30.8.16

Storie Feisbucchiane - 5 - (giugno - luglio)

Risultati immagini per bestemmiare

Ed eccoci arrivati al solito bruttissimo appuntamento dove raccolgo tutto il peggio del mio faccialibro.


TRUMP E TRAMP



Sono curioso di conoscere il parere dei miei contatti, sempre se ce ne sono, omofobi e razzisti sulla terribile strage di Orlando. Omofobi E razzisti, ripeto, perchè per i primi sarà stata quasi una festa, per i secondi lo stesso.
Ma quelli ambidestri come la pensano?
E' il giorno più bello della loro vita, parteggiano per uno dei due aspetti oppure si trovano in difficoltà?
Si gode più dei 50 morti o della conferma che gli immigrati ce fanno fori tutti?
Tra l'altro ieri leggevo nella bacheca di uno "Trump" scritto "Tramp".
Errore probabilmente diffuso nel sottobosco dei cervelli italiani.
Però, ecco, è un errore particolare perchè mi ha fatto ripensare a quando, agli inizi del 900, l'America aveva il suo Tramp.
E anche lui parlava di lavoro, sociale, politica.
Toh, era pure un immigrato, pensa te.
Ma raccontava tutto questo in un modo così dolce ed umano che Trump, quello con la u, probabilmente non è mai stato nemmeno quando, rubicondo e strillante, è venuto al mondo.
Resterà sempre lui il mio Tramp americano, il mio vagabondo.





FALCETTIAMOLA



Oggi, ahimè, in radio ho sentito un'altra puntata di Sotto Inchiesta della Falcetti.
Non c'è niente, niente, niente, di più insopportabile da trovare in radio.
In confronto sentirsi due ore di Radio Maria dà sollievo.

La Falcetti è una Nientologa, ovvero una che parla di tutto senza capirci una fava su niente.
Ma fosse solo quello...
La sua trasmissione sono solo !!!!!!!! continui
Ritorniamo!
Sotto Inchiesta!
Appalti pubblici!
Non ce lo dicono!
Noi lo diciamo!
La Verità!
Un colpo che non t'ammazza!


Vi prego, sentitela.
Si crede Dio in terra, urla cose che definire populiste è dir poco, fa finta di essere umile mentre invece ci tiene continuamente a far sapere i
complimenti!
che!
gli!
fanno!
Non fa parlare la gente, abbassa il tono di voce per poi piazzare a tradimento il !
Non capisce un cazzo di società, politica, leggi e cronaca ma sputa!
le!
sue!
verità!
sempre!
Quanto si fratturano i miei coglioni quando la sento non potete capirlo
Allora perchè la senti?
Perchè io son troppo buono, non mi incazzo mai, la Falcetti mi fa sentire vivo dio caro!
Spengo la radio e vedo una signora di 60 anni che si specchia sulle vetrine di un negozio. Mette a posto il vestito, i capelli, si mette di profilo.
Poi soddisfatta, riparte.
Ma dopo 3 metri c'è una nuova vetrina, si specchia, mette a posto il vestito, i capelli, si mette di profilo.
Poi apparentemente soddisfatta riparte.
Ma, vi giuro, c'è una terza vetrina, l'ultima prima della svolta che la porterà sulla strada principale.
Si specchia, mette a posti i capelli, i, vestito, si mette di profilo.
Poi riparte, gira l'angolo e non la vedo più.
Pensavo che questa scena mi avrebbe fatto incazzare da morire.
E invece, che buffo, ho trovato questa signora deliziosa, quasi commovente nel suo bisogno di sentirsi a posto.
Rido solo in macchina.
Riaccendo la radio.
"Sono i nostri soldi" urla la Falcetti
spengo la radio come un 16enne beccato dalla madre su YouPorn
parto in quarta
Incrocio lo sguardo di un signore.
Avrà pensato, vedendomi in volto, che quella macchina la guidasse un demone
è la Falcetti mio caro signore, è la Falcetti!!!!

BUONA TELEVISIONE (E PESSIMA TELEVISIONE)
Canale 118 di Sky.
Crime and investigation.
Il miglior canale italiano per la cronaca nera.
Ecco, c'è una trasmissione, Delitti, veramente formidabile.

Tutti i casi più importanti degli ultimi 40 anni di cronaca nera italiana ricostruiti e raccontati in maniera impeccabile.
Filmati d'epoca, giornali d'epoca, cronologia degli eventi ricostruita perfettamente, pochissima retorica, messinscena suggestiva.
Il mostro di Foligno, l'Olgiata, Via Poma, Novi Ligure, Cogne, Erba, le Bestie di Satana, Il Circeo, Marta Russo e tanti altri.
Il documentario definitivo per ricostruire ognuna di queste vicende. Un viaggio attraverso i crimini più efferati compiuti nel nostro paese che, in alcuni episodi, sfiora davvero la perfezione televisiva.
Peccato li abbia cancellati dal mysky dopo averli visti, c'erano delle perle dentro.
Invece un programma molto più pompato e molto simile nei contenuti, Profondo Nero di Lucarelli si è rivelato per me una delusione tremenda. Lui è sempre bravissimo, preciso, colto, molto professionale. Ma la trasmissione è piena di attori che "interpretano" i protagonisti delle vicende. Ma non si limitano ad essere, appunto, attori di ricostruzioni dei fatti (quelli ci sono anche in Delitti) ma parlano, parlano, parlano. Si dà voce ai morti attraverso loro, dicono frasi dell'epoca, recitano tutto.
Francamente insopportabile.
Nella cronaca nera non c'è niente di più funzionale, interessante e, ahimè, "bello" che la stessa nuda cronaca nera.
Le fiction lasciamole alle fiction, grazie.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Sto vedendo una puntata di Forum.
Non scherzo, ha sceneggiature, turning point, caratterizzazione dei personaggi e recitazioni migliori del 90% dei film che arrivano in sala.
Peccato per la presenza di quei lesionati del pubblico in sala, mi tolgono il senso di finzione e mi rovinano il film

UN'AZZARDATA ANALISI PSICOLOGICA SPORTIVA POST RIGORE PELLE'
Non ho mai preso una mazza da golf in mano. 
Purtroppo è uno sport che non può prescindere da ore e ore di lezione e da luoghi specifici dove farlo.
Insomma, non è il tennis che già ci giochicchi dopo 3 giorni, il calcio che lo puoi giocare a prescindere o altri sport che puoi fare per pura forma fisica, specie quelli senza "attrezzo".
Il golf, tra soldi, abnegazione e "comodità" (nel senso detto prima) è purtroppo uno sport per pochi.

Non è un caso che in tutte le nazioni più povere non possa venire fuori nessun golfista (emblematica la situazione dell'Africa dove se in tutti i suoi stati non c'è praticamente alcun golfista professionista, in Sud Africa, l'Africa dei "bianchi", ce ne sono talmente tanti da farne una delle scuole leader al mondo).
Però, forse l'avrete capito, anche se non ho mai preso una mazza da golf in mano nè, addirittura, visto mai dal vivo un campo da golf, seguo questo sport in modo maniacale.
Ecco, nel golf è importantissimo che ogni golfista mantenga sempre la stessa "routine".
Ossia che prima di tirare il colpo compia sempre gli stessi gesti, negli stessi tempi, allo stesso modo.
Ci possono essere routine più o meno lunghe, molto diverse tra loro, ma è importante che ognuno mantenga la sua.
Perchè quando questa viene cambiata, quando il golfista PENSA troppo, quando compie un gesto troppe volte (che so, guarda la linea del putt 5 volte invece delle 3 che fa di solito), quando allunga i suoi tempi (o li restringe) molte volte sbaglia il colpo.
Ecco, 30 righe per arrivare ad un punto.
I rigori sbagliati malamente da Zaza e Pellè (non mi riferisco a TUTTI i rigori sbagliati, perchè sbagliarli fa parte del gioco) hanno la stessa matrice.
Il rigore è un gesto di routine, quasi meccanico, un gesto che più lo "pratichi" più lo compi perfettamente.
E' un gesto a gioco fermo (come il colpo del golf o, ad esempio, il tiro libero del basket), un gesto unico e alieno nel calcio.
Non bisogna pensare, bisogna tirarlo. Nello stesso modo in cui lo si tira sempre in allenamento o nelle altre partite, stessa rincorsa, stessa tecnica, stessa psicologia, stessa routine.
Zaza e Pellè hanno cambiato routine, hanno messo "sè stessi" , la loro emotività, arroganza, personalità o debolezza dentro un gesto che meno rendi "umano" più risulterà efficace.
Forse leggere questo vi risulterà esagerato.
Ma, vi assicuro, è così. Poi il calcio di rigore lo puoi segnare sempre, anche colpendo a malapena la palla.
Ma più metti te stesso dentro quel gesto, più pensi, più consideri il contesto, più cambi, più sbagli

AD UN VECCHIO AMICO CHE SE NE STAVA ANDANDO
Me lo ripetevi da tantissimo tempo ormai.
"Giusè, so troppo vecchio, lasciami perdere, è stata un'amicizia bellissima ma adesso lasciami perdere, non voglio che mi vedi in questo stato".
Ma a me non è mai fregato nulla, per me non sei mai stato vecchio, non sei mai stato un peso.
E non potevo lasciar perdere, non posso nemmeno adesso, un amico che mi è stato così tanto vicino.

Uno con cui ho sfogato dei miei grandissimi dolori, uno che mi ha raccontato, con mille voci diverse, i suoi.
Uno con cui ho dormito così tante volte insieme.
E niente, la gente mi chiedeva come facevo a starti ancora vicino, come faccio tutt'ora a farlo.
Mi hai confidato più volte come ti senti, novello Tommy Lee Jones, uno che non si sente più parte di questo mondo, uno che ha capito che questo qua non è più un paese per vecchi.
Sei stato ferito, sei caduto più volte a terra, due volte hai rischiato persino di annegare. Ho creduto di perderti così tante volte e invece tu, uno dei più forti della tua generazione che io abbia mai conosciuto, ti sei sempre ripreso. E poi, divertito, mi cantavi quella tua canzoncina, il tuo modo per dirmi "Giusè, sto bene, sono ancora qua".
Stavolta stai veramente male, stavolta sono io stesso a non crederci più tanto. Ma no, non ti lascio perdere, starò qua fino all'ultimo secondo.
Non ti funziona più la testa (il tasto 2), il cuore (il tasto 5) e le gambe (il tasto 8).
Da due giorni fai fatica a parlarmi, non riesci più a scrivermi, al massimo puoi solo ascoltarmi.
Ma io credo ancora in te.
Forse, mio vecchio e amato Nokia, il nostro tempo insieme non è ancora finito.
E che ridano gli altri.
Che ridano.

LE CONSEGUENZE DELLE MORE

IL BESTEMMIATORE

sto parlando in un locale con un ragazzo ubriaco.
Tra le molteplici perle che ha tirato fuori, tutte intervallate da decine di bestemmie, c'è questa che non ho capito.
parlando di un suo amico grosso e violentissimo:
"Quisto non è che meneva, menava, capito? Non meneva, menava"
chiedo ai miei amici linguisti umbri la differenza tra meneva e menava, lui non me l'ha saputa spiegare.
tra l'altro sto scrivendo davanti a lui mentre ancora mi guarda
bestemmiando
____________________________________________________________________________-
Ci ho giocato ora a Ping pong.
ogni colpo che sbagliava una bestemmia diversa
quindi 21 bestemmie, tutte in 5 minuti
poi ha lanciato la racchetta e mentre io giocavo con mio fratello ci si è messo vicino e ha detto almeno, almeno, almeno settantadue bestemmie senza mai respirare
tra le altre
lei
spettro
sequestrata dai neri
esplosa
incatenata
posseduta da pupazzi
che non regge il gioco
che non regge l'alcol
invalida
satana
svinazzata
implorata
panca rotta
satanista con i bambini di satana
lapidata dai sassi roventi del demonio
reegan
lui
olivo
ultima cena andata a male
inutile
saturno esploso
marte inutile
acqua sporca
nullafacente
tavolone
corrotto dai frati
canna
metadone
fatto in alfabeto
bambino bestemmiato
incolto
murello
pane e prosciutto
sbreccino
corrotto sul km lanciato
mi scuso ma non me ne ricordo altre
e mi scuso se ho urtato la sensibilità di qualcuno
il mio, al solito, è solo studio antropologico

IL CANE DI CADEN

COSE FASTIDIOSE
Niente su, c'ho riprovato, vedè Profondo Nero de Lucarelli è istigazione all'omicidio che funziona meglio de un corso de reclutamento isisiano in una moschea dismessa.
Cioè, tra vedè questo, sentì un pezzo de Gigi D'alessio, chiappà alla radio L'italia sotto inchiesta della Falcetti, vedè mette le patatine fritte sulla pizza, vedè la gente cogli occhiali da sole de sera, vedè la gente che parla pe strada cogli auricolari e gesticola, sentì parlà Travaglio, legge i post de quelli dell'Inter contro la Juve, mette il parmigiano nell'amatriciana, sentì che Moccia è regista e trovasse davanti uno che fa il gesto delle virgolette con le mani, ecco, tra tutte ste cose potrebbe anche esse la peggio questa de Profondo Nero
in compenso il mio Nokia è ripartito di nuovo, pigliatevela nel...
cioè, è messo peggio de quello de E Johnny prese il fucile ma regge ancora

POKEMON GO
Tira fuori il cellulare mentre fa l'amore con la moglie.
E vede un pokemon nell'armadio semiaperto.
Interrompe l'amplesso e corre a catturarlo.
Non era un pokemon, era un nano.
Ancora nudo

L'INPS, PERUGIA E I MASSACRI IN FRANCIA
true story (storia vera per chi non mastica le lingue)
Perugia, Inps, 12.21, dialogo tra due quarantenni (vicini ai 65 enni col colletto alzato di cui sotto)

"Ma l'hai visto dio caro?"
"No dio caro, che?
"Quel prete c'hanno sgozzeto, 'n l'hai visto?"
"Ah, ma quillo de ieri? sì dio caro, e 'n l'ho visto pensi?"
"Ma hai visto che lavoro dio caro, l'honno sgozzeto sull'altare"
"E erano anche du fregni quei du dilinguenti dio caro"
"Sì dio caro, uno c'aveva l'età del mi figlio, te rendi conto?"
"Tra 'n pò verronno anche qui a Perugia, te l' dichio"
"No no, prima vonno a Roma, garantito al limone"
"Ma te rendi conto se vonno a Roma che casino che succede dio caro?"
"Dio caro..."
IL NUMERO E71 E' SERVITO ALLO SPORTELLO NUMERO 5
"E' 'l mio, ce se vede toro"
"Speriamo no di qui però, ahah"

UNA FAMIGLIA NORMALE
da sinistra: il mi babbo, ieio e io

7 commenti:

  1. Pronti per essere scritturati per Inland Empire 2 ?!? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora allestisco l'appartamentino per Rabbits 2

      Elimina
  2. JOSE <3
    la mia prima cotta è stata per un ragazzo brasiliano che si chiamava così.

    Ma Lisa che cos'ha in bocca?????

    FREGNI <3
    Ecco la parola che volevo sentirti dire più di qualsiasi altra cosa.
    Ma che vuol dire?

    T'hanno dato la maschera del più furbo, eh!
    Ahahah, fantastici!!!

    La foto delle bruschette dove l'hai presa?

    Sul cellulare sorvolo.
    So sad

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lui però è portoghese, ci tiene

      il clarinetto!

      i fregni sono i ragazzetti de perugia, i giovanissimi

      mamma mia, quoziente intellettivo meno 100 quella maschera

      l'ho fatte io, lascia perde

      ora comincia una nuova vecchia era del nuovo Nokia. Spero almeno 4 anni, obiettivo 2020 senza smart

      Elimina
    2. Ahaha
      Ma perchè pensavo fosse altro? Ora ho visto i buchi disegnati.

      Ah pensavo fosse l'equivalente umbro di fregn-a
      (No, vabbè, troppi richiami sessuali ci vedo in questo post, ahahah)

      No, eravate toghissimi!!!

      Ok, sulla bruschetta ci credo visto che sei un bravo cuoco da quel che dici, ma anche la foto è stata fatta da te? Guarda che sembra una di quelle che si trovano sui blog di cucina. C'hai occhio per la fotografia!!!

      Ma dove li trovi sti telefoni? Ancora si vendono?

      Elimina
    3. no, la foto l'ho presa, lo ammetto...

      il telefono me lo sono ritrovato in tasca al raduno, regalato da Roberto. 1 ora prima che si rompesse l'altro, incredibile

      credo che molti di voi hanno questi vecchi nokia a casa, non li buttate, teneteli per me

      Elimina
    4. Sgamato!!!

      Mai avuto un nokia, se volessi cambiare con un samsung, un giorno di questi, fai un fischio

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao