10.12.17

Recensione: "1922" --- Original Netflix - 1 -

Risultati immagini per 1922 poster

Non è una nuova rubrica ma ho pensato comunque di raccogliere tutti i film originali Netflix insieme.

Piacevolmente sorpreso.
1922 è un thriller rurale con venature horror che ha il grande pregio di far prevalere la parte psicologica e "sommersa" su quella visiva e spettacolare.
Un adattamento da Stephen King che sembra ricordare però più Poe che il Re dell'Horror.
Tra omicidi di comodo, sensi di colpa, topi, fantasmi, figli segnati dal dolore, pazzia e solitudine un bel titolo che, per quel che cerca, fa benissimo il suo lavoro


Ma siamo sicuri che 1922 sia tratto da Stephen King e non da Edgar Alla Poe?
O.k, sì, siamo sicuri.
Ma non posso non pensare che il grande scrittore americano non si sia largamente ispirato all'ancora più grande scrittore della prima metà dell' 800.
C'è veramente tutto di Poe, il racconto in prima persona, le ossessioni, i sensi di colpa (cos'è 1922 se non un cuore rivelatore moltiplicato per 10 ?), i topi, i corpi dell'amata che ritornano, la tremenda base psicologica, i luoghi chiusi, la pazzia sempre crescente.
Un horror intimo, poeiano appunto, davvero convincente.
Non avrei mai pensato che l'ennesimo adattamento di un racconto di King, perlopiù realizzato appositamente per Netflix, avesse potuto portare ad un risultato così buono.
Niente da strapparsi i capelli, intendiamoci, ma un prodotto onesto che ha un grandissimo pregio, privilegiare l'aspetto psicologico a tutto il resto.
E in epoche di adattamenti grossolani e maldestramente spettacolari c'è da fare un applauso.

Risultati immagini per 1922 film

Siamo nel 1922.
Classica famiglia di campagna americana, la casa, il capanno, il campo di grano, le mucche.
Il padre (un ottimo Jane) non ha alcuna intenzione di vendere la sua "roba", sua moglie sì, attirata dai tanti soldi e dalla possibilità di andare in città.
Il figlio sembra stare più dalla parte del padre, ama lavorare in campagna e poi l'amour, l'amour fou, lo colpisce per la sua coetanea vicina di casa. Il padre ne approfitta per plagiarlo e, visto che la moglie non fa un passo indietro, decidono di ucciderla.
Ne nasce così un thriller rurale molto interessante, forse sì un pelo televisivo, ma girato, scritto e interpretato con gran cura.
E con grandissima cura sono anche gestiti i rari, ma efficaci, momenti più strettamente horror, come il terribile omicidio iniziale (terribile perchè da lavoro pulito che doveva essere si trasforma in un confuso e inumano massacro), la prima scena del pozzo (lei e i topi) e le da lì in poi non rare scene di "fantasmi", ovvero i tremendi sensi di colpa che distruggeranno l'uomo, a volte rappresentati dai topi (ha visto questi divorare la moglie) a volte dal cadavere della moglie stessa, a volte, per non fargli mancare nulla, da entrambi.
Sì, ma non pensiate che queste parti rappresentino il fine ultimo del film. No, perchè, come dicevo, 1922 riesce a non svaccare mai, a raccontare la progressiva pazzia e solitudine dell'uomo (bellissime le scene nella tormenta e con la casa ormai a pezzi, ancora Poe...) e a darci la sensazione che la parte più subdola e "astratta" sia più importante della visiva.
Ci sono anche ottimi dialoghi come quelli all'arrivo dello sceriffo (davvero da cuore rivelatore, lui continua a dirgli del pozzo come quasi, inconsciamente, voler farsi scoprire) o quelli tra padre e figlio.

Risultati immagini per 1922 film netflix

Un film che racconta di come un gesto terribile poi, a cascata, porti piano piano a conseguenze devastanti, come se fossimo davanti ad una specie di maledizione che, in realtà, maledizione non è visto che ogni azione e reazione presente nel film ha matrici assolutamente umane.
Quella famiglia è ormai segnata, quel figlio che fu costretto ad uccidere la madre è ormai segnato.
Qualsiasi azione, qualsiasi gesto, qualsiasi tentativo di cambiare le cose sembrano inutili, il film andrà verso un prevedibilissimo ma assolutamente coerente finale in cui nessuno si potrà salvare.
Belli i campi lunghi, belle le atmosfere, ottimamente realizzate le sequenze gore (penso allo schiacciamento del topo) in un film che forse ha il difetto di non decollare mai verso qualcosa di più grande ma dimostra come, senza strafare, si possano fare ancora bei thriller.

7

2 commenti:

  1. Gran bell'adattamento, non perfetto ma funzionale e recitato benissimo soprattutto da Jane.
    Concordo.

    RispondiElimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao