mancano!
    Ma che avrebbero fatto bene al film.


    Ho letto la tua recensione e in effetti su certi punti convergiamo!
    Ho riletto il primo post , hai ragione tu sul fatto che non ti ha fatto paura il film..ricordavo male!
    Prossima fermata DRAG ME TO HELL ciaooooooooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHahah, ma no, ti avevo capito benissimo.
      Quello che non capivo era perchè ripetevi continuamente sta cosa che era una donna, come un'ossessione.
      Quindi non capivo se lo ripetevi in senso positivo o negativo ;)

      Oh, Drag me to hell è di Raimi eh, non mi deludere!

      Elimina
    2. Sai la cosa strana...quel film compariva prepotentemente nella play list dei film horror che cercavo sui vari siti di DVD on-line.
      Ma non mi sono mai soffermato a leggerne nemmeno la trama ,non so perchè ma non mi acchiappava!!
      E non sapevo nemmeno che fosse di Raimi figurati.
      Per me Raimi ha raggiunto il top con il primo Evil dead e poi come diceva il Califfo : tutto il resto è noia!
      Vedremo sto film se mi farà cambiare idea.
      A proposito di Evil dead che mi dici di Ash vs Evil dead -la serie?
      So che non ami le serie in TV tranne "un posto al sole" ahaa!!
      Ho un racconto da scriverti tratto da una storia vera che à capitata a un mio parente
      che quando me l'ha raccontata ho pensato sarebbe bello raccontarla anche agli altri...ho già un titolo : La cariola del fantasma.
      Posso?
      Ciaooooooo

      Elimina
    3. ah, addirittura di Raimi salvi solo la prima Casa? no no, allora anche su Raimi siamo su posizioni molto diverse...
      Tutta la triologia di Evil Dead per me è un dannato capolavoro.
      E mi è piaciuto da morire anche questo Drag me to hell.

      Eh, ci sono giusto 3,4 serie tv che potrei vedere, una è questa ;)

      e certo che puoi scriverlo...

      però carriola è con due r eh, a meno che non intendi un'altra cosa o non è dialettale.
      Sul testo possiamo fare mille errori (io poi tantissimi) ma i titoli dobbiamo azzeccarli!

      ahaha, a presto

      Elimina
  29. Si può anche scrivere cariuola , comunque l'ho scritto in dialetto...e adesso non dirmi che non dovevo metterci l'articolo in italiano !!!
    Riguardo Raimi e la sua trilogia ti spiego cosa non mi è piaciuto dei sequel della casa.
    Il secondo è un remake a mio parere inutile del primo.
    Non aggiunge niente di nuovo o utile al primo film .
    Però ho un tenero ricordo di La casa 2 : deve essere stato il primo film che ho preso in videocassetta a noleggio da vedere sul mio primo videoregistratore Philips nell ormai lontano 1988.
    Ricordo ancora il profumo delle copertine di plastica delle videocassette che sentivo quando entravo in videoteca.
    L'armata delle tenebre lo potrei considerare il vero secondo capitolo di Evil dead anche se più che un horror lo definerei una commedia .
    Raimi ha introdotto nei due sequel quella componente comica che mancava nel primo film che tanti possono considerare un valore aggiunto alla saga di Ash ma che a me personalmente non fanno urlare al capolavoro.
    Chiaro non butto La casa 2 ne L'armata delle tenebre tra quei film da dimenticare...anzi occupano i primi posti nella mia classifica personale ,solo che forse dopo il primo Evil dead , da Raimi mi aspettavo qualcosa di più!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cariuola
      cariola
      carriola

      e chissà quanti altri modo per dirlo ;)

      Hai abbastanza ragione, La Casa due fu uno strano ibrido, un pò remake un pò sequel del primo. Però inserì quell'ironia che poi straborderà ce L'Armata delle tenebre.
      Il primo lam gente lo considera sempre un horror comedy ma si sbaglia di grosso, è un horror, cazzo se lo è

      ah, t'ho risposto sulle prime due righe (leggo "a pezzi") e poi vedo che te stesso avevi detto già tutto, e in maniera molto più esaustiva di me

      no no, allora siamo d'accordo su tutto stavolta. Solo che io ho amato da morire anche gli altri due...

      ah, i noleggi delle videocassette, non farmi piangere...

      Elimina
  30. @ Massimiliano

    'cidenti, parli come se gli uomini potessero scrivere solo film di sangue e violenza e le donne solo film delicati, zeppi di metafore pucciose.

    Ognuno di noi ha una componente "maschile" ed una "femminile". In letteratura, uno dei ritratti femminili più belli che abbia mai letto (La signorina Else), l'ha scritto un uomo. Nel teatro c'era un certo Shakespeare che s'è inventato alcuni degli archetipi femminili/materni più spietatamente perfetti, ancora oggi punto di riferimento nella narrativa.

    Va da sé, le donne fino all'altro ieri non potevano neanche uscire di casa senza permesso, quindi abbiamo meno esempi di quello che riescono a fare quando ci si mettono. Ma solo perché abbiamo vissuto, ed in parte viviamo ancora, in una società schifosamente maschilista.

    Inoltre, se vedi quali sono le vere radici del Cinema dell'orrore (la Letteratura gotica), capisci che un film come questo non è affatto "un horror all'acqua di rose", ma è più potente della maggior parte degli horror in circolazione, proprio perché ne cattura l'essenza.

    Poi, ovviamente, certi temi è ovvio che necessitino di un occhio particolare. Va da sé che un libro/film incentrato sulla maternità risulta generalmente più autentico se scritto da una donna (come in questo caso), e... che ne so, A serbian film risulta più credibile se scritto da un uomo (anche perché dubito che la maggior parte delle donne potrebbero anche solo immaginare certe cose).

    Tuttavia, il riuscire a descrivere efficacemente ciò che siamo e che viviamo implica un grado di sensibilità e consapevolezza che "avvicina", per forza di cose, i due emisferi e le sfere del maschile e del femminile, che convivono nelle nostre menti.
    Quindi l'artista, certamente rimane integro nella sua identità sessuale, ma esplora una dimensione di possibilità, e di potenzialità, che gli permette di immaginare l'inesistente, per meglio capire il suo Tempo, il suo "qui ed ora". E, perché no, una brava scrittrice, potrebbe "farsi uomo", più di quanto immagini, e viceversa.



    RispondiElimina
  31. Rispondo a Marco:" eh.....?"
    Giuseppe.
    Guarda le coincidenze : su La9 ho visto uno spot con dei ragazzotti che mostravano come si devono usare gli assorbenti interni!!!!
    Mimavano con lE DITA DELLE MANI come doveva essere posizionato il Tampax.
    NON HO PAROLE..siamo alla frutta!!
    Adesso sarei curioso di sapere se lo spot è stato girato da una donna ahaha!!
    A scanso di equivoci voglio sottolineare che non sono affatto maschilista!
    UN saluto a tutti
    Massimiliano


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco, altro commento delizioso, perfetto, intelligente, competente, colto

      tra l'altro approvo tutto (vabbeh, ma io sono quasi un femminista ahaha, adoro le donne in genere)

      Massimilià, dai, non ce credo de quello spot dai, non è possibile...

      Elimina
    2. Tampax Italia: facile a prova d'uomo
      Cercalo sul web e guardati lo spot se non mi credi.
      Premetto che in tv lo spot l'ho visto solo da quando i ragazzi fan vedere al pubblico da casa quanto sia semplice utilizzare l'assorbente...tutta la prima parte dello spot mi mancava!
      Comunque non cambio opinione su quello che ho già scritto !
      Anche dopo la visione integrale del filmato.
      Ciao

      Elimina
    3. @Marco Giardino
      Forse una brava scrittrice come dici te potrebbe "farsi uomo", ma il mio giudizio era riferito ad un regista donna ,Jennifer Kent e nel caso di "Babadook" non mi sembra sia riuscita così tanto ad entrare in empatia con l'universo maschile ?
      Il film ripeto risente di una sensibilità propriamente femminile (questo non vuole essere un giudizio negativo) che rende le cose meno complicate e più comprensibili a chi segue il film ma di percontro rende il film molto prevedibile...e per certi versi scontato.
      Spiegami cosa vuol dire che il film cattura l'essenza delle radici della letteratura gotica ? ..sto passaggio proprio non mi entra (o forse ho interpretato male io il tuo pensiero ahaa!!)
      IN Babadook c'e solo l'emisfero femminile e il mio emisfero maschile l'ha capito bene per classificarlo come un Horror all'acqua di rose e ti assicuro che anche il mio emisfero femminile è dello stesso parere.

      Ps. Non son daccordo nemmeno con gran parte di quello che hai scritto su A Serbian film ..presto replicherò intanto ti auguro una buona giornata.
      Ciao
      Massimiliano

      Elimina
    4. "Marco, altro commento delizioso, perfetto, intelligente, competente, colto"

      Dici? Boh... in ogni caso serve a poco se non viene recepito dalla persona a cui era indirizzato. E non mi pare sia stato afferrato granché quello che volevo dire, da parte di Massimiliano.

      Ciao

      Elimina
    5. Massimisliano, della pubblicità avevi ragione, vista ;)

      cioè, avevi ragione che esisteva, poi sui motivi per cui non la sopporti e tutto il resto altro discorso ;)

      "Il film ripeto risente di una sensibilità propriamente femminile (questo non vuole essere un giudizio negativo) che rende le cose meno complicate e più comprensibili a chi segue il film ma di percontro rende il film molto prevedibile...e per certi versi scontato.

      IN Babadook c'e solo l'emisfero femminile e il mio emisfero maschile l'ha capito bene per classificarlo come un Horror all'acqua di rose e ti assicuro che anche il mio emisfero femminile è dello stesso parere."

      beh, qui non concordo su niente, la penso come Marco. Io di Horror meno all'acqua di rose di questo ne ho visti 2000, anzi, per me resta uno dei più dolorosi, coraggiosi e potenti che abbia visto in questi anni

      Marco: eh, con Massimiliano bisogna aver pazienza, lui è uno ruspante, non le manda a dire e non fa giri di parole. Con tutti i pro e contro del caso ;)

      Elimina
    6. @ Marco
      Non ho tempo per risponderti ,ora .
      Un sempio: non condivido quando parli di società schifosamente maschilista...cadi in uno stereotipo troppo comune.
      E' facile dare la colpa ai maschietti ma in certi casi bisogna anche chiedersi se le femminucce sono completamente innocenti nell'alimentare quella che tu hai chiamato una visione "fallo centrica" ,parlo di film /finzione naturalmente .
      Ma non è questo il post giusto per scriverti quello che intendo.
      A presto
      Ciao anche a Giuseppe concordo su come mi hai descritto...cerco di essere sincero ma purtroppo a volte faccio fatica a tradurre in parole quello che penso veramente.

      Elimina
    7. Non è uno stereotipo, è un dato di fatto.
      Se uno dice: "al mondo esiste la guerra e la fame", ti potrà sembrare banale, ma non puoi dirgli che si tratta di uno stereotipo [vuoi alcuni esempi? La schiavitù esiste, bambini a parte, che essendo indifesi si prestano alle varie nefandezze che spesso rovinano loro la vita, la più grande forma di schiavitù al mondo, è quella del mercato del sesso, decine di migliaia di donne ne rimangono vittima ogni giorno, le donne, a differenza degli uomini, vengono colpite in quanto donne, la mutilazione degli organi sessuali femminili è giusto un esempio, potremmo poi parlare di violenza domestica, molto diffusa anche da noi, e... sai dirmi un paese al mondo in cui uomini e donne abbiano gli stessi salari e le stesse possibilità lavorative? I paesi scandinavi, forse... (lo zero e qualcosa per cento della popolazione mondiale), in molti paesi le donne non hanno diritti civili, talvolta nemmeno hanno il diritto di parola, se vuoi vado avanti].
      Non è uno stereotipo, nella maniera più assoluta.

      Non ho ben capito poi esattamente cosa tu voglia dire con la frase successiva, ma faccio presente due cose:
      - dire che il maschilismo (e conseguentemente, il sessismo e nei casi più gravi la misoginia), siano molto diffusi non implica dire che le donne siano perfette o esenti da colpe.
      - non esiste la finzione. Il Cinema non è finzione, nella maniera più assoluta. L'Arte è arte solo se parla di te, della parte più autentica e scabrosa del tuo "stare al mondo".

      Potresti argomentare, semmai, per cercare di spiegare che i collegamenti che ho fatto (pornografia-patriarcato, ecc.) sono campati per aria e non hanno senso.
      Ma, ti assicuro, non sono per niente campati per aria.

      Elimina
    8. amen marco

      anche io ho sempre "urlato" contro le infinite, esplicite, nascoste, subdole, terribili o semplicemente mostruose violenze contro le donne, di qualsiasi tipo.
      E per evitare retoriche non apro il discorso bambini.
      Questo è un mondo che ragiona col cazzo, c'è poco da fare, e lo dico nel modo al tempo stesso più psicologico e fisico che ci possa essere

      sul cinema che è arte solo quando racconta di noi devo invece pensarci ma, al solito, molto interessante

      e' meglio che non cominciate a discutere su A serbian film, risparmiatevelo ;)

      Elimina
    9. Marco
      Tu vuoi cercare la poesia anche dove non c'è!
      E scusami ma vorrei argomentare su temi che mi trasmettono qualcosa (che sia tu a scriverli o chiunque altro)...ma se preferisci che ti assecondi per compiacerti?
      Il cinema è finzione.
      La violenza nel cinema à recitata!
      Quando parlavo di stereotipo maschilista mi riferivo al cinema mi sembra anche di averlo scritto (e' un blog sul cinema questo , no?)!
      L'arte per me è quello che ti rimane dopo che hai visto un film ,letto un libro o che ne so osservato un quadro..l'artista riesce nel suo intento solo se con le sue opere riesce a trasmetterti qualcosa ..altrimenti la sua arte à sterile ..scusami un po'come quello che hai scritto sopra che sa di argomento trito e ritrito...e che con il cinema centra poco!
      Sembra quasi che tu voglia denunciare a chi ti legge un malessere tuo personale...spero veramente tu sia meno dark di quello che vuoi far credere.
      Un abbraccio
      Massimiliano

      Elimina
    10. Marco non ha proprio detto che il cinema non è finzione ma che il cinema, o qualsiasi altra cosa, è Arte solo quando riesce a parlare di noi. Che lo faccia in maniera realistica, astratta, esplicita, implicita, laterale o totale è un altro discorso.
      Qui non stiamo parlando di recitazione ma di sostanza.
      Ecco, per lui (ma sono quasi del tutto anche io d'accordo) il grande cinema alla fine parla sempre di noi, e più ci scava a fondo più è grande

      Elimina
    11. Se non intervengo mi sento male e quindi devo farlo, per la mia salute fisica.
      Premettendo che trovo Marco (giuro che non ti sto stalkerizzando) , di una sensibilità estrema e soprattutto una persona molto intelligente, insomma un uomo con il cervello da donna. Fidati, non c'è complimento migliore ;)
      Vorrei, però, dire un paio di cose a Massi.
      Massimilià, e quindi che lo spot dei tampax vede come protagonisti i maschietti? Non capisco sinceramente quel "siamo alla frutta". Spiegati.
      Sei la seconda persona che ,dopo la visione di quella pubblicità, fà un'affermazione del genere, e ti giuro che mi viene la pelle d'oca.

      "È facile dare la colpa ai maschietti ma in certi casi bisogna anche chiedersi se le femminucce sono completamente innocenti nell'alimentare quella che tu hai chiamato una visione "fallo centrica" .
      Massimilià, anche qui non ho ben capito (facciamo che non voglio capire, in modo da non avere il pregiudizio di considerarti maschilista, insomma, ti do il beneficio del dubbio).
      Cosa intendi con questa frase?
      Non trovo il nesso con il cinema sinceramente, anche se tu scrivi così.
      Mi sembra più un giudizio personale, poi boh, spero di sbagliarmi.

      Il cinema è finzione? Sei sicuro?
      Il cinema, a parte l'horror, quello con i mostri e la fantascienza alla star wars, prende spunto dalla vita reale.
      Secondo te, quello che a serbian film mostra non è reale? Cazzo se lo è, ed è pure peggio!
      Perdonami se non ho capito il tuo discorso, e probabilmente dovrai ripeterti, ma credo sia importante chiarire certe cose.


      "Sembra quasi che tu voglia denunciare a chi ti legge un malessere tuo personale...spero veramente tu sia meno dark di quello che vuoi far credere"
      Per te, una persona che esprime le sue idee in maniera così intelligente e che "prende le difese" dell'universo femminile, nonostante sia un uomo e lo fà con così tanta veemenza e passione, sembra avere un malessere? :/




      Elimina
    12. io non dico niente, per vedere lo scontro tra du cape toste come Rachele e Massimiliano prendo i pop corn e guardo.
      E non li mangio tipo da 20 anni

      Elimina
    13. "E scusami ma vorrei argomentare su temi che mi trasmettono qualcosa (che sia tu a scriverli o chiunque altro)...ma se preferisci che ti assecondi per compiacerti? "

      Nono, ne faccio volentieri a meno. Non c'è cosa che potrebbe "compiacermi" di meno :P

      "Il cinema è finzione.
      La violenza nel cinema à recitata!"

      In effetti, ho imparato dal più grande snob di tutti i tempi che conviene defilarsi quando si ha di fronte una persona che tende a non discostarsi mai dal significato letterale delle cose.
      Comunque grazie, andando su wikipedia ho scoperto che al Cinema si recita, io ero convinto che fosse tutto vero! Sono un po' deluso, in effetti...

      "io non dico niente, per vedere lo scontro tra du cape toste come Rachele e Massimiliano prendo i pop corn e guardo."

      Essendomi defilato, direi che mi unisco a te. Cerco qualcosa da sgranocchiare...

      @ Rachele grazie per i complimenti. Ma in realtà ho conosciuto persone molto ma molto più intelligenti e sensibili di me, è solo che risalto nell'accostamento :)

      Elimina
    14. Ahahah ma i moderatori di questo blog dove stanno? Ah già, a Giuseppe piacciono ste cose!!! Ahahaha
      Prevedo scintille, ma non da parte mia.
      Aspettiamo solo le risposte di Massi :D

      Elimina
    15. Beh, ma qui anche se fossi un moderatore lascerei comunque tutto.
      Certo che ora tra te, Marco e Antonio il poro Massimiliano se trova accerchiato.
      E meno male che è successo qua e non su Babadook o Serbian Film!

      siete tutti adulti, non posso dirvi niente, per me avete carta bianca, sempre

      e poi la differenza di stili tra Marco e Massimiliano è talmente tanta che rende lo "scontro" divertentissimo ;)

      ma il nostro Giardino me sa che si è defilato, alla Caden ;)

      Elimina
    16. Lo stile di Marco è pungente assai ;) ed è quello che più ti fa incavolare.
      Spero di non "litigarci" mai,so già che ne uscirei sconfitta, ahahah

      Elimina
    17. Io a volte sono molto simile a lui, mi ci divedo parecchio.
      Ma non "qua", non sul blog, che considero un posto quasi sacro, se uno commenta per me devo solo ringraziarlo. Anche se mi offende. In altri luoghi mi piace fare come Marco

      Elimina
  32. Al di là di carriole, carriuole, carretti ed affini...
    Oltre (presunte) divisioni dell'anima umana maschile e femminile...
    Superando l' idiozia delle pubblicità tampax e simili...

    Ci tengo a fare la stessa richiesta che ho fatto ai detrattori di The orphanage: gentilmente, mi fate una lista dei "vostri" grandi film?
    Prego qualcuno di illuminarmi e darmi la possibilità di vedere capolavori che mi facciano rivalutare in negativo quelli che, per motivi diversi, considero dei gran bei film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che piacere rivederti Antonio. Non ti avevo più visto, avevo anche messo una tua rece ma non eri intervenuto, mi ero preoccupato.
      Sai che la penso come te e credo che della lista (di livello medio alto) che mette qui sotto Massimiliano ci siano al massimo 3,4 film del livello di Babadook e The Orphanage

      ma lo sai

      Elimina
    2. Ciao Giusè, il piacere è tutto mio.
      In effetti sono stato un po' assente, avevo in mente di recensire qualcosina ma è rimasta in sospesa (si trattava in particolare di "Dio esiste e vive Bruxelles", eccezionale...)
      Il discorso Babadook mi ha risvegliato un po' e volevo scrivere due righe.
      Per quanto riguarda la lista...
      Non li ho visti tutti e non farò finta di averlo fatto, altri invece si...
      se possono stare nella lista dei capolavori di qualcuno...
      beh...non nella mia...
      mai.

      Credo che ci siamo film (o canzoni) che siano "importanti" per noi, per la nostra crescita, per la nostra adolescenza, film che, in quel momento storico hanno avuto una qualsiasi rilevanza, sociale o personale.
      Quei film devono essere etichettati come "importanti" per noi e lo saranno sempre, senza discussioni e proteste perché stanno nella NOSTRA lista delle cose importanti.
      Quei film possono essere considerati socialmente come "Cult", questo è il termine universale.
      Il bello di un Cult o di un "film importante per noi" è che non ha bisogno di essere un capolavoro, lui se ne frega e noi dovremmo fare lo stesso.
      Se così non fosse non esiste dire che Babadook è "banale e non riuscito", salvo mettere Anaconda in una lista di (presunti) capolavori.

      P.s.: Giusè, quale rece hai messo?

      Elimina
    3. Bhe però vuoi mettere ...Anaconda VS Babadook!!!
      Jennifer Lopez contro chi....?
      AHAHAa!!!
      Ciao

      Elimina
    4. Ah beh...se la metti così...😄

      Elimina
    5. sul discorso cult, specie cult personali, c'è poco da fare, è così

      ma, davvero, se il simpatico massimiliano davvero crede che questi qua sotto sono tutti meglio del Baba allora alzo le mani!

      e ve saluto ;)

      Elimina
    6. Masssimiliano5 luglio 2016 08:17

      Alla fine vi siete risposti da soli ,sia te che Antonio.
      Ognuno ha il suo CULT.
      Poi rileggendo indietro i vostri post prima che c'entrassi io, capisco anche perchè vi piaccia così tanto quel film.
      Ripeto per me non è un capolavoro però se ci tenete coì tanto lo posso mettere a pari merito con Anaconda.
      Scherzo non ci sono paragoni.
      Non perchè uno sia meglio dell'altro ma perche sono semplicemente diversi nella loro originalità.
      La lista l'ho messa giu' di fretta .
      Mi son dimenticato un'altra pietra miliare tra gli horror che preferisco: SOCIETY di Brian Yuzna.
      Comunque a me Shinning fa schifo.
      Scusatemi ma devo proprio dirlo ,quel film è di una noia mortale
      Spero di non avere bestemmiato!!!!!

      Elimina
    7. Massimiliano, io quasi spero tu sia un troll...
      Se invece sei davvero un onesto umano con una vita ed una famiglia, ti prego, registrati con un nuovo account, procurati dei documenti falsi, espatria...
      Dico sul serio, temo per la tua incolumità, pensa ai tuoi cari.
      Tu non lo sai, ma dopo quello che hai detto, LORO sono già li fuori, da qualche parte, ti cercheranno e ti troveranno...saranno bottigliate dal vivo questa volta.
      Abbassa le tapparelle, porta i tuoi in luogo sicuro... salvati.

      😂😂😂😂😂😂

      Elimina
    8. Se ti scrivo che non mi piacciono i Beatles...riconosco l'importanza che hanno avuto nella storia della musica ma tranne qualche canzone la maggior parte della loro produzione è spazzatura...cosa mi scrivi?
      Mi consigli di farmi un bagno nell 'olio bollente come vorrebbe far fare De Sade alla sua amata suocera?
      Ma come cacchio fai a fare le faccine moji..io non ci riesco con questo computer.
      Ciaooooooooooooooooooooooo

      Elimina
    9. Se mi dicessi quello sui Beatles ti direi che sono fondamentalmente d'accordo con te...se lo ridici su shining parto e mi unisco a LORO.
      😂😂😂
      Per le faccine...non ne sono un simpatizzante, solo a volte è importante chiarire il senso ironico.
      Sappi che scrivo da cellulare, scrivendo sulle "note" e mettendo le faccine dall'inventario della tastiera, poi faccio copia-incolla sul blog.
      Questa "comoda" procedura non per fare uscire le faccine ma perché dal blog non mi fa modificare il testo, qualora dovessi correggere qualcosa.

      Elimina
    10. Ora mi è tutto più chiaro!

      Sai l'ultima volta che ho sentito parlare di Shinning?
      E' stato quando è nata mia figlia ,sette anni fà.
      Mia moglie mi diceva :..sai Massi , quando l'infermiera porta i neonati alle mamme per allattarli , sento il rumore da fuori della stanza delle ruote della culla che porta i bimbi ,e mi sembra lo stesso rumore che facevano le ruote del triciclo del ragazzino di Shinning quando pedalava sui corridoi dell'albergo.
      Ciao

      Elimina
    11. Eccezionale...pensare una cosa del genere in un momento come quello è davvero significativo.
      Simpatia e stima.

      P.s.: riguardalo e cambia idea, in alternativa fai scrivere lei sul blog per salvarti dalle bottigliate!

      Elimina
    12. Massimiliano, ho scoperto la cosa più bella che hai (insieme ad altre eh): la moglie

      santa subito

      Antonio, ma lo scrive ShinNing, magari è una parodia no?

      (di Society ho comunque un gran bel ricordo, ma avrò avuto 10 anni...)

      Elimina
    13. Maledette doppie...ahaaa!!

      Elimina
    14. Ma stavolta no...!!!
      Ero proprio convinto che si scrivesse con 2 N
      Debbo proprio rivederlo.. a cominciare dal titolo!
      L'associazione della culla porta bimbi con il "ciclista di Shinn..ehmn SHINING corrisponde al fatto che mia moglie era "terrorizzata" quando le portavano la bimba per aLLattarla (dal male che le faceva quando succhiava )
      Associava la culla alla bicicletta...ci ridevamo su!

      Elimina
    15. e che fosse terrorizzata per quella scena significa che di cinema e di paure ne capisce

      Elimina
  33. Evil dead
    Hellraiser
    From beyond
    Splatter gli schizza cervelli
    Friday 13
    La madre
    Il bosco fuori
    La vera storia di Jack lo squartatore
    I spit on your grave
    Re-animator
    Anaconda
    Eel girl
    Red dragon
    Demoni
    Phenomena
    La creatura
    Il canto del diavolo
    Halloween
    Lo sguardo che uccide
    Freaks
    300
    Scontro tra titani
    Nightmare

    Per me son dei capolavori..The orphanage non l'ho visto ma ne ho sentito parlare bene...a questo punto devo vederlo!!
    Il film più horror che ho visto resta :il favoloso mondo di Amèliè.
    Ciao


    RispondiElimina
    Risposte
    1. il fatto che dici "Il film più horror che ho visto resta :il favoloso mondo di Amèliè." ci fa ancora più pensare che hai un pò di problemi con la sensibilità "femminile", ahaaha

      che macho che sei

      Elimina
    2. NO è l'unico film che ricordi che ho dormito dalla scena in cui lei è entrata nel pornoshop..credo di non essere riuscito a tenere gli occhi aperti da meno di metà film in poi...(mia moglie dice che addirittura russavo)!
      Ti giuro è l'unico film che su di me ha avuto un effetto soporifero!
      Nemmeno "L'eta dell'innocenza" è riuscito in tanto!
      Ciao

      Elimina
    3. ammetto che con l'Età dell'innocenza ho fatto una fatica immensa anche io...

      ma io odio, letteralmente, i film in costume

      Elimina
    4. Posso essere sincero? E' la lista di "capolavori" più raffazzonata ed inquietante che abbia mai letto...

      Leggendola s'intuisce anche perché per lui Shining sia un filmetto, il Mondo di Amelie una merda buona solo per addormentarsi e Babadook un "film horror per donne" (o qualcosa del genere)...

      Mo' sono io che son turbato.
      Son sicuro che al mondo esistono persone che ritengono Moccia superiore ad Hemingway o Aldo Giovanni e Giacomo superiori a Shakespeare, ma, senza offesa, l'opinione di queste persone non può avere un valore.
      E, attenzione, lo dico principalmente nell'interesse di chi quell'opinione la esprime!
      Non è davvero possibile dar spettacolo di sé in questo modo... Essendo una persona relativamente ignorante (profondamente "borgataro", se paragonato a un Umberto Eco) riconosco l'estrema importanza di riflettere un po', prima di fare delle affermazioni. E ancor di più di riflettere a lungo dopo aver fatto delle affermazioni.

      Suggerirei, a Massimiliano, un esercizio: provi a dis-identificarsi dai propri pensieri, far finta che non gli appartengano.
      Magari per strada ne trova di più interessanti.

      Elimina
    5. fuor da ogni giudizio devo dire una cosa

      sto commento m'ha fatto schiantà dalle risate

      Max, in effetti, la tua lista di capolavori in alcuni punti è talmente inquietante che non capisco se ce stai a prende pel culo

      in quel caso, almeno con me, ce sei riuscito

      Solo per mettere un commento numerico riassuntivo finale per me

      SHINING senza nemmeno discussioni il più grande horror di sempre, cioè, lui sta su un altro tavolo, non su quello dove stanno gli altri, anche i grandissimi

      BABADOOK insieme a The Orphanage, Martyrs e Rec il più grande horror visto in sala questi ultimi 10 (?) anni

      AMELIE FIlm straordinario, quando lo vidi la prima volta pensai che non c'erano niente in cinematografia simile a lui. Mi sembrò uno di quei film che stavano facendo la "storia", così, già durante.
      Mai più rivisto ahimè

      Elimina
    6. Dai però qualcuno ce n'è, non siate così disfattisti, anche se è un po' come dire "uccidete tutti, dio sceglierà i suoi" :D

      Elimina
    7. Beh, ma io ho scritto "in alcuni punti " apposta infatti ;)

      Elimina
    8. Avevo completamente scagato la lista di Massi.
      Ma "la creatura" è quella degli anni 80? Cioè, il primo film di cui ho ricordo e che mi ha iniziata all'horror? No vabbè, sei un grande! Ahahaha
      Addirittura nella lista dei capolavori, non mi ha fatto paura nemmeno a 5 anni 😂

      Elimina
    9. Credo che la maggior parte di quei film sia degli anni 80 daltronde io di anni ne ho 46 ..è un dato di fatto!
      E come ho già scritto a Giuseppe ho molta nostalgia di tanti horror di quel periodo che secondo me non hanno niente da invidiare agli horror più recenti.
      Per quanto riguarda "La creatura " mi ha spaventato più il Trailer che il film..e su questo ti do ragione.
      Ma devo riconoscere che forse è un film riuscito a metà.
      Come tanti film tratti da racconti (in questo caso se non ricordo male il film si ispira a un racconto di Poe..-cosi' faccio contento Marco-) il più delle volte rimani deluso quando vedi la trasposizione cinematografica.
      O magari guardi il film e poi cerchi il libro sperando che aggiunga qualcosa di più ,se ti è piaciuto il film.
      Oppure hai la sfiga di trovare schifoso sia il film che il libro ..un pò come è successo a me con IT di S.King....

      Elimina
    10. Vabbè, aggiungi che hai odiato anche il miglio verde e stand by me e ti giuro che chiedo a Giuseppe di bannarti!!!!!
      Ahahaha

      Elimina
    11. Vabbè, aggiungi che hai odiato anche il miglio verde e stand by me e ti giuro che chiedo a Giuseppe di bannarti!!!!!
      Ahahaha

      Elimina
  34. Posso farti una domanda..? Sei tu quello nella foto piccolina vicino al tuo nome?
    Mi risponderai : che te ne frega?
    Però potresti dirmi se la faccina vicino al nome è una cosa che si puo' fare solo se hai un profilo facebook?
    Sono molto ignorante in materia , lo ammetto!
    Comunque se sei tu quello in foto mi sei gia' simpatico solo per il fatto che mi sembra di intravedere con te una chitarra?
    Se invece la foto è di qualche attore famoso che io non conosco ..pazienza vuol dire che ho fatto la figura del pirla..comunque mi sei simpatico lo stesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eddai,m'aspettavo "fuoco e sangue".
      Che delusione 😂

      Elimina
    2. Complimenti anche a te.. sei una bella ragazza ,credo sei tu quella in foto anzi azzerderei che ne sono quasi sicuro...visto che in uno dei tuoi post scrivevi di un certo bosco (che sembra quello dietro di te in foto)nel quale trovi pace e ispirazione...camminandoci.
      Detto fra noi ti immaginavo un pò come Kathy Bates in Misery..fortuna che mi sbagliavo!

      Elimina
    3. Grazie Massi:)
      Guarda, se ti riferisci al rettangolo verde dietro di me, quello è un giardino, sopra di me, nella foto ci sta il bosco, che dicevo nell'altro post.
      Ammazza che attento pure Massi, eh?
      No, aspetta,mo me dovete spiegà da dove esce fuori sta cosa della Bates! Pure Giuseppe una volta me l'ha detta, ahahhaah

      Elimina
    4. Già, capisco. Mi fermano sempre per strada perché sono convinti che sia Leonardo Di Caprio... in effetti ce l'ho un po' la faccia del divo hollywoodiano.

      E sì, è una chitarra. Ma non è mia, mi stavo solo atteggiando un po' per le donzelle (il fatto che abbia funzionato con te mi lascia interdetto, e non poco... devo rivedere la strategia).
      E, concordo con Rachele, non era facile da intravedere la chitarra. Hai un certo occhio. Quando guardi i film ci dai con lo spray al peperoncino? :)

      Per mettere una foto su G+ non ci vuole un profilo FB (son social concorrenti, che sappia io non hanno funzioni in comune).

      Elimina
    5. ahah ;)

      questa latente insinuazione omosessuale verso Max è pericolosissima ;)

      io sta cazzo de chitarra non la vedo ma se posso ingrandire la foto di Rachele non ci tengo con la tua

      insomma, è finito tutto a tarallucci e vino ;)

      Elimina
    6. A me quando avevo 25 anni dicevano che assomigliavo a Johnny deep il periodo di Edward mani di forbice e mia moglie (allora fidanzata)DICEVA CHE AVEVANO BEVUTO!
      Crescendo e tenendo i capelli rasati (quelli rimasti) mi dicono che assomiglio a Zingaretti..dalle stelle alle stalle!
      Io ti ho idealizzato come la protagonista di Misery o e qua la sparo una delle protagoniste di "Pomodori verdi fritti..(non so se ci recitasse la Bates)
      Scusami eri quello che scrivevi (come un personaggio di un libro) ora di più che ti ho visto sei anche una bella ragazza!
      (forse ho capito che vuol dire "batte i pezzi")
      Complimenti ancora

      Elimina
    7. Sto rispondendo alla pene di cane!
      Mi son ripromesso di non dire parolacce quando parlo/scrivo con voi comuni mortali...ahaha!!
      Comunque non finisce niente a Tarallucci e vino!
      Risponderò con pazienza ma lo farò...
      Stiamo un pò leggeri dai...
      Marco quindi non suoni la chitarra?
      Peccato perchè a me piace suonarla e magari potevo chiederti qualche dritta..più che Di Caprio mi sembri quel comico di Zelig o Colorado..Marco Bazzoni quello che fà BAZ o Gianni Cyano
      ....

      Elimina
    8. TO MARCO
      ...ma quando scrivi "essendo una persona relativamente ignorante" ti riferisci a te?
      ..o a me?
      Borgataro..?
      G+ (?)
      Non sto scherzando...spiegati o ri-spiegati, please.
      E cosa centra Eco...non ho mai citato "il nome della rosa"?

      Elimina
    9. "...ma quando scrivi "essendo una persona relativamente ignorante" ti riferisci a te?"

      Se leggi l'intera frase, non è cosa che si presti a fraintendimenti. A meno che tu non sia un islandese in incognito che ha studiato italiano come terza lingua... In quel caso avrei io qualche info da chiederti.
      Tuttavia ci leggo una certa insicurezza, in questa domanda. Lo trovo interessante.

      borgataro - lo trovi su internet. E' gergo romanesco, ma è abbastanza conosciuto come termine.

      g+ - google+

      "E cosa centra Eco...non ho mai citato "il nome della rosa"?"

      Ehm... trolling time? sono a corto di frasi brillanti che fungano da scudo missilistico anti-troll, quindi mi limito a dire: "ok".

      "mi sembri quel comico di Zelig o Colorado..Marco Bazzoni quello che fà BAZ o Gianni Cyano"
      Non guardo la tv da una vita, son rimasto a Balasso io. Diciamo che considero già un complimento non esser stato paragonato a Balasso (se Balasso dovesse leggermi... suvvia dai, lo sai di non esser propriamente un adone diavolo d'un Natalino).

      Elimina
    10. @ Caden
      lo so, l'ho fatta apposta l'insinuazione. Ottenere reazioni spropositato con frecciatine innocenti è un'arte che sto cercando di affinare. Quando succede rivela tantissimo delle persone. Vedremo come evolverà la pseudo-conversazione con Massimiliano.

      Beh, tarallucci e vino, vabbé che siamo in ITalia... ma che doveva accadere, ci dovevamo sfidare in duello? (personalmente son favorevole alla restaurazione del duello come risoluzione dei conflitti, ma per gli screzi internettiani anche no... )

      Elimina
    11. Pensa che proprio oggi ho deciso (ma conoscendomi la mia decisione potrebbe decadere stanotte) di andare a fare tiro con l'arco

      quindi, se mai restaureremo il duello, chiedo umilmente che si possa usare quest'arma bianca. Vorrà dire che prima di permettere ai due contendenti di girarsi, invece della solita canonica decina di passi, gliene faremo fare un centinaio

      Elimina
    12. In effetti, se ci si pensa un attimo, la restaurazione dei duelli provocherebbe non pochi inghippi. Per esempio, come concordare l'arma da usare? Quando i duelli erano all'ordine del giorno, perlomeno tra una certa fascia privilegiata della popolazione, si supponeva che quasi tutti avessero una minima infarinatura di scherma e di tiro a segno. Ma oggi ? Ci sono molte più discipline, e molte più armi, ma non sono particolarmente diffuse. Da un lato il duello sarebbe un ottimo deterrente, perché non ci si metterebbe mai a litigare senza un valido motivo, sapendo che l'altra persona potrebbe essere più abile di noi e che potrebbe chiedere soddisfazione, dall'altro si rischierebbe che persone particolarmente dotate nell'uso di un'arma usassero il duello come forma di ricatto (un po' come oggi si prova a fare minacciando denunce, metodo abbastanza efficace, se si è ricchi), sapendo che in pochissimi potrebbero rivalere con loro.
      E se due persone fossero, faccio per dire, l'una esperta nell'uso dell'arco e l'altra nell'uso della spada. Come sceglierebbero l'arma? Entrambi saprebbero di perdere quasi certamente, lasciando la scelta all'avversario. Come la si risolverebbe, con un lancio di moneta?


      E' quasi un soggetto cinematografico. :)

      Elimina
    13. @Marco
      ...ma quanto parli/scrivi...!!!
      Sei un fiume in piena....cerchero' di attingere dalla tua infinita conoscenza dell'animo umano , della mente maschile e femminile, della societa'marcia in cui viviamo , dalla tua immensa cultura ...uno spiraglio di luce che mi illumini verso il mio vero io che deve assomigliarti almeno un po per farti contento.
      Ciao ti saluto e vado a guardarmi "un posto al sole"

      Elimina
    14. Ti sottopongo un aneddoto:
      Gigi e Tomi s'incontrano spesso al café sotto casa. Gigi trova Tomi insopportabile e supponente, più che altro perché Tomi tende ad esprimersi in lingua italiana e cerca di articolare dei concetti che non siano triti e ritriti, e che rappresentino uno spunto di riflessione/conversazione vagamente interessante per le altre persone.
      Un giorno, Gigi, decide di farla pagare a Tomi. Sta sveglio tutta la notte per pensare ad una strategia efficace, poi finalmente se ne esce con un'idea di cui è particolarmente fiero.
      E così, quando il giorno seguente, al café, Tomi inizia coi suoi discorsi, Gigi lo interrompe, e sbotta in un:
      "Per dio Tomi, ma quanto parli! Ai vede che proprio non hai un cazzo da fare se non blaterare!"
      "Gigi caro" risponde Tomi "se stai qui seduto assieme a me, mi pari tu quello messo peggio tra noi due"
      Gigi, vedendo che il piano non ha funzionato, cerca in fretta di porre rimedio:
      "E comunque" urlà affinché tutti lo sentano "non sei certo meglio di me! Hai capito? Con tutte le tue belle citazione ed i tuoi vaneggiamenti!"
      "Ma io" dice Tomi "non ho mai affermato d'esser meglio di te. Anche se, visto che sei tu a dirar in ballo l'argomento, ogni tanto un libro o due mi capita di leggerli, per sbaglio."
      Gigi incassa il colpo, ma non si dà per vinto. Prende un libro e lo brucia davanti a tutti.
      "Ah si?!?" dice "e allora guarda, non leggerò mai più un libro! Contento. Sei contento adesso? Come la mettiamo saputone!"
      "E che m'importa a me se non leggerai più libri? ... Certo, se già prima non mi parevi ragionar molto con la tua testa, non oso immaginare che succederà poi!"
      "La mia testa?!" fa Gigi, ancora più infuriato "Vuoi vedere che ci faccio con la mia testa?" dicendo queste parole Gigi estrae una pistola, dice:
      "Spero che sarai contento Tomi!! Guarda cosa mi costringi a fare per zittirti una volta per tutte!! "
      E si spara.

      Dopo un attimo di panico, tutti tornano ai loro tavoli e Tomi continua con le sue elucubrazioni.

      Storia vera, giurin giurello...

      Elimina
    15. @Giuseppe
      Io tiro con l'arco (da leggere: ho provato 3/4 volte). Non è male, solo che diventa un po' noioso dover cercare ogni volta le frecce conficcate nel terreno! Tra l'altro tu c'hai il braccio allenato...
      Oddio, ahhahaha
      Non voglio insinuare niente, nel senso che è allenato grazie al tennis!!!
      Me la canto e me la suono!

      @Massi
      Cioè, hai risposto a tutti tranne che a me? Io voglio sapere la cosa dei tampax!!!
      'Spetta... da come scrivo sembro una psicopatica??? Giusè, te prego, tu che mi "conosci meglio"dì qualcosa in mio favore :D
      Tra l'altro, una bella ragazza non può essere una psicopatica? Abbiamo dei pregiudizi, Massi? Ahahahha

      @Marco
      Eddai, perchè sei così cattivello?
      Lanci frecciatine avvelenate al povero Massi!
      Non farmi cambiare idea sulla sensibilità che ho tanto decantato qualche messaggio piu su ;)

      Elimina
    16. Se posso dire la mia, azzarderei che è molto più probabile che una psicopatica abbia le fattezze di una bella ragazza, piuttosto che il contrario.
      Lo dico anche un po' per esperienza personale...

      Ah, e... ma è una questione relativa, la sensibilità. E non esclude un pizzico di sana strunzaggine.
      Che è obbligatoria. :)

      Elimina
    17. PS - forse son io che ho un bizzarro senso del grottesco, e un senso dell'umorismo sensibile alla demenzialità, ma uno che mi dice, a mò di frecciatina, "adesso vado a vedere un posto al sole", mi fa troppo ridere. E' esattamente come uno che per farti un dispetto ti dice: "Vedrai, adesso, vado a trapanarmi il cranio!"
      Cioè, boh...

      Bien fratello, qualunque cosa ti renda felice. Finché non costringi ME a seguire le tue abitudini, io sto in pace che neanche l'ultimo degli strafattoni...

      Elimina
    18. Marco, forse non hai capito.
      Massimiliano è veramete un fan di un posto al sole!!! Ed è proprio a quell'orario che inizia!!!
      Trovi la conversazione (interessantissima) sotto al post di Breaking bad.

      Elimina
    19. Eh, ma la tua è strunzaggine forte ;)

      Comunque ci tengo a sottolineare che NON SONO UNA PSICOPATICA!!! ahahah, sono una persona normale.
      Non stalkerizzo, non uccido i gattini e non spezzo le gambe agli scrittori!!!
      Così, per mettere i puntini sulle i XD

      Elimina
    20. Vi prego, vi supplico, ditemi che è uno scherzo...
      Non avete davvero parlato di "un posto al sole" mentre parlavate del fantastico BB...mentite se necessario

      Elimina
    21. Ho avuto la tua stessa identica reazione quando ho letto di "un posto al sole" sotto il post di BB.
      Ti dirò di più, si è parlato maggiormente della fiction dei rai 3 che di BB, ahahah

      Elimina
    22. Non lo trovo...non sta tra le serie.
      Dove è accaduta questa abominevole vicenda?

      Elimina
    23. http://ilbuioinsala.blogspot.it/2016/03/un-piccolo-schermo-1-recensione.html?m=1

      Tutta per te!!!

      Elimina
    24. E che avrò mai detto di così grave, suvvia!

      Ma forse hai fatto male a rivelarlo, il mistero legato alla possibilità d'essere una psico-killer (oh, lo dico a beneficio di Max, va da sé che anche quando si tratta di queste faccende, gli uomini son molto più tosti delle donne, infatti è risaputo che i serial killer maschi fanno molto meglio il loro mestiere, probabilmente perché non perdono tempo a imbellettarsi o a trafficare col ferro da stiro) dona un'aura noir niente male... E poi, come dico sempre, a torto o a ragione,
      i misteri sono sexy.

      @Antonio : si stava discutendo se Un posto al Sole fosse meglio di Solaris... una scelta ardua. Sono entrambi belli, ma Solaris è lento forte eh... noioso, davvero...

      Elimina
    25. Ah, quindi ho fatto male a svelare la mia natura "noiosamente normale"?
      Magari sto dissimulando perchè me stavate a sgamà ;)
      Ma con quella faccia, che mi ritrovo, da ragazzina per bene, a chi voglio fregare, ahahaa

      Elimina
    26. Letto...Non credo esistano faccine adeguate...
      Sono...mhhh...
      Allibito? Divertiti? Incredulo? Sorpreso? Raccapricciato?
      Probabilmente l'insieme di tutto ciò.
      Comunque avevo chiesto di mentirmi...

      P.s.: si dice che il pazzo non può sapere di esserlo...vedi tu

      Elimina
    27. Ahahaha
      Ma Massi è un grande proprio per questo!
      Passa da a serbian film ad un posto al sole in un secondo!!!

      Elimina
    28. E dopo tutte le parole su Serbian film, non l' ha messo nemmeno tra i suoi preferiti :D

      Elimina
    29. "Ah, quindi ho fatto male a svelare la mia natura "noiosamente normale"?
      Magari sto dissimulando perchè me stavate a sgamà ;)
      Ma con quella faccia, che mi ritrovo, da ragazzina per bene, a chi voglio fregare, ahahaa"

      Sì, se stessi dissimulando non mi stupirei più di tanto, sono i visi da ragazze per bene, a nascondere le maggiori insidie :)

      Elimina
  35. Ragazzi...che dire?
    Con massi abbiamo guadagnato tanto.
    infatti riesce a propormi quella lista (incondivisibile per me), schifare babadook e shining (imperdonabile)...
    Eppure:
    Spara l'aneddoto sulla moglie e batte i pezzi a Rachele! ��
    Fantastico, gli perdono tutto!


    RispondiElimina
    Risposte
    1. sinossi perfetta

      è per questo che anche quando diceva cose per me incomprensibili su A serbian film, Strange Circus e Rec alla fine gli ho sempre detto che è un grande lo stesso

      non ne ho mai condiviso una parola, ma sti cazzi

      Elimina
    2. Ci ho pensato meglio:
      Shining non glielo perdono e anche la critica ad "Amelia" mi fa accapponare la pelle...ah ah ah

      Elimina
    3. AMELIA....Ahaha!!
      (ripeto di quel film mi ricordo solo i falli in gomma dentro al pornoshop ..e giuro non ho premeditato di addormentarmi!!!)
      Però a mia salvezza confesso di aver visto un film da "Femmine" per ben due volte (nel senso che l'ho rivisto subito dopo i titoli di coda)ed è stato, Gli anni dei ricordi con Winona Ryder.
      BELLISSIMO
      AH..COSA VUOL DIRE BATTE I PEZZI?

      Elimina
    4. che ce stai a provà...
      che fai er marpione

      Elimina
  36. Mannaggia Rachele...stavo riuscendo a dimenticare la doppia critica libro/film di stephen King, me lo hai ricordato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son cose che non si dimenticano queste, Antonio.
      Ce le porteremo dietro per sempre e, un giorno,racconteremo ai nostri figli, di quel tal Massimiliano che su un blog di cinema criticò it e shiNning.

      Elimina
    2. Se si dovesse collegare e parlare male di "stand by me" davvero mi unisco a quelli che lo cercano per bottigliarlo!
      Ah ah ah

      Elimina
    3. Ciao a tutti.
      Marco ,leggerti mi fa venire l'orchite!

      Elimina
  37. Oh Maria quanto avete scritto...
    E a quante cose dovrei rispondere...
    Se ce la faccio lo farò.
    Ma siccome siamo a 195 commenti propongo di finirla qua oppure trovare una rece di quelle a 0 commenti, per avere spazio.
    Che a 200, come almeno Rachele saprà, va in tilt tutto.

    Baba baba dook!

    RispondiElimina
  38. Tipo Reincarnation, The Collector, Captivity, so a zero commenti porelli

    e so pure horror

    semmai traslocamo lì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahhaha
      Inizia tu, poi passa a dirci che hai risposto,e noi veniamo di là :D
      Facciamo the collector che secondo me male non è, e non merita questa indifferenza xD

      Elimina
    2. See, con tutte le cose cui devo rispondere e tenere sotto controllo figurati se vado ad aprire un fronte nuovo io.
      Se voi volete farlo io son contento, poi intervengo su tutto

      ma qui siamo a 198, non c'ho voglia de spiegà quello che succede dopo il 200

      quindi meglio finilla su Babadook ;)

      Elimina
    3. Per la cronaca Massimiliano ha veramente continuato su The Collector

      insomma, se volete lo trovate lì
      tendenzialmente io qui su questo post mi fermerei

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao