24.7.16

Recensione: Twilight


Una penitenza
So che probabilmente quasi tutti voi ve ne eravate dimenticati ma io, ahimè, sono una persona seria.
E avevo una penitenza da fare.
Per colpa del maledetto Kaspar Hauser di Manuli l'anno scorso non sono riuscito ad adempiere alla mia promessa (e st'anno se mette pure peggio... e c'è Moccia!!!!), ovvero vedere tutti i 15 film che mi ero prefissato di vedere. La penitenza era vedermi Twilight.
L'ho fatto, lo dovevo fare.
E per dimostrarvi quanto sono serio, quanto abbia mantenuto al 100% la promessa di penitenza, vi invito a farmi tutte le domande che volete, anche su una minima scena. Purtroppo riuscirò a rispondervi.
Nel cinema, cosiccome nella vita (impossibile) bisognerebbe eliminare tutti i pregiudizi, ovvero i giudizi dati prima di vedere, vivere, conoscere una cosa.
Io, lo ammetto, ho sempre visto Twilight come una specie di kriptonite per me, magari non ai livelli dei film "ballerini" (Step Up et similia), magari non ai livelli dei film coi cani che parlano, magari non ai livelli dei film in costume, magari non ai livelli dei film de Moccia, magari non ai livelli dei film de macchine che vanno veloci e gente che se spistola, ecco, però, insomma, credevo che Twilight fosse veramente una roba invedibile per me.
Questo era il mio pregiudizio, lo devo ammettere.
Invece, incredibilmente, il pregiudizio era giusto.
Sì, mi aspettavo di vedere uno stronzo in fondo al water e, guardando bene, sì, lo stronzo c'era.
Ma sapete quanto io sia obbiettivo, quindi andiamo avanti, perchè non tutto è da buttare.
La prima mezz'ora è stata per me al limite dell'insostenibile.
Regazzini da college simpatici come improvvise emorroidi mentre sei a teatro sulla fila centrale nei posti centrali, musiche da omicidio, dialoghi scritti da un centipede con 100 matite contemporaneamente, la scena dell'arrivo dei Cullen alla mensa quasi da sospensione dell'incredulità dei film del terrore per quanto finta, assurda, costruita ed imbarazzante, e la Bella che dopo 30 secondi che l'ha visto fissa il vampirello in un modo talmente insistente da giustificazione di stupro, e i loro dialoghi mentre guardano le piastrine, e le loro piastrine mentre guardano i dialoghi (mi metto in pari col film), e il fastidio di vedere tutti quelli con quella faccia bianca senza che nessuno gli dica "Cazzo! ma hai una faccia bianca come la carta igienica! ma come cazzo è possibile?, e la voce fuori campo di lei che pare quella dei film di Italia 1 delle 14.25 (che alle 17.15 già sono meglio), e quel giapponese che faresti fori anche senza Pearl Harbor, e quell'americano biondino che faresti fori anche senza Hiroshima, e quel flashback fatto coi piedi per quanto finto, e lei che guarda il pc e scopre PER CASO vita morte e miracolo de tutte le specie de mostri esistenti, e loro che non possono sta alla luce del sole ma alla fine sono sempre in giro de giorno (che le nuvole mica se spostano negli Usa, no no), e lui che la porta in cima alla montagna in carriola più veloce de Lauda, e la partita de baseball talmente trash da fa rimpiange Shaolin Soccer.
Ma il mio problema è stato un altro.
Il mio problema è che dopo 5 minuti de film a casa de Bella (ah, me ricordo la polemica sul fatto che Bella fosse interpretata dalla Stewart, troppo brutta per i fan. Ma si sa, i canoni de bellezza dei giovani d'oggi sono figli del velinismo de Striscia la notizia, lei è bellissima), dicevo il mio problema è che dopo 5 minuti a casa de Bella e del su babbo se presentano quei due indiani.
Il figlio ha dei capelli improbabili (credo che sia quello che nei twilight successivi c'aveva i capelli corti e fece impazzire le regazzine dell'epoca), il babbo è in carrozzina.
E, oh, scusate, io appena ho visto l'indiano in carrozzina ho pensato a Toro Seduto e niente, per mezz'ora me rideva il cervello e non riuscivo a sta attento.
Ma poi, in tutto questo disastro, in tutti questi elementi antigiuseppe succede un miracolo che nemmeno se Toro Seduto se alzava in piedi era pari.
Il film MIGLIORA.
E migliora talmente tanto che l'ultima mezz'ora SE PO' VEDE'.
C'è buon ritmo, c'è, finalmente un buon personaggio (il vampiro cacciatore. Ma anche qui, sta caccia è alla base de tutto il secondo tempo del film. MA PERCHE??? perchè con 50 milioni de persone questo vole magnà a lei? perchè non ne magna altre 200 comode invece de girà l'america alla caccia de questa? perlopiù una protetta dagli altri vampiri?)
C'è la cosa dei cappelli de laurea veramente molto carina.
E c'è un bel rapporto col padre, scritto benino.
E c'è la Stewart che riesce a sembrare veramente una ragazza innamoratissima.
E l'amore mica è facile dimostrallo al cinema.
Ma tanto è Twilight, va presa in giro, per forza.
E, insomma, niente, alla fine ho visto di peggio.
Ci sono anche i sequel.
Estiqaatsi!
pensa che difficilmente li vedrò

E il Grande Capo Indiano Estiqaatsi ha sempre ragione.
Mica è Toro Seduto

( voto 5 )

17 commenti:

  1. Pierluigi Tronchetti24 luglio 2016 19:03

    Due le mie fortune: 1 non prometto mai ciò che non potrei mantenere 2 nessuno mi obbliga a fare promesse...che non potrei mantenere!
    "Regole" scimmiottate alla Fight club a parte, credo che in certi casi, solo in certi casi, il pregiudizio sia quel piccolissimo insieme di circostanze che, facendoti tardare quei miseri secondi, ti impediscono di prendere quell'aereo che poi sarebbe precipitato(e dai con Lost!!). Non vedrò mai Twilight e similari ,amo troppo il cinema per boicottarlo con del non-cinema. Oltre ad avermi fatto morì dal ridere, ti conferisco anche il Premio Coraggio 2016. Per vedere certa roba ce ne vuole davvero tanto;)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah, ma io la promessa la faccio solo per me

      perchè ho una marea di film che voglio vedere che rimando mesi, anni

      e allora co sto metodo almeno 15 mi impegno a vederli in un anno. E fatico lo stesso...

      cioè, per te il pregiudizio è simile alla premonizione?

      interessate

      ahah, se so stato coraggioso con questo con Moccia merito la legion d'onore

      ma spero di non averne occasione

      ciao!

      Elimina
  2. Sei sopravvissuto a questo, ma non è niente in confronto a Moccia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non c'è paragone

      ho paura, giuro

      te dirai "allora perchè non ti vedi tutti quei film?"

      ma io i film che voglio vedere non li vedo. E quelli che voglio vedere DI PIU' non li vedo veramente mai, fatico sempre a torvare la sera giusta

      ma ce la devo fa per forza, Moccia davero no

      Elimina
  3. Estiqaatsi di questo film! pensa che è ingiustamente massacrato dai nerddemmerda per i quali i capolavori sono i film e i libri di Harry Potter e perché Kristen Stewart non sa recitare (ed Emma Watson è Anna Magnani, invece).
    Per la cronaca, gli misi il tuo stesso voto.
    E i seguiti, tranne gli ultimi due perché non li ho visti (ma lo farò) fanno cagare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me la Stewart piace molto, sia fisicamente che come attrice. Ho visto pochissimo ma, insomma, l'hanno massacrata tanto per, chiunque avesse fatto quella parte era segnata in partenza

      non credo vedrò i successivi ma dai, pensavo peggio

      e io sarò sempre onesto con me stesso e, di conseguenza, con chi legge

      non ho bisogno di patenti da mostrare

      ciao!

      Elimina
    2. D'accordissimo sulla Stewart. Era brava nel film di Assayas e in Still Alice e dovrebbe essere la protagonista dell'ultimo di Woody Allen. Mica cacchi.
      Atteggiamento che ti fa onore, fossero tutti così...

      Elimina
    3. e c'ha solo 26 anni...

      lo ripeto, come scrivo e giudico le cose deriva solo da una cosa tra me e me. Tanti non scrivono le cose che pensano ma quelle che conviene più pensare

      ma li riconosci subito, con me hanno vita cortissima. Se poi li becchi dal vivo bastano 5 minuti a farli fuori ;)

      Elimina
  4. :-D a me non era dispiaciuto il primo, tutto sommato aveva una bella fotografia.
    Diciamo che ha tutti i cliché tipici della storia d'amore da feuilleton (l'amore apparentemente impossibile che però è più forte di tutto ecc..)e che è molto rassicurante per l'immaginario tipicamente statunitense (lui è un gentiluomo, fanno sesso solo dopo essersi sposati ecc..). Insomma, come contenuto una merda, però gioca bene con il cliché del vampiro che da sempre, come archetipo, si porta dietro una carica di erotismo non indifferente legato ad altrettanti archetipi come amore morte ecc..).
    Insomma, l'autrice della trilogia non è una stupida, ecco.
    I sequel sono inguardabili (sì, li ho visti, tranne gli ultimi due dell'ultimo libro della trilogia perché, come te, non voglio mai avere pregiudizi e prima di giudicare voglio vedere).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao rita!

      guarda, l'ho scritto anche in fondo alla rece, secondo me sta cosa dell'amore di lei più forte di tutto funziona, sta ragazza che lo guarda con quegli occhi spersi e anche contro ogni ostacolo gli giura amore risulta credibile (ripeto, per me lei è un'attrice, non una messa là a caso)

      ah, fanno sesso?

      no perchè sul primo in due ore manco un bacio se riescono a dà, tanto che pensavo che i vampirelli fossero bianchicci proprio per quello, per fare troppo da soli, ecco (no, a parte gli scherzi ci sono tipo 5 coppie nel film e nessuna fa nulla)

      l'autrice non so se sia brava o no ma è riuscita a giocare con gli archetipi e l'ha mischiati in un college movie adolescenziale. Quindi ha vinto, possiamo solo invidiarla

      insomma hai la stessa carriera identica di Revolver qua sopra

      piaciucchiato il primo
      brutti i sequel
      non visti gli ultimi due

      credo che io mi fermerò qua, ho troppi film da vedere per dare una chance a questa saga ;)

      però dai, piaciuto per niente ma mi aspettavo anche peggio ;)

      Elimina
  5. Muoro. Aspetto le recensioni dei sequel e per il resto...complimenti per l'impegno e la passione profusi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aahha, mi stai proponendo i sequel?

      oddio, proposta indecentissima!

      ma grazie mille

      Elimina
  6. Qui hai tirato fuori delle battute da antologia, mi complimento! XD
    Alla fine "Twilight", pur restando robetta, non è nemmeno tutto il male che dicono in molti. L'ultimo film (la morosa mi costrinse a vederli tutti) mi piacque più dell'ultimo Harry Potter, per dire...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, infatti, credo che il mio voto, per uno spettatore medio appassionato di cinema, sia quello giusto.
      Poi a chi piacciono ste cose o a chi è molto più giovane può piacere anche da morire, figurati, mai preso in giro nessuno ;)

      ahaha, grazie!

      in realtà il "vero" Giuseppe è quello che prova a fa ride, la parte seria viene fori solo per colpa dei film che vedo. Che non fanno ride na sega

      Elimina
  7. Mitica citazione a shaolin soccer;)

    RispondiElimina
  8. Non potrei mai ! Sono troppo legato a shaolin soccer per poter subire questo ;)

    RispondiElimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao