25.10.17

Recensione "Stolen Lives" SCRITTI DA VOI - 110 - Max

Risultati immagini per stolen lives poster

Massimiliano è il vero mistero tra i lettori del blog.
Probabilmente il più rompicoglioni che esiste.
Ma anche il più presente, quello che ti sta più attaccato.
Ma la sua schizofrenia non finisce qui.
A volte ti sembra intelligentissimo, altre pensi di essere su Scherzi a parte.
A volte sembra capirci di cinema, altre maremma maiala.
A volte ti riempie di complimenti, altre ancora ti rompe i coglioni e ti provoca.
A volte sembra normale, altre il TSO pure poco.
Sempre ci chiederemo, chi è Max?
E allora gli ho detto di scrivere una rece, almeno va dall'altra parte della barricata e sta bono

Vi è mai capitato nella vostra vita di essere scelti da un film?
Si , si avete letto bene, ho scritto scelti e non sto affatto delirando ne tantomeno sono sotto l’effetto dei miei amati funghi allucinogeni.
Pensateci solo un poco, quando voi decidete di andare a vedere un film al cinema o in streaming sul vostro televisore esprimete, mettete in atto l’intenzione di volere fare qualcosa e siete comunque voi gli artefici delle vostre azioni.
Ma a volte può succedere qualcosa che voi non avete deciso, come un film che vi “chiede” di essere visto .
Allora l’emozione che ne scaturirà dopo, se mai sarà possibile, sarà ancora più di meraviglia e soddisfazione.
Ma questo miracolo se lo vogliamo chiamare così è difficile che avvenga nel luogo che voi cinefili avete assunto a tempio e cioè la vostra sala cinematografica 
No, è più facile che capiti invece facendo zapping con la televisione.
La è più facile che succeda qualcosa .
La è più semplice che un film vi scelga, che decida di farsi vedere da voi.
E quando succede , come è successo con me, è proprio una bella cosa , è una sorpresa.
Il film che vi sceglie non ha pretese, difficilmente sarà il vostro capolavoro, forse facilmente si farà pure dimenticare nel tempo, ma resterà comunque sempre dentro voi .
Nascosto in qualche parte della vostra anima e nel momento meno prevedibile della vostra vita  verrà a bussarvi a farvi ricordare che c’è che è sempre la con voi, nella vostra memoria.
È quello che è successo con Stolen lives, il film che mi ha scelto.
L’ho visto per caso e nemmeno dall’inizio ,una sera d’estate di diversi anni fa, alla televisione, cambiando canale son capitato là, su quella scena dove un uomo si risvegliava, forse da un incubo, madido di sudore, angosciato e poi, poi basta non son più riuscito a cambiare canale.
È proprio il caso di dire, permettetemelo è capitato non me l’aspettavo.

Risultati immagini per stolen lives film


Tom ! Tom svegliati !Tom!
E tu ti alzi sudato angosciato.
L’hai sognato ancora vero? Ti chiede lei.
Lei che nei suoi occhi oramai vedi solo rassegnazione, lei che vorrebbe continuare a vivere  e vuole farlo con te ma tu non puoi  perché  tu non ti rassegni tu credi che tuo figlio scomparso otto anni fa sia ancora vivo , tu che sistemi sempre la sua cameretta , accarezzi il suo guantone da baseball e ti perdi guardando la sua foto.
Tu che ti rodi dentro perché non c’eri a proteggerlo quella volta alla festa di compleanno del suo amichetto. Nel giardino della grande casa, tu che non potevi vedere gli occhi di quel diavolo che lo  stavano osservando poi nemmeno tanto nascosti.
Tu che non potevi sapere che correre dietro a quel palloncino gli sarebbe costato così tanto .
E poi, beffa del destino, sei un dectetive e tu i casi li risolvi  o almeno cerchi ma con tuo figlio, niente, solo buchi nell’acqua  e tanta, tanta amarezza
Nessuno sembra sapere  niente di tuo figlio.
E altra beffa del destino, quegli occhi di diavolo da anni sono in carcere che arrancano pesanti come gli anni che passano.
Ti sfidano, tu hai la certezza che sappiano la verità, quegli occhi ma lui ti tiene in pugno .
Non risponde alle tue domande, scrive sempre su quel cazzo di diario ma cosa scrive poi , nessuno riesce a capire niente.
E tua moglie che ti tende la mano, perché lei che è madre certe cose le sente anche senza avere bisogno di prove.
Lei sente che non rivedrà più Tommy, lei adesso vuole solo vivere di nuovo.
Ma tu sei ancora morto dentro.
Finché un giorno arriva una telefonata.
Un tonfo al cuore, ma no ,quello scheletro di bambino che hanno trovato chiuso in una cassa seppellita li da chissà quanti anni, non è di Tommy .
Quello che hanno trovato è di un ragazzino della stessa età di Tommy  ma vissuto 58 anni prima.


Indaghi, è  il tuo mestiere, e riesci a dargli un nome a quel ragazzino, John.
John è  speciale come tutti i ragazzini lo sono, ma lui ha qualcosa di più.
Lui guarda il cielo con occhi diversi , si emoziona in maniera diversa, speciale.
Lui, il più piccolo di tre fratelli , lui che ha visto sua madre smettere di vivere, ma non ha avuto paura perché lei gli ha lasciato una lettera dove gli spiegava che si sarebbero ritrovati  un giorno in cielo.
Lui è speciale , ma si sa la gente ha paura delle persone troppo speciali e mentre i suoi fratelli sono riusciti a trovare sistemazione presso parenti, lui che nessuno lo voleva è rimasto con suo padre
Matthew un uomo rimasto solo troppo presto con  un ragazzo speciale da accudire.
Matthew che si porta sempre appresso il suo ragazzo speciale quando va a lavorare.
Che lo fa aspettare in macchina che oramai è diventata la loro casa finché non ha finito il turno.

Poi vanno mangiare qualcosa alla tavola calda .
John gioca sempre con il suo areoplanino di legno, ascolta i discorsi da grandi al bar ma non li capisce e sorride.
Non capisce le risa degli amici di suo padre o il modo in cui quella cameriera così carina lo guarda e come quegli occhi guardano suo padre.
Ma forse nemmeno tu Matthew l’ hai capito , credevi che lei se l’avessi accontentata ,tu che morivi ancora per tua moglie, lei si sarebbe presa cura del tuo ragazzo.
Hai frainteso non è nemmeno colpa sua lei voleva solo scoparti.

È quella sera che sei andato da lei , hai lasciato John in macchina con il suo areoplanino dicendogli di stare tranquillo che papà tornava presto.
E hai fatto presto come presto si consuma una scopata senza amore  ma quando sei tornato lui non c’era e nemmeno il suo aereoplanino.

Da allora non hai mai smesso di cercarlo lo vedevi dappertutto in ogni altro ragazzo che incontravi, quante domande, nessuna risposta .
E adesso Tom glielo devi a quel ragazzo speciale e a suo padre che ha speso una vita a cercarlo.
Lo devi a te stesso , lo devi  a Tommy , ora sei tu che devi trovare quelle risposte , devi trovare una tomba dove poter versare lacrime dove portare un fiore .
Perché  solo allora potrai stringere di nuovo quella mano che non ha mai smesso di cercarti, tesa verso di te e assieme a lei provare a ricominciare.
Tanto il gli occhi del diavolo sono sempre lì, non scappano.
Questo è Stolen lives o solo Stolen o Stolen-rapiti per il mercato italiano.
È una produzione indipendente americana.
Sarà passato si e no due volte al cinema e forse ancora meno in televisione 
Ma il titolo non ha poi così  tanta importanza , quell’estate l’ho visto senza neanche saperlo, tanto era il film che mi aveva scelto.
E a voi è mai capitato ?
Di essere scelti intendo.

27 commenti:

  1. ma è max alias Dottor Divago:) ?

    Pensa che a me dell'ultima uscita in sala non frega na mazza preferisco di gran lunga scoprire sti film dimenticati che se non te li consiglia nessuno o li vedi per caso o non li vedi proprio. Ho letto qualcosina della rece ma mi son fermato perchè mi aveva intrigato e non so se ci sono spoiler.
    Mi son appuntato il titolo comunque.Vedremo.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Negativo , non credo ci siano spoiler quindi ti puoi leggere la recensione fino alla fine...anche perchè al di la, del film ( che piacia o meno a te o a chiunque volesse vederlo poco importa)quello che mi interessa è sapere se qualcun'altro ha avuto la mia stessa esperienza ,cioè essere stato "scelto" o travolto da qualcosa che non si aspettava ecco...!
      O è qualcosa che è successo solo a me...l'unico eletto!
      DR.MXDVGO

      Elimina
    2. Mi fido allora.....

      Si anche a me capitò una volta con lock and stock-pazzi scatenati.
      Situazione molto simile alla tua vidi il film su italia 1 che era iniziato da qualche minuto,era notte fonda e mi dissi che dovevo vederlo per forza.
      Andai a dormire alle 5 con un gran sorriso.

      Sei in buona compagnia da sto punto di vista.

      Elimina
    3. Voglio essere sincero fino in fondo.
      Le recensioni che ho letto a proposito di Stolen non sono proprio benevoli ( non tutte almeno)...quindi non mi sento di prometterti niente.
      Nel senso che quello che piace a me non per forza deve piacere agli altri.
      A parte che se vuoi vederti il film sai bene come documentarti e scegliere di vederlo o meno.
      Chiaro che per me è un bel film e non mi ha deluso per niente.
      Poi se non è onnipresente nei palinsesti televisivi
      ci sarà sicuramente un perché...ma quanti sono i film che non passano nemmeno una volta inTv?
      O magari vengono trasmessi in sordina ed a orari impossibili.
      Credo che tanti di quelli recensiti in questo blog ne rappresentino una bella fetta!!
      Ciao

      Elimina
  2. Bella Max...io mi sentii "chiamato" all'inizio della mia passione per il cinema da un autore...ecco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma poi sei andato a vederti"La mia vita da zucchina"al cinema con tuo figlio?
      T'avevo lasciato un commento riguardo la tua intervista con la Banda Bassotti...e volevo sapere se si riusciva recuperare il DVD del loro documentario...
      Grazie , chi era l'autore che ti aveva "scelto"?
      Ciao
      Max

      Elimina
    2. Uno che ha chiamato tanti, Pasolini.
      No non l'ho portato.
      Dvd non lo so...chiedo al regista Antonio. ma puoi scaricarlo da vimeo per poco.
      Ciao!

      Elimina
    3. Bizzarro come io proprio qui sotto parli di come sia stato attratto a mia volta da un film di ispirazione pasoliniana :)

      Elimina
    4. Hai detto niente!
      A me Pasolini fa venire in mente Salo' e le 120 giornate...
      E Ragazzi di vita.
      Grazie

      Elimina
    5. Pasolini credo che sia uno proprio fuori da ogni schema...specialmente in italia...io mi sono sentito chiamato in particolare da porcile e dal vangelo.
      Antonio dice che se organizzi una proiezione ti può mandare il Dvd o il bluray sennò non può per ragioni di contratto

      Elimina
  3. Cioa Max, il film non l' ho visto, ma per quanto riguarda lo scambio di esperienze faccio outing pure io :D
    Il film in questione è Visitor Q, mi ci sono imbattuto insieme ad un mio amico, col quale ogni tanto vedevo film insieme, horror in particolare.
    Ero a casa sua e nel decidere che film vedere, mi era venuto in mente un horror particolare che avevo visto qualche tempo prima, ma di cui non ricordavo il nome (era Marebito).
    La trama la ricordavo quindi ci siamo messi alla ricerca, spulciando liste in giro per il web. E così sbuca Visitor Q, penso che avrebbe potuto essere quello giusto, visto che nel film c'era una donna proveniente da un altro mondo, quindi leggiamo un po' la trama e dico "No, decisamente no :D".
    Dopo varie ricerche infruttuose desistiamo, poi ci guardiamo e in contemporanea diciamo "Eh però quel Visitor Q pare interessante :D". E così ho scoperto Miike, di lì a poco avrei approfondito maggiormente il cinema giapponese contemporaneo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrei essere sorpreso?
      Che fosse un film giapponese me l'aspettavo...dovevi solo scrivere il titolo.
      Pensavo "Megaloman"....ahahah!
      No forte dai , ci sta ognuno c'ha il suo... se sei stato scelto ,Visitor Q aveva le sue ragioni.
      E quello che ti ha lasciato lo puoi sapere solo te...anche se da quello che capisco leggendoti mi sembra sia stato una specie di trampolino di lancio...
      Grazie ciao
      Max

      Elimina
  4. Ciao a tutti, la domanda è molto interessante e non posso fare a meno di rispondere. Il film che mi ha scelto è sicuramente VELVET GOLDMINE di Todd Haynes, sicuramente non il più bel film che io abbia visto ma senza ombra di dubbio quello che più mi ha segnata. Ai tempi ascoltavo i Placebo e una mattina ho visto che in edicola vendevano Velvet Goldimine, film nel quale recitavano i Placebo, perciò per curiosità l'ho comprato. Il film inizia con la scritta " to be played at the maximum volume", narra l'ascesa e il declino di ZIGGY STARDUST alias DAVID BOWIE, l'amicizia e l'amore con Iggy POP, lo stile Glam Rock e tanta musica...perchè di musica è fatto questo film, di una stupenda colonna sonora che a volte si trasforma in poesia.
    Ecco grazie a questo film ho conosciuto dei musicisti che con il tempo sarebbero divenuti una presenza costante nella mia vita.
    Ilaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gran bella testimonianza

      e tanti cuori per i Placebo ;)

      Elimina
    2. A Caden ...che fai ?
      Tanti cuori...che?
      Ci stai a provà con mia sorella?

      Elimina
    3. tu sorella? e che cazzo ne sapevo

      ma i cuori sono per i Placebo che, tra l'altro, sto ascoltando da stamattina appena sveglio

      pure morning ovviamente

      Elimina
  5. O.K Grazie Ilaria di avere letto la rece e commentato anche se pensavo fosse di un Horror che scrivessi.
    Comunque la domanda è d'obbligo, Velvet goldmine è un film tributo a David bowie o una specie di remake del fim che ha fatto Bowie credo fine anni settanta ,primi ottanta dove recitava la parte dell'alieno Ziggy..appunto?
    Perchè altrimenti non mi spiego come ci recitassero i Placebo ?
    I Placebo poi ...Pure morning è l'unica canzone che mi ricordo dove Brian Molko (l'ho scritto giusto?)nel video faceva spiderman e camminava sulle pareti del grattacielo o meglio ancora quando durante un esibizione a Sanremo alla fine del brano ha spaccato contro la cassa la chitarra elettrica facendosi urlare addosso dai poltronieri del pubblico e terrorizzando la Raffa nazionale che quell'anno presentava il festival.
    Ciao , speriamo di vederci stasera.

    RispondiElimina
  6. Grazie alla bellissima ed illuminante recensione di Max ho visto stolen lives...che dire erm etico e meta llico! Ora gli consiglio io dei grandi film: Wolf, nudi alla meta,e i film di Ermal mamaqi. Sogna piccola anima

    RispondiElimina
  7. Son sicuro che non l’hai visto.
    Comunque ti potevi risparmiare il commento.
    Non sono il Max dell’intellIgenza ma qua sopra ci son scritte tante stupidagini...senza offesa per i fan di Ermal Meta
    Ciao

    RispondiElimina
  8. Ciao devo chiederti un favore.
    Posso utilizzare il “logo” : Scritti da voi (2) ecc...
    Ti spiego velocemente...a settembre devo scrivere una recensione (?) ,chiamiamola così di un racconto ( che farà parte di uno speciale a tema)per il Blog di Ivano Landi.
    Lo conosci no? Mi sembra di aver letto qua e là qualche suo commento..ecco devo trovarci un titolo a quello che ho già scritto e mi piacerebbe “Scritto da voi Max ( e il titolo del racconto).
    Posso?
    Per me sarebbe un continuativo ( la mia seconda volta “ da protagonista “ in un blog.
    E poi a me suona bene....
    Non posso anticipare niente perché è una cosa che coinvolge diversi blog e Ivano mi ha chiesto il riserbo.
    Lui mi lascia libero di scegliere il titolo ( non sa ancora la mia idea , prima volevo chiedere a te se sei d’accordo)

    Se vuoi posso dirti tutto per mail.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Max, ma scherzi?

      per me puoi anche aprire stasera stessa un blog tuo e chiamarlo Il buio in sala, figurati

      sono serio eh

      cioè, mi prendono le mie recensioni e le mettono altrove a nome loro e non mi frega nulla figurati se uno usa la banalissima scritta "scritti da voi" ;)

      non mi sembra di conoscere Landi ma magari mi sbaglio

      Elimina
  9. Ma si ...il blog si chiama “cronache del sogno....ehm già non ricordo più !
    Credo sia fiorentino .
    Ha già commentato altre volte da te.
    Mi ha scritto che segue poco il tuo blog perché ha poco tempo ma lo conosce.
    Grazie mille , mi sembrava corretto chiedertelo.
    Adesso aspetto a vedere se a lui va bene...magari mi boccia la cosa ahahah!
    Grazie ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, confermo che non ricordo nè il suo nome nè quello del suo blog

      ma semplicemente non ricordo, se ha commentato ha commentato, c'è poco da fare ;)

      Elimina
  10. Va be!
    Ormai conta poco .
    È andato tutto a puttane!
    ;)
    Grazie comunque

    RispondiElimina
  11. Non ho visto il film, però capisco bene il senso di ciò che dice Max, per averlo provato io stesso con altri film o romanzi. Alludo al sentirsi "scelti", ovviamente. Ottima recensione, scritta con passione.

    RispondiElimina
  12. Bhe ...sei stato un lampo!
    Grazie di essere passato e avere letto naturalmente.
    Mi piacerebbe sapere quali sono i tuoi film o libri che ti hanno “ scelto”?
    A presto e grazie.
    Ciao

    RispondiElimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao