23.8.14

Serie Tv: recensione "Top of the lake"

Risultati immagini per top of the lake poster

Ebbene sì, finalmente una serie.
(dico finalmente per quei lettori che spesso me l'hanno chieste)
Ne ho commentate pochissime in questi 5 anni in effetti, forse non arrivo a una all'anno.
Ci sono tanti motivi ma in generale ho paura di diventare un serial addicted.
E non voglio.
Perchè ho paura di rubare troppo spazio e tempo al mio amato cinema.
Però faccio eccezione con quelle serie corte e, se possibile, autoconclusive.
E così su questi schermi (grazie al canale dedicato Sky) arriveranno nei prossimi mesi anche:
The Leftovers
True Detective
Les Revenants
(forse) Carnivale
più altre 3,4 che mi sono state consigliate
Qyesta, Top of the lake, l'ho vista tutta di fila, dalle 11 di sera alle 5 di mattina, 6 puntate da un'ora.
-------------------------------------------
molti spoiler
O.k, non ho letto rece in giro ma credo sia impossibile che in ognuna di esse non siano apparse queste due parole:
Twin Peaks.
Quindi io le tolgo subito di mezzo dicendo che sì, c'è tanto della serie capolavoro di Lynch. Anche se, a parte il livello inferiore, manca tutta l'oniricità e la trascendenza di quella storica e impareggiabile serie.
Qui si parla di uomini e dello schifo che possono raggiungere.
SOltanto di questo.
In una magnifica zona della Nuova Zelanda, un luogo favoloso di pianure, radure, colline e montagne intorno a un fantastico e gigantesco lago, Tui, una bambina di 12 anni entra nel freddissimo lago.
Viene "salvata".
E' incinta.
Ha 12 anni.
Il giorno dopo scompare.
Ad indagare sul caso una giovanissima detective, Robin, tornata dopo 15 anni in quella comunità dove era cresciuta e da cui, dopo una tremenda violenza sessuale, era poi fuggita.

Risultati immagini per top of the lake serie tv

Il caso la tocca troppo da vicino, l'empatia con la piccola Tui è incredibile (grandissima la scena del pianto davanti al video di Tui che balla e canta). Salvare lei vuol dire forse salvare anche sè stessa.
La comunità, in teoria guidata dalle istituzioni, ha in realtà in Matt, persona squallidissima capace di uccidere sia uomini che animali senza la minima remora, il proprio leader "emotivo".
E non solo emotivo visto che in realtà qualsiasi abitante sembra o imparentato con lo stesso Matt o dipendere in qualche modo dai suoi loschi affari, che sia come dipendente o come "cliente".
Anche Tui è figlia di Matt.
E non solo lei..
Non solo lei.
Prima di tutto impossibile non restare estasiati dalle location. Radure sconfinate, dolci colline, boschi, fiumi, montagne, tutto intorno a Lui, il mastodontico lago che fa da sfondo ad ogni vicenda.
Il cast è d'eccellenza, lo strepitoso Peter Mullan (qui visto più e più volte, recentemente in Tyrannosaurus) è quello che con il suo personaggio regge quasi l'intero film. Cattivo, incapace di provare la minima emozione (se non per la madre), pazzo, carismatico, un uomo di cui tutti hanno paura, comprese le istituzioni.
E da cui tutti dipendono.

Risultati immagini per top of the lake serie tv

E poi c'è Elisabeth Moss, la protagonista, bravissima. Anche se ha sempre un mezzo sorriso stampato in faccia, persino nelle situazioni più difficili. Ma il suo personaggio, quello di una detective cazzutissima ma enormemente fragile dentro, è davvero riuscito.
Poi Holly Hunter, la protagonista dell'indimenticabile Lezioni di piano, qui in versione praticamente asessuata nella figura di una specie di guru new age che "protegge" le donne vittime degli uomini.
Ma del resto, per restare a Lezioni di Piano, alla regia c'è Jane Campion...
L'atmosfera è ottima, quella densa, impenetrabile, sordida e minacciosa delle piccole comunità dove ognuno sembra avere qualcosa di strano e perverso da nascondere e dove ogni segreto resta per sempre tale.
Cosa è successo a Tui?
Chi l'ha messa incinta?
E' morta o si sta nascondendo da qualche parte?
Robin indaga a fondo e più indaga più inizia a far conto con il suo passato.
Top of the Lake difficilmente cerca il colpo di scena, gli stessi episodi non finiscono quasi mai in cliffhanger. Sembra più un lungo film (alla Gone baby gone se vogliamo un paragone azzardato) diviso in episodi.
Molto asciutto, essenziale, con pochissime scene madri o tentativi di stupire lo spettatore, TOTL ha il suo punto di forza nei personaggi e nei segreti che si portano dietro.

Risultati immagini per top of the lake serie tv

C'è qualcosa di sbagliato in quella comunità, profondamente sbagliato.
E tutti sembrano coinvolti, anche chi magari, in effetti, non lo è.
Bellissime alcune scene anche perchè la serie ha una grandissima fotografia che restituisce tutta la bellezza di quei luoghi.
Purtroppo non mancano i difetti.
Il più evidente a mio parere sta nella comunità hippie.
Ma a cosa serve alla fine? come si unisce a tutto il resto?
A me pare che tutte le vicende che sono ambientate là servano solo per permettere al personaggio di GJ, il "guru", di poter dare (e dire) la propria visione su tutti gli aspetti più importanti della vita: l'amore, il dolore, la gioia, la pietà, la morte, la vita stessa. Credo che quel personaggio sia un alter ego (gli somiglia anche fisicamente) della stessa Campion. Ma in fase di sceneggiatura tutte quelle vicende sembrano non aver senso, quel Paradise diventa una specie di refugium peccatorum dove prima o poi tutti fanno una capatina, da Tui (all'inizio), a Robin, allo stesso Matt in una delle parti più incomprensibili del film (quando va ad abbordare una delle donne e ci passa poi la notte. Perchè?).
Ma son tante le vicende che nascono e muoiono lì, la donna dei 7 minuti, Matt che si fustiga davanti alla tomba, le innumerevoli scene (soft) di sesso tra Robin e Johno, la ragazza portata dal padre al Paradise, tutte sequenze praticamente inutili, o quasi, alla trama.
Poi finalmente si viene a sapere cosa è successo a Tui.
E la serie, già molto buona di per sè, acquista molto negli ultimi due episodi.
Quei bambini che attraversano il lago per festeggiare un compleanno, quella comunità nella comunità che si nasconde per proteggersi dallo schifo che ha intorno, l'ho trovato magnifico.

Risultati immagini per top of the lake serie tv

E quei pianti di neonato, quel fagottino che malgrado tutto riesce a venir fuori regala emozioni intensissime come a dire che la vita, per quanta merda ti possa tirare addosso, poi riesce sempre a regalare meraviglie e gioie che sconfiggono tutto.
Anche quando, nel finale di stagione, si viene a scoprire che lo schifo di cui sopra era ancora peggio di quello che si pensava.
Un pò lo sospettavo, ma la sorpresa arriva lo stesso.
MA forse, forse, tutto passerà.
Tui potrà finalmente essere una bambina.
Robin ha finalmente distrutto i suoi demoni.
E un neonato stringendo i pugni e piangendo con le rughe sulla fronte dirà a tutti che i miracoli esistono.
No one.

( voto 8 )

12 commenti:

  1. Serie molto bella, e come tutte le cose belle, una delle meno cagate da quasi tutti i serial-addicted.
    Sulle serie 'lunghe', invece, ti consiglio assolutamente "Mad men". Per me mi ringrazierai! - e fila a vedere True detective, intanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che anche nelle serie c'è il monopolio Usa anche se le meglio cose spesso sono fuori (inghilterra, francia, scandinavia etc..).
      Loro son fortissimi per quelle "grosse e lunghe" ma sulle miniserie il meglio è fuori dagli Usa.
      Mad Men sei matto? se una supera le due stagioni nemmeno la considero :)

      True Detectve aspetto sky atlantic, non dovrebbe arrivare tra molto

      Elimina
    2. Fidete, Mad men è il capolavoro assoluto. Mi ringrazierai!

      Elimina
    3. Jean, ma lo so...
      E credo lo siano anche Breaking Bad, I Soprano, Desxter e chissà quante altre.
      Ma non voglio proprio entrare nel loop delle serie tv lunghe.
      Proprio perchè son belle :)

      Elimina
  2. the leftovers secondo me sarà bella lunga. sègnati anche utopia (GB). e sherlock (GB). e what remains (GB). e the newsroom (USA). e the hour (GB). tra quelle corte, eh. (e con corte intendo con poche puntate a stagione)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciku!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      2 su 4 sono quelle tra quelle 3,4 in più che mi hanno consigliato di cui parlavo nella prefazione

      prima ci sono le altre perchè o le ho già registrate o stanno arrivando

      ma tutte quelle da 6,8 puntate credo che prima o poi le vedrò

      ottimi suggerimenti

      ciao!

      Elimina
  3. la sto guardando ma fino ad ora non mi ha preso tantissimo ( sono alla terza puntata)...torno a rileggere quando l'ho finita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emidio, se una serie così corta non ti ha preso dopo 2 puntate credo che poco possa migliorare.
      Ci sta, non è esente da difetti, tutt'altro

      Elimina
  4. Dopo il primo episodio le mie aspettative erano alte: regista importante, buoni attori, splendidi paesaggi, atmosfera inquietante... e' vero, nulla mi aveva colpito particolarmente ed il ritmo era lento, ma ritenevo si trattasse solo di un *inizio* lento e che il tutto andasse valutato nel respiro delle sei puntate.
    Invece, i successive episodi non hanno cambiato il ritmo, sembravano fatti tutte con lo stesso stampo (noioso), molti personaggi non sono evoluti in modo soddisfacente, sottotrame inutili e un po' appiccicate. La fastidiosa sensazione che i personaggi non interagissero (fra loro o con gli eventi) in modo credibile.
    E poi una serie di assurdità (spoiler!): una bambina incinta che sparisce per 12 mesi, si rifugia in un bosco vicino e interagisce con altri ragazzini, anziani etc... senza che la polizia riesca a trovarla; una banda di stupratori che riesce ad operare impunemente in un paese così' piccolo senza destare alcun sospetto, etc...
    Il colpo di scena finale poi con il capo della polizia che porta via tutte le bambine per drogarle e violentarle con gli amici e riportarle a casa... cioè... sperava veramente che nessuno se ne sarebbe accorto? Ah già, il giochino gli era già riuscito alla grande con la protagonista in una precedente puntata e lei... appena un piccolo dubbio ma poi amici come prima... assurdo.
    Troppi difetti, purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Jacopo, sono d'accordo, anche se sembra di no.
      Per punti.

      Il ritmo non cambia, è vero, ma perchè la serie quello ha scelto e quello portato avanti. E se non prende di ritmo subito poi non prende più.

      I personaggi poco evoluti? è vero anche questo, forse lei sì, di lei più andiamo avanti, più scopriamo cose, più sembra cambiare. Gli altri no, o poco

      Le interazioni hanno moltissimi difetti. E non solo tra I personaggi (più volte di perde il filo e non capiamo i rapporti tra uno e l'altro, sembra quai surreale) ma, come avevo scritto e te hai ribadito, specialmente tra le varie scene.
      Quel senso di scene inutili, appiccicate, misteriose ai fini della trama c'è, inutile far finta di niente.

      La bambina... Allora, se vogliamo essere onesti sono solo 3 mesi e mezzo, non 12 (lei va via incinta di 5 e mezzo, tanto è vero che dicono che ormai l'aborto non si può fare). Però, e mi accorgo solo ora che in rece non l'ho messo, anche io ho trovato assurdo che si veda quel ragazzo andare là in canoa e nessuno si metta a spiarlo o inseguirlo come si deve (ti dico che ho preso ora il mio blocco appunti e avevo scritto: perchè non lo seguono????).
      In realtà credo che in qualche modo tutti dopo un pò capiscano che Tui sta là ma in qualche modo aspettino il momento e il modo migliore per riprenderla, capendo che tanto ce la sta facendo ed ha aiuti.
      Robin ad esempio non vuole riportarla dal padre e, mi pare, cerchoi in qualche modo di "preparargli" la strada del ritorno.

      Ecco, sulla "banda" di stupratori purtroppo dissento in toto.
      Magari fosse come dici te...
      In realtà è proprio come mostre il film, questi animali si nascondo e nessuno si accorge di loro. E non destano sospetti, è così. Purtroppo sono appassionato di storie di serial killer o violentatori e ti assicuro che nel 90% dei casi non c'è mai un sospetto, anche se invece di un uomo ci fosse una rete.
      Poi quelli erano tutti bambini, ahimè, quasi disadattati, con famiglie praticamente inesistenti alle spalle.
      Vittime sacrificali.

      Troppi difetti, è vero, ma ho amato l'atmosferal alcuni personaggi, le location e il soggetto.
      Poi si sa come sono i miei voti.
      Ma calcola che per le serie tv un 7 è un fallimento...

      Elimina
    2. Grazie per la risposta piena di dettagli!
      Quella cosa dei 12 mesi non so come mi e' venuta... ovviamente volevo scrivere 9 mesi, ma anche quello sarebbe stato non corretto come mi hai fatto notare :-)
      Comunque siamo d'accordo: faccio fatica a dare voti alle cose che vedo/leggo pero' mi sottopongo sempre ad una domanda a cui mi e' più facile rispondere: "Se potessi riavvolgere la tua vita di alcune ore, rifaresti la scelta di guardare/leggere questa cosa o no?".
      Per questo, nonostante tutti i difetti, la risposta e' stata si'... mi ha lasciato qualcosa dentro (se non altro le splendide immagini, la caduta del ragazzino dal precipizio); questo e' quello che conta per me alla fine.

      Elimina
    3. Ecco,un'altra grave dimenticanza non aver accennato a quella scena (il problema è che con le serie il taccuino diventa pieno di roba,tra l'altro scrivo in geroglifici, molta rimane fuori).

      Ah, io sto discorso lo faccio anche con roba come Parentesi Tonde, figurati... :)

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao