6.11.15

15 piccoli e recenti film italiani che andrebbero visti per forza


Io amo il cinema italiano, ne parlo spesso.
E proprio recentemente ho preso le sue difese (mi pare parlando di Suburra) afferamando che molto spesso il nostro è solo un problema di distribuzione e non di storie, registi e produzioni.
I film belli li facciamo, eccome.
Solo con Garrone, Sorrentino e Crialese ne troverete più di 10 di bellissimi recenti.
Ma ce ne sono tanti altri, più piccoli, magari anche di registi abbastanza conosciuti (infatti metto nela lista un Diritti) che purtroppo quasi nessuno di voi, immagino, avrà visto.
Per colpa di chi?
Della distribuzione, solo di quella.
In realtà molti di questi (9) io li ho visti addirittura al cinema, ma solo grazie a magnifiche realtà locali che si dannano per farti vedere l'invisibile.
In questo post, con umiltà e con la solita e insindacabile soggettività, vi volevo proporre 15 piccoli film italiani che secondo me dovete vedere.

Non troverete i grandi registi di cui sopra, non troverete film magnifici come Reality, Nuovomondo, La Migliore Offerta, Cesare deve morire e tanti altri che sì, è vero, magari non saranno stati visti da tutti ma sono comunque abbastanza "famosi".
Troverete solo cose più piccole, quasi sempre frutto di passione e mestiere, nessuna menata autoriale e nessun tentativo di realizzare il capolavoro.
Provateci a vederli, che il nostro cinema ha tanto da dire.

I titoli rimandano alle recensioni.

PRANZO DI FERRAGOSTO


Un film coraggiosissimo. Perchè nessuno sano di mente potrebbe pensare di realizzare un film ambientato in una sola casa e con 5 vecchie come protagoniste. Vecchie sì, molto vecchie, che mica c'è da vergognarsi a dirlo, solo esserne fiere. Delizioso

PADRONI DI CASA



E perchè, credereste mai che un film con Gianni Morandi possa essere un buon film?
Raramente ho visto raccontate le piccole dinamiche paesane in modo talmente simile a come le ricordavo io da ragazzo. Finale a sorpresissima, talmente oltre che forse potrebbe rappresentare proprio il vero difetto del film

IL VENTO FA IL SUO GIRO


Grandissimo film di Diritti.
Altra spietata analisi delle piccole comunità

LE COSE BELLE


Esperimento quasi unico nel cinema italiano, una specie di piccolo Boyhood in sole due fasi anzichè la decina del film di Linklater.
I sogni che avevamo da bambino e quello che invece siamo diventati poi.
In una Napoli che non ti regala nulla

AT THE END OF THE DAY


Sembra che solo io e al massimo un altro paio di persone l'abbiano amato così tanto.
Per me se non è il miglior film di genere italiano thriller-horror degli ultimi 5 anni poco ci va lontano.
Regia, musiche, location. Una storia che scricchiola un pò sì, ma notevolissimo.

PERFIDIA


Recentissima visione.
La storia di un uomo senza alcuna passione, obbiettivo e vita sociale.
Una tragicommedia molto più tosta di quello che sembra

IL LIBRAIO DI BELFAST
Risultati immagini per IL LIBRAIO DI BELFAST

Una cosa piccolissima.
Ma che per un'ora ti farà sentire tanto grande il cuore

HUNGRY HEARTS


Quanto mai attuale.
Un film disturbato e disturbante che ha scatenato polemiche per il suo contenuto.
Un thriller psicologico nascosto dietro la parvenza di un drammatico tout court

LOUISIANA


Di Minervini, prima o poi, un film dovete vederlo.
Forse non ce ne sarà nessuno che vi sembrerà bellissimo.
Ma non potrete non apprezzare la mano e il progetto di un giovane regista italiano in qualche modo unico

L'INTERVALLO


Altro piccolissimo film che magari non sarà perfetto, ma non somiglia quasi a nessun altro.
Due ragazzi e un edificio distrutto.
Un pomeriggio da passare insieme.
Con la camorra allo stesso tempo così vicina e così lontana

CLORO


La possibile nascita di un nuovo interessantissimo autore e di una promettentissima attrice.
La montagna e l'acqua come elementi imprescindibili di un film che assomiglia tanto a un coming of age troppo prematuro.

UNA VITA TRANQUILLA


Cupellini è adesso nelle sale con Alaska.
Andatevi a recuperare questo suo film precedente, un noir a mio parere superiore, per fare un nome, a quell'acclamatissima opera che è La Ragazza del lago.
Teso, ben scritto, coinvolgente

STILL LIFE


Se avete un cuore fategli vedere sto film

E' STATO IL FIGLIO

Risultati immagini per è stato il figlio
Dal genio di Ciprì una tragicommedia che fa ridere, che strania, che fa riflettere persino.
E che alla fine, quando proprio non te l'aspetti, ti dà anche un pugno in faccia

ROSSO COME IL CIELO


Semplicemente il film che ogni scuola di questo paese dovrebbe far vedere.
Al posto di tante altre cose che servono a meno


50 commenti:

  1. Visto solo "Still Life" e lo ho letteralmente amato. Davvero magnifico.
    Gran parte li conoscevo già, ma non ho ancora avuto modo di vederli. Magari questo tuo post mi dà la spinta giusta per reperirli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, con un uno su uno così la chance ad altri deve darla ;)

      credo che 5,6 siano irrinunciabili

      speriamo, post così servono solo a questo del resto ;)

      Elimina
  2. Me ne mancano un po', ma sono tutti in lista.
    Tra le sorprese recenti, nel mio caso, metterei la commedia adolescenziale Short Skin: toni indie, nonostante un tema apparentemente scemo e volgarotto, e tanta delicatezza. Bravi noi, ogni tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, e così rispondo anche a sotto, non solo conoscevo bene Short Skin ma ricordo che stavo per andarlo a vedere al cinema (sì, hanno preso pure quello qua).
      Ero con un amico e avevamo un "balottaggio", si scelse l'altro. Poi purtroppo lo tolsero.
      Ma le 3,4 persone che conosco che l'hanno visto ne hanno parlato tutti molto bene

      ma certo, bravi noi, solo in questo post sono segnalati compresi i commenti quasi 30 film meritevoli.
      E solo tra i piccoli e i recenti...

      Elimina
  3. ne ho visti 7. meno della metà... ma cloro, per dire, è già in lista da un po'. posso recuperare!
    (e sono d'accordo su short skin. ma citerei in parte anche banana e se dio vuole, altri 2 titoli italiani che m'han colpita favorevolmente...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che sei al secondo posto, il primo era scontato, quello vede tutto ;)

      al contrario di short skin (vedi sopra) banana MAI sentito.

      Oh, hai avuto paura che mettevo QUELLO eh... ;)

      Elimina
    2. eheh non potrebbe mai rientrare in una top 15!

      Elimina
    3. Ma devo dirti che nel primo maxi listone da 25 c'era

      Elimina
  4. ho visto perfidia e Hungry Hearts, bellissimi, consiglio tra i piccoli gioiellini italiani recenti anche io Short skin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se uno è guida antiflop fidatevi :)

      ho già risposto su Short Skin. I due che citi ovviamente concordo.
      Ah, certo, li avevo messi in lista, che stupido ;)

      tra i due credo che quello di Costanzo sia superiore

      Elimina
  5. ne ho visto solo 11, cercherò di recuperare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il bello di Ismaele è che fa anche sempre lo sborone ;)

      il che mi porta a pensare che in mezzo al sangue sardo ci sia anche qualcosa di romano

      chissà quale saranno i 4...

      Elimina
  6. ne ho visto uno, il primo, e l'ho letteralmente adorato....mi sa che devo recuperare e risistemare la mia idea di cinema italiano, ultimamente c'è tanta bella robba! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ci provo a fartela risistemare ma niente

      eppure uno su uno, eppure la notte blu cobalto, insomma, qualche segnale c'è no?

      Pranzo di ferragosto è un film che gli vuoi bene per forza, unico

      Elimina
  7. Tre non li ho proprio mai sentiti nominare, qualcosa ho visto e qualcosa ho perso, più o meno volutamente. Al film di Diritti sono affezionata anche perché è stato girato in val Maira, che conosco bene...
    però still life, essendo una produzione italo - inglese, secondo me (in quanto rompicoglioni di proporzioni bibliche) non è propriamente un film "italiano"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, quelo di Diritti è anche forse il più "grande" qua dentro.
      Ma te hai girato tutto il mondo, figurati la Val Maira.

      Guarda, potremmo discutere su

      still life
      louisiana
      il libraio di belfast

      tutte produzioni italo e..., tutti film girati in loco e con attori locali

      ma questo post come dicevo all'inizio vuole esaltare non solo i piccoli film italiani ma anche i registi

      e per quello ci stanno alla grande, nessuna forzatura, i registi sono nostri, italianissimi, a prescindere dalla vita che hanno fatto

      convinta? ;)

      Elimina
  8. ne ho visti 4.
    amo Napoli ma purtroppo non ho visto i due film che citi. Le cose belle è introvabile anche in dvd, se qualcuno lo ha da prestare o cose del genere si faccia avanti, lo scongiuro. Però su Napoli non posso non dire Per amor vostro, splendida ballata sotterranea, vulcanica, drammatica, surreale che forse ancora si può beccare al cinema. Altra chicca secondo me sono i film di Frammartino e Pietro Marcello; su tutti, di quest'ultimo, La bocca del lupo è imperdibile. Still life effettivamente ha poco di italiano, il regista vive e opera in inghilterra da molti anni; tra l'altro a me non ha colpito.
    Di ciprì e maresco inserirei ogni cosa, anche i doc, bellissimi. Pranzo di Ferragosto delizioso, concordo. di diritti considero superiore l'uomo che verrà, magnifico affresco tra storia e vita popolare. Della tua lista poi mi incuriosiva Cloro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ascolta, conosco un attore e volendo posso arrivare al regista senza problemi, li contatto, anche solo per capire se un modo di vederlo c'è.
      Parlo di Le cose belle ovviamente.
      Per amore vostro lo vedrò, era in lista, e per un pelo non l'ho visto al cinema. Stefano Santoli, un lettore di qua che in realtà è quasi un professionista del mestiere, l'ha adorato.

      Guarda MG, stai tirando fuori tutto il meglio.
      Nel senso che conosco tre persone che hanno visto Le Quattro volte di Frammartino e TUTTI e 3 mi hanno detto di consiederalo tra i primi 5 film italiani dell'ultimo decennio
      Segno anche La bocca del lupo, compresi quelli di elena qua sotto sono già tantissimi.

      Gli altri Ciprì e Maresco (attenzione, questo è solo Ciprì) sono dei cult incredibili, non avevano senso in questo post che parla (quasi) solo di film pochissimo conosciuti (il quasi è da riferire a Diritti e Costanzo).

      Ed è per questo che non ho messo anche l'Uomo che verrà. film enorme per me, se leggi la rece lo capirai

      Cloro ha una giovane attrice formidabile. E tanto occhio nelle inquadrature e nelle location. La storia è molto basica, ma una visione la merita sicuro

      Elimina
    2. Grazie, se hai notizie fammi un fischio. Mi incuriosisce anche 'rosso come il cielo ' , sono sempre alla ricerca di film ad alto valore pedagogico. A questo proposito, ho appena visto il film animato 'il libro della vita', lo adoro, finalmente un bel film dentro la tradizione religiosa popolare, scoppiettante, vero.

      Elimina
    3. Pensa che il libro della vita c'era su mymovieslive ma l'ho snobbato...

      Sì, rosso come il cielo è pèerfetto in quel senso

      scrivo subito all'attore, ti faccio sapere

      Elimina
  9. Still life è un film del cuore. Del colpo al cuore. Tra quelli citati prediligo Una vita tranquilla e L'intervallo. Se posso suggerirti tre titoli ti dico: Bellas mariposas di Salvatore Mereu, Sette opere di misericordia di Gianluca e Massimiliano De Serio e La prima neve di Andrea Segre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, il minicommento a Stil Life parla chiaro, abbastanza in sintonia no? ;)

      Quello di Mereu mi ha sempre interessato, gli altri mai mai sentiti.
      Grandi segnalazioni Elena.

      Son contento, questo post serviva quasi a "dimostrare" qualcosa. E quel qualcosa lo stiamo dimostrando

      Elimina
  10. Ottima lista come sempre.
    Concordo pienamente su "Rosso come il cielo" film poco conosciuto, ma pedagogicamente eccezionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma c'è un film migliore da far vedere nelle scuole?
      che insegni la diversità, l'amicizia, la forza di volontà, la magia di essere bambini, il realizzarsi di sogni impossibili

      senza alcuna retorica

      magnifico

      Elimina
  11. Visti quattro, ma curiosa di vedere gli altri!
    Commento poco (o per niente) i tuoi post, ma li apprezzo sempre tanto :)
    Mi permetto di aggiungere il bellissimo "Salvo", di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza. Imperdibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati Valentina, questo tuo vale come altri 100 sia perchè è "cumulativo" nei complimenti (grazie!) sia perchè chi commenta poco o niente fa anche più "fatica" a commentare quel poco o niente rispetto a chi lo fa spesso ;)

      Salvo non può mancare in questa lista, non l'ho visto ma insomma, di quelli che non ho visto è uno dei più osannati dalla critica (anche ufficialmente)

      ciao ;)

      Elimina
  12. Tra questi ho visto (e rivisto) solo il piccolo e bellissimo Pranzo di Ferragosto. È stato il figlio mi è stato più volte consigliato e questa playlist è un motivo in più per recuperarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedere uno col tuo nick apprezzare Pranzo di ferragosto è bellissimo, un cecchino formidabile che mi si commuove con le vecchiette

      sì, quello di Ciprì va visto....

      Elimina
  13. pierluigi tronchetti7 novembre 2015 20:47

    Ciao Giuseppe, sarò brevissimo. Riguardo a "Padroni di casa", che non nego essermi piaciuto molto, soprattutto per gli interpreti, c'è da dire che non e' originalissimo. Tali tematiche infatti, erano già state analizzare nell'ottimo " Cane di paglia" , e ribadite nel remake uscito pochi anni or sono. In onestà mi e' parso anch'esso un remake nostrano. PS io avrei citato anche il coraggiosissimo "L'ultimo terrestre"...abbastanza recente pure quello e l'inaspettato ritorno alla commedia italiana fatta con il cuore di "Noi e la Giulia".. Un caro saluto.
    Ps2 La migliore offerta e' il mio film italiano preferito;Reality, fosse uscito 10 anni prima, forse sarebbe potuto diventarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Padroni di casa semmai gioca sull'opposto rispetto a Cane di paglia.
      Stavolta quelli che vengono da fuori sono quelli che "rubano" la ragazza.
      Nel film di Peckinpah come detto l'opposto, la ragazza del forestiero sarà vittima dei residenti.
      In ogni caso se hai tempo da perdere ho parlato proprio da pchissimo di questo tipo di film, qua:

      http://ilbuioinsala.blogspot.it/2015/09/le-piccole-comunita-nel-cinema-recente.html

      e sempre "a causa" di una precedente lista che ho fatto non ho inserito L'Ultimo terrestre di nuovo

      parlo di questa

      http://ilbuioinsala.blogspot.it/2015/08/dodici-film-sulla-nuova-ondata-di.html

      insomma, tra le mail sul trash, il riferimento a Cane di paglia e il suggerimento de L'Ultimo Terrestre stai provando a cogliermi in fallo ma sono preparatissimo!!!


      ahah, scherzo

      noi e la giulia sì, ne ho sentito parlar bene

      magnifici gli altri sue, non li ho messi per i motivi spiegati nella prefazione

      ciao!

      Elimina
  14. Utile e doveroso questo post...bisogna sottolineare anche (e soprattutto) il bello del cinema nostrano, non solo il brutto (e lo dice uno che solitamente spara parecchia merda sul nostro cinema).
    Comunque di questi 15 ne ho visti solo 6, ma potrebbero bastare...il vento fa il suo giro (molto bello ma inferiore all' uomo che verrà), louisiana (gran film ma secondo me inferiore a low tide e stph...te ne avevo già parlato comunque), still life (regia straordinaria di Uberto, grandissima prova di Eddie e molto altro), rosso come il cielo (scoperto grazie al tuo commento su filmscoop ;)...beh, grazie di cuore...ricordo ancora le emozioni che mi regalò). E ancora hungry hearts (per me una delle vette più alte raggiunte da un regista italiano negli ultimi anni) e per ultimo, perché il più importante per il sottoscritto, il libraio di belfast. Ti giuro che, paradossalmente, ho difficoltà a rivederlo(come quasi tutti i miei film preferiti per non sciupare i ricordi e le sensazioni della 'prima volta'), non so dirti il perché, magari per te e altri che lo hanno visto è stata "solo" una buonissima visione, per me qualcosa in più.
    Pure i 3 (4) sopracitati e non inseriti sono lavori notevoli; dico 3 perché mi manca reality (lacuna enorme).
    Io ci aggiungerei anche il kaspar hauser di Manuli.
    Di quelli che non ho visto invece mi ispira at the end of the day e una vita tranquilla e è stato il figlio.
    Un altro regista da considerare (anche se io non ho visto nulla di suo) è, come segnalato da e.l.e.n.a qui sopra, Andrea Segre, un 'piccolo' autore tutto da scoprire.
    Dei più recenti devo assolutamente vedere non essere cattivo (sento che potrebbe piacermi davvero tanto), per amor vostro e alaska (che magari riuscirò a vedere al cinema).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è tanto da dire.
      Proviamoci.

      1 non sei il solo, tranquillo, a parlar malissimo del nostro cinema. La cosa buffa è che poi mi parli di tutti i film che hai visto e ti son piaciuti tutti ;)

      2 Il libraio è un gioiellino, posso tranquillamente immaginare quanto ti sia piaciuto. Credo che la figura del ragazzo apparentemente teppistello ma appassionato di storia e libri ti possa essere entrato dentro, libraio a parte. In più secondo me ha un finale meraviglioso, l'ho ascoltato tipo 10 volte quel pezzo.

      D'accordo su tutti gli altri, anche forse sulla superiorità de L'uomo che verrà su IVFISG e che Louisiana possa non essere il miglior Minervini.

      3 Parli di lacune a 20 anni, beato te... Sei avanti tipo 15 anni per quanto mi riguarda

      4 Kaspar Hauser, se ti ricordi, "devo" vederlo per forza, mi restano 50 giorni per farlo

      5 Io te li consiglio bene o male tutti gli altri. At the end of the day è forse il più "rischioso" (con padroni di casa). Sugli altri almeno un buon gradimento me lo sento

      6 mi sembra che si segre ci fosse tempo fa un film su Mymovieslive, poi ricontrollo

      7 alaska forse lo vado a vedere domani al cinema, ma se non ce la faccio domani rischio di non farcela più

      8 non essere cattivo è obbligatorio

      Elimina
  15. 1 eh, ma i film belli italiani fanno parte di un piccolo gruppo, troppo piccolo. Rimprovero il fatto che ne dovremmo sfornare di più di capolavori.
    2 sì, è un film che mi è entrato dentro di forza. Quel finale me lo so rivisto proprio ieri...
    3 Giusto per fare il rompipalle pignolo...ho ancora 18 anni...ahahah
    4 Lo so lo so...e in quei 50 giorni ne vedrai delle belle (post tenebras lux, enter the void...)
    8 eh, lo so che è obbligatorio...credo sia rimasto solo un cinema a Roma a farlo solo che non riesco nei prossimi giorni :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 18 anni cavolo, mi ero dimenticato, preferivo pensar venti

      allora non sei 15 anni avanti ma 17

      eh sì, quei, due, Kasper e Paprika, tutti bellissimi credo e, nemmeo a farlo apposta, forse sono i film più particolari e unici di tutti e 15

      che in più di un mese te, romano e conoscitore di Ostia, non hai visto quel film è na vergogna ;)

      Elimina
    2. Infatti, non essere cattivo non entra?
      So che è tutto fuorché una piccola produzione, ma ho rivisto il racconto dei racconti e sono entusiasta, ha centrato in pieno il linguaggio delle fiabe nella personalissima verve narrativa di Basile. Applausi, inchini, mi mangio un cuore di drago per un altro film così, per di più fatto in italy

      Elimina
    3. No, non essere cattivo è quasi all'opposto del "concept" del post...

      Il post serve a far conoscere film che non ha visto nessuno oppure di cui si parla pochissimo. Non essere cattivo forse se ne è parlato più di Sorrentino quest'anno, a prescindere da quanti lo hanno visto poi.

      Garrone non ne parliamo.

      Il racconto dei racconti m'è piaciuto, dovrei rileggermi per capire quanto, ma non credo come a te.

      Ma se mi portò a fare quei post con il confronto con le novelle (ti giuro, faticosissimi) vuol dire che qualcosa m'aveva lasciato...

      Elimina
  16. Questo post è utilissimo! Ho visto solo "Una vita tranquilla" - che mi era abbastanza piaciuto - e di alcuni altri non avevo mai sentito parlare.Grazie! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te sei quello del miracolo de "il mondo secondo Garp" vero? io non mi scordo di nulla...

      grazie mille Paolo!

      e son sicuro che troverai, almeno in gran parte, roba molto buona ;)

      Elimina
  17. Praticamente ne ho visto uno solo... mi faccio un po' schifo :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh cazzo, uno è pochino eh ;)

      hungry hearts, diritti o still life, son sicuro

      meglio, ne hai da vedere di più

      anche se la mano sul fuoco la metto in pochi con te ;)

      Elimina
    2. Lo so, sono un vecchiaccio a cui non piace più nulla, lo ammetto :P però guardo comunque e poi ti faccio sapere

      Elimina
    3. Che bastardo che sei, vecchio te mortacci tua.
      Che non te piace nulla però è quasi vero ;)

      Elimina
  18. Rosso come il cielo, bellissimo film.
    Still life, altrettanto.
    Il vento fa il suo giro, ricordo solo di averne terminato la visione dopo mezz' ora.
    Padroni di casa, non male.
    Gli altri, me li sono persi
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente Marco credo che Padroni di casa sia il più debole qua sopra. O almeno quello che ha più difetti.
      Capisco la difficoltà che puoi aver avuto con il film di Diritti, l'ambientazione, la lingua, il ritmo. Ci sta eh, per me è bellissimo ma ci sta.

      I due che reputi bellissimi sono anche per me tra i migliori 5 del lotto ;)

      Elimina
    2. Si, non è un capolavoro naturalmente, ma si è lasciato guardare fino alla fine.
      Per il fim di Diritti, sono esattamente tutte e tre le caratteristiche contemporaneamente che mi hanno imposto l' interruzione .
      Sono toscano di Livorno, fosse stato ambientato in un paesino della mia regione lo avrei apprezzato di più :-)

      Elimina
    3. Visto che c'avevo preso ;)

      ah, sei livornese, io camperei di cacciucco a vita.
      Siamo confinanti ma ahimè abbastanza lontani

      vediti un pò La Banda del Brasiliano, un filmino toscano fatto col cuore
      però ti deve piacere il genere

      ciao!

      Elimina
  19. Ecco, anche a me piace il cinema italiano e trovo che quello più invisibile, molto spesso (ma non sempre, eh!) sia anche il più interessante. E vedo che molti registi interessanti - Roberto Minervini su tutti - se ne vanno a girare altrove perchè qua non hanno spazio o la loro poetica / visione registica "incontra" di più in altre culture... per questo non riesco ad inserirli bene nel panorama del cinema italiano...tu che dici?
    Anzi, lancio la domanda a tutti i commentatori: che ne pensate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, per la domanda collettiva non so se facciamo in tempo, tra tutti quelli che non hanno messo le notifiche, tutti quelli che non tornano mai a ricommentare e il fatto che ormai si è detto tanto è un casino ;)

      Credo che quella di Minervini sia una scelta di vita più ampia. Se non sbaglio ha proprio studiato là. Però assolutamente, quello che dici è vero. C'è da dire poi che magari Minervini era appassionato di Usa e di storie di "frontiera" americane, cose che in italia non esistono (ma ne esistono delel altre ovviamente).

      A proposito, devo vedere Low Tide

      Elimina
  20. anch'io devo ancora vedere Low Tide, in effetti.

    ...però devo dire che mi piacerebbe vedere con la sguardo di Minervini certa provincia italiana o certe realtà rurali...sarebbe interessante. Speriamo in un futuro, chissà :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me in futuro lo farà, lui è un marchigiano, la provincia povera la conosce bene

      low tide era su mymovieslive, ora ricontrollo

      siccome commenti da poco, qualora non lo sapessi, non so se conosci la possibilità di spuntare qua sotto "inviami notifiche"

      se la spunti non devi mai più tornare a controllare, ti arriva la mail per qualsiasi commento nel dato post

      ciao!

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao