6.4.16

I Peri-Patetici, passeggiate con mio fratello disquisendo dei Massimi Sistemi ai minimi sindacali (4): Le Tre Croci di chi non c'è più, le tre corse di chi c'è adesso, il one man show leopardiano di Ieio (con parafrasi !), bevande improbabili, gatti che si arrampicano e persone che se ne vanno il giorno di Pasqua


qui le precedenti puntate

Sono quasi 8 mesi.
Ero sicuro fosse passato moltissimo tempo dall'ultima puntata ma scoprire quanto mi ha davvero impressionato.
Purtroppo Ieio è così, l'unica affidabilità che può dare nel suo essere inaffidabile.
E così malgrado mie richieste continue sono passati 8 mesi.
Quasi.
Avrei voluto aprire nuove strade, parlare di altre cose, Caravaggio, Schopenhauer, Severino, magari Kafka, che ne so, sempre col nostro metodo, un pò poco deciso prima e un pò tanto a casaccio.
Ma Ieio è voluto tornare là dove ci eravamo fermati, così, sia per un suo ineliminabile punto preso, sia perchè, forse, una specie di "dove eravamo rimasti" ci stava anche bene in effetti.
E così, per l'ultima volta, promesso, siamo tornati a Leopardi.
Serviva un riepilogo generale, serviva un one man show di Ieio che le declamasse tutte insieme le poesie del Giacomino.
Ora, il video magari è noiosissimo, lo so, e per chi ha visto le altre puntate sa anche tanto di deja vu e deja sentu, però, va ammesso, trovare qualcuno in Italia che declami a memoria tutte ste cose e con questa passione non è facile.
Per mettere un punto finale Ieio si è scritto anche tutte le parafrasi (da solo, non copiandole) e le ha consegnate a Tommaso, che le ha poi messe nel video.
Magari è noioso, lo ripeto, ma sentire e leggere Leopardi in questa maniera magari può far bene a chi lo conosce poco ed ha bisogno di metodi originali per avvicinarvisi.
Nel video potrete comunque conoscere i tre compagni di vita a 4 zampe di casa Armellini, la storica Zoe (forse dal film prodotto da Tarantino?), il mitico Lapo (E' 'l Can) e il nuovo Ramino.
Quest'ultimo lo vedrete anche fare un numero alla Manolo su un albero.
Il video parte da un luogo molto importante per Ieio, il luogo dove ha sepolto 3 gattini, e finisce con una dedica ad una persona a noi cara che se ne era andata proprio quel giorno, il giorno di Pasqua.
Serenamente.
Io e Ieio cantavamo a tavola a squarciagola il pezzo che sentirete a fine video e poi, d'improvviso, arriva quella telefonata che spezza il canto, la serenità e la gioia di quella tavolata.
Ciao Zio.
A te dedichiamo quest'Infinito.


Alla luna (Ricordanza), Recanati, 1819-20

La Ginestra (Il fiore del deserto), Torre del Greco, 1836

Canto notturno di un Pastore errante, Recanati, 1829-30

Palinodia al Marchese Gino Capponi (VI), Napoli, 1834-35

A sè stesso, Firenze, 1833

L'Infinito, Recanati, 1819

30 commenti:

  1. 1. Voglio una puntata dedicata interamente a Ramino
    2. Il vero peri-patetico sta scalzo,però
    3. Ieio, ti sei superato questa volta. l'interpretazione della poesia "a sè stesso" è stata un tripudio di emozioni.
    Che passione, che intensità, che spettacolo. Complimentissimi.
    Aspetterò con ansia la quinta puntata.
    A presto fratelli Armellini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E comunque il tè matcha è la nuova moda del tè verde.

      Elimina
    2. Mica l'ho capito perchè non era scalzo. Poi sono arrivato tardi, che ne so, lo spiegherà lui

      eh, speriamo a presto, abbiamo progetti così grandi, ma così grandi, ma così grandi, che in realtà nemmeno li abbiamo

      bevetevelo voi quell'intruglio

      Elimina
    3. Rachele Tommaso6 aprile 2016 19:50

      Un grande estimatore di tè, deve necessariamente provare il tè matcha.
      Insieme alla nduja è la morte sua.
      Hai glissato sulla mia richiesta di vedere Ramino protagonista dei peri-patetici. Non si fa. Le richieste dei tuoi lettori vanno sempre prese in considerazione.

      Elimina
    4. No, è il contrario, ho risposto anche troppo.
      Tendenzialmente nei peri patetici le risposte sono gestite da Ieio. Quindi meno dico più lui dice

      Elimina
    5. Ciao Rachele, cercherò di rispondere attenendomi ai punti visto che sei stata così precisa:
      1. Come avrai intuito ho un debole per i gatti, e Ramino ha un tale carisma che potremmo farcene più di una di puntata intorno a lui. Credo che da oggi verrà sempre con noi.
      2. Mi sono scordato di scrivere "scusate le scarpe". E' che questa non la consideravo una vera e propria puntata ma un riepilogo dopo una prolungata assenza. Ma l'inverno è passato ed è tempo di tornare alle usanze primordiali.
      3. Niente da dire; soltanto grazie e che sei troppo gentile.
      4(matcha). Quindi sarei un modaiolo?! Vabè dai, hanno cominciato i monaci buddisti, noi abbiamo imitato. Però non vedo tanta gente che si veste di arancione...!
      Il matcha è molto buono anche col latte.
      Ciao!

      Elimina
    6. Rachele Tommaso6 aprile 2016 23:27

      Ciao Marco Aurelio, piacere di conoscerti:)
      1. Ramino è un gran figo,si vede che ha personalità da vendere.
      2. Perdonato per le scarpe, in fondo non era un terreno adatto per camminare a piedi nudi.
      3. Figurati:) Hai una memoria incredibie. Ma ricordi solo le poesie o è proprio un dono da super eroe e quindi ricordi anche cos'hai fatto e dov'eri 12 anni fa a quest'ora?
      4. Il matcha latte è famosissimo, tutte le blogger e youtubers lo prendono. Sei al passo con i tempi insomma;)


      Elimina
    7. Ben tornati poeti! Che fugata Giacomo L declamato. Ma il tè Matcha e per caso simile alla bevanda Mate sudamericana ?

      Elimina
    8. In realtà sono convinto che la mia capacità mnemonica non si discosti troppo da quella della maggior parte della gente. Ad esempio molti fan di Vasco conoscono a memoria tutte le sue canzoni. E’ vero che della memoria sono una specie di cultore, ma nel senso che vorrei tenermi tutto stretto e non lasciare niente all'oblio, cosa purtroppo impossibile. 12 anni fa a quell’ora infatti non ricordo dov'ero, peccato! Posso solo supporre che mi stessi crogiolando in qualche tormento. (niente super eroe quindi.. anche perché non ricordo nemmeno dov’ero all’epoca del Big Bang, o il giorno in cui sono nato, periodo molto più recente. Ricordo però dove e con chi ero quando la tv annunciò la morte di Scirea, quando vidi la macchina accartocciata di Lady Diana, quando crollò la prima torre gemella, quando l’Italia vinse i mondiali.)
      Una volta che la poesia è assimilata recitarla non è quasi più una questione di memoria cosciente(o volontaria, come amava dire Proust), è un pò come una canzone che nel cantarla viene fuori da sola, dove al posto della melodia ci sono il senso\significato e il ritmo a fare da traino per le parole. I segreti sono che ti deve divertire come un gioco e che non devi avere la televisione..
      Ma l'acqua bolle, è tempo di ripiegare e rifugiarmi nell’abituale culto del tè verde e delle sue varianti, finalmente felice di sapermi in buona e gentile compagnia..

      Elimina
    9. Ciao Giovanni, grazie!
      No è del tutto diverso: Il mate si ottiene per infusione, come il tè normale. il matcha sono foglie di tè triturate con una macina di pietra in maniera talmente fine da diventare una polvere impalpabile. Questa poi va in sospensione nell'acqua, di modo che nel berlo tu ti mangi tutta la foglia di tè, non la sua infusione. E' un tè cerimoniale usato da secoli dai monaci buddisti.

      Elimina
    10. Sembra buono. Lo cerco per provarlo. Buon sorseggio

      Elimina
    11. Super eroe o meno, non è da tutti avere la tua capacità menmonica.
      Io, ad esempio, non ricordo nemmeno il mio numero di telefono.
      Hai mai provato con la divina commedia? Potresti essere il degno rivale di Benigni.
      Comunque non facciamo passare altri 8 mesi per il prossimo video, mi raccomando ;)
      Ciao :)

      Elimina
  2. è incredibile così senza preavviso. Sono del tutto impreparato. Piacevolmente sorpreso. Spero ci siano altre puntate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre sia lodata la Sora Auretta per aver messo al mondo esseri così strani.
      Sarà stato Biutiful, che ne so, ma qualcosa di pesante doveva farlo per avere donato al mondo questi risultati

      Elimina
    2. Ciao grandissimo! Speriamo ci ricapiti di azzannare uno di quei panini..

      Elimina
  3. Preciso che Jejo ha messo pure le scritte sul video, non io.

    RispondiElimina
  4. Altro che Dustin Hoffman (il bruttissimo spot pro-turismo marchigiano ce l'hai presente sì?). Più sincero e appassionato Jejo, fatelo scritturare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si me lo ricordo ah ah!, che s'inceppava ad ogni verso... Vabè poverino, la prossima volta proverò a recitare la versione in inglese, può essere un'idea, adesso la cerco!

      Elimina
    2. Ma che s'inceppasse era previsto e ci sta, per carità, solo che l'hanno pure strapagato per inceppasse. Se meritava al massimo una frittura all'ascolana. :D
      Comunque l'idea di recitarla in inglese è ottima :) Ci sono delle traduzioni in inglese di versi italiani bellissime, come quella di "Delta" di Montale, per mano di Beckett. Ciao!

      Elimina
    3. Aaahaha!!! In effetti potrebbe aprirci un ristorante con quello che gli hanno dato!

      Elimina
  5. Quando la morte mi chiederà 
    di restituirle la libertà 
    forse una lacrima, forse un sola 
    sulla mia tomba si spenderà 
    forse un sorriso, forse uno solo 
    dal mio ricordo germoglierà 
    forse un sorriso, forse uno solo 
    dal mio ricordo germoglierà.
    F.D.A.
    Un caro saluto dall'infinito !
    Z.G.M.

    RispondiElimina
  6. Vergognoso che io, da grandissima fan dei peri-patetici quale sono, mi riduca a oltre un mese di distanza a gustarmi la tanto attesa puntata! Però sì, mi serviva il tempo giusto per potermela appunto godere in tranquillità.... Grazie come sempre per il contributo di bellezza e profondità che portate in questo mondo :)
    La cosa principale che mi viene da dire è che.. ho riso davvero tanto!!! Sì che il blog è tuo Giuseppe ma da questa puntata emerge che sia Ieio a comandare.......

    (Sulla sua conoscenza che lascia a bocca aperta hanno già detto tutti.. Quindi non dico niente:)

    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah.. Inoltre richiedo anch'io
      1. Più Ramino
      2. Piedi nudi!

      Elimina
    2. Dovrebbe rispondere Ieio

      mi limito solo ad osservare che il fatto che in questo format comandi lui era assolutamente palese ;)

      però almeno sapere quando lo fa!

      Elimina
    3. Ciao Bianca ci mancavi..
      Se ci tocca di essere a noi di portare in questo mondo un contributo di bellezza e profondità, vorrebbe dire che non sta messo proprio bene questo mondo! ;)
      Facciamo finta però che i tuoi bei pensieri siano veri, almeno qui, dentro il nostro piccolo mondo in cui ogni tanto compare questo gioco semiserio dove senza nessuna pretesa è possibile inoltrarsi in argomenti che di pretese ne avrebbero eccome, e di assolute.
      Accettiamo il rischio che l'esercizio risulti pretenzioso, insolente, anzi non ci sorprenderemmo ne tanto meno offenderemmo se ogni tanto qualcuno si lanciasse in qualche audace contestazione o anche soltanto in una riga ci desse direttamente dei cretini. Sarebbe a suo modo divertente! Intanto ci prendiamo i tuoi complimenti, che fanno comunque tanto piacere!!(bè, devo ammettere, ben più di un insulto.)
      Le richieste saranno presto esaudite. (Ti consiglio di perdere un pò di tempo per rientrare nelle grazie di Peppe dopo le belle parole spese soprattutto a vantaggio mio e di Ramino..!:) )
      Per adesso ti saluto, e ti ringrazio che questo nostro piccolo mondo sia anche il tuo.

      Elimina
  7. Caro Ieio, non ci conosciamo ma sento che siamo amici! Così come con Giuseppe (non sono mai stata nelle sue grazie.. è lui a essere nelle mie! :P) anche perché, quando si ha un amico stretto in comune (Giacomo L.) si bruciano le distanze.
    Ti rispondo con le parole di un altro caro amico, che sa accompagnarti dolcemente sull'orlo dell'abisso del senso del vivere, e che lo fa tenendoti per mano, come un padre affettuoso. Diversamente da Leopardi, che spesso è così graffiante che quell'abisso, invece che essere un mistero a cui stare dinnanzi guardando all'insù, diventa un baratro di cui avere paura guardando all'ingiù.. a presto! Bianca

    "Ancora una volta, nell'insicurezza del mondo moderno, nell'insicurezza, nell'insufficienza delle dottrine moderne, nella vanità scandalosa, nel vuoto troppo evidente, troppo apparente dell'intellettualismo moderno, in questa insufficienza, in questa scandalosa irrealtà, in questa intellettualità, in questa sterilità, in questa incurabile sterilità, in questa vanità, in questo vuoto roso, in questa futilità, in questa fatuità, una volta ancora il vecchio tronco darà vita a delle foglie e a dei rami, ancora una volta la vecchia linfa lavorerà il vecchio tronco, ed il vecchio tronco rifiorirà, il vecchio tronco metterà delle gemme, che diverranno dei rami, il vecchio tronco metterà delle gemme e dei fiori, delle foglie e dei frutti.
    Ancora una volta la grazia lavorerà.
    Ancora una volta essa lavora già, amico mio."
    C. Péguy, 1909

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho sbagliato andava messo sopra -.-"

      Elimina
    2. Ecco che con discreto ritardo rispondo.
      Giusto pochi minuti prima di entrare qui mi era capitato di venire aggredito di sorpresa dal senso dell'eterno. A chi non accade di tanto in tanto? Una volta divincolatomi dalla sua morsa, mi sono accorto che mi avevi risposto circa 48 ore fa, e mi è parso quasi insolente lasciare attendere così tanto per una misera contro-risposta. Ma poi, (vedi che a qualcosa servirà pure all'uomo l'esclusiva facoltà di lasciarsi travolgere e annichilire dall'inconcepibile immensità del tempo?), cosa vuoi che siano 48 ore?
      Certo, per campare in società devo ammettere che può essere vitale saper contare le ore, a volte persino i minuti. D’altra parte se non ci fossero le ore sarebbe molto più complicato e avventuroso ritrovarsi nel luogo prefissato, e ogni proposito rischierebbe di naufragare ancor prima di essere tentato. Ma l'universo delle ore se ne fotte. I sacri testi Veda sanciscono che una giornata di Brahma dura circa 4320000000 anni terrestri. (che tradotti in lettere dovrebbero essere quattro miliardi e trecentoventi milioni di ampi giri di terra attorno al disco giallo.) Mentre a noi non ci passa un attimo durante un'uggiosa domenica di pioggia, magari come questa, in cui per giunta si svolgono inutili partite di campionati ormai decisi, Brahma riesce a malapena a sbattere una palpebra.
      E vabè, tant'è. Questa era solo una premessa del tutto tesa ad auto-ridimensionare la gravità del ritardo.
      Quel che volevo dirti è che anch'io sento ovviamente di esserti amico, e grazie, per avermi presentato l'altro amico tuo, il signor Péguy e la sua bellissima frase piena di meravigliose ripetizioni. A presto!

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao