17.10.13

Al Cinema: recensione "Insidious 2"


Risultati immagini per insidious 2 poster

presenti spoiler

Adesso basta.
La mia infinita bontà e il mio metodo d'analisi per cui un pregio vale sempre almeno due difetti mi hanno sempre fatto salvare Wan and co e la loro new wawe di film horror.
Però c'è un limite a tutto.
Questa è la mia recensione definitiva per dire basta, il mio basta, verso ste pellicole.
Me so rotto er cazzo.
E siccome deve essere una rece definitiva, per quanto cazzona, la voglio esporre a tesi.

1  WAN, TALENTO DEL NUOVO HORROR. MA DE CHE?
Il simpatico malese James Wan è considerato ormai quasi da tutti come il nuovo talento del cinema horror moderno. Ora, neppure il suo peggior nemico potrà non ammettere le indubbie capacità del giovane (mio coetaneo tra l'altro) regista ma prima di parlare di talento bisognerebbe un attimo capirsi un pò sui termini.
Il talento, vuoi per definizione, vuoi per accezione comune, è colui che riesce ad eccellere senza tanta fatica in un determinato campo, uno che riesce a sprigionare genio, uno che riesce a far cose nuove ed imprevedibili, uno che non ha regolarità, uno che ti sorprende quasi sempre, uno che si discosta dalla massa dei "mestieranti", di quelli cioè che con il lavoro, la fatica e, appunto, il mestiere riescono magari a raggiungere i suoi stessi risultati senza avere la stessa inclinazione naturale.
Ebbene, Wan di talento non ha quasi nulla, è un giovane mestierante che a 35 anni fa già film in copia-incolla, uno che usa tutti gli stilemi, i clichè, le tecniche e i trucchi del genere in cui si cimenta. Wan è il giovane che fa le cose dei vecchi, il buon regista che non ha guizzi. O non li ha più.

Risultati immagini per insidious 2 gif

2 PAGHI TRE COMPRI UNO
Ora, so benissimo che Wan e i suoi film (per convenzione parliamo solo degli ultimi 3) piacciono da morire, che le nuove generazioni li vedono come vette massime dell'horror moderno.
A questo punto vorrei che questi ragazzi che ora lo venerano vengano un giorno da me e si sottopongano a un test.
Tra un anno diciamo.
Nel test io elencherò loro 10 scene tratte dagli ultimi 3 film di Wan e loro devono semplicemente rispondermi su quale dei 3 si trovavano tali scene.
Perchè Wan è riuscito nell'impresa del 3 x 1, fare 3 film uno identico all'altro, stesse tematiche, stesse ambientazioni, stesse tecniche, a volte, sigh, stessi nomi ( vedi Lorraine che c'è anche ne L'Evocazione), stessi trucchi.
Identici dai.
Ed è riuscito così a far rovinare all'appassionato la visione del migliore dei 3, L'Evocazione, incastonato in modo assurdo tra i 2 Insidious, stritolato dai due.
Io ieri lo confondevo in molti punti col primo Insidious.
Anche qui, soprattutto qui, parlare di talento diventa davvero inopportuno.

Risultati immagini per insidious 2

3 VOLENDO CE SAREBBE ANCHE NA STORIA
Il problema è un pò più a fondo.
Ora, se qualcuno vi dice che un buon horror deve avere una grande sceneggiatura potete smentirlo come volete.
Perchè molti dei più grandi horror recenti alla fine avevano uno script ridotto all'osso, da The Descent a Eden Lake, da Wolf Creek a The Loved Ones, da Them a A L'interieur.
Poi ci sono altri, come The Orphanage, come Martyrs, come Lasciami Entrare o Triangle che invece riuscivano persino a raccontare una grande storia tingendola d'orrore.
Quello che è obbligatorio però, una legge ferrea, è che o mi scrivi una gran storia o mi regali un'atmosfera magnifica (o tutte e due).
Sapete qual è il problema immenso di Wan e dei suoi Insidious?
Quello che siccome si è incapaci di raccontare una storia si vuole strafare e raccontarla grossa.
Insidious 2 è uno dei più grandi pastrocchi di sceneggiatura dell'epoca moderna.
Niente ha un senso e se lo ha è perchè glielo si vuol dare.
Bambini che si devono vestire da bambine che poi diventano vecchi che uccidono travestiti da donna che poi diventano demoni che vogliono restare giovani, 20 donne ammazzate nel passato buttate là senza un motivo, un vecchio ospedale buttato là solo perchè la sera prima a Wan rodeva il culo e ha detto "devo mettere un ospedale psichiatrico che fa location", una gestione dell'Altrove di una confusione assurda, fantozziana, con addirittura il vecchio sensitivo che si ritrova là senza averne i meriti ("il tuo cuore batte ancora, il tuo posto non è qua" "che culo, mi sono fatto un viaggetto perchè il dottore ha sbagliato diagnosi!"), doppie personalità illogiche, comportamenti dei demoni incoerenti e una domanda di fondo che aleggia continuamente: ma dov'è il senso di tutto? Wan ammicca, usa i soliti armadi, i soliti specchi, le solite cantine, i soliti buh da dietro. Wan spaventa a buon mercato e intanto copre di fumo e di (falsa) tensione lo spettatore così da potersi permettere di raccontare una storia senza un filo logico facendo credere che ce l'abbia.

Risultati immagini per insidious 2

Asciuga James! Asciuga tutto, contieniti, scialla, falla più semplice e vedrai quanto viene meglio tutto.
E non usare così spudoratamente Shining nei demoni che convincono il padrone di casa ad uccidere tutti e lui li cerca con la mazza da baseball (accetta). O Psycho col matto che uccide perchè glielo dice la "madre".
Salvo due cose. La chiesetta con le vecchie velate (scena superba MA ASSOLUTAMENTE SCOLLEGATA DAL FILM) e il raccordo con Josh che vede sè stesso grande (ottimo spunto ma capirne il senso ti bruci il cervello).
Ero a pezzi, senza più parole.
Mi sono detto "almeno non fare l'ultima immagine con uno che vede una dietro uno"
Fatta.
Però non si vede, lo si capisce e basta.
Miglioramentino dai.
Resta un'esperienza importante perchè si scopre (sempre che io abbia capito) che la famosa strega di Insidious in realtà è un Travestito.
Butta via.
Da oggi quando sentirò pronunciare il nome di Wan senza vederlo scritto l'unica cosa che mi verrà in mente è questa:



mi manchi One.

23 commenti:

  1. ahahhaah dae ti amo sempre di più XD non ho visto il film, ma gia il primo era robetta, figuriamoci questo.
    Wan ha talento ed è venuto fuori con due filmoni, ma poi si è adagiato sugli allori e ora il suo talento lo spreca, un po come Cameron da Titanic in poi, Wan ha scoperto la formula "vincente" (virgolette d'obbligo) per avere successo: film di fantasmi che fan tanta paura a tutti (boh a me fan dormire) + pg 13 niente violenza così incasso di più + finale dolce e accomodante il cui i brutti e cattivi prendono le totò sul culetto e la bella famiglia americana trinofa...
    Come ho detto in altre sedi, son contento che lasci l'horror (se deve fare solo sti filmetti qui) lo aspetto al varco con Fast 7

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è così

      ma un talento che si normalizza per soldi è ancora più da condannare di un talento che considerano talento semmai

      fast lo lascio a te, io film dove si vedono macchine che corrono per più di 12 secondi non li reggo... :)

      Elimina
    2. allora immagino avrai saltato Rush XD anche io l'ho saltato, non mi ispira.
      Però su Fast 7 a quanto dice Wan (spero sia vero) non ci saranno tante macchine che corrono, il film sarà una sorta di revenge movie anni 70 cupo e pieno di violenza, lui ne parla come di una specie del suo Death Sentence, se è così wow e cmq mi va bene ogni cosa purchè non sia il filmetto coi ghosts handicappati XDXDXDXDXD

      Elimina
    3. Myers82, anche a me non piacciono i film tipo fast and furiuos, ma "Rush" è diverso: sembra quasi che la Formula1 serva da contesto per raccontare altro: la passione, la complementarità dei caratteri opposti, la capacità di capire e rispettare i propri limiti e così via. E infatti, per rendere evidenti tutti questi aspetti, la vicenda reale da cui è tratto il film (la rivalità tra i piloti Niky Lauda e James Hunt) è stata un po' forzata.
      L'adrenalina è minima rispetto all'analisi, o quanto meno al racconto, dei rapporti umani.
      Consigliato anche a chi durante il Gran Premio della domenica si addormenta ;)

      Elimina
    4. no vabbeh Myers, che c'entra. Rush come dice Gianluca è un filmone drammatico che ha sullo sfondo la Formula 1, non motori rombanti truccati, gang e fighe.

      Io non sopporto la tamarraggine dei film de macchine

      ah, non l'ho visto Rush eh, ma già so che è sicuramente un bellissimo film

      Elimina
    5. Mi dispiace doverti correggere caro oh dae, ma la dicitura corretta è: firm de machine
      Mes Respect

      Elimina
    6. @ dae e Gianluca, si si so che sono film diversi, anche se Rush almeno dal trailer mi sembra una gran minchiata hollywoodiana patinatissima, poi forse sbaglio eh, magari un domani lo vedrò è che gia lo sport in generale e in tutte le sue forme mi sta sul culo, che i film dedicati a esso li prendo con le molle.
      Ovviamente le eccezioni ci sono, The Wrestler lo adoro

      Elimina
    7. Ecco sì, con le dovute precisazioni, Rush potrebbe essere accostato a The Wrestler: entrambi film che ti fanno appassionare alla vita dei personaggi, più che alle loro imprese sportive.
      Di The Wrestler ricordo una scena potentissima , secondo me: lui, ormai sportivamente finito, inizia a lavorare al supermercato e, quando sta per aprire la tenda che si affaccia sul banco salumi, si sentono gli stessi effetti sonori di quando, sulla cresta dell'onda, stava per salire sul ring. Da brividi, per la degradazione.

      I trailer sono abbastanza relativi ;)

      Elimina
    8. è la scene più incredibile di The Wrestler

      ho impostato la recensione in modo un pò strano e non l'ho menzionata, o solo implicitamente

      film immenso

      Elimina
    9. erano su kick ass Gianluca

      Elimina
    10. si i trailer a volte sono ingannatori, ripeto non avendo visto Rush non posso giudicarlo, ma credo che se le vedrò e mi piacerà sarà cmq meno di Wrestler, basta gia vedere il cast, in uno l'immenso Mickey Rourke nell'altro Thor XD

      Elimina
    11. Ci capiamo al volo ;)

      Ah già: Kick , grazie

      Elimina
    12. "...in uno l'immenso Mickey Rouke nell'altro Thor"...e qui ti do ragione ;) (però c'è Daniel Brühl che compensa)

      A proposito Dae: mi fa piacere che "The Wrestler" l'abbia scoperto grazie a questo blog :)

      Elimina
    13. ti dirò Gianluca brul non mi esalta, ce da dire che ho visto poco di lui, ma ad esempio nell 'immenso Bastardi senza gloria era quello che mi piaceva di meno

      Elimina
    14. Sì in effetti lì non è particolarmente simpatico, ma credo dipenda più dal tipo di personaggio interpretato (credo sia difficile empatizzare con un cecchino che ha ucciso non ricordo quante persone) che dalla capacità di recitazione. Poi non so, in realtà di lui non ho visto molto neanche io, però in "Rush" mi sembra convincente.

      Elimina
    15. non centra il ruolo che fa, anzi io solitamente nel cinema simpatizzo sempre per i cattivi ;-) è che come attore, per ora mi dice poco, cmq lieto di essere smentito, se vedrò rush e li mi piacerà sarò ben felice di essermi sbagliato sul suo conto :-)

      Elimina
  2. Risposte
    1. centroitalia eh?

      lo usiamo anche noi qui a perugia

      sì, andava sderenato
      :)

      Elimina
  3. 'mmazza...gli hai fatto barba e capelli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei un pò più di classe di antrodellorco

      ma io preferisco dire che l'ho sderenato :)

      Elimina
  4. Perfettamente d'accordo con te, anche se per me il secondo stranamente è meglio del primo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, mi ricordo poco, ma questo secondo era talmente pasticciato da far quasi tenerezza...

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao