11.6.15

Dialogo tra un venditore di cianfrusaglie cangianti e un sorpreso avventore

"Cianfrusaglie! Ferri vecchi! Oggetti inutili ma utilissimi!! Venite, accorrete! Cianfrusaglie!"
"Buongiorno"
"Buongiorno a lei signore, caldo eh?"
"Non me lo dica, sono due ore che giro per il mercato e non ho trovato nulla, solo sudore"
"Ahah, la capisco, spero che possa trovare qualcosa di utile qui da me. Ho solo cianfrusaglie, ma il prezzo è ottimo e qualcosa, cercando cercando, si trova sempre"
"Guardi, in realtà sono passato solo per dare un'occhiata. L'ho sentita urlare, la trovo simpatica e sono venuto a vedere"
"Eh, sa, a volte solo urlando attiri l'attenzione"
"Ma lei è molto bravo sa? Quel suo "cianfrusaglie" si sentiva addirittura dall'altra parte del mercato"
"E' molto gentile signore. Ma davvero non vuol guardar meglio? Qualcosa si trova sempre"
"No guardi, a dir la verità ho anche molta fame, devo andare, magari torno sabato prossimo molto volentieri"

"Ha fame? e io non vendo cose da mangiare? guardi lei stesso, guardi che meraviglia. Queste olive pugliesi, questo pane di Altamura, questi pomodori secchi meravigliosi, li provi con quel pane. E formaggi di tutti i tipi, guardi questa ricotta stagionata, è straordinaria, vuole assaggiarne un pò? e questo pecorino l'ha provato? Guardi, posso farle anche un panino, abbiamo salumi che non troverà da nessun'altra parte, l'eccellenza, provi signore, provi"
"Mi deve scusare moltissimo ma non mi ero affatto accorto di tutto questo ben di Dio. Probabilmente parlando con lei nemmeno avevo ancora visto il suo banco. Ma perchè, mi scusi, le chiama allora cianfrusaglie?"
"Mah, solo un modo di dire, tutto quello che noi non riteniamo troppo importante è alla fine cianfrusaglia"
"Ahah, ha ragione, e pensare che io credevo di trovarmi davanti a qualche eccentrico venditore di roba vecchia trovata in soffitta. Sa, come quelli che vendono tutti quei quadri che non sai mai se hanno qualche valore o no. Di solito finisco sempre per comprarne qualcuno poi, alla fine la spesa è pochissima e magari ti ritrovi in mano un pezzo importante"
"Ma signore, io ne vendo centinaia di quadri, guardi lei stesso! Abbiamo oli, pastelli, tempere, acquerelli, abbiamo serigrafie, ne abbiamo con cornici artigianali di primo livello, abbiamo naturalisti, astrattisti, nature morte, arte povera, futuristi, impressionisti, tutti i fiamminghi, guardi, c'è di tutto, ne compri qualcuno, vedrà che rischia di ritrovarsi un gioiello in casa"
"Io davvero non capisco, nel suo banco prima c'era roba da mangiare e adesso tutti questi quadri. Mi sarò girato 10 secondi in tutto, lei mi sta facendo paura. Oppure è un trucco di magia, ahah, magari ha semplicemente una specie di strana tovaglia che copre tutto. Comunque è molto bravo sa?"
"Non la capisco signore, mi scusi, non la seguo"
"No, niente, lei fa bene a fare il suo show, io le terrò corda perchè mi diverte, lo sa? lei sarebbe capace anche di farmi apparire un banco di abbigliamento"
"Signore, io davvero non capisco, questo è un banco di abbigliamento, mi sta prendendo in giro? Guardi che meravigliosi vestiti, abbiamo seta della più pregiata, velluto morbido come il velluto, mi perdoni la battuta, maglioni delle lane più straordinarie che esistano nel pianeta, e poi scialli, cappelli, cappotti, pantaloni, abiti da sera, foulard, tutto quello che vuole. Signore, compri e provi qualcosa, come vede qui c'è tutto quello che desidera"
"Sono veramente spaventato, credo che sia uno scherzo, e davvero dei più straordinari, ma se non lo è ho paura di star sognando. Preferisco dirle che non desidero più niente, in realtà ero solo venuto a vedere il suo banco di cianfrusaglie"
"La ringrazio signore, questo povero e piccolo banco di cianfrusaglie è tutto quello che ho, nient'altro che qualche sega, bulloni, viti, martelli, scalpelli, vernici, vecchie pentole, non ho altro da offrirle signore"
"La scongiuro, mi spieghi"
"Cosa devo spiegarle signore? che i desideri a volte sono solo illusioni? lei lo sa da solo signore. Questo è solo un banco di cianfrusaglie, non è mai stato altro. Ma può trovarci una sega per tagliare il passato, uno scalpello per modellare il suo futuro e della vernice per colorarlo se vuole"
"La prego, mi dia tutto. Ma non ho una lira adesso, è questo il vero motivo per cui oggi non ho ancora comprato nulla"
"Ma signore, non serve un centesimo per quello che vendo io, è tutto gratuito. E lo è sempre stato"

19 commenti:

  1. Risposte
    1. See...

      Pensa che l'ho scritto adesso mentre facevo un sugo (bono).
      Tagliavo la cipolla e scrivevo una riga, il sedano un'altra, le carote un'altra, preparavo le costine e le salsicce un'altra, schiacciavo i pelati un'altra e così via.
      C'ho anche il pc con le macchie, ahaha

      in realtà è partito proprio dal mestolo de legno che c'avevo, ho ripensato di quando lo avevo comprato al mercato

      (solita incazzatura, nel voler scrivere tutto e subito, anche questo con più calma e tempo poteva esse lungo. Ma alla fine credo che se faccio tutte ste cose solo estemporanee il motivo è che so fa, sempre che le so fa, solo queste).

      E non commentare oltre che semo sempre sugli stessi discorsi.
      Mandame per mail quell'altra roba anzi, la tua

      Elimina
    2. Ma no che non sai fare solo queste, è che 'solo' con queste ti cimenti. E se a te basta, basta anche a noi.
      Però devi ammettere che la tua fantasia scalcia...
      E poi che c'entra dove o come l'hai scritto: un'ispirazione o una semplice intuizione mica aspetta il momento adatto ad appuntarsela (quando magari sei seduto comodo alla scrivania), ti arriva e basta. Anzi, di solito più è strano il posto in cui stai, più è bella l'intuizione. Poi sta a te, se vuoi, sederti e svilupparla.

      Non commento più, ma ti passo la roba ;)

      Elimina
    3. Ho solo una certezza, il sugo è bono.

      Tutto il resto è cianfrusaglia ;)

      Elimina
    4. Un sugo?! Cimentati con cucina d'alto livello allora, chissà che non ti venga fuori la nuova Divina Commedia! :D

      Elimina
  2. Leopardi reincarnato :) ps mi piace che il computer sia macchiato e visdsuto. anche il mio lo è, fa molto blade runner ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps, mi sonoi permesso di adottarti segnalarti qui:

      su adotta1blogger

      https://www.facebook.com/groups/1559256780995597/

      Elimina
    2. spero che la cosa ti possa riuscire gradita :)
      io sono stato adottato da Santa...

      Elimina
    3. No, ma che Balde runner, qui a Perugia tutto questo si definisce:

      broccione

      ossia uno un pò disordinato, maldestro, che si sporca e sporca facilemnte, insomma, dipende dal contesto

      ma che cosa carina....

      però il link mi rimanda solo alla pagina di iscrizione, che devo fare pr vedere di che si tratta, iscrivermi?

      (lo so, è una cavolata, ma questi tuoi messaggi mi dimostrano la tua , peraltro già conosciuta, apertura mentale. Ho parlato di sugo, salsicce e quant'altro, per quanto ti possa dare fastidio hai dimostrato che si può andare al di là)

      Elimina
  3. Ripeto: devi pubblicare un libro.

    Racconto meraviglioso, una sorta di favola. Complimenti.

    RispondiElimina
  4. Molto suggestivo Giuseppe, bravo come sempre :) Il migliore complimento che posso farti è diriti che mentre leggevo avevo la sensazione di avere davanti l'opera di qualche grande autore tipo Pirandello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma questo non è un complimento, è roba da vivere di rendita per un anno.
      Meno male che so che hai detto semplicemente na cazzata da amico.

      Oh, caro, ma mica un sugo così alla carlona eh...
      Uno di quelli vecchio stampo, da nonna, con mille cose dentro e 3,4 ore di bollitura.
      Mangiato con gli gnocchi freschi-
      Alla faccia tua ;)

      (ma la battuta è splendida)

      Elimina
  5. .......................ecco.....questo si che mi ha davvero commosso....................
    sono restata un pò a guardare lo schermo pensando ad un sacco di cose.....ho sentito un gran peso addosso poi ho fatto un gran respirone ed ora vado avanti.

    La tua testa è piena di un gran bel mucchio di cianfrusaglie.


    Spiegami un pò 'sto sugo.....ma te oltre alla salsiccia ci metti le costine ????? cazzo ma non è un sugo è un secondo coi fiocchi col quale poi c'hai condito gli gnocchi....esagerato !!!!!

    Un saluto dalla Dolly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dolly...

      Già, in testa ho una soffitta di cose senza senso, di quelle che poi giù in casa non porti mai :)

      oh, ascolta

      fai un soffritto con carote, cipolle e sedano, ma un bel soffritto eh, non solo un fondino (quando fai sti sughi si fanno abbondanti)
      se ce l'hai usa il mini pimer, ti verrà una purea arancione molto accattivante, ed eviterai pezzettoni

      lo fai sudare
      poi metti le costine e le fai rosolare
      una volta rosolate metti il pezzo di manzo (o maiale) ma uno di quei pezzi anche grassi, che resistano senza indurirsi ad ore di cottura, non un bel pezzo magro
      rosolato anche quello metti le salsicce che, sarebbe stato meglio far lessare in acqua bollente prima

      poi aggiungi i pelati (non altro) e poi il concentrato di pomodoro che insaporirà ancora più e darà colore

      e poi vai con circa 3 ore di cottura, il sugo acquisirà un colore splendido e la carne, specie le costine, saranno così morbide che nemmeno dovrai masticarle

      durante puoi aggiungere erbe, che so, il timo, o comuqnue quelle che vuoi
      e ovviamente se il sugo si rapprende troppo ogni tanto butti acqua bollente
      ah, il coperchio eh, senza evapora tutto dopo mezz'ora

      poi o gnocchi o pappardelle o polenta

      vai con Dio

      Elimina
  6. LE COSTINE SONO LE COSTICINE?
    TI VIENE UN PIATTO UNICO con quella ricetta?
    Ma il pezzo di manzo o maiale è indispensabile?
    Si può farne a meno?

    RispondiElimina
  7. O stai parlando di costine di agnello?

    RispondiElimina
  8. Non puoi tagliare il passato .
    Le radici ,il tuo storico non te lo può togliere nessuno.
    Per il resto sembra che tu voglia incitare all'autostima chi legge il tuo racconto.
    Bravo , si potrebbe anche intendere come una specie di tutorial sul come ritrovare la fiducia in se stessi!
    Ciao
    Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le costine sono le costine, è italiano.
      Poi in base alla regione si possono chiamare anche diversamente, vedi da noi costolette o da te, a quanto pare, costicine

      Beh, un sugo completo è un sugo completo. Poi puoi farlo anche solo di salsicce, costine o spezzatino, ma quello completo da noi è così

      autostima e forza di guardare avanti, ripartire e fare qualcosa per star meglio

      anzichè rimanere ancorato su qualcosa che fa male del passato

      grazie ;)

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao