10.3.16

Venti film recenti e non conosciutissimi ambientati in una sola stanza (con tutte le libertà che posso prendermi)


In attesa di Room (credo di andare a vederlo domani) mi era venuto in mente di fare una delle mie solite liste, come tutte le altre limitata a film uniti da una certa tematica non tanto conosciuti e recenti.
E proprio in onore di Room avevo pensato di parlare di tutti quei film ambientati in una sola stanza, o comunque in un luogo molto circoscritto.
Come vedrete infatti il concetto di stanza è molto ballerino, va preso nel senso più lato possibile.
Non ho voluto mettere "unica location" perchè la location, se vogliamo, può essere una cosa molto più grande, persino una città.
La mia lista può presentare diversi "errori", potrebbero essere presenti infatti film che non rispettano perfettamente le linee guida, altri che metto dentro un pò forzatamente, altri forse del tutto sbagliati
Questo deriva anche dal fatto che molti l'ho visti parecchio tempo fa e ricordarsi adesso se la linea guida (unica ambientazione) fosse rispettata per tutto il film, per il 90% del tempo o per l'80 non lo so.
Sta di fatto che tutti i film sono fortemente ancorati ad un unico e ristretto ambiente, al di là del minutaggio.
Tra gli esclusi giusto citare quelli troppo grandi e classici come La Parola ai giurati (e il suo remake presentato a Venezia), La Finestra sul cortile, Nodo alla gola, Le lacrime amare di Petra Von Kant e L'Angelo Sterminatore; quelli che ho visto ma non recensito come Hard Candy, Funny Games, 1408, la saga Cube, il primo Saw o Under Suspicion, e altri che non ho visto ma mi sono stati suggeriti come The Big Kahuna, Carnage, Venere in pelliccia, Nine Dead, Sleuth, The Sunset Limited, Cani Arrabbiati, Cosmopolis e Il Mistero dell'acqua.

Come potete vedere già in questa lista ci sono film non perfettamente dentro le linee guida, Ma in tutti (o almeno credo) la vicenda principale si svolge per quasi tutta la sua durata in un unico luogo.

ogni titolo rimanda alla recensione



Partiamo proprio dall'ultimo film visto.
Un interessantissimo,(l'ennesimo), film esperimento sui paradossi temporali.
Una cena a casa tra 8 amici. Qualche piccola uscita fuori nel cortile, niente più


Più che discreto film della figlia di Lynch, con un ottimo D'Onofrio.
Ecco, qui ho ricordi vaghi. Ma che la forza del film sia tutto in quella casa dove per anni un ragazzo è tenuto incatenato dal suo carceriere non ci piove, Da vedere


Lo avevo già segnalato nel post delle trame più assurde.
Una ragazza commessa in un fast food tenuta "prigioniera" nel retrobottega dello stesso.
Da una voce al telefono


Abbastanza dimenticabile (specie per il finale) horror quasi completamente ambientato in un...bancomat


O.k, avevo detto tutti film recenti.
Ma questo, come un altro che metterò poi, è un mio cult.
E poi Polanski ne avrebbe 4,5 da metter dentro, almeno uno se lo meritava...
Strepitoso.


A mio parere sottovalutato sci-fi low budget di quei grandi e fantasiosi mestieranti che sono i Manetti Brothers...
Un interrogatorio in una stanza nei sotterranei di una base militare.
Noi e "loro"


Il più radicale di tutti per certi versi.
Non solo un'unica location ma, anche, un'unica inquadratura.
Teatro "cinematizzato"

ALTITUDE

O.k, magari di film (quasi) interamente ambientati in un aereo ce ne saranno. Ma non credo che ce ne siano tanti, forse nessuno, che hanno una specie di biplano a 5 posti come protagonista.
Un film forse non bellissimo, ma sorprendente nel suo twist finale


Forse lo metto dentro un pò forzatamente ma, insomma, è sempre un'occasione per promuovere un gran bel piccolo film italiano.
Due ragazzi in un palazzo abbandonato.
Un intervallo per crescere e capire tante cose di ciò che li circonda


Film unico, che solo Buried supera probabilmente.per mancanza di "spazio".
Siamo sempre dentro un carrarmato, il nostro unico occhio sul fuori è il mirino per sparare.
La guerra raccontata nel modo più circoscritto e claustrofobico mai visto


Un thriller originalissimo.
Ambientato tutto in una stazione radio


Probabilmente il post apocalittico più originale che abbia mai visto.
Ed è italiano.
Ed è piccolissimo.
Ed è tutto esclusivamente in un bunker


Ecco l'altro mio cult classico che non ce la faccio a non mettere.
Niente da dire, mezzo capolavoro


Otto candidati per un posto.
Sì, ma un posto per cosa?
Gran bel thriller ambientato un un'unica stanza


Film georgiano dalla buona atmosfera tutto ambientato in una sauna


Il paradosso sta nel fatto che anche se è l'unico in questa lista girato tutto all'esterno è, insieme a Buried, il film più "costretto" di tutti, quello con meno possibilità di movimento.
Altro titolo interessante, non straordinario ma buono


C'è sicuramente qualche scena iniziale fuori, ma questo è un gioiellino che parla di sette come non ha mai fatto prima nessun altro. In una stanza d'albergo, niente più


L'immenso Tom Hardy e un viaggio attraverso sè stesso e la propria coscienza.
Tutto dentro la sua automobile


C'è poco da fare. nella tematica non esiste niente di più radicale nella storia del cinema

oh cazzo, son 19 (in realtà citati più di 40)

mettete voi il ventesimo?

125 commenti:

  1. Questo è veramente un blog particolare. A chi verrebbe in mente una cosa del genere? Mi ricordi certi giochi che facevo con amici cinefili. Si stabiliva un tema, come questo per es, e poi si faceva a gara a ch i trovava più titoli-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu hai la sfortuna di conoscere la (de)mente dietro tutto, quindi ti dovresti stupire più delle cose normali che di quelle strane.

      Eh, alla prossima cena si fa.
      Ma ci vuole un arbitro e controllore ;)

      Elimina
  2. visto solo wang, piaciuto un sacco, non quel gran capolavoro che tanti decantano, ma comunque un bel film....anche con la coldriver l'idea è di fare tutto in una stanza, non tanto per scelta stilistica, quanto per povertà di location disponibili :/

    http://onironautaidiosincratico.blogspot.it/2013/09/larrivo-di-wang-2011-dei-manetti-bros.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, capolavoro ben lungi ma, insomma, il meglio che si poteva fare con quello che avevano.
      E c'è poco da fare, loro un'idea ce l'hanno sempre, e quasi sempre buona.


      ahah, li conosco i vostri film a una stanza ;)

      salvo la rece

      Elimina
    2. le idee ce le hanno e le sanno realizzare....per fortuna per noi guardoni ^_^

      Elimina
    3. E mi manca quello che dicono sia il loro top, Song e Napule

      Elimina
  3. ciao, ho visto ROOM, bellissimo. Ho fatto su fs una rassegna dei casi di cronaca a cui si ispira. Poi parleremo di una cosa che credo di aver capito male.

    Questi post sono sempre curiosi ed interessanti. Questa è anche particolarmente utile per me, perchè questi film, ambientati in spazi ristretti, sono spesso ottimi film - proprio perchè suppliscono alla mancanza di spazio e dinamismo "fisico" con sceneggiature ottime, dialocghi riusciti e originalissime trovate. Infatti tra quelli che citi ne ho visti circa il 60% / 70% e sono davvero tutti belli. Forse l'unico un po' debole è ATM.
    Userò questa rassegna come reminder per vedere quelli che non ho visto - forse il più interessante tra quelli che mi mancano mi sembra Faults.

    Ecco ora il mio ventesimo: BUG - LA PARANOIA E' CONTAGIOSA
    Tutto ambientato in una stanza, una donna e un uomo con la paranoia degli insetti, molto carino. Appena ho visto la classifica dei "film in una stanza" mi è venuto in mente quello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ops sta cosa mi sta facendo venire in mente altri film.
      Ecco due titoli che mi sono venuti in mente insieme perchè tutti e due sono ambientati dentro un ascensore!
      Devil
      Blackout
      Horror leggero il primo, thriller il secondo, carini ma niente di che

      Elimina
    2. Bravissimo Marco, è proprio così, meno spazio hai, più idee e dialoghi deve avere (e buoni).
      E sì, di solito qua di boiate ne trovi poche. Come hai intuito il peggiore è ATM che ha poi un finale assolutamente inconcepibile.
      Faults Tommaso l'ha visto proprio oggi, senti anche lui.
      Su Room speriamo di sentirci presto, anche con la cosa che dici

      Ecco, Bug l'ho visto e m'è piaciuto un sacco ma ricordo parecchie scene fuori. Ma magari mi sbaglio eh...
      Del resto Tommaso mi ha appena detto che i primi 20 minuti di Faults non sono nella stanza...

      allora Devil "moralmente" è giustissimo, c'avevo pensato, ma se mi ricordo ha tanto tanto fuori dall'ascensore, molte scene prima, parallele e dopo la chiusura

      l'ho pure recensito, carino

      blackout non conosco!

      Elimina
    3. Ha ragione Jolly, Bug cazzo...

      Elimina
    4. Ora non mi ricordo bene quanto stanno là. Ma è sicuamente un film incentrato in una stanza o due e molto circoscritto

      Elimina
    5. mi ricordo che sia Devil che Blackout hanno scene girate fuori...quindi non passano il test :-)
      Però Bug me lo ricordo come un film girato tutto nella stanza.

      Invece The Hole lo vidi al cinema nel 2001. Mi sembrava di ricordare che fosse tutto dentro lo scantinato, ma è passato troppo tempo

      Elimina
    6. Devil e Blackout hanno scene girate fuori quindi mi sa che non passano il test :-)
      Però Bug me lo ricordo come un film girato interamente in una stanza

      Invece The Hole lo vidi nel 2001 al cinema. Me lo ricordavo come circoscritto nello scantinato ma è passato troppo tempo

      Elimina
    7. Segnalo "Entrapped", deve ancora uscire perché in doppiaggio : 6 persone bloccate in un ascensore per tutto il film. Tutto il film si svolge dentro l'ascensore,con una tensione claustrofobico simile alla Buried.
      Se volete vi posto info su trailer e poster

      Elimina
    8. Beh, direi che come soggetto ci sta alla grande.
      Aspettiamo allora l'uscita ;)

      (anche se già Piano 17 e Devil avevano usato qualcosa di simile. Questo però, a quanto dici, è ancora più radicale)

      Elimina
    9. Ciao !
      No no Piano17 e Devil sono tutt'altra cosa ;)
      Questo è esattamente alla Buried, l'unico fil mai uscito , in una unica location dentro un ascensore , dall'inizio alla fine ;) ed è un thriller claustrofobico alla Buried , non horror;
      Come si fa a pubblicare poster e trailer qui ?

      Elimina
    10. AH, perfetto, infatti immaginavo fosse più radicale.
      Beh, no, puoi solo mettere eventuali url e link qua, funziona solo come testo

      solo io posso fare post con video e quant'altro ma in 8 anni non ho mai fatto promozione, io vedo e recensisco soltanto ;)

      Elimina
    11. Inseriamo appena disponibile allora qui l'url della pagina preview del Film , con Poster e Trailer in preview anteprima ;)
      Dato che questo è uno dei pochi blog in rete che trattava l'argomento , rimarrete sicuramente stupiti di "Entrapped" (sopratutto i pochi che l'hanno visto , non hanno più preso un ascensore !)
      Grazie e complimenti ancora

      Elimina
    12. figurati, nei limiti della decenza puoi usare sto spazio come vuoi

      e in bocca al lupo pel film ;)

      Elimina
  4. In attesa dell'altra lista, mi segno tanti titoli da questa... Una stanza, tanti dialoghi: pane per i miei denti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per i miei ;)

      come quell'altra...

      Elimina
  5. Eh, me ne mancano tanti.
    •Frozen l'ho visto al cinema, con la promo cinema3. Quei simpaticoni della 3 mettevano film terribili, questo è stato l'unico interessante di quelli visti all'epoca.
    •Pontypool è stata una visione recente, sai già.
    •Buried l'ho visto e sono sicura mi sia piaciuto ma non lo ricordo.
    •Coherence carino, si, non interessantissimo, ma la visione ci sta.
    Segno Chained, ATM, Locke,Faults,Compliance ed Exams.

    127 ore può starci nella lista, no?
    Mi prendo qualche giorno per pensare ad altri titoli e poi ripasso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rachele Tommaso10 marzo 2016 14:29

      Ok, ne ho un altro: A l'interieur

      Elimina
    2. Rachele Tommaso10 marzo 2016 15:34

      "Mi prendo qualche giorno per pensare" ahahah
      Allora, you're next, il primo the purge e the strangers

      Elimina
    3. ho visto che citi un sacco di horror e me n'è venuto in mente uno tra i primissimi del sottogenere claustrofobico, The Hole, del 2001, ambientato tutto in uno scantinato. Molto carino, tra i primi a trattare il tema della follia collegata alla prigionia in uno spazio angusto

      Elimina
    4. Eh,sono/ero fissata con gli horror ;) ora tendo a spaziare con qualche altro genere.
      Si, conosco the hole. Ci sta perfettamente nella lista. Volevo attenermi ai requisiti richiesti da Giuseppe, e quindi inserire film più recenti o che io ho visto da poco.
      Altrimenti vanno inseriti anche Shining e the others :)
      Comunque il genere horror è quello che si presta di più a mio avviso.
      mi è venuto in mente p2 (altro horror :D )

      Elimina
    5. 1 messaggio

      tra quello segnati togli Atm, niente di che oltre il buon spunto. Ma ne vedi talmente tanti che forse riesci a vederli tutti e non te ne frega niente di prendere fregature.
      Secondome gli atri 5 meritano la visione, Faults, Locke e Exam forse un punto sopra gli altri due

      messaggio due

      molto interessante, ne feci una rece combattuta tra il capolavoro e la boiata. Nutro dei dubbi su quanto tempo effettivamente stiano dentro la casa (casa poi a più piani e grande, molto spazio) ma credo ci possa stare, io l'ho saltato trovandone altri più "contenuti"

      messaggio tre

      tutti e tre visti, due recensiti. Che dire, stesso discorso di A L'interieur, una sola casa ma molto molto movimento. A quel punto anche Them ci sta. Sono esempi ibiridi, si chiamano home invasion ma di solito non sono ricordati per "l'unica stanza". Insomma, se ce li mettiamo ce ne sono un sacco

      messaggio jolly

      ecco, non per andare contro Rachele che, anzi, ha dato candidati ottimi, ma The Hole è proprio quello che uno si immagina per luogo unico e angusto. Marco, sai? credo sia il primo film sul quale ho scritto qualcosa, a 24 anni quindi. Ma vado proprio a memoria. Indimenticabile lei quando torna

      messaggio finale

      Ecco, anche Shining e The Others sono esempi assimilabili a quelli che avevi proposto in effetti, Unica location, a volte impossibilità di uscire, ma non quella sensazione "teatrale" dell'unica stanza e dei tanti dialoghi

      P2 l'ho recensito col titolo italiano, discreto. E sì, ormai li hai detti tutti così, una persona imprigionata in un luogo più o meno grande da cui non esce. Però anche questo c'ha tantissimo spazio, anzi, è quasi un film d'azione a volte. Insomma, più che il dove a me interessa anche il come

      oh, non ti offendere eh, usiamo solo metri diversi ;)

      Elimina
    6. Rachele Tommaso10 marzo 2016 20:04

      Certo che mi offendo! Come ti permetti a bocciare i miei film?


      Ahahahahah

      mi sa che non avevo capito il tema del post :-p

      Però 127 ore ci sta, dai

      Elimina
    7. No, The Hole non è solo sullo scantinato. Gli altri sono in una casa intera, ce ne sarebbero decine e decine.
      127 ore ci stava.

      Elimina
    8. Sì, infatti sulle caso lo dicevo anche io, è un altro tipo di cosa per me. Certo, quasi tutti sono in delle abitazioni ma con modalità diverse.
      127 ore non l'ho visto, più bloccato di così...

      Però lo avete visto voi, io credo che quello sia un genere a parte, che non esiste. Soprattutto perchè è da solo

      Elimina
    9. Rachele Tommaso10 marzo 2016 21:39

      Ma anche in buried lui è da solo.

      Elimina
    10. Sì, Touchè. Ma comunque è un film che si basa su una costrizione e su tanti dialoghi.
      Anche Locke.
      127 ore non l'ho visto, ma magari lui è là da solo e ce sono mezz'ora de flash back

      ecco, un film va visto, io so perfettamente cosa intendo, ma non si possono scrivere leggi ferree scritte

      Elimina
    11. Rachele Tommaso10 marzo 2016 21:51

      Uff, me li stai bocciando tutti.
      Basta, ci rinuncio

      Elimina
    12. In effetti lo faccio per principio

      Elimina
  6. Le tue liste le adoro! Ed eccone un'altra interessantissime e fonte di nuove scoperte che mi piacerebbe recuperare :)

    1) Coherence: Mi appresto di vederlo a breve, il tema lo adoro.

    2) Chained: Sono d'accordo con te, anche se mi pare che non è tutto interamente girato in interno, il film è valido, un horror suggestivo della figlia di Lynch, che la critica massacrò con il suo esordio cinematografico Boxing Helena che non ho visto ma che per me si è risollevata con Surveillance e soprattutto con questo film.

    3) Compliance: Già ne hai parlato, film che mi piacerebbe recuperare.

    4) ATM: Non visto ma mi incuriosisci anche se dici che è dimenticabile, dici che è da saltare?

    5) La Morte E La Fanciulla: Grande film, un concentrato di tensione!

    6) L'Arrivo Di Wang: Non ho mai visto un film dei Manetti ma questo lo hai sponsorizzato ogni qual volta che ne hai avuto l'occasione e mi stai tentando, potrei recuperarlo.

    7) Death Of A Man In The Balkans: m'intrippa ma credo sia introvabile.

    8) Altitude: Idem come sopra.

    9) L'Intervallo: piccolo gioiellino, davvero ben fatto, passato sottotraccia ma fai bene a sponsorizzarlo ;)

    10) Lebanon: Non l'ho visto ma questo lo recupero di sicuro!

    11) Pontypool: Già ne abbiamo parlato, pellicola geniale!

    12) La Notte Eterna Del Coniglio: Caspita mi stupisci nel dire che è un film italiano, non ne avevo mai sentito parlare, peccato non sia mai uscito!

    13) Una Pura Formalità: Altro grande film di Polanski, con due interpreti sublimi!

    14) Exam: Interessante ma ennesimo titolo non uscito da noi.

    15) 127° F: Idem come sopra.

    16) Frozen: D'accordo con te, pellicola non eccelsa ma che svolge bene il suo dovere.

    17) Faults: Questo sono sicuro mi piacerebbe moltissimo, mi mangio le mani che non sia uscito da noi.

    18) Locke: Forse uno dei migliori ambientato in una solo location, Hardy straordinario.

    19) Buried: Visto al cinema mi colpì tantissimo.

    Per me il 20° può essere Dogville ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 2 se non ricordo male sulla rece di Chained avevo parlato un pò dell'affaire Boxing Helena. SUrveillance devo vederlo, in tutti i sensi, ossia che mi manca e che lo voglio fare

      4 ne hai troppi davanti, credo centinaia. Solo qui almeno dieci. Salta

      6 prova prima Piano 17. E anche quello che non ho visto, Song e Napule. "Paura" solo se ti piaceranno

      7 introvabile è dir poco, non esiste nemmeno in rete. Diede la copia il regista ad un mio amico che trova cose strane per i cinema

      10 e fai bene ;)

      12 L'idea è talmente interessante che fossi in loro proverei a venderla agli americani. Ma a me è piaicuto un sacco anche così piccolo ed imperfetto

      14 Ecco, questo era perfetto da dvd, strano

      15 Sì sì, difficilissimo che esca

      17 Come si sarà percepito è tra i mie 4,5 preferiti del lotto ;) mmm, ci sarebbe in hd... vabbeh ;)


      non ti ho commentato nessuno di quelli che hai già visto. Anche perchè ci daremmo la conferma della conferma ;)

      ecco, Dogville me l'hanno citato anche altrove. Non sono d'accordo, unica location assolutamente Revu, ma ampi ampi spazi, una città intera. Di Dogville non diresti mai "è girato in una stanza", ma puoi solo ricordare la sua straordinaria unicità

      ma, insomma, ognuno ha i suoi parametri ;)

      Elimina
    2. Capisco su Dogville, allora ti dico Dobbiamo Parlare di Sergio Rubini tutto ambientato in un salotto e in una notte e Il Nome Del Figlio Di Francesca Archibugi, entrambi film derivativi.

      Elimina
    3. Molto interessante.
      Il nome del figlio direi che allora lo accendiamo sicuro visto che lo cita anche Rachele più sotto

      Elimina
  7. Belle le tue liste come al solito, a me ne vengono in mente due
    il primo è The cube, il secondo è in linea con l'assassino (anche se questo in realtà si svolge all'aperto ma praticamente in un unica location (la cabina telefonica).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serie The Cube l'ho messa, non l'hai vista ;)

      In linea con l'assassino ne discutei in passato, forse su Buried. Quello è un film atipico, è vero che il suo protagonista è quasi sempre là ma il film ha tanti spazi, tante cose fuori dalla cabina, tanta "aria". Non lo so, per me no (Maionchi)

      ciao!

      Elimina
  8. Della lista ho visto solo Lebanon, e ho nel pc da vedere solo L'intervallo.
    Fra i film del mio canale c'è "Jimmy Dean Jimmy Dean"(1982), che è splendido ed è tutto ambientato in un emporio. Uno dei più affascinanti mai visti, ambientati in un solo asfissiante luogo, è "Embrione"(1966) di Wakamatsu. Cito pure, anche se improprio, "La notte brava del soldato Jonathan" (1966), svolto interamente in un collegio femminile, che diventa via via, percettivamente, sempre più angusto. Con un Clint Eastwood pazzesco, mai visto così.
    Tra i recenti quoto "Room", bellissimo, ho provato a scriverne. E mi viene in mente, così, la mezzora agghiacciante nella stanza d'albergo in "4 mesi, 3 settimane e 2 giorni". A Venezia ho visto poi "Afternoon" di Tsai Ming Liang. Lui era presente in sala ed è stato, anche alla fine, molto applaudito. Inquadratura fissa su di lui e il suo attore feticcio, in una casa diroccata. E niente questi due parlano, parlano, parlano di se stessi, per 137 minuti. Per me una pippa d'autore e basta, un po' come "Arirang" di Kim Ki Duk, che confesso ho dovuto togliere dopo un po'. Troppe lagne. Ma chi son io per dirlo :) Ciao G.!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cultura, competenza, ricerca e intuizione in questo tuo commento...
      Si fa sempre fatica a credere che hai 25 anni.
      Ecco, che te devo dì? se "hai ragione" (nel senso se rispettano le linee guida) sono inserimenti di grandissimo livello

      Room, lo sai, l'ho visto ieri ma non potrebbe starci! ha 50 minuti fuori, io mica lo sapevo...

      son basito da sto commento Chià, troppi titoli, troppa qualità, troppo troppo


      4 mesi è un mio cult, e la stanza d'albergo impressionante. Anche se la sua scena più claustrofobica è un'altra, una scena capolavoro, la cena

      Elimina
    2. Sì Room è improprio, l'ho citato sulla scia. La scena che dici di 4 mesi è strepitosa!

      Le date so merito di google eh, io non me le ricordo affatto, le ho inserite perché tu hai scritto "recenti",e quindi mi sembrava giusto evidenziare la mia "scorrettezza" :) E nel caso de "La notte brava..." me so pure sbagliata, che è del '71.

      Comunque competenza de che, va là. E' una questione di zone. Chi ne conosce meglio una, chi meglio un'altra. Come Sherlock Holmes che sapeva un sacco di roba, ma ne ignorava altrettanta, per esempio che la Terra gira intorno al Sole.
      Però grazie, sei troppo gentile

      Elimina
    3. No no, ma la precisazione su Room non era riferita a te eh, ma a me stesso che ho fatto questo post sulle stanze pensando a Room (anche se, ripeto, sto post andrebbe preso in maniera "intelligente", non solo regolamentata. E Room ci sta lo stesso dentro)

      Ma sti cazzi delle date, manco c'avevo fatto caso, i complimenti erano per altro.
      E non ti nascondere dietro a un dito, altrimenti uno che ha visto tutta la filmopgrafia di Pierino è paragonabile a uno che ha visto i tuoi film

      su, zitta

      Elimina
  9. Mi è venuto anche il Casotto di Citti, film ambientato in uno spogliatoio di uno stabilimento balneare. I personaggi che vi si scontrano e incontrano animano una sintesi e un catalogo di tipologie subumane che sfuma quasi in un racconto di Poe. Grottesco, ma bello per questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi ci sarebbe anche Il quinto impero di Manoel de Oliveira, una riflessione molto profonda e attuale sul potere, ma che consiglio di vedere con un paio di boiler di caffè a portata di mano.

      Elimina
    2. E sotto la Chiara (senza allusioni) chi dovevo trovà?
      Te pareva.
      La solita accoppiata che ce fa sentì inferiori a tutti.

      Grande Rocco, poi me ne parli a voce

      Elimina
    3. La Chiara è un'orchestra wagneriana, io so un modesto violino di strada.

      Elimina
    4. Ma siete matti, io non li so mica contenere certi complimenti :)
      Oh, non siete male manco voi comunque!
      Insieme poi, altro che er botto.

      Elimina
    5. E sta contenta, ci conteniamo

      Elimina
  10. Risposte
    1. Ci siamo già chiariti nell'altro mondo ;)

      Elimina
  11. Prendo appunti ...io ne ho visti solo due ( L'intervallo e Una Pura formalità !!) mentre di quelli citati "fuori
    " lista ne ho visti diversi tra cui Carnage ( strepitoso !!uno dei pochi film degli ultimi anni a cui ho dato il massimo dei voti e poi naturalmente due pietre miliari del cinema " in una stanza " , Nodo alla Gola e La Finestra sul Cortile !!
    Io aggiungerei La Notte brava del Soldato Jonathan , Dogville e , anche se ancora non l'ho visto so per certo che come genere ci sta tutto, Io e Te di Bertolucci tratto dal libro di Ammanniti.
    I ptimi che metto lista da vedere sono Lebanon, Compliance, Locke e Buried ( io soffro di claustrofobia ih ih ih ..)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massimo dei voti la Dolly???

      no, già lo dovevo vedè, così...
      Ah, vedi? anche te citi la notte brava del soldato Jonathan, come Chiara qua sopra.

      Allora direi che possiamo accenderlo...

      Su Dogville mi sono espresso sopra, quello di Bertolucci lo conosco solo di titolo

      grandi suggerimenti anche te

      sì, hai scelto bene. Non credo ti piaceranno tutti sti 4, anzi, forse nessuno. Ma sono buoni tentativi. Su Lebanon può succedere di tutto con te...

      Elimina
    2. ...scusa ..quando si fa una cosa con disattenzione succede poi che si parla a vanvera ...
      a proposito del film La Notte Brava D.S.J ..non è assolutamente recente anzi più che datato ...resta comunque un film adatto a questa lista come argomento ...fai poi te ...
      su Dogville si hai ragione ...ci ho ripensato proprio grazie all'intervento sull'altra lista dove invece ci stava dentro con tutti e due i piedi ...
      quello di Bertolucci è ambientato tutto in una cantina a parte il finale ...vabe'...secondo me prevale la stanza via.....

      Elimina
    3. Mi ero perso sto commento (a parte che bisogna essere dei veri e propri funamboli per non perdersene nessuno)

      no no, ma quelli che dovevate proporre voi avevano come unico "obbligo" di seguire la linea guida (morale o non) della stanza, non avevano limiti temporali, quelli ce li avevano solo i miei 20.
      Quindi va benissimo la notte brava.
      Sempre più incuriosito da questo Bertolucci...

      Elimina
  12. In ordine di apparizione (nella mia mente!):
    Snowpiercer 2013
    Turist/Forza maggiore 2014
    Moon 2009

    Room, forse stasera ma è in ballottaggio con Ave Cesare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, dopo che t'avevo proposto una rubrica eri scappata?

      ahahah

      no, non vanno bene per le mie linee guida amica mia

      il primo è tutto sì dentro il treno (adoro quel film) ma se è vero che è un'unica location ci sono una miriade di stanze ed azione

      il secondo è strano che me lo nomini, è un film "normale", tanti interni, tantissimi esterni, una decina di luoghi diversi...

      Moon come quello di Bong, unica ambientazione, la base, ma tanto tanto spazio

      e poi almeno due grandi scene all'esterno

      ma hai nominato tre filmissimi, quindi son contento uguale

      ahah, io domani Room, domenica Anomalisa ;)

      Elimina
    2. Io li ho intesi come sensazione claustrofobica (e dunque la sensazione di chiusura in un ambiente angusto anche se propriamente angusto non è), dalla quale, come se si fosse in una camera chiusa, è difficile uscirne per tutta la durata del film.
      Ma rispetto i tuoi canoni! :)

      Elimina
    3. Ah, o.k!

      molto interessante, si potrebbe fare un post su quello, ahaha

      Elimina
    4. siamo agli spin off dei post!
      fantastico!!! :)

      Elimina
  13. Rispondo a tutti gli altri dopo o domattina

    RispondiElimina
  14. Visto solo "Locke" e "Buried" :/ alcuni li avevo sentiti nominare, ma ho rimpinguato la lista delle cose da vedere :) adoro queste tue liste ad argomento ^^'

    RispondiElimina
  15. Mi permetterei di aggiungere "Cena tra amici" commedia francese ambientata in una sala da pranzo. Solo il finale di 3 minuti ci porta fuori da essa. "Baby sa jakies inne" film polacco ambientato in macchina dove 2 uomini parlano per un'ora e mezza delle peculiarità femminili sottolineando quanto siano diverse (dai maschi ovviamente): una piccola perla.
    "Astronaut, the last Push", claustrofobica metafora spaziale della solitudine.
    Nel caso me ne vengano in mente altri che non avete citato vi faccio uno squillo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cena tra amici ho la certezza che hai visto giusto Giovà. Perchè me l'hanno consigliato almeno in altri 4 su facebook. Tra l'altro dice sia il film che ha dato spunto al, sempre dice, ottimo Perfetti Sconosciuti

      gli altri due che hai citato regalano quell'emozione per cui penso sempre che valga la pena aver aperto sto blog

      Elimina
    2. Rachele Tommaso12 marzo 2016 16:16

      Eh no, Giusè, devi essere imparziale. Cena tra amici ha una scena fuori dalla casa, in ospedale per essere corretti. E comunque non richiama perfetti sconosciuti, ma un altra commedia italiana che è il nome del figlio. Eheh devi essere corretto ;)

      Elimina
    3. Niente, su sto post fatichiamo a capicce ;)

      ma anche 15 sui 19 film che ho messo avranno scene fuori (Faults ad esempio 20 minuti mi dice mio fratello, io non ricoedavo), l'ho scritto pure nel post. Quello che conta è se l'anima del film (e sì, anche la gran parte del tempo) è dentro ad una stanza, se c'è la sensazione che tutta quasi tutta la forza del film sta nello spazio più ristretto possibile.
      Qui non è tanto questione di regole ma di processi mentali.
      E poi come faccio ad essere obbiettivo? i tuoi li ho visti, questo no, ho poco da contestare....

      il nome del figlio mai sentito

      Elimina
    4. Rachele Tommaso12 marzo 2016 16:25

      Allora dico il nome del figlio, ahahha
      Cosi ho la soddisfazione di inserire anche un titolo mio a questa lista.

      Elimina
    5. Vorrei eliminartelo ma me tocca accettallo sulla fiduca

      pff, dovrei scrivere Room, ma ho sonno, non dormo praticamente dalla notte di giovedì

      sta calmina per un pò

      Elimina
    6. Dear Rachele...ti potremmo chiamare piombo in sto periodo ;-) Sui tre minuti finali in ospedale avevo fatto ammenda, ma viste le premesse di Giuseppe sapevo che cena tra amici rientrava ampiamente nei canoni imposti in questo post...
      Ma tu e Giuseppe non fareste prima a darvi un appuntamento e vedere se c'è feeling invece di fare tutto questo petting verbale? hi hi

      Scusa, sto scherzando

      Mandi Mandi

      Elimina
    7. Rachele da mesi è il sale di questo blog.
      E a me piace mangiare salato Giovanni.
      Che anche te non scherzi eh, sei molto presente e dai moltissimi spunti.
      E se eri una donna...

      ahahha

      noi "tre" siamo lotanissimi. Io sto nel mezzo, quindi è più giusto vi muoviate voi

      Elimina
    8. Vedo che ascolti molto Renato Zero....
      Il triangolo no, non l'avevo considerato :-)
      Ti stimo fratello ma dimmi perché nella veste della donna, nei tuoi pensieri, sarei dovuto essere io? Avrei preferito tu avessi detto "se io fossi donna"....Hahahaha
      Comunque spero Rachele non si sia offesa il mio voleva e doveva essere chiaramente uno scherzo; con un piccolo fondo di verità.....all'estero si dice che chi si pungola si piace.

      Elimina
    9. Ahah, no, mi hai capito male...
      Dicevo che se eri una donna e partecipavi così tanto al blog anche con te ero un pò più... espansivo ;)

      che ce voi fa, so tradizionale, viva le donne

      se si è offesa offende principalemnte la sua intelligenza

      anzi Rachè. secondo me è Giovanni che ha trovata na via laterale per provacce...

      ahaha

      Elimina
    10. Sto in facoltà, non posso rispondereee.
      salvo depressione post esame non superato spero di arrivare stasera.
      Fischia n'altro giorno, Giusè.

      Elimina
    11. Non ho fischiato qua, ma su Dogtooth

      in ogni caso mi devi un polmone allora


      (e in bocca al lupo)

      Elimina
    12. Rachele Tommaso14 marzo 2016 20:31

      Caro Giovanni, gentile da parte tua utilizzare il termine "di piombo" invece di "pesante". Quest'uso ponderato della parola, con una prima lettura superficiale del commento, mi fa sembrare meno rompipalle di quello che in realtà sono. Grazie:)
      Io e Giuseppe abbiamo in comune un forte senso dell'ironia e molto probabilmente è proprio questo che ci porta a punzecchiarci di continuo.
      E ti assicuro che il "petting verbale" di cui siete spettatori involontari e niente rispetto allo scambio di mail avvenuto all'inizio della nostra conoscenza ;)
      Ahahhaha
      Magari, un giorno, Giuseppe verrà in Calabria. Per la nduja ovviamente! Che avevi capito? :D
      Ps: è scontato che io piaccia a Giuseppe :D
      Come può resistermi?ahahhaha

      Caro Giuseppe, cosi mi fai sentire importante:) Grazie.
      Spero che tutto questo sale non porti un aumento della pressione arteriosa :D

      Elimina
    13. Ah sì sì, in mail ha già partorito due volte.
      Ed è vero, se qua a Perugia non ci fosse un grandissimo alimentari (nel senso di qualità) con la nduja di Spilinga andrei sicuramente in Calabria a prenderla.
      E sì, come puoi resistere a Rachele?

      il sale è il sale della vita

      sta frase non ha senso

      pff, ogni tanto ripenso al meraviglioso Il sale della terra e mi dispiace un sacco non averlo recensito

      Elimina
    14. Rachele Tommaso15 marzo 2016 14:12

      Ma non era l'ottimismo il sale della vita? :/

      Elimina
    15. anche il sale. Ma mi sono appena svegliato, sono andato a letto alle 9 di mattina, posso dire qualsiasi cosa voglio senza dover essere contraddetto

      Elimina
    16. Rachele Tommaso15 marzo 2016 14:22

      Ma il sale è il sale della vita non ha alcun senso XD
      Buongiorno Giusè :-p

      Elimina
    17. Ciao, scusate se vi ho abbandonato per qualche giorno ma ero via con "limitato accesso alla rete" come si suol dire.
      Che dire...nduja, peperoncino e donne calabresi....Giusè, molla la perugina e punta la bussola a sud-sud-est ;-P non avresti rimpianti :-)

      Rachele, ho avuto modo di cogliere l'ironia e l'ottimo rapporto che c'è tra tutti i commensali del blog di Giuseppe (oste meraviglioso) ed è per questo che mi sono auto-invitato he he.
      Adoro leggere i tuoi "battibecchi" con Giuseppe; mi son trovato coinvolto in uno e ne ho approfittato.

      Sono un fan di similitudini e metafore...concedimi quel Pb (scherzoso), poi tra elementi con grande massa lascio a Giuseppe riprendermi per ribadire che non di piombo si tratta ma di Oro :-)
      Lui, da galantuomo com'è, come hai potuto vedere, ha risposto all'appello in difesa della puella sotto attacco senza un'attimo di esitazione :-)

      Buona giornata a tutti

      Elimina
    18. AH, perchè te donne calabresi lo vedi solo con accezione positiva?
      mmm, io ho i miei dubbi, sono gatte da pelare non da poco...

      rachele è istintiva, non si fa problemi a rompere i coglioni, come del resto tutti dovreste fare (e anche te non sei uno accomodante, quando c'è da dire io non ci sto ci sei, bravissimo)

      è un piombo aureo o un oro piombato

      ahah, è vero, sono galantuomo, questo complimento non lo posso negare

      troppi complimenti, diventi lo zucchero del blog come lei era il sale

      da fan sfegatato di Lost (non commentare, shhh) essere L'Ost perfetto è un grandissimo complimento

      ma è una taverna dove portano piatti da casa tutti

      Elimina
    19. Rachele Tommaso16 marzo 2016 15:35

      Giusè, hai avuto il piacere di conoscere altre calabresi per dire cosi? ;)
      Di sicuro non siamo accondiscendenti;)
      Ma in 7 anni di blog ce l'ho il primato di rompicoglioni? Posso impegnarmi a fare meglio sennò;)
      Giovanni, ti assicuro che nonostante la galanteria di Giuseppe, qualche caduta di stile è capitata anche a lui :D

      Elimina
    20. Sono anche io fan di Lost (ma non lo dire a nessuno shhhhhhh) ;-)

      Accomodante ed io non stiamo nello stesso dizionario, retaggio culturale di una regione di confine.

      Rachele, abbi pietà di un uomo che si impegna. Per quanto galantuomini i maschi sono pur sempre bestie e tali rimarranno! L'atavismo riaffiora ogni tanto :-)

      Elimina
    21. (grande per Lost, ora zitti)

      ma vedi, le cadute di stile sono fatte apposta per dimostrarne di averne uno

      solo cadendo capisci quanto eri in alto

      e solo lo stile con qui ho risposto adesso dimostra che con me si è sull'Everest

      (aaahha)

      (no, non sei nemmeno sul podio ancora)

      Elimina
    22. "con CUI ho risposto"

      approfitto ormai dell'aggiunta per dire che condivido tutto dell'ultima frase di Giovanni

      Elimina
    23. Rachele Tommaso16 marzo 2016 16:56

      Uff, devo iniziare ad insultare per meritare almeno il bronzo?

      Elimina
    24. No, al contrario, chi mi insulta mi diverte e basta, è una cosa che adoro

      Elimina
  16. Il mio primo commento nel blog di un caro amico non poteva che essere fatto in una sezione alla quale ho contribuito,seppur in parte minimale pure io. Ne ho visti circa un terzo, e devo dire che alcuni sono di ottimo livello...
    Post molto interessante, sicuramente alcuni(ad esempio la notte eterna del coniglio), cercherò di recuperarli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, anvedi chi se vede ;)

      sì sì, ormai siamo a una sessantina di titoli e, a parte i 19 che ho pescato da solo nel blog, gli altri 40 vengono tutti da voci "amiche", o dal vero, o per telefono, o per chat o qua.
      Direi che per almeno metà è il solito post collettivo che mi gratifica sempre

      eh, recuperalo, poi mi dici

      ciao!

      Elimina
  17. (ma tu devi guardarti room in lingua originale eh. non puoi perderti la recitazione del ragazzetto che di per sé merita 15mila premi in gettoni d'oro)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto ieri.
      E, oh, l'ho visto come me lo facevano vedere, sai che per me la visione regina è in sala, poi sono in mano loro...

      impressionante anche doppiato

      Elimina
  18. Pierluigi Tronchetti11 marzo 2016 21:26

    Ho visto il film al cinema e quindi non in lingua originale, ma posso confermare circa la stupefacente interpretazione del bambino. A mio avviso la migliore di sempre per quell'età. Davvero impressionante!Tuttavia , anche se questo non e' il post più adatto, chiedo lumi sul film, visto che dopo solo 25 minuti avevo già bandito la sceneggiatura che, dato l'assonanza del titolo con la bevanda alcolica, sembrava più scritta da qualche membro di sedute per alcolisti anonimi, che da un professionista dello script: troppo sbrigativa la prima parte, quanto confusionaria e inconcludente la seconda. Davvero un gran pasticcio. Il film, con quell'insieme di frasi fatte, infiocchettate e studiate artificiosamente a tavolino( più per creare una breccia emotiva nell'animo dello spettatore, che per motivazioni funzionali al lungometraggio stesso) sono di un ruffiano e patetico all'inverosimile, che a tratti sfociano addirittura nell' insopportabile. Per me(visto che e' praticamente piaciuto a tutti) uno dei film più sopravvalutati della stagione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimo, intelligentissimo, profondissimo e sensibilissimo amico (zero ironia, lo sai).

      Risponderò, credo, con la rece di oggi. Ma forse è la volta che siamo più lontani della nostra "storia"

      (ma in un aspetto hai ragione anche secondo me, eccome)

      un abbraccio

      Elimina
    2. Pierluigi Tronchetti13 marzo 2016 14:16

      E' proprio perché so che nelle tue belle parole c'è zero ironia , che arrossisco e ovviamente ringrazio!
      C'è poco da fare: a causa di quel continuo uso di frasi melense (che ho definito artificiose perché ruffiane) mi sono talmente intossicato con i personaggi e la storia, che sono uscito dal cinema con il diabete.
      Ribadisco, e mi scuso, sul fatto che questo non e' il post adatto per parlarne, ma in attesa della tua recensione voglio specificare che non ho osservato il film da una mera prospettiva di una ricostruzione(seppur romanzata) di un fatto di cronaca, ma da un punto di vista prettamente metaforico. Il rapimento e la segregazione ,come allontanamento e isolamento dalla vita " normale" di una donna che vive l'evento della maternità e tutto ciò che ne consegue. Le quattro mura di una piccola stanza, come il mondo creato dall'amore protettivo genitoriale in cui un bambino può crogiolarsi. L'uscita dalla stanza, come il primo taglio da questa sorta di cordone embrionale dell'infanzia. Il mondo, così immenso e sempre imprevedibile,il luogo in cui provare a ricostruire i propri spazi, quelli stessi spazi che all'interno di una stanza erano relegati in 4 pareti ed un lucernario.

      Elimina
    3. Malgrado non ti sia piaicuto la tua lettura, come sempre, è notevole Pierluigi.
      La rece l'ho messa, è ultrapositiva però, se vedrai, ho trovato anche io nel difetto che a te ha fatto tutti quei danni il difetto principale di Room.
      Però, ecco, con me ha avuto un impatto molto molto meno decisivo

      ripeto, bellissima analisi

      Elimina
  19. Off topic sorry domanda a tutti: qualcuno sa qual è quel film orientale, tipo storia d'amore, in cui in una scena la ragazza letteralmente pesca (da pescatore, all'amo) il ragazzo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era ferro 3? Non mi ricordo cribbio.

      Elimina
    2. Ce la faremo presto, promesso.

      Stay tuned

      stai tonno insomma


      parlavi di ami no?

      Elimina
    3. Misà che è L'isola, sempre di Kim Ki Duk :)

      Elimina
    4. https://youtu.be/lH0qPk9fRlA?t=2918

      Elimina
    5. Grassie!! Mò m'o guardo

      Elimina
    6. Manca anche a me, eppure ho visto molti Kim

      devo rimediare...

      Elimina
    7. E se facessi una wetransferata? Fammi sapere.
      Comunque c'ho riflettuto anche stamattina,
      su -narcisistico- . E mi piace, Non vedo l'ora di leggerti, narcisistico o no.
      Ciao!


      Elimina
    8. Guarda, ti devo chiedere parecchi titoli, ad esempio tuti quelli de La Promessa che non si trovano. Non so se è meglio un pò per volta o una (quasi) per tutte, tanto poi li scarico e vedo quando voglio.
      Eh, volevo scriverla stamattina ma non ho potuto. Forse oggi. E poi vengo a vedere

      Elimina
  20. L'estate d'inverno dovrebbe "qualificare", film italiano abbastanza recente che ho apprezzato. Tutto ambientato in una camera d'albergo e tutto dialoghi. Anche Tape di Linklater dovrebbe poter essere buono per questa lista ma non avendolo visto non ne sono sicuro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che belle segnalazioni Eddie, complimenti...

      Linklater ha sempre progetti strani, non mi stupirebbe

      quello italiano per me era sconosciuto, grazie

      (non credo sei l'Eddie "storico", vero?)

      Elimina
  21. Avevo commentato solo una volta sul video del parallelo inizio e fine film...però ti leggo spesso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ecco ;)

      No, perchè un tempo c'era un Eddie che commentava sempre e che conobbi anche personalmente. Ad esempio l'intervista a Zampaglione gliela facemmo insieme.

      Ciao e grazie!

      Elimina
  22. Sarò banale ma, "Le iene", capolavoro di Tarantino, girato quasi tutto in un capannone, non sarebbe un degno della tua lista?
    Room l'ho guardato e l'ho trovato molto bello e ben recitato... Più interessante di "Panic Room" con Jodie Foster che non ho amato molto... Mi rendo conto che in confronto ai film che guardi tu, i miei gusti sono forse eccessivamente commerciali..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le iene non l'ho mai visto come un film "costretto" in un luogo chiuso. Sarà lo stile, sarà che il capannone è grande, sarà che ci sono anche parecchie scene fuori (anche tanti flash back mi pare) ma, ecco, non mi ha mai dato la sensazione di essere un film come questi qua sopra.
      Ma tecnicamente potrebbe starci eh

      Ecco, Panic Room invece sì, non del tutto, ma è sicuramente un film dove la piccola stanza conta molto ;)

      Elimina
    2. Forse allora si addice di più "Cani arrabbiati", il film che ha ispirato Tarantino per le iene.

      Elimina
  23. Li vidi tempo fa e la memoria è quella che è.
    Ci provo lo stesso (se ho preso un granchio - o due - pazienza).

    -L'inquilino del terzo piano.

    -Five fingers.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'inquilino del terzo piano è legatissimo ad un interno (basta anche vedere il titolo originale ;) )

      ma, ecco, non lo metterei nei film incentrati tutti in un piccolo interno, mi pare aveva parecchi sfoghi fuori
      Ma magari invece mi sbaglio io eh ;)

      l'altro non lo conosco, mi informo!

      Elimina
    2. Ripensandoci (anvedi quanto sono distratto!), non risponde nemmeno al criterio di "recente" e forse nemmeno a quello di "non conosciutissimo".
      Uhm...

      Elimina
    3. eheh, esattamente ;)

      ma non volevo dirtelo, il commento era molto interessante lo stesso ;)

      Elimina
    4. Come vedi, seppure con qualche difficoltà (!), ci sono arrivato da solo.
      C'è ancora qualche flebile speranza per il qui presente vecchietto...

      Elimina
    5. i vecchi sono altri ;)

      specie quelli mentali

      Elimina
  24. https://www.youtube.com/watch?v=lTgr8ODnONQ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marò che ricordo...

      Devo rivederlo

      non terrà conto di tutte le linee guida del post ma sempre giusto ricordarlo!

      Elimina
  25. Si infatti lo citavo non tanto come componente della lista ma per il profondo senso di costrizione che mi trasmise all'epoca. Il proprio corpo come una prigione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sì sì, bella cosa...
      Non solo un film ambientato in una stanza, ma in un corpo

      un altro a tal proposito che amai è Mare Dentro

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao