10.8.11

Recensione: "The Troll Hunter"

Risultati immagini per the troll hunter movie

Ditemi dove devo firmare.

Ditemi dove devo firmare per aver la possibilità, anche pagando, di avere sempre a che fare con film come questo. In un Cinema che ormai non può inventare quasi niente (non certo per proprio demerito ma per forza di cose), The Troll Hunter è una fantastica "genialata", una specie di inedito che non può far altro se non diventare un cult assoluto (soltanto fosse distribuito come si deve...).

Siamo in Norvegia. Un mini-troupe di tre ragazzi studenti di cinema scopre, seguendo un misterioso cacciatore, che i troll non sono creature soltanto leggendarie ma realmente esistenti. Decideranno quindi di seguire il cacciatore di troll filmando tutto con la telecamera.

Un mockumentary quindi, ma di un'originalità pazzesca. La storia, per quanto inverosimile, è architettata perfettamente. Il governo Norvegese sa dell'esistenza dei Troll ma nasconde ogni loro "malefatta" per non gettare la popolazione nel panico. Hans, il cacciatore, ha il compito "governativo" di eliminare tutte le creature che sono uscite dai propri confini per entrare nei "nostri" territori. Questo insabbiamento delle prove, questa pianificata cancellazione della verità, questo tentativo statale di non far cadere la popolazione nel terrore mistificando la realtà è una geniale, fantastica trovata che richiama inevitabilmente alla nostra attualità.

Immagine correlata

Non bisogna però cadere nel tranello di vedere The Troll Hunter come film, politicamente o no, impegnato. Tutt'altro, siamo davanti a un'opera che cambia continuamente registro e atmosfera, dal drammatico al comico, dal reale al fantastico, dal soft-horror all'avventuroso.

Lo schema in realtà è un pò prevedibile, il gruppo dei protagonisti passa da un'avventura all'altra in quadretti quasi autonomi e staccati tra loro. Interessante però la gestione di tali sequenze: si passa ogni volta a una location diversa ( foresta, ponte, caverna, montagna innevata), a diversi troll ( quello a 3 teste, quello basso e cattivissimo, la famigliola puzzona e il Gigante) e ad un climax ascendente ben calibrato (il primo troll che terrorizza, il secondo che prende Hans e rischia di ucciderlo, il gruppetto di troll della caverna che ammazza l'operatore e il Gigante che per un pelo non  ammazza tutti...). Il ritmo non sempre è soddisfacente, specie nella prima parte, ma c'è una tale quantità di scene notevoli da far divertire (o impaurire nel caso di un pubblico giovane) dall'inizio alla fine. L'arrivo del primo troll, la sua trasformazione in pietra, tutta la bellissima sequenza nella caverna, l'attesa dell'arrivo del gigante nello chalet con la telecamera che va ripetutamente alla finestra, la fuga in macchina tra i piedi del troll finale, sono davvero tanti i momenti straordinariamente suggestivi.  Filmetto di serie b? Macchè, gli effetti visivi sono stupefacenti, roba che tanti americani gli stanno dietro. Poi le ambientazioni norvegesi sono magnifiche e risaltano benissimo, soprattutto nei perfetti camera-car.

Immagine correlata

E, non voglio esagerare, ma riesco a trovare anche un valore culturale nell'opera perchè riuscire a raccontare credenze, leggende e usi (specie quelli della bellissima tradizione nordica) in un modo così originale e spettacolare è operazione benemerita. E così sapere che i troll divorano gli pneumatici, che quelli giovani esplodono con la luce mentre quelli vecchi diventano di pietra, che sentono e percepiscono l'odore di chi crede in Dio (geniale), che si muovono solo al buio e che ne esistono decine di tipi, saper tutto questo è un valore aggiunto al film. La tradizione orale, le storie cavolo, le storie che sempre meno si raccontano, sono esaltate in questo gioiello norvegese. The Troll Hunter, grazie di esistere.


( voto 8)




77 commenti:

  1. Se qualche amico blogger l'ha recensito mi avverta pure che lo passo a trovare volentieri.

    RispondiElimina
  2. Ma tu pensa che per me raggiunge la sufficenza a stento... troppo poco folk e mockumentary "copri-buchi". Poi dichiarano che è low-budget e invece è una delle più grosse produzioni norvegesi. Mah!

    RispondiElimina
  3. Eddy, dipende sempre dalle attese e da dove lo si prende. Se si vuole smontarlo ci si mette un secondo, ma se ci si lascia trascinare nel suo fantastico mondo certi difetti, anche evidenti, si può far finta di non vederli.

    E poi partiamo da posizione opposte, te odi i mockumentary, a me piacciono moltissimo.

    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Ci mancherebbe, amico! Però per me l'unico mocku degno di questo nome rimane the blair witch project...

    RispondiElimina
  5. ne avevo letto parlar bene da ford, se non erro. ma ancora non l'ho visto. se c'è un sacco di camera a mano, però, un po' mi preoccupo. è uno dei motivi che m'ha fatto odiare tbwproject.

    RispondiElimina
  6. Ciku, ottima memoria.
    Dae, a me è piaciuto tantissimo.
    Concordo in toto con la tua recensione.
    Ci sono pregi e difetti, ma è un film davvero notevole e a suo modo geniale.

    RispondiElimina
  7. Quoto in toto il tuo terzo messaggio Dae.

    Qui, invece, i miei 2 centesimi sulla pellicola:

    http://pensieriframmentati.blogspot.com/2011/03/troll-hunter.html

    RispondiElimina
  8. *ciku: eh sì, un sacchissimo di camera a mano. Se proprio la odi purtroppo devi lasciar perdere.

    *james: ricambio il "concordo" con la tua di recensione.

    *era: ricambio il "concordo" con la tua di recensione. Certo che quoti il mio terzo messaggio, ora capisco, è praticamente la sinossi di tutto il tuo primo capoverso!

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  9. L'ho visto per la prima volta ieri sera con la morosa...ad un tratto lei si gira e mi dice:ma scusa esistono veramente. Film della madonna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, fantastico. Fai bene a tenerla stretta :)

      Elimina
  10. Non so come si fa a parlare bene di questo film. Il mockumentary ormai ha rotto un po' le scatole e soltanto Oren Peli è riuscito a farlo in modo originale. Qui davvero sembra di essere tornati a The Blair Bitch Project.

    A parte la noia mortale, perché non succede mai nulla di particolare, non esiste una trama e quel poco che c'è fa davvero ridere.

    Perché il governo dovrebbe nasconderli? E capisco che non siano i perfetti Americani che quando c'è da nascondere lo fanno con ogni mezzo, ma qui i ragazzi hanno una facilità tale nello scoprire che dubito che in migliaia di anni non ci sia stata una prova della loro esistenza.

    Tutti sembrano inca**arsi delle loro riprese, ma nessuno in realtà fa nulla per impedirlo.

    [SPOILER]

    La climax del ridicolo viene raggiunto dalla morte del primo operatore:

    - Che vergogna c'è a non dire di essere cristiani? Fra un po' sarà tabù anche questo? Prima lo era l'omosessualità, adesso lo diventerà la cristianità?

    - Muore il cameraman e non si sa che fine faccia. Loro continuano semplicemente chiamandone un'altra. Eeeeehhh... stavolta però è musulmana... tutto ok!

    Uno schifo colossale... grazie per il tempo perso!

    CINEMAeVIAGGI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, stroncatura micidiale eh :)

      non so cosa scrivere Amos, i motivi per cui mi è piaciuto moltissimo sono in rece, inutile ripeterli

      secondo me dipende tutto dall'approccio,te l'hai preso come finto documentario verosimile (o con la presunzione di esserlo), io come una fiaba moderna, tutto lì

      Elimina
    2. Non hai capito nulla , ricordi le favole di quando si era bambini? "ucci ucci sento odor di cristianucci", dicevano gli orchi cattivi. In troll hunter gli orchi esistono e si comportano esattamente come nelle fiabe. Ma forse tu non sei mai stato bambino.

      Elimina
    3. No, sono nato già 30enne, mi dispiace

      Elimina
    4. Tutti sono stati bambini una volta,ma pochi se lo ricordano.

      Elimina
    5. La storia dei cristiani l’immaginata cosi, visto che i cristiani hanno cancellato e combattuto più o meno violentemente le vecchie religioni e credenze, i troll che provengono da queste non l'hanno presa bene.
      La cosa che mi sorprende è il costo di 25 milioni di euro, cosi tanto per qualche troll in digitale, fossero dieci me lo spiegherei anche, comunque il film merita e dimostra ancora di più come noi in italia e il nostro cinema siamo tagliati fuori, sia come idee che come giovani, i nostri giovani se riescono a prendere qualche soldo pubblico ci tirano fuori la solita palla, pseudo-intelletuale di sinistra che poi presentano da Fazio e non vede nessuno, anzi m’immagino Fazio a presentare un film cosi, siamo davvero rimasti agli anni 70.

      Elimina
    6. L'interpretazione sui cristiani credo sia molto pertinente anche quella dell'anonimo qua sopra (peccato poi sia sparito).
      E anche la tua Velester.
      Non sapevo del grande budget alle spalle, resta il fatto che, per quanto ne possa capire io, il risultato è stato ottimo e consono al budget.
      Sono d'accordo a metà col tuo discorso sul cinema italiano :)

      Nel senso che io lo reputo ancora un grande cinema, soprattutto nel sommerso.
      Ma è vero, per quanto riguarda il film di genere siamo rimasti agli anni 70, assolutamente.
      Grazie della visita :)

      Elimina
    7. ancora non ci conoscevamo, ma già ero avanti nell'arte della recensione aforistica :)

      http://markx7.blogspot.it/2013/04/trollhunter-andre-vredal.html

      Elimina
    8. Questo mai avrei pensato che tu l'avessi visto, arrivo :)

      Elimina
  11. bel film, da rivedere, le vostre varie rece sono tutte a pennello.
    eh, davvero, sarebbe bello se in italia qualcuno facesse un film su, chessò, le varie fiabe e leggende che pullulano in ogni regione e provincia, direi quasi ogni località, a base di luoghi paurosi e creature strane , al crocevia tra diavolo, dio e magia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, quello che volevo dire giovanni.
      Anche se ti dico la verità, tanta della forza di Troll Hunter sta nella parte tecnica e visiva, e non sono proprio sicuro che na cosa così da noi riusciamo a farla...
      Ma siamo una terra incredibile per leggende e misticismo

      Elimina
  12. ismaele, eraserhead, ho sbirciatro i vs blog di cinema. che belli!
    eraserhead, da dove viene quella immagine in bianco e nero della capra che lecca la testa di suo figlio? mi pare di averla già vista....

    (Caden, ti chiedo scusa se mi sono permesso di usare questo spazio dei tuoi post per rivolgermi direttamente agli altri blogger :) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche se non sono eraserhead, mi perdonerete, le capre di eraserhead sono in quel grandissimo film che è "Le quattro volte":)

      Elimina
    2. ah, il film di Michelangelo Frammartino! deve essere bello, ne ho letto delle critiche molto intense su riviste di antispecismo oltre che di cinema. grazie per la precisazione, ISmaele

      Elimina
    3. Il problem del blog di Eraserhead è che ha chiuso da più di un anno ormai, peccato, era davvero straordinario.
      Le 4 volte di Frammartino almeno 4 volte :) mi è stato segnalato come uno dei film italiani più belli dell'ultima decade.
      Anche dallo stesso Ismaele mi pare

      Elimina
  13. Ciao,come stai? Mi sono trovata un sacco di mail.Ho il pc nuovo e adesso che ho rifatto l'account mi sono trovata dei video su youtube e commenti del Buio in Sala di un anno fa circa.Addirittura mi sono trovata un commento dei Beeh Hive (di Mirco) che è un bravo giocatore e credo che l'abbia scritto tuo fratello.E dire che non è tanto che ho guardato il blog col vecchio pc e nelle notifiche non c'era nulla e hanno la data del 2014 Boh.Ah mi ha incuriosito The Troll Hunter.Ciao!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!!
      Ahah, m'hai fatto morì co sto discorso delle mail, uno dei soliti tuoi flussi di coscienza...
      Più che altro ho riso per quel tuo Miko gran giocatore, è una cosa difficile da spiegarti adesso :)
      Buona lettura allora.
      E bentornata :)

      Elimina
  14. Grazie,poi me spieghi la tua ridarola su Mirko dei Bee Hive:-))) Veramente ho visto questo commento di tuo fratello HWG (le altre lettere scusa ma non le ricordo) e c'era scritto che Mirko dei Bee-Hive era un ottimo giocatore...Boh.Te lo sapevi che un'altro Hansel e Gretel horror? Io l'ho scoperto su Youtube,ma è in inglese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, è inspiegabile. O comuqnue difficilmente comprensibile. Non pensarci e dormi bene la notte.
      Sì sì, di Hasel e Gretel tra cartoni, film, cortometraggi etc.. chissà quanti ce ne saranno...
      E' una storia affascinante del resto

      Elimina
  15. Dormi bene anche te e sogni d'oro.Cercherò di non pensarci o sottolineo cercherò.Insomma mi hai messo la pulce nell'orecchio ecco.Dio mio.Mirko dei Bee Hive mi tormenta.Stanotte mi sognero le fettine panate!!!! Buona notte:)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Compra l'antipulci!

      Ah, ma anche senza sapere del giocatore uno le fettine panate di Licia le sogna lo stesso...

      Elimina
  16. Ricordo ancora l'ironia di Jolly Rogers sulle fettine panate!! Ieri sera ho visto Frammenti di un'omicidio.Io a un certo punto non capivo più nulla! Questa ragazza che dopo un'aggressione vedeva i volti diversi dalla reala,lei se si guardava allo specchio si vedeva differente.Avevo il cervello che fumava....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, lì per lì credevo tu intendessi Manhunter, frammenti di un omicidio che oltre ad essere bellissimo è il primo film dove si vede la figura di hannibal lecter. No, questo non l'ho visto e non posso quindi aiutare il tuo cervello a smettere di fumare...

      Elimina
  17. E'un film con Milla Jovovich.Invece un film che avevo visto tempo fa è stato Young Adult,con Charlize Theron,Quello mi è piaciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Youn Adult mi pare sia passato da pochissimo in tv, e ne ho sempre sentito parlare abbastanza bene

      Elimina
  18. Sì l'hanno dato da poco su Rai 3, a me è piaciuto molto.Lo definerei un film che parla della falsità e l'ipocrisia della gente,Una specie di Dogville,nel senso che anche lì c'è una comunità che non accetta l'arrivo di Charlize Theron che torna nel luogo dell'adolescenza.Per me merita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, infatti tutti ne hanno parlato bene, sia chi cercava un film leggero sia quelli che non lo volevano troppo semplice e banale. Magari non lo cerco ma se ripassa gli dò un'occhiata :)

      Elimina
  19. Se dovesse capitare di sapere che lo ridanno te lo dico.Ammetto che subito non ero ispirata quando l'hanno dato.Avevo paura fosse un film noioso,una cagata.Poi mi sono messo a guardarlo e cavolo,Ammetto che era tanto che non vedevo un film così.E'tra il drammatico,sentimentale,un po'commedia.Direi commedia nera.Può darsi lo diano anche su streaming:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, in streaming c'è di sicuro, ma ne ho centinaia davanti... Se invece ripassa in tv magari ci provo :)

      Elimina
  20. Ieri sera tardi c'era quel film pazzesco:"Getta la mamma dal treno" Dio mio!!! Comunque spero tu riesca a vederlo il film con Charlize Theron:)))) Ciao,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo conosco :)
      Un film con la Theron andrebbe visto solo per la Theron

      Elimina
    2. Comunque pensavo proprio l'altro giorni.Credo non ci sia un film dove c'è Charlize Theron che non sia bello.Lei i film che ha fatto sono tutti bellissimi.Lei ha fatto anche Burning plane se non erro.A me per dire piace molto Johnny Depp.Ma nel ruolo di Willy Wonka a me non piace.Non mi piace la dentura.Cosa vuoi che ti dica.Invece Jack Sparrow mi piace.E mi è anche piaciuto in Nemico pubblico.Ciao! Buonanotte:)

      Elimina
    3. Io incredibilmente l'ho vista solo in 3 film. In Monster (la sua interpretazione più famosa), nella piccola parte di The Road e in Biancaneve e il cacciatore, uno dei pochi blockbuster visti in questi anni.
      Su Depp ci sarebbe da parlare per un mese, il confine tra il grande attore e macchietta ormai è troppo vicino.

      Elimina
  21. Poco tempo fa ho visto the Tourist.E c'era scritto che drammatico.A me sotto certi aspetti era grottesco.Bellissime le immagini di Venezia.Però una scena dove c'è Nino Frassica (anche se lì è poco più che una comparsa) e vede Depp su un cornicione e sotto c'è il mercato.E gli urla Non But non but!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. The Tourist me ne hanno parlato malissimo.
      Frassica per me è un idolo (dai tempi di Indietro tutta) :)

      Elimina
  22. Invece a me ne avevano parlato bene!! Frassica è simpatico.Comunque in the Tourist ci sono molti attori italiani,ma la mia impressione è che fossero come comparse.Fa un certo effetto.Frassica c'è solo in una scena.C'è anche Christian De Sica.Quel film che ho citato prima "Getta la mamma dal treno"e'un film con Billy Christal e Danny De Vito.

    RispondiElimina
  23. l'altro ieri mi sono guardata su youtube un film horror giapponese The terror of beauty,Madonna mia.Che roba.E poi devo finire di vederne un altro coreano di una bambola che uccide.Ora non ricordo il titolo.Tra l'altro è stato un caso che li abbia scoperti.L'unica pecca è che sono sottotitolati in inglese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo conosco, interessante.
      Del secondo di bambole che uccidono basta e avanza Chucky, la Bambola Assassina :)

      quasi sempre film sconosciuti si trovano per caso...

      Elimina
  24. Il secondo si chiama the Misteriosy doll.Ma quello devo ancora finire di guardarlo.Sì Chucky e conosciuto come film,tra l'altro hanno fatto pure il seguito con la Sposa di Chucky e avevo letto pure in Dylan Dog col tema di Chucky.Comunque c'è stato un periodo che la bambola veniva usata spesso nei film horror.Dolls bambole mi ricordo il trailer.Era un horror,ma non lo mai guardato.Il terrore della bellezza nonostante fosse sottotitolato l'ho seguito bene ,fortunatamente me la cavo abbastanza con l'inglese anche quello che devo finire.Con l'inglese ho più difficolta se devo ascoltare un dialogo:-)))

    Sì è vero i film sconosciuti si trovano per caso e spesso sono i più belli,almeno per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Chucky ne hanno fatti almeno 4... :)
      E poi se iniziamo a parlare di bambole e pupazzi non si finisce, sono decine e decine. E fanno bene perchè inquietano come poche altre cose,
      No, inglese o.k, ma senza sottotitoli io non mi ci metto...

      Elimina
  25. Sì le bambole nei film horror sono inquietanti,Da piccola ero terrorizzata dai film horror con le bambole.Ero poi terrorizzata in generale,ma le bambole erano terrificanti.Anche il clown per me è terrificante tipo It.Mi fa paura Penny Wise non tanto quando alla fine è una creatura mostruosa,forse perché Penny wise rappresenta per un bambino il gioco,il divertimento,colui che ti fa divertire e che ti porta nel suo magico mondo e questo può trarre in inganno.Una volta in tv vidi un film con un clown che ammazzava.Ora non ricordo il titolo.Comunque Johnny Depp ha la fobia dei clown.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. It ha terrorizzato tutta la mia generazione, il suo viso resterà per sempre indimenticabile.
      Di clown che ammazzano ne ho visti un paio anche io.
      Beh, non è una fobia così poco diffusa...

      Elimina
  26. Ciao! Sì ne hanno fatti parecchi,Stitches,Clowned,John Wayne Gracis,che era un serial killer.Ricordo anche un film anni 80/90,mi sembra che era ambientato nel mondo della moda.

    RispondiElimina
  27. Ciao! Come stai? Sto guardando un film preso a noleggio:Daisy vuole solo giocare"Non l'ho ancora finito.E'un thriller horror ambientato in una comunità piccolissima in Irlanda.....Ciao:)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come nel 90% dei casi il titolo che mi hai detto non lo conosco :)

      per il resto si tira avanti

      ciao!

      Elimina
  28. Sì infatti non credo sia famoso.Tratta di una bambina che gli abitanti del villaggio la considerano una fata ( non in senso buono) e di conseguenza viene emarginata.Sotto certi punti ricorda quell'altro di cui avevo parlato Doroty Mills.Forse per l'ambientazione l'Irlanda.Comunque a me quei film dove si respira un'atmosfera chiusa,di villaggio bigotto piacciono.Comunque la bambina è pericolosa.Nel film Doroty Mills la bambina viene considerata una strega dagli abitanti del luogo e invece era capitato un episodio tragico e gli facevano finta di nulla. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, i film ambientati nelle piccole comunità dalla mentalità chiusa mi piacciono moltissimo.
      Pensa che ci avevo anche fatto una rassegna apposta in un cineforum

      Elimina
  29. Che bello una rassegna su film ambientati in piccole comunità! Una volta ne vidi uno in televisione ambientato credo in Danimarca,il canale che lo aveva trasmesso era un'emittente privata.Ho provato a cercarlo (non ricordo il titolo!!! Allora le ho tentate tutte),ma nulla.Comunque pensa che a volte mi ostino a cercare un film,una canzone e nulla,poi clicco una frase o una strofa e voilà!! Trovato.Mi è capitato anche con quel film di quell'autostoppista dall'unghia deformata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse era Il Sospetto?
      Fosse quello è uno dei più bei film visti questi anni.
      Ed era proprio uno di quelli in rassegna (con Dogvile e Il Vento fa il suo giro).

      sì sì, le cose si ritrovano o tornano in mente quando meno te lo aspetti e nei modi più strani..

      Elimina
  30. Sì è vero.No non è il Sospetto quello ce l'ho e mi fece una gran rabbia!!! Di quel film ricordo una scena:una donna che scappa con una barca e un uomo la raggiunge lei crede che sia uno che vuole aiutarla e invece è l'uomo dal quale era scappata che la riporterà indietro nella comunità. Ho anche Dogville.Comunque ho conosciuto persone che con Dogville la reazione è stata immediata appena vedono che la scena è stile teatrale dicono !Ah non mi piace!.Ma è appena cominciato!!! Io ricodo di aver letto la trama in un giornale e mi colpì la storia di Grace che inizialmente viene accolta,poi nessuno vuole ma nello stesso tempo non si può mandare via,perchè pericolosa!! Quella comunità è schifosa e praticamente il film

    mette in risalto il lato oscuro dell'animo umano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son tantissime le persone "scappate" dopo pochi minuti di Dogville, peggio per loro...

      Molto interessante la scena che citi (per il fatto della barca, inusuale), vedo se riesco a capire cos'è.

      Esatto, la comunità di Dogville è emblema di tanti lati oscuri umani, la violenza, l'ipocrisia, il "razzismo", la pulsione sessuale distruttiva.

      Poi c'è la vendetta

      Elimina
  31. Ciao! Sì ricordo questa scena.E se non ricordo male il tipo che raggiunge la donna era il suo uomo.Penso che fossero Danesi,perchè nei titoli di coda spesso appariva la lettera o sbarrata e credo sia tipico della Danimarca.Poteva anche essere un film della Finlandia.E c'è un altro film che non ho più trovato e vidi parecchi anni fa.Una mamma che ritrova la figlia sposata con figli,La figlia era stata adottata ,perchè la donna era psicopatica.Mi sembrava si intitolasse Oscure presenze.Ma se cerco su Google mi da Oscure presenze a Cold Creek che ho visto.Ricordo che quel fil provai a registrarlo per ben due volte e tutte e due le volte non ho finito di vederlo.Una volta era finita la cassetta e l'ultima volta non ricordo,Ciao!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, i tuoi ricordi/non ricordi ormai sono un must del blog :)

      ricordi sempre tutto ma ogni volta sembra mancare un pezzettino

      il titolo del primo mi interessa, casomai metto una ricerca in qualche gruppo cinema :)

      Elimina
  32. Grande!! Chissà che non salti fuori qualcosa!!! Sì i miei ricordi non ricordi sono un must è vero:))) Lavori sempre da Willi Wonka? Buona notte.Ciao!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se un lavoro che va dal mese ai massimo 4 all'anno può esser considerato lavoro sì, sono ancora cioccolataio ;)

      Elimina
  33. Ciao,come stai? Ieri sera ho visto un film a dir poco orribilante su Rai4.Subito ho guardato After life per l'ennesima volta.Poi è stato trasmesso The woman,ho ancora il voltastomaco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, scusa Erika ma ogni tanto mi perdo i commenti, ti ho riscovato grazie ad Andrea.

      The Woman me ne parlarono come l'horror del decennio, e ammetto che pur piaciucchiandomi mi deluse non poco...

      After Life mi pare se ne sia già parlato ;)

      Elimina
    2. Birichino. Infatti quando non ti ho più sentito mi sono detta "Boh"! Io ti posso che la notte ho dormito male.Più che altro è verso la fine del film che succede il finimondo.Poi la figlia tenuta segreta,perchè le mancavano gli occhi e poi come era tenuta segregata coi cani,praticamente l'hanno allevata loro.Segregata in pochi metri quadri e non potersi muovere.L'altra ragazza era cresciuta più libera,ma doveva comunque arrangiarsi per mangiare cibo.Sì due donne emarginate seppur in modo diverso.Anni fa vidi Il bosco ha fame,certo è molto differente,Tra l'altro credo sia ispirato a una famiglia di cannibali realmente esistita in Inghilterra.Ringrazio Andrea! Ciao)))

      Elimina
    3. Ma infatti il finale, delirante, m'è piaciuto molto, il resto davvero poco...

      Il soggetto era davvero tosto, specie per quello che dici te. Ma la realizzazione, quasi amatoriale e comica a volte mi ha lasciato perplesso.

      Credo che quel film non lo conosco ;)

      e bravo andrea ;)

      Elimina
    4. Il bosco ha fame credo sia abbastanza famoso che poi non è proprio il titolo esatto adesso non ricordo.Comunque è vero.La realizzazione di The woman aveva un che di amatoriale oserei dire grottesco.Io onestamente sono rimasta quando ha sbranato la madre,Forse non me l'aspettavo.Però alla fine fa riflettere molto.Da un lato la società che può essere crudele,può emarginare e poi ci sono queste due persone trattate (scusa il termine) da merda e ovviamente se si viene trattati male si diventa carogne,arrabbiati.Anche gli altri membri erano trattati male,più a livello psicologico che non è poco anzi e forse la moglie ha capito tardi che razza di stronzo era il marito e quando lei si è ribellata lui le ha dato un manrovescio.Li aveva in pugno completamente

      Ciao! E bravo Andrea.

      Elimina
    5. Ah, ma adesso ho capito, te intendi Wrong Turn che ho visto e recensito (mi è piaciuto parecchio per il genere),
      Sì sì, ma infatti, The Woman come tematiche è tostissimo, le hai dette perfettamente.
      Solo che la realizzazione non m'è proprio paiciuta...

      Sì, molto grottesco

      Elimina
    6. Ciao,sì esatto è lui Wrong Turn e credo sia questo film che è basato su un cannibale realmente esistito in Inghilterra un certo Sean mi sembra,credo vissuto nel 1600.

      The woman mi ha sconvolto,tempo fa rimasi sconvolta quando vidi Alta tensione,ma questo..però lei per quanto ha sterminato la famiglia era comunque sensibile:aveva capito che la ragazza era incinta e anzi le aveva "consigliato"il sangue per nutrirsi e alla piccola non aveva torto un capello.E anche con la figlia segreta all'inizio credo la dia un tozzone,poi forse presa da pietà le fa assaggiare il cuore del padre,sconvolgente sia perchè è un cuore umano e sia perchè è il cuore del padre.E' meglio pensare a Willy Wonka.

      Elimina
    7. Sì sì, ci sono molte cose interessanti e inquietanti dentro, il personaggio certo non è monodimensionale.
      E' la solita temaitca che anche dentro ogni besta ci può essere comunque un cuore ;)

      Elimina
  34. Non male! Geniale l'idea, realizzato molto bene (anche se non sono proprio un fan dei mockumentary eheh). Un po' noiosetto in alcuni punti ma tutto sommato accettabile. Ovviamente non deve essere preso sul serio; mi ha fatto però sorridere il fatto che, da una parte, hanno cercato di renderlo verosimile con la spiegazione della dottoressa/veterinario sul calcio e gli effetti del sole, dall'altra invece non spendono nemmeno una parola sul perché i troll sentano l'odore dei cristiani ahah
    Gli darei un 7- :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, io ho un filo esagerato in effetti, ma trovarmelo per sbaglio davanti è stato davvero bello. Conoscerlo invece già un pò, averne già letto, magari anche benissimo, poi è normale che un filo l'entusiasmo scende...

      Per quanto riguarda quello che dici, a sentire il simpatico Anonimo che ha scritto sopra, quella era una cosa da capire al volo ;)

      Elimina
  35. Bella recensione, me lo cerco di sicuro. Però scendendo nei dettagli delle sequenze hai raccontato un po' troppo :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh, lo faccio sempre ;)

      però da un pò di anni a sta parte almeno avverto in cima

      grazie, speriamo ti piaccia ;)

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao