5.9.13

Recensione: "Another Earth"

Risultati immagini per another earth poster

presenti spoiler

Se Melancholia era la Fine certa di tutto Terra 2 è invece il mistero, la paura, la curiosità e, forse, la
Speranza.
Quel pianeta identico al nostro sta là, "fermo", non si scontrerà col nostro ma forse si incontrerà con lui prima o poi, noi incontreremo noi.
Rhoda la prima volta che l'ha visto aveva i capelli che volavano nel vento della notte, la prima volta che l'ha visto, proprio per vederlo, ha perso il controllo di quell'auto, per Rhoda Terra 2 è stato l'inizio della fine.
O forse no, è solo l'inizio di un nuovo inizio.
Espiazione, senti come suona, che bel termine che è, espiazione.
Si può riparare una colpa del genere?
Forse no ma Rhoda ci prova.
E quella casa si pulisce sempre più, casa che è come coscienza, pulisci una per cercare di pulire l'altra.
O forse la casa conta nulla, conta solo lui che attraverso la casa può tornare a vivere.
Un uomo che una ragazza ha fatto a pezzi e che ora quei pezzi li raccoglie in terra e prova a restituirglieli.
Ma è tutto tanto difficile...

Risultati immagini per another earth movie

Rhoda, una meravigliosa, meravigliosa Brit Marling, bellissima e straordinariamente brava, con quello sguardo che da quella notte si affaccia solo sul vuoto e sul ricordo, Rhoda non ha più nulla dalla vita, se non il tentativo disperato di espiare quella notte.
Come Justine anche Rhoda si spoglia nuda alla luce di Terra 2 ma non per goderne ma per morirne.
Rhoda che racconta a lui la meravigliosa storia del primo cosmonauta, la storia di quel rumore incessante (forse, come in Poe, il proprio cuore?) che si trasforma in musica, Rhoda che scopre la genesi di un amore sentendo una sega suonare, Rhoda che per la prima volta in 4 anni sente tornare l'emozione, sente scorrere le prime lacrime.
Rhoda sarà anch'essa il primo nuovo cosmonauta, la prima ad andare là.
"Non andare" le dice lui dopo aver brindato al fatto che andava..
"Se vuoi non vado ma prima devo raccontarti una storia, se finita la storia vuoi che non vado non andrò" le dice lei.
"Vattene" le dice lui dopo aver sentito la storia.

Risultati immagini per another earth movie

E lei se ne va, finalmente sconfitta e senza più niente per cui vale la pena.
Tranne, forse, quel viaggio verso Terra 2.
Dove ci siano tutti noi, compresa un'altra Rhoda identica a questa che abbiamo qua, un'altra Rhoda che quella notte ha guidato con il naso all'insù e i capelli nel vento della notte.
Ma forse proprio quella notte, la prima notte che un pianeta vedeva l'altro, forse quella notte il sincronismo si è rotto.
E forse quella macchina è andata dritta per la sua strada.
E allora anche se ti amo vai su te, vai su te e vedi se ritrovi loro.
Magari potrai aggiungere quella piccola lettera di differenza.
Another Earth.
Another Hearth.
Forse ci sono due cuori che battono lassù.
Ti aspetto, fammi sapere.

( voto 8 )

42 commenti:

  1. Sembra la pagina di un romanzo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, di un romanzo d'appendic...ite

      Ma grazie :)

      Elimina
  2. Ti dirò, l'ho trovato mortalmente noioso e ruffiano. Una cosa proprio da radical chic

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora sono un gran radical chic :)

      FIlm profondissimo che affronta il concetto di espiazione in un modo poche volte visto prima.

      Ne hai scritto?

      Elimina
    2. Ne avevo scritto un articolo per un sito per cui lavoravo - UpperPad, che ha anche chiuso. Dovrei farlo a breve, magari anche domani!

      Elimina
    3. domani è passato Jacques, non vedo nulla :)

      Elimina
    4. Allora aspetta, cerco l'ispirazione U.U

      Elimina
  3. gran film che fa il paio perfetto con melancholia, di cui rappresenta quasi another side

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male Marco...

      E' vero, specie per il finale, dove uno era la fine l'altro è la speranza

      Elimina
  4. Ce l'ho nel Mysky da un pochino. Prima o poi mi deciderò a vederlo.

    RispondiElimina
  5. Gran bel film, recitato benissimo e molto profondo.
    Decisamente un altro pianeta rispetto a quel pippone di Melancholia. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, senza volerlo James hai fatto un battutone...

      di un altro pianeta... :)

      Elimina
  6. Volevo dire praticamente quello che ha detto Ford, ma, visto che l'ha già detto lui, eviterò di ripetermi. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Compreso Melancholia?

      arghhh

      Elimina
    2. ah ah ah ah!
      dai, non infierire così su una vecchia invalida! :)

      Elimina
  7. Io volevo dire l'esatto contrario di mr ford :) da quel che ho letto non mi sembrava potesse avvicinarmi alla complessità e bellezza del film di lvt, quindi l'ho lasciato lì...Devo ricredermi? Oh che dici? E il ragazzo cannibale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto. Lontano dalla compiutezza e dallo spessore di Melancholia, è un film che merita soprattutto per rapporto qualità/prezzo (lo scarso budget e la vicenda produttiva) e le atmosfere.

      Elimina
    2. assolutamente, Melancholia è su un altro... pianeta.

      come classico film Sundance è ottimo

      Elimina
  8. Che bello questo commento Oh-Dae...non so perché me l'ero perso, così come mi sono perso il film. Ma tu hai il potere magico di far raddoppiare il mio interesse nei confronti dei film. Sicuramente ha guadagnato posti nella mia lista di cosette da vedere!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tu hai il potere magico di farmi diventar rosso ogni volta...

      Elimina
  9. Grandissimo film. Un invito ad accettarsi, a scavare dentro le nostre coscienze e liberarsi dalle fobie che ci fanno perdere di vista l'essenza vera della condizione umana. Impossibile per gli spettatori maschi non innamorarsi di Brit Marling...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grande Kelvin, meravigliosa sintesi del film!

      La Marling è bellissima, mamma mia

      Elimina
  10. bellissimo! in particolare il finale, veramente emozionante.. è vero, la parola chiave è speranza.. nel plot c'è molto di 21 grammi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eì vero fede, c'è qualcosa di 21 grammi, eccome!

      il finale mi ha spiazzato, non sono riuscito a coglierlo al volo mannaggia

      Elimina
  11. mah... a me non e' piaciuto un granche': la tua recensione e' di gran lunga migliore del film stesso, questa si' emozionante. Lei bellissima e molto brava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buono Jacopo.
      Mi piace molto quando persone intelligenti la pensano molto diversamente da me, mi stimola e mi porta a riflettere sulle mie considerazioni.

      Lei splendida sì.

      Elimina
  12. Ieri ero passata per commentare another earth, vedendo la recensione di revenant l'ho completamente dimenticato. insomma, eccomi qui.

    Mmm, non lo so
    non mi è parso un film da 8. Hai dato lo stesso voto di i origins, che ho trovato superiore.

    Lei è bellissima, veniva un po eclissata da Sofi nell'altro film, in realtà la trovo molto più interessante, brava e bella.


    Il finale l'ho trovato più debole rispetto ad i origins. Il tuffo al cuore è mancato.
    Avevo letto che era un po controverso, in realtà, credo, di averlo capito subito.
    La sincronia tra i due mondi non c'è stata al momemto della scoperta di terra 2, giusto? Quindi Rhoda non ha mai causato l'incidente. Vivono tutti felici e contenti.

    Ho notato che cahill fa finire i suoi film in maniera positiva.
    Si parte sempre da una storia tragica per giungere ad un epilogo ottimista.
    Beh, se è effettivamente cosi, possiamo già immaginare come finirà il prossimo lavoro del regista;)

    Ps: e tu, cosa diresti a te stesso?

    Per me siamo sul 6.5

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rachele Tommaso22 gennaio 2016 17:13

      Mi sa che sta meglio "epilogo ottimistico"
      Ora che so che sei laureato in lettere ho il terrore di fare errori grammaticali
      Ahahahahah

      Elimina
    2. Sì.
      Sì a che apparentemente il medesimo voto sia strano, sì alla Marling che è bellissima e nel secondo film si nota poco, sì sui finali.

      Però, aggiungendo cose.

      Devi sapere un trucchetto che uso. Per i film poco conosciuti che voglio far venir fuori gonfio un pò il voto, giusto quello 0-50 in più. Come, al contrario, per i film famosi di cui parlano tutti se proprio devo modificare un pò tolgo mezzo punto.
      Per questo dei voti interessa poco e non li sopporto, hanno dentro tante cose giuste e sbagliate ma non sono mai verità.

      Su lei poco da aggiungere.

      Sul finale non ti ho capito perfettamente ma credo la pensi come te.

      Ecco. però sui finali di Cahill non sono d'accordissimo.
      Non li considero "positivi".
      Li considero aperti, colmi di speranza, ma in bilico quasi come la trottola di inception.
      In realtà i due finali sonjo talmente aperti e pieni di possibili sviluppi che secondo me sono due inizi.
      Due nuovi inizi.
      Che succederà adesso che la tua copia è qui?
      Che succederà adesso che hai il dubbio che esista qualcosa di trascendentale (I Origins).
      Mica le risposte son per forza positive eh.

      Ecco, ripeto, per me sono due finali-inizi

      comuqnue sì, forse il secondo è mezzo punto sopra ma io di solito mi affeziono più ai film più piccoli, quindi non saprei chi scegliere

      ah, se vedessi l'altro me qui sulla Terra che direi?

      "Ma che cazzo sei venuto a fa?"


      (non provare più a correggere eventuali errori, mi incazzo. Io ne faccio a bizzeffe. La lingua è una cosa viva, quella senza errori e piena di regole una cosa morta parlata e scritta da gente morta)

      Elimina
    3. Rachele Tommaso23 gennaio 2016 21:47

      Non sono d'accordo ( tanto per cambiare) sui finali di Cahill.
      Sono assolutamente positivi.
      In i origins ci sta dicendo chè è possibile la reincarnazione ( è bellissima come cosa)
      In another earth che la famiglia del tipo è viva e Rhoda non ha causato nessun incidente ed è riuscita a realizzarsi ( vedi i vestiti che porta il suo doppio)

      Elimina
    4. Prima di filare a letto confermo che secondo me non sono finali positivi.
      Sono finali, ripeto, colmi di speranza, di riflessione, forse di vita nuova.
      Ma la certezza che i due finali portino a cose positive non c'è per me.
      Io parlo dei personaggi.
      Se poi te parli di finali positivi per lo spettatore un pò cambia.

      Notte!

      Elimina
    5. Rachele Tommaso23 gennaio 2016 21:55

      Anch io parlo dei personaggi.
      La speranza è una cosa positiva.
      Ri-buonanotte.
      E caccia sta cosa del robot, se è possibile!!! Mi fa impazzire -.-

      Elimina
    6. Guarda che io il robot non ce l'ho eh...

      Che lo odio anche io.
      Credo purtroppo sia obbligatorio per gli account "neri", come questo qua tuo, quelli assimilabili all'anonimo

      secondo me sull'account con le foto il robot non ti appare vero?

      Elimina
    7. Compare quando rispondo dal cellulare. Sempre.
      ogni tanto non supero il test di Turing, ma vabbè XD

      Elimina
    8. Ah no, hai ragione.
      Ho commentato con l'account google dal telefono e non è apparso.
      Niente, risolto:)

      Elimina
    9. Io ho sempre ragione.
      O meglio, le poche volte che ho ragione ho sempre ragione

      Elimina
  13. Film con budget di 100.000 mila euro incassando 1 milione solo al box-office, è carino,con belle musiche....però gli manca qualcosa:
    ATMOSFERA, MAGGIORE CONTROLLO ALLO SCI-FI e TROPPA LENTEZZA

    A me è piaciuto , si, ma con molte riserve : voto 6,5/7.

    Forse a me il digitale ha dato fastidio, però il finale è una delle cose migliori che ho visto negli ultimi film indipendenti.

    Ecco tutto.

    A proposito dei film del millennio : sin City e the hurt locker e v per vendetta , che non ho visto, che ne pensi?

    A presto, Giacomo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, sì, questo è un film che di sci-fi ha solo l'idea, il contesto, poi per il resto non c'è nemmeno mezza scena di genere.
      Credo che a me sia piaciuto proprio per questo così tanto.


      sono tre film completamente diversi

      Sin City è un fumettone, visivamente straordinario, come contenuti e storia molto carente. Uno spettacolo per gli occhi, ecco.

      Hurt Locker è un film di guerra molto atipico, molto psicologico. Non c'è la vera guerra ma c'è quello che la guerra comporta nella testa

      V per vendetta non l'ho visto ;)

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao