10.5.13

Al Cinema: recensione "La Casa" (2013)

Risultati immagini per evil dead movie poster 2013

Quest'anno la stagione horror primaverile offriva una serie di appuntamenti come da anni non capitava.
Ebbene, questo il resoconto:
Sinister : alte aspettative, filmetto poco più che guardabile.
La Madre: alte aspettative, vedi sopra
Le Streghe di Salem: aspettative enormi, film immondo
La Casa: aspettative epocali, ottimo film horror e nulla più

Mamma mia, devo iniziare ad andare in sala puro come un bambino, ignaro di quello che sto andando a vedere altrimenti mi sorprendo sì, ma sempre in negativo.
E' difficile spiegare quello che significa per ma La Casa di Raimi.
So soltanto una cosa.
L'horror più inarrivabile di sempre è Shining, tutti gli altri partecipano ad un altro campionato.
L'horror che più mi ha sorpreso ed emozionato è The Orphanage, e qui il giudizio, evidentemente, è soggettivo da far paura.
L'horror al quale sono più legato è La Casa perchè se uno ha 35 anni ed è appassionato d'horror è quasi per forza così, punto e basta.

Immagine correlata

A me l'idea che si rimettesse mano a quel capolavoro (attenzione, c'è un errore diffusissimo che vuole La Casa come horror-comedy. Niente di più sbagliato. Il primo Evil Dead è un horror a tutti gli effetti che ha terrorizzato tutti, almeno all'epoca, è dal seguito in poi che Raimi, sempre di più, ha cominciato a giocare ironicamente col genere), dicevo, l'idea di un remake non solo non mi dava minimamente fastidio ma l'ho trovata fantastica, un vero e proprio omaggio per dare a quel capolavoro di passione e artigianalità un nuovo vestito specchio dei nostri tempi, ovvero una confezione cinematografica ineccepibile e l'esaltazione del sottogenere degli anni 2000, il torture porn.
Bene, l'operazione è riuscita perfettamente, La Casa è un grandissimo horror moderno, uno dei migliori di questi anni.

Risultati immagini per evil dead movie gif

Ma, e qui posso sembrare patetico, a questo remake manca una cosa, il cuore.
Non solo, dirò di più (e qui più che patetico posso sembrare ubriaco), questo remake, 1000 volte più cattivo, 1000 volte più violento, 1000 volte più disturbante probabilmente dell'originale a livello di atmosfera è 1000 volte meno inquietante dello stesso. Ovvio, può fregarmi l'età e il ricordo ma mi sento di affermare una cosa. Il protagonista del La Casa è il Male, non i ragazzi della baita. Io quest'entità così terribile, così presente anche nell'assenza, così spaventosa nel suo manifestarsi, così atavica, così cattiva, così tutt'uno con quell'ambiente e così invisibile da combattere, l'ho percepita di gran lunga più con Raimi che qua.
Qui le meravigliose scene splatter, una più incredibile dell'altra ( la lingua tagliata, la testa fracassata, l'altra lingua che si biforca, la ragazza moncherino, i tendini della mano sotto l'auto, le gambe tagliate di netto e quella indimenticabile sega elettrica ne viso), hanno fatto di tutto, mi hanno sconvolto, meravigliato, macabramente divertito, affascinato, disgustato ma hanno tolto tutta l'atmosfera demoniaca, intima, grezza e "spoglia" che avevo vissuto tanti anni fa (ma anche piuttosto recentemente quando 5 mesi fa ho rivisto l'opera di Raimi).

Risultati immagini per evil dead 2013

Se spogliate il remake di questa straordinaria cattiveria "nuda" mostrata allo spettatore ( base generale del torture porn) cosa rimane? Poco, io non mi sentivo a disagio in quella baita, io aspettavo solo la prossima scena forte. E nemmeno il tentativo di caratterizzazione dei personaggi, specie quello dei due fratelli (con i problemi di droga di lei e il ricordo della mamma pazza) mi ha convinto. L'ho capito nella scena del sotterramento, in teoria vertice emotivo del rapporto tra i due. Nessuna emozione ,anzi, non mi è proprio piaciuta .E quella ragazza ( sè stessa ) all'inizio e alla fine, quella presenza demoniaca cosa doveva significare?
Ma come non disconoscere una confezione di qualità altissima?
Come fare a non godere per una fotografia da urlo, con quella nebbia, con quella scena della pioggia di sangue e la baita dietro che prende fuoco? Avrei voluto usare un fermo immagine per quanto era bella.
Credo che questo qua sia un horror imprescindibile per questi anni, un vertice di questo nuovo mondo di concepire il genere.
Ma il Male non si racconta così, il Male non sciocca, serpeggia.
O forse questo è soltanto un delirio di un bambino che fu.

( voto 7,5 )

38 commenti:

  1. Bon...io vado domani...se no muoro causa eccesso di spaventi recensisco prossima settimana..io partivo con aspettative bassotte, ma leggendone in giro la curiosita' aumenta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettative bassotte?
      Ma sei matta?
      Fai bene, ti sorprenderà allora

      Elimina
    2. Buona cosa piu' alto della media rispetto a tanti inutili remake. ma mi trovo d'accordo con quello che hai detto..

      Elimina
    3. Beatrix, sono 5 giorni che non venivo. Se ne hai scritto mi linki? Sono indietro di 100 visite qua e là cavolo

      Elimina
  2. Sarei dovuto andare alla prima,ma causa impegni imprevisti ho dovuto passare, andrò a vederlo domenica e non vedo l'ora, anche se sono uno dei pochi fan dell'horror che non va matto per la trilogia di Raimi, mi piacciono, ma non impazzisco.
    Questo però gia dal trailer mi sembra una figata pazzesca :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti preoccupare, quello che vedi nel trailer è assolutamente foriero del livello della pellicola.
      Te lo preferirai ai vecchi.
      Sei giovane :)

      Elimina
    2. beh mica tanto giovane :-)
      Cmq che lo preferirò alla trilogia di Raimi, si ne son quasi certo, per me già il trailer di questo remake è meglio dei tre film messi assieme ;-)

      Elimina
    3. Lo so lo so, brutto sadico che non sei altro...

      Elimina
  3. Piaciuto molto anche a me :)
    E dire che quando lo vidi alle medie il capostipite di Raimi non mi disse molto XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recensito?
      Raimi non ti disse molto?
      Sei giovane anche te :)

      Elimina
    2. Recensiti entrambi, sia l'originale che il remake u.u anzi, quest'ultimo al momento è il mio post più visualizzato *.*
      Beh comprendi, o giovane. Ma già a 15 anni ne ho capito la grandezza!

      Elimina
    3. Anche te, o linki o aspetti che finisco parecchi giri...

      Elimina
    4. Ti avevo già commentato...
      Io ragazzi non sto bene, ve l'assicuro.

      Elimina
  4. Sono d'accordo: ottima confezione ed ottimo tentativo.
    Peccato che esista l'originale, altrimenti sarebbe stato un grandissimo horror.
    Ma ce lo facciamo andare bene così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedete? James è old school e la pensa come me.
      Comunque invidio i giovani, farei volentieri a scambio.
      Avere 10 anni in meno e non impazzire per il primo Evil Dead, non James?

      Elimina
    2. anche io sono d'accordo quando è finito il film (oltre non aver apprezzato la scelta folle del fratello di salvare la sorella) Arrivato ai titoli di coda ho pensato, figata, ma si sono dimenticati che la casa faceva anche paura. Quella voce che descriveva il libro durante i titoli di coda non ha fatto altro che ricordarmelo..

      Elimina
    3. Se mi dici così scommetto che anche te hai superato i trenta, sbaglio?

      tutta un'altra atmosfera, non c'è che dire

      Elimina
    4. Grandi disegni Kewa, complimenti!

      A proposito, visto che sei esperto, mi dai un giudizio su quelli di Backwater Gospel?

      Lo trovi su pochi post fa, quello sui corti.

      Elimina
  5. Non ho visto ancora il film, ma mi piace molto la tua considerazione finale perchè mi dà molto da pensare. Quello che tu dici alla fine mi convince molto, ma mi pare che faccia parte di un nuovo topos del male o del fare horror che si è prodotta in ambito cinematografico. La nuova concezione del "male" dal punto di vista filmico è qualche cosa che sfonda la corporeità e i luoghi fisici, è qualcosa di molto subdolo e indefinibile. Il male come il potere si nasconde dietro una cortina e ha le apparenze di una febbre piuttosto che un'entità perchè sfugge alle definizioni. Come in hostel si cerca di risalire quanto più possibile la gerarchia, chi è a capo di tutto ci si domanda, ma è proprio questo che crea lo sgomento. Il continuo rimando senza risposta. La piccola grande invenzione dell'horror moderno è forse questa: l'aver scoperto un male diffusivo e invasivo (si pensi ai virus e alle malattie del corpo dei film di Cronenberg) e che non alberga in un luogo fisico (il rimando naturale è alla casa, ma anche all'horror classico di Roger Corman). Si potrebbe riflettere se tutto ciò non sia una conseguenza dei risvolti e dei cambiamenti avvenuti in campo politico e sociale, ma mi pare che questo percorso evolutivo (anche se non lineare) sia in atto da molto tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, te Rocco a quest'ora me scrivi ste cose.
      Mi sa che a te devo rispondere domani...

      Grande :)

      oh, sono arrivato secondo al quiz, mi ha chiamato al volo un'amico.

      alla prossima

      Elimina
    2. Allora mi devi richiamare per un martedì, così senza il peso della tastiera sono più tranquillo e non premo pulsanti come capita.

      P.S. Vergognati per come hai scritto "un'amico".

      Elimina
    3. Mamma mia, un errore assurdo...
      Che merda ieri eh...
      Per il resto ci siamo parlati a voce sul resto, come al solito sei sempre talmente colto nella tue disamine che a volte ti seguo poco... :)

      Elimina
  6. Ho letto solo "La Casa"... Vado stasera e ripasso a leggerti domani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, si fa così.
      Fai finta che mi hai scritto come letturasospesa allora :)

      Elimina
    2. Sto preparando un post a riguardo dove ti linkerò. Ti posso dire velocemente che siamo d'accordo, ma dal canto mio sarò molto meno generoso nei confronti di questo remake :)

      Elimina
    3. Dove sei sparito? Da me c'è la rece che ti aspetta!

      Elimina
    4. Dov'ero sparito? Boh...

      Arrivo :)

      Elimina
  7. a parte quel rigo in cui definisci Le Streghe di Salem un film immondo, sono d'accordo praticamente su tutto...ho preferito leggerti dopo la visione per non farmi condizionare e praticamente stavolta coincidiamo quasi in tutto: è vero, c'è meno cuore, meno sobbalzi e più confezione, anche più tecnica...un bell'horror ma che non scalzerà l'affetto viscerale che ho per l'altro....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e siamo giò a 6 visite. Spero di venire presto, voi semmai linkate che faccio un attimo.
      Dai, abbiamo coinciso spesso no? :)

      Elimina
  8. gran film, mi è piaciuto da matti, ho appena pubblicato la rece

    RispondiElimina
    Risposte
    1. metto promemoria qui

      vedere La Casa di

      myers
      bradipo
      beatrix
      visionesospesa
      giacometto

      e volendo tutti gli altri...

      o.k

      Elimina
  9. Ho letto di questo film anche su "Ciak" di questo mese e mi attira non poco!

    Ps. Ho finalmente pubblicato sul blog l'intervista a Lo Cascio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, finalmente!

      Arrivo entro domani :)

      Elimina
  10. Record incredibile: questo e' il secondo film horror consecutivo che vedo al cinema e che mi lascia assolutamente soddisfatto (il precedente e' "Quella casa nel bosco")... ho pure fatto qualche salto sulla sedia, non capitava da tempo.
    Ottimi gli effetti e la colonna sonora, all'altezza la recitazione, buona la personalita' del regista nel filmare un remake molto meno grottesco e sgangherato dell'originale (che pero' continuo a preferire romanticamente): il risultato e' un film simile ma diverso, al punto che fare un paragone risulta difficile.

    Ma la scena del tronco che batte e poi si ferma non si poteva proprio inserire?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella casa è straordinario, mamma mia

      buono anche questo

      la scena del tronco, hai perfettamente ragione

      ma perchè, l'invocazione su nastro non era molto più incisiva?

      Elimina
    2. il nastro... hai ragione!!!

      Elimina
    3. Il Male nel primo Evile Dead era molto molto meglio raccontato.

      Non ci sono cazzi, l'ho rivisto anche l'altro ieri sera.

      Elimina
    4. Si quella casa nel boso è assolutamente geniale, l'ultima mezz'ora mi ha fatto raggiungere il nirvana :-)

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao