6.3.16

Recensione: "Coherence"



L'ennesimo buon prodotto sul filone paradossi temporali e/o realtà alternative e/o realtà parallele.
Il Gatto di Schrodinger formato quartiere anzichè scatola.
E, al posto del gatto, 8 uomini.
(oh, a grani linee eh, non è che ora qualcuno esperto di meccanica quantistica rompe le palle no?)

presenti spoiler "generali" e non dettagliati. Non so cosa voglia dire quello che ho appena scritto

Credo che in questi ultimi anni (ripeto, in questi ultimi anni),  il (sotto)genere dei paradossi temporali sia non solo uno dei più affascinanti ed interessanti dell'intero panorama cinematografico (che frase standard...) ma anche uno di quelli qualitativamente migliori. E' vero, forse si stenta a trovare il capolavoro, magari si stenta pure a trovare dei grandissimi film, ma è anche vero, allo stesso tempo, che i film che trattano l'argomento molto molto raramente deludono.

La cosa particolare è che molto spesso i paradossi temporali sono trattati da piccoli o piccolissimi film, raramente da grandi produzioni.
Questo perchè basano la loro forza (e pure la loro riuscita) quasi esclusivamente sul paradosso e su come questo viene gestito. Film di idee insomma, tutto il resto è quasi contorno.
Sarei tentato di sparare 6,7 titoli ma mi riservo di farlo in previsione, si sa mai, di un post ad hoc.
In ogni caso Coherence è l'ennesima dimostrazione che con questo genere si va quasi sempre sul sicuro.
(secondo me sta prefazione è scritta coi piedi ma del resto Daniel Day Lewis coi piedi, anzi, con solo uno, ce faceva de tutto).


Partiamo con i punti di forza del film.
Intanto l'unica location e i dialoghi, dialoghi che sono praticamente alla base di tutto il film. Queste impostazioni teatrali io le adoro. Non a caso Coherence sarebbe una perfetta piece secondo me. Otto amici a tavola, una cometa che passa troppo vicino alla Terra, delle strane cose che iniziano a succedere.
Che cosa ha causato quella cometa? Perchè i cellulari non funzionano? Perchè soltanto un'altra casa nel quartiere pare illuminata? Chi c'è in quella casa? Perchè Gigi D'alessio sta con la Tatangelo?
Siamo praticamente in tempo reale visto che la vicenda si svolgerà in una sola notte (e considerando l'unica location e l'assenza, o quasi, di trame secondarie siamo in perfetta gestione delle unità aristoteliche).
I dialoghi sono fitti (nei primi 20 minuti non accade veramente nulla fuori dal parlato), l'atmosfera iniziale è di festa sì, ma comunque guastata dalla presenza di una ex indesiderata. Si inizia poi ad avvertire una certa tensione (loro e noi con loro), accadono cose strane. Poi si va all'altra casa e quello che c'è dentro è sconvolgente.
Nell'altra casa ci sono loro stessi.
Cazzo.
(pff, ogni volta che c'è una cosa del genere penso a La Caverna di Saramago (e sì, certo, anche di Platone) e il cuore mi batte forte.

Risultati immagini per coherence

Una cosa mi è piaciuta un sacco, ossia il fatto che i personaggi cerchino di capire, facciano ipotesi, si pongano le stesse domande che ci poniamo noi spettatori. E lo fanno proprio a tavolino (in tutti i sensi), con calma, analizzando la situazione (come noi che, nello stesso momento, stiamo analizzando il film).
Ben presto si capisce che più di paradossi temporali stiamo parlando di realtà alternative. O forse più che di realtà alternative di realtà parallele. Ed è bello che per capire le cose si metta dentro un pò di tutto, dalla cultura pop (una ragazza cita Sliding Door) alla fisica quantistica (uno dei miei miti, il paradosso del gatto di Schrodinger).
E' come se quel gatto siano loro. Ma la scatola è molto molto grande. E le realtà vere contemporaneamente, forse, sono più di due...
Sì, ma la cosa interessante è che i personaggi di queste realtà contemporaneamente vere lo sanno, non ne sono ignari. Ed ognuno vorrebbe che la realtà vera fosse la propria. Per capirci, ci sono 10 Emily? ogni Emily pensa per sè. Le realtà si mischieranno visto che ogni volta che esci da quella casa trovi nelle vicinanze la stessa casa, ma potrebbe essere quella di una realtà diversa.
Ed ecco che qui, secondo me, potremmo trovare la magagna di Coherence.
Ma se ogni volta che arrivi in una casa diversa (visto che in ogni realtà c'è sì sempre la cena tra gli stessi amici, ma accadono cose diverse) come è possibile che le varie realtà si mischino in modo...coerente?
Ossia, se la Emily della casa 5 finisce nella casa 2 come fa ad entrare perfettamente nelle vicende e nei discorsi degli abitanti della casa 2?


Ecco, il film  in questo senso sembra reggere poco e molto spesso si fa confuso. Ma proprio il titolo potrebbe darci la soluzione. Accadono avvenimenti diversi sì, ci sono non si sa quante realtà parallele, è vero, ma in qualche modo sono quasi tutte coerenti tra loro.
Piccolissime divergenze, piccolissime diverse sfumature.
Ci sono moltissime scene interessanti, tipo quella di lui che vuole ricattare un altro sè stesso perchè, essendo appunto sè stesso, conosce ovviamente i suoi punti deboli e i suoi segreti.
Oppure la vicenda della ketamina che, volendo, può dare tutta un'altra lettura al film.
Ma in realtà il film è tutto ben scritto, ben recitato, molto ben ritmato e interessante nei dialoghi. E ha il "coraggio" di avere come base di partenza quella che in altri film magari sarebbe stato il punto di arrivo.
E' come se Coherence parlasse di 8 vite che per il 99% del tempo sono state sempre uguali ma che nel restante 1, rappresentato da quella cena, da quella notte, possono avere derive diverse.
Come una ricetta con 15 ingredienti di cui 14 sono base unica ma l'ultimo cambia ogni volta.
Non ci possono essere cambiamenti troppo significativi nel "sapore", ma comunque sempre cambiamenti restano.
E in queste piccole divergenze, ad esempio, ci può essere la grande differenza tra il sentirsi amati e il sentirsi traditi.
E allora si esce fuori di casa a guardare tutti gli universi possibili sperando di trovarne uno dove quell'amore non ha incrinature.
E se poi riesci a trovarlo non resta che entrarci dentro, passare la nottata e sperare che quello sia l'unico universo possibile, l'unico rimasto.
Questo è il desiderio più importante.
Del resto, era appena passata una cometa.

( voto 7- 7.5 )

42 commenti:

  1. Interessantissimi e affascinanti i film sui paradossi temporali, gli adoro, a tal proposito lo hai visto Predestination poi?

    Questo pare un buon prodotto, intrigantee riflessivo al punto giusto, posso avere speranze che esce in home video? Io ne dubito fortemente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rettifico: il film è uscito in DVD e Blu-Ray, lo recupererò sicuramente e ti farò sapere! :D

      Elimina
    2. Ah, infatti credevo proprio fosse uscito, per due motivi. Il primo è che l'jo visto doppiato, il secondo che da quest'anno è apparso il solito sottotitolo italiano a cazzo, fino all'anno scorso si trovava solo come Coherence ;)

      bene, fammi sapere!

      Elimina
    3. Recuperato e me lo sono goduto appieno!! Ho visto esattamente ciò che mi aspettavo! Film che ti tiene incollato allo schermo per tutta la durata, con riflessioni, ripensamenti e quel senso misto di angoscia e inspiegabile che ti avvolge. Esempio limpido di basso budget ma di film pieno di idee con una scrittura precisa e puntuale. Zero effetti speciali ma tanto acume, dipanarsi della storia e finale perfetti, di film così ne cerco e cercherò sempre (se ne hai altri da consigliarmi vai pure), peccato non ce ne siano molti e soprattutto non molti distribuiti.

      Voto: 8+

      Elimina
    4. Sto iniziando a precoccuparmi.
      Su una 50ina di film che dici aver recuperato leggendone qua ci sarà una percentuale di voti dall'8 in su tipo del 90%, ahhaah

      eh, vorrei fare una lista dei film sui paradossi temporali ;)

      ahah, se hai pazienza un giorno arriverà

      sorpresissima questo.
      E anche il tuo voto, bene!

      Elimina
    5. Bhe riparlando di voti come ti ho scritto nel post di Ben X forse quà il mio non è oggettivo, ma chi se ne frega :D tanto mi ha dato il film e altrettanto ne ho goduto e riflettuto, se poi ci metti che certi generi li adoro alla follia ecco spiegato il voto/gradimento.

      Si vero, la media dei film che recupero grazie a te è dell'otto abbondante, tutto merito tuo del saper scegliere opere impeccabili e parlarne sempre con equilibro e gusto.

      Per la lista io sono quà, attendo quanto vuoi ;)

      Elimina
    6. Sei già il secondo oggi che mi elogia per l'equilibrio.
      A me tutto pare essere che uno equilibrato, anzi, quasi sempre mi pare di esaltare le cose oltre ogni loro merito.
      Però cerco sempre, almeno, di motivare, non fare l'ultrà. Ecco, in quello l'equilibrio e un minimo di lucidità ce l'ho, per il resto...

      ma infatti, se proprio dobbiamo emttere i voti mettiamoli per quello che il film ci ha dato. E sti cazzi, ad esempio, se Sole Alto è film minore rispetto a tanti altri, a me ha dato sensazioni pazzesche e lo metto sopra.

      grazie, come sempre

      Elimina
  2. per me è stata una visione interessante, mi è piaciuto in generale ma mi sono perso parecchie volte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facile perdersi ;)

      ma forse alla fine perdersi conta nulla, il concetto del film è chiaro, poi smarrirsi fa parte del gioco

      anche se rivederlo ora che so sarebbe interessante

      Elimina
  3. Io conosco il paradosso del gatto imburrato. Quello di Schrodinger lo lascio a voi menti superiori;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se sono troppo colto o troppo poco per non aver mai sentito parlare del gatto imburrato

      ma l'o cercato ed è fantastico, ancora superiore a Schrodinger

      Elimina
    2. Rachele tommaso7 marzo 2016 23:13

      Vedi quante cose si imparano ogni giorno?

      Sul mio google + c'è un video molto carino su questo paradosso.

      Elimina
    3. Non posso vederlo credo, dovrei fare l'upgrade a google + ma l'ho fatto una volta e mi ha causato così tanti casini che ci feci anche un post..

      ma ho messo il paradosso su fb e un amico mi ha postato un video bellissimo, sarà lo stesso? (quello che creano l'elettricità col paradosso)

      Elimina
    4. Rachele Tommaso9 marzo 2016 11:07

      Siii :D questo è il mio paradosso preferito, forse perchè è l'unico che sono riuscita a capire ahahah

      Elimina
    5. Rachele Tommaso9 marzo 2016 11:08

      Almeno mi hai citato? Non vorrei dire, ma lo hai scoperto grazie a me :-P

      Elimina
    6. Ovviamente no.
      Non sei su fb quindi mi sono potuto prendere tutti gli onori senza nessuno che mi smascherasse

      Elimina
  4. Film strepitoso, sia per il budget pari a zero, sia per la riuscita finale. Mi ha messo un'angoscia terribile, tanto che non volevo abbandonare né il divano né la stanza per evitare strani incontri...
    Aspetto il post ad hoc sui paradossi temporali, hai ragione, da sempre grande soddisfazione questo genere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, sì, quel post potrei farlo anche domani ma siccome ci sono almeno due titolissimi sull'argomento che non ho ancora visto sarebbe meglio farlo dopo averli recensiti

      sì sì, è vero, ho un pò glissato sull'ottima atmosfera, inquietante

      i film di sole idee e zero budget li adoro

      Elimina
  5. Segnato, le realtà parallele mi interessano assai ^_^

    RispondiElimina
  6. In "realtà", ad essere fini, qui non si parla di realtà parallele.
    Fossero parallele non avrebbero la possibilità di intersecarsi, sarebbero avulse le une dalle altre.....Qua possiamo parlare di realtà convergenti o addirittura perpendicolari nel caso il punto d'incontro sia quella sola notte :-)
    Si ok ve lo concedo.....potete mandarmi a cagare, non mi offendo.

    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande precisazione...
      No no, il mio simpatico ammonimento iniziale era per chi avesse contestato l'attinenza del film col paradosso di Schrodinger.
      Questa tua precisazione è perfetta, anzi, anche doverosa.
      Voglio dire, parallele è l'opposto di qualcosa che si interseca, lo sanno anche i bambini.
      Quindi diciamo alternative sicuro e poi se convergenti o perpendicolari me lo dirai te dopo che hai visto il film ;)

      Elimina
    2. Del paradosso di Schrodinger ne avevamo già parlato un pò quando hai recensito Impressions of a Drowned Man... inutile ripetersi no? ;-)
      In ogni caso grazie a te Amazon si sta arricchendo in quanto tutti i film che metto ultimamente in lista, come da comprare, derivano da tue recensioni. Dovresti chiedere una percentuale hi hi

      Elimina
    3. No, non mi ricordavo la cosa, sono andato e rileggere, interessantissima discussione ;)

      ma quel film, purtroppo introvabile, ne aprirebbe tantissime...

      Giovanni, te hai fatto una battuta (forse) ma questa cosa non solo esiste ma la fanno moltissimi blog

      è una collavborazione con Amazon, te metti il badge qua e se uno acquista da loro passando da qua prendi una piccolissima percentuale, tipo 5%

      dico la verità, vorrei metterlo, non mi sembra il solito spam che snatura un blog, ma solo una componente complementare che dà pochssimo a me, davvero pochissimo, e permette a voi sia, se volete, di farmi pochi centesimi di regalo, sia di avere un link diretto (insomma, ce l'avete lo stesso, ma in alcuni casi vi ci trovate già)

      ci penso da tempo, non so come la prendereste "voi"

      Elimina
    4. Rachele Tommaso10 marzo 2016 14:35

      Ho letto causa notifica. Mettilo,che aspetti? Un mio amico ha un sito di teconologia, non frequentato come il buio in sala, e riesce a racimolare 30/40e al mese circa. Non sono tanti, ma non fanno di certo male!

      Elimina
    5. Sono solo io che mi faccio da anni scrupoli immensi.
      Solo a prendere un euro mi dà fastidio.
      Però qua in effetti voi il vostro acquisto lo fate lo stesso, e allo stesso prezzo, e se invece del 100 Amazon prende il 95 non muore ;)

      Elimina
    6. Rachele Tommaso10 marzo 2016 15:01

      Ma scrupoli di che?
      Hai già perso 7 anni di "guadagno";)

      Elimina
    7. Cazzo, dici che a quest'ora starei girando in Ferrati al posto di una Fiesta del 1992?

      che scellerato che sono

      Elimina
    8. Rachele Tommaso10 marzo 2016 15:25

      Con due sventolone in bikini che ti siedono di fianco.

      Si, m'immagino già la scena.
      Ovviamente sei un tamarro con la musica house a palla e l'incisivo d'oro.

      Insomma, o i soldi e le donne o l'eleganza e la classe.







      Elimina
    9. Tamarro zero

      musica house mai sentito un pezzo

      incisivo d'oro manco commento ;)

      nono sono d'accordo sugli o/o

      Elimina
    10. Rachele Tommaso10 marzo 2016 15:48

      Vuoi le donne, i soldi, l'eleganza e la classe? chiedi troppo! Ti devi accontentare.

      Dai, non mi smontare l'immagine.
      Il dente d'oro è un must have.

      Ok, niente musica house! Facciamo canzoni neomelodiche.

      Elimina
    11. O.k, non smonto più la tua immaginazione.
      Ma, se posso, allora preferisco tornare alla house al posto dei neomelodici.
      per il resto tranquilla, hai ragione su tutto, anche dente d'oro

      Elimina
  7. ciao
    ti seguo da tempo e adoro il tuo modo di raccontare...
    nel nostro cineforum tra amici stiamo trattando il topic "film ambientati in un unico luogo".
    Vorrei stupirli con effetti speciali e proporre questo film...mi puoi confermare che l'unita' di luogo sia perfettamente rispettata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma sta cosa è quasi paranormale...
      Sai che volevo fa io a brevissimo?
      Una delle mie solite liste, argomento film in una stanza, assurdo...

      Quindi se può farvi comodo penso che la farò a breve.

      Allora, diciamo che sì, il film è ambientato tutto in una casa (anzi, quasi tutto in salotto).
      In pochissime scene i protagonisti escono fuori ma, insomma, parliamo del cortile di casa e della strada adiacente.
      Per me l'unità di luogo c'è al 100%, se poi voi siete talebani e non volete manco un secondo fuori no ;)

      grazie Ichi!

      (e grande per il cineforum)

      Elimina
  8. Le coincidenze non esistono, saremo collegati da un flusso energetico :-)
    Io adoro questo topic, sarei curioso di leggere su quali film cadrebbe la tua scelta.
    Al prossimo incontro sarà il mio turno di proporre il film, ed ero un po' a corto di idee dato che ne abbiamo già selezionati e visionati alcuni parecchio "nascosti".
    Dunque sono io che ti ringrazio per avermi gettato questa ciambella di salvataggio, ti faro' sapere come verrà digerita dai partecipanti :-)

    complimenti ancora per il tuo blog, continua fonte di ispirazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche Faults non è affatto male...

      son curioso di sapere che film avete fatto vedere. Se con calma hai voglia di postarmeli ti ringrazio, altrimenti ti ringrazio lo stesso per i complimenti

      a presto

      Elimina
  9. Ce ne sono parecchi in effetti, questo FAULTS non lo conosco.
    Tra i piu' recenti mi vengono in mente
    BURIED,LEBANON,EXAMS,THE CUBE, SLEUTH, CARNAGE, DOBBIAMO PARLARE, VENERE IN PELLICCIA
    senza scomodare i grandi classici del passato come NODO ALLA GOLA, LA PAROLA AI GIURATI e L'ANGELO STERMINATORE...

    su molti altri, tipo DOGVILLE, si potrebbe discutere per ore
    a questo punto bramo la tua lista :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Via, sto un pò ammalato (anzi, più di un pò) ma se mi prende bene lo faccio stanotte per domattina

      4 di quelli che hai nominato li avevo segnati anche io

      ah, di "ibridi" ce ne sono centinaia. Ma uno le regole se le fa da solo, tanto chi contesta?

      Elimina
    2. Forse tecnicamente anche LOCKE potrebbe rientrare... anche se il fuori si vede dai finestrini.

      Elimina
    3. Leva il forse...

      era uno dei primi della lista

      Elimina
  10. Genialissima recensione e importantissimo film indipendente in una sola pagina web

    A me è piaciuto moltissimo questo film indipendente (così come un altro film , però sui viaggi temporali, chiamato PRIMER)

    Non mi sono perso...anzi è scorrevolissima e penso che tutta la storia della cometa sia vera ( nel film ) appunto perché (come aveva detto la protagonista nel film all' inizio era già avvenuto in Finlandia : gente che non si ricordava degli eventi)

    Fa pensare alla realtà in cui vivo ed a come le cose che vivo potrebbero cambiare se ci fosse una "sera" che mi dia la possibilità di cambiare chi mi sta intorno facendomi cambiare a mia volta ( nel caso della protagonista) in meglio

    Film sulle vite parallele c è un film carino però con influenza Hollywoodiana chiamato PREDESTINATION

    Adesso penso di vedermi TIMECRIMES , TRIANGLE , IN TRANCE,EXAM, CUBE-IL CUBO, TIME LAPSE, ANOTHER EARTH e I ORIGINS

    Qualche commento su questi ultimi film? E qualche altro film carino sui viaggi temporali.....

    P.S.: Un altro film indipendente e carino dello stesso regista di primer è UPSTREAM COLOR :-):-)

    A presto, Giacomo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, grazie mille ;)

      Pensa che Primer l'avevo praticamente iniziato 3,4 mesi fa ma era un file video che non mi soddisfaceva e allora lo tolsi.
      E volevo vederlo proprio perchè avevo in mente una lista sui film coi paradossi temporali

      lista che comprende praticamente tutti quelli che citi te ;)

      Predestination me lo stanno consigliando tutti, prima o poi arrivo

      gli altri, pensa, li ho visti tutti tranne In Trance

      non ce n'è uno sotto il 7 per me, da 7 ad 8.5
      Non tutti trattano propriamente i paradossi temporali ma in qualche modo sì, ognuno ha a che fare con "altre vite possibili", "altri tempi possibili" o "vite parallele"

      trovi volendo tutte le rece

      eh, intanto guarda questi, già sono tanti. Poi ripenso se ce ne sono altri...

      ahah

      dopo che vedrò primer mi informo anche di quello allora

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao