5.7.11

Recensione: "Venerdì 13 (2009)"



Nightmare.
Non aprite quella porta.
Halloween.
Venerdì 13.

E così gli ammmericani riuscirono a fare il remake di tutti i capisaldi del cinema horror. Manca Hellraiser, forse perchè, paradossalmente, Clive Barker è ridotto talmente male (ho visto una sua recente intervista) che non ha la lucidità per cedere i diritti e fare un mucchio di soldi.

Tanto per chiarirsi subito, Venerdì 13 è il peggiore dei 4 remake sopracitati battendo quello di Freddy al fotofinish. In realtà ci sarebbe da dire che anche l'originale era forse il più debole rispetto agli altri tre. A questo proposito, non nascondiamoci dietro un dito, è inutile negare che a livello puramente filmico nessuno di questi cult movies è un capolavoro assoluto, ma ognuno di essi ha così tanti meriti che il posto nella Storia del genere ( e non solo...) se lo guadagnano ampiamente.

Torna così Nispel, già "rimeccatore" di Leatherface (con risultati secondo me nettamente superiori a questo, non foss'altro per la scelta degli attori).

Nell'incipit assistiamo alla morte della madre di Jason (l'assassina del primo episodio), tremendo fatto di sangue che porterà il figlio, per sete di vendetta, ad essere il bau bau che tutti conosciamo. Con un balzo temporale arriviamo così ai giorni nostri.

Risultati immagini per venerdi 13 film 2009

Il solito gruppetto di ragazzi da macello ( 2 figheire, 2 boyfriends e il nerd di turno) arriva dalle parti del campeggio di Crystal Lake per cercare una piantagione d'erba, la stessa piantagione trovata l'anno prima da Nispel nel periodo in cui scriveva la sceneggiatura. SORPRESA INCREDIBILE! Dopo 19 minuti son morti 4 ragazzi su 5. "Non ci credo!" penso io, ora per un'ora e dieci avremo la final girl che scappa da Jasonuccio. No! Dopo 20 secondi il portierone di hockey prende anche a lei!

Ma come??? Ecco la risposta: un altro gruppo di ragazzi da macello (due figheire, 1 solo boyfriend, ma poi diventeranno due, come legge vuole, con l'arrivo di un altro ragazzo, il fratello della final girl di cui sopra, e due cultori della cannabis, tra cui un ragazzo giapponese effemminato che sembra Yoko Ono che daresti un occhio per essere al posto di Jason quando il suo momento arriverà), dicevo, sto gruppo si reca dalle parti del campeggio per darsi alla pazza gioia in una villa. Quindi due diversi gruppi per Jason! E' evidente che una figura tipo la Ventura o Maria De Filippi avrà imposto alla produzione l'obbligo di far "recitare" i propri ragazzi, e Nispel, suo malgrado ha dovuto accettare e dividerli in due gruppi. Credo poi che i provini siano stati fatti soltanto guardando i seni delle ragazze, davvero notevoli.

Sapete perchè odio sti film? Perchè non c'è niente, niente che potrà sorprederci. Sappiamo dall'inizio che dobbiamo aspettare solo la morte di quello e quell'altro, sappiamo chi sopravviverà, sappiamo che Jason anche quando ha due piedi nella fossa ha le caviglie rimaste fuori. Che noia...

Per il resto la parola d'ordine di questo film è PENETRAZIONE.

Risultati immagini per venerdi 13 film 2009

Mi riferisco sia ai numerosi amplessi tra i giovini ragazzi, sia, e soprattutto, alle morti di costoro, tutte avvenute tramite penetrazioni. La freccia penetrata nel viso, l'accetta penetrata nella schiena, la ragazza penetrata con un palo ( non pensate male), il poliziotto penetrato nell'occhio, quegli altri penetrati da sotto il pavimento, il giapponese penetrato non ricordo con cosa tanta era la gioia che provavo in quel momento. Il corpo umano in Venerdì 13 è come il famoso tonno. E se Jason l'avesse avuto, ve lo giuro, avrebbe usato volentieri il grissino.


(voto 4,5)

20 commenti:

  1. Mi tocca usare una sigla da "gggiovane": NCS... Non Ci Siamo... e non dico altro, altrimenti ti rovino il post che è più bello del film!

    RispondiElimina
  2. un finale d'antologia!

    RispondiElimina
  3. *Eddy: ahahah. quell' NCS lo dice sempre uno dei miei fratelli, ho scoperto solo da un mese da dove venga. Ti ringrazio per i complimenti ma un post da 4,5 / 5 sarebbe stato comunque migliore del film...

    *Ciku: per "finale" ti riferisci al film, vero? Non avrei mai creduto che l'avessi visto.
    Un finale patetico e di una scontatezza unica. Quando il macchinario si limita a fare la rapa a Jason anzichè triturarlo per bene il finale diventava quasi pleonastico.


    Oggi mi arriva in noleggio al negozio un film che aspetto da 3 mesi. Se non lo noleggiano subito me lo porto a casa.

    Credo che sia davvero una bomba.

    RispondiElimina
  4. in realtà intendevo la chiusa al tuo pezzo. il film non l'ho visto nè credo lo vedrò :-)

    RispondiElimina
  5. Ah, vabbeh, grazie allora :)

    In effetti mi sembrava incredibile che tu l'avessi visto, ma siccome il finale è davvero da antologia (del brutto) mi era sorto il dubbio.

    Allora, sti regazzini giapponesi hai finito di vederlo?

    RispondiElimina
  6. mi dice che mi mancano ancora 57 giorni e 2 ore di ehm... recupero.

    RispondiElimina
  7. il remake di venerdì 13 l'ho volutamente evitato specialmente dopo lo scempio di Non aprite quella porta e Nightmare, e poi perché sono un fan soprattutto del secondo episodio!
    però non sono un fervente contrario all'operazione remake. sono anzi convinto che nell'horror il remake sia una pratica che fa parte del genere stesso. basti pensare ai mostri cardine(dracula, frankeinstain e l'uomo lupo) che sono stati riproposti in continuazione e in tutte le loro possibili varianti, sin dalla notte dei tempi.
    dei recenti remake poi non mi sono affatto dispiaciuti sia i due Halloween di Rob Zombie (si, anche il secondo!) che i due Le colline hanno gli occhi.

    RispondiElimina
  8. *Ciku: non capisco niente di scaricamenti ma 57 giorni mi pare parecchio, o sbaglio? :) :)

    (te lo spedisco, dammi l'indirizzo)

    *Frank: ottimo Frank, vedo che non sei uno di quelli con la puzza sotto il naso che sputa a prescindere sui 2 Zombie o Aja. Guarda, io do la sufficienza anche al Texas Massacre di Nispel, basta Lee Ermey da solo con le sue due scene.

    Non paragonerei allo stesso identico modo il concetto di remake di queste 4 saghe con quelli da te citati. Quelli dell'Uomo Lupo, Frankenstein, Dracula etc... sono archetipi che hanno portato a decine e decine di pellicole. Inoltre, quasi tutt preesistono al cinema ma vengono dalla letteratura o dalla tradizione orale.
    Insomma, in un caso il regista si dice "faccio un film su Dracula o Frankenstein", nell'altro prende il capostipite (non obbligatoriamente) di una saga originale e lo remecca.

    Quando ho tempo, ma veramente tempo, vengo da te e ti sferro una raffica di commenti sui film in catalogo, intanto prenditi i complimenti per la cura, la grafica e la costanza del tuo blog.

    RispondiElimina
  9. Mamma mia, quanta bruttezza nel mondo.
    Nispel è forse il personaggio più bieco con cui l' horror abbia mai avuto a che fare. C'è però la buona notizia che la platinum dunes pare abbia deciso di smettere di produrre horror. Esiste un dio da qualche parte.
    E comunque, io credo che il remake di Nightmare sia anche più brutto di questo. Solo su una cosa non sono d'accordo con la tua recensione: Halloween e il primo Nightmare, a mio parere, sono validi anche oggi, e proprio da un punto di vista filmico e non solo nostalgico

    RispondiElimina
  10. Lucia aspetta. Non ho mai detto che non fossero validi, non scherziamo, son grandissimi film! Ho solo detto che non sono quei CAPOLAVORI ASSOLUTI che la fama di cui poi (giustamente) hanno goduto lascerebbe presagire. Rimangono comunque tra i migliori di sempre nel genere,certo non sono Shining, certo non sono Psycho, ma avercene... Però, ad un amante del cinema tout court cui l'horror non piace un granchè non so se li consiglierei. Ritengo il migliore dei 4 il primo Nightmare, talmente geniale da levarsi il cappellaccio dalla testa.

    Anche da te è un sacco che non capito, sono davvero un pessimo ospite, non abbiatene a male.

    Ciao!

    RispondiElimina
  11. grazie per i complimenti!
    hai ragione sugli archetipi, io mi riferivo principalmente al fatto che l'horror spesso si rigenera su se stesso, a partire proprio dagli archetipi classici. in fondo i vari freddy, jason o michael sono una variante del ben più antico "uomo nero".
    a presto!

    RispondiElimina
  12. ti ringrazio ma oramai è questione di principio. devo scoprire se riuscirò a recuperarlo prima di morire :-)

    RispondiElimina
  13. Ah, certo Frank, senza dubbio. Non l'ho chiamato bau bau in rece a caso...

    * ciku: non ci avevo pensato, ma sta cosa dello scaricamento bradipale è in perfetta linea con quello di cui parla il film...

    RispondiElimina
  14. non l'ho visto. Personalmente trovo che i remake di questi cult siano solo macelleria splatter. Dopo l'esperienza di "Non aprite quella porta" (a momenti do di stomaco)e "Halloween" di Rob Zombie ho detto stop.

    RispondiElimina
  15. Noia terribile... ho sempre odiato i film della serie di Venerdi' 13 (zero trama, lui invincibile etc...) ma con questo ho faticato ad arrivare alla fine per gli attacchi di sonno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh eh il vecchio Jason è così o lo ami o lo odi, io lo AMO, ma posso capire che non piaccia, non posso negare che le trame non siano delle più varie XD,, ma amando io lo slasher amo Jason e i film a lui dedicati, e infatti ho amato questo film, che in ogni caso NON è un remake

      Elimina
    2. Vedendo il voto che gli ho messo non deve proprio essermi piaciuto mi sa...
      Myers è un grande, tutto ciò che è Jason, Myers, Freddy etc è bellissimo a prescindere.
      Son queste le passioni.
      O come un vero tifoso di una squadra di calcio, la tua squadra può anche perdere 5 a 0 ma la ami lo steso.

      Jacopo, non mi ricordo, ma credo che concordo :)

      Elimina
    3. beh guarda si e no, nel senso che ad esempio per quello che riguarda Jason, il 9, Jason goes to hell mi fa schifo, il quarto Leatherface è osceno, quindi pur amando tali personaggi, se ci sono (e appunto ci sono) film a loro dedicati che non mi piacciono li stronco senza problemi.
      Questo (per ora) ultimo capitolo di Jason però l'ho adorato proprio perchè è stato un back to the roots totale, hanno mostrato tutto ciò che è la saga di Jason e quindi per chi come me la ama beh, gioia x gli occhi, posso capire che chi non ama Jason, la saga di Venerdì 13 o lo slasher fa fatica a farsi piacere questo film, come altri simili ad esso, ma proprio non capisco le stroncature da parte di quelli che invece amano il personaggio e la saga, cioè quando è uscito questo film, dai fan di Jason ho letto critiche del tipo:

      "è brutto perchè non fa paura" e io dico, quando mai Jason ha fatto paura???

      "è brutto perchè la trama è esile, ci son solo i ragazzetti idioti e Jason che li ammazza" e io dico, scusate gli altri capitoli come sono??? Jason è questo prendere o lasciare, ci sta benissimo che non piaccia, ma chi ama Jason come fa a criticare questo film???

      Resto dell'idea che contro questo film c'è stato il pregiudizio x il fatto che è stato presentato come remake (quando non lo è) se lo intitolavano "Venerdì 13 parte 12" tutte ste polemiche non ci sarebbero state.

      Elimina
    4. Guarda, sei la Bibbia in questo settore, non posso dirti nulla.

      Ma sui tre appunti che fai nei tre capoversi hai ragione al 100%.

      Venerdì 13 è questo, Jason è questo.
      Trame del cazzo, poca paura, Jason immortale e quant'altro.

      Questo è, o lo ami o lo odi.

      O, come me, ami il personaggio ma non riesci a farti trascinare dai suoi film :)

      Elimina
    5. esattamente ;-)
      Il personaggio in effetti non si può non amare, ormai Jason è come un amico d'infanzia, un pacioccone che lo guardi e gli vuoi un gran bene :-)

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao