24.4.16

Il Film del Millennio: Risultati e statistiche GIRONI 5-8


Ricordando che sono partite da due giorni le votazioni per i gironi 9-12 (cliccate qui) vediamo come è andata a finire con i 5-8


GIRONE BERGMAN

Non ho visto il film di Scorsese, è vero, ma non avrei mai comunque pensato potesse dominare così. 
Questo è un girone che, lo vedete da soli, per la lotta alla qualificazione ha detto poco ma che proprio con le ultime votazioni ha mandato al ripescaggio A Beautiful Mind al posto del film di Jarmusch che, per quanto mi riguarda, stava raggiungendo un risultato davvero notevole. E, per quanto ne possa dire Emmegì, secondo me anche i 27 punti di Cave sono tanta roba.
A mio parere sottostimato Incendies, che va comunque avanti

98 THE WOLF OF WALL STREET
68 CASTAWAY ON THE MOON
59 LA DONNA CHE CANTA

39 A BEAUTIFUL MIND

38 SOLO GLI AMANTI SOPRAVVIVONO
27 CAVE OF FORGOTTEN DREAMS
26 SI ALZA IL VENTO
23 TOY STORY 3
19 MONSTER

GIRONE CAPRA

Voi vedete il film di Nolan tranquillamente al secondo posto ma in realtà - quando aveva votato circa il 70% della gente - Il Cavaliere Oscuro stava addirittura rischiando la qualificazione (inteso come primi 3 posti). Sorprendente il risultato di Departures, mai avrei pensato che potesse battere Amelie o Moulin Rouge che, forse, pagano il fatto di esser stati un pò dimenticati negli anni. Villeneuve dopo la qualificazione di Incendies va al ballottaggio con Prisoners. Abbiamo un altro documentario eliminato, dopo Cave, ovvero il bellissimo Il Sale della Terra. Se ricordo bene ne restano solo 2 o 3 in gara

91 HER
66 IL CAVALIERE OSCURO
50 DEPARTURES

47 PRISONERS

32 MEMORIES OF MURDERS
31 IL FAVOLOSO MONDO DI AMELIE
29 IL SALE DELLA TERRA
28 MOULIN ROUGE
16 SIDEWAYS

GIRONE FELLINI

Difficilmente in tutti e 24 i gironi vedremo mai un dominio del genere. Ma del resto stiamo parlando di un capolavoro. 
Film tedesco a parte il girone non presentava altri "big" (non parlo di qualità o bellezza, ma di potenza nel gioco) e proprio per questo era davvero molto interessante vedere come sarebbe andata a finire. E nella lotta per il secondo posto ha prevalso, secondo me a sorpresa, Trier e uno dei suoi film meno amati (anche perchè il più recente). Per molto tempo Kim Ki-Duk e Almodovar sono stati tra i qualificati, poi Boyhood e specialmente Wall-E (sesto ad un certo punto) hanno messo la freccia. Molto molto deludente 12 anni schiavo

115 LE VITE DEGLI ALTRI
56 NYMPHOMANIAC
49 WALL-E

45 BOYHOOD

41 PRIMAVERA, ESTATE, AUTUNNO...
33 PARLA CON LEI
31 NON LASCIARMI
22 12 ANNI SCHIAVO
11 PIRATI DEI CARAIBI

GIRONE KEATON

Come l'altra volta anche in questa è stato il "quarto" girone quello più interessante ed incredibile nello svolgimento. Cinque film sempre punto a punto, impossibile fare pronostici. Il bellissimo Il Profeta di Audiard che passa dal primo posto abbastanza solido a metà gara (5 punti più del secondo, più di 10 del quarto) al non essere letteralmente più votato, come accadde con Vizio di Forma settimana scorsa. 
E Il Gladiatore che invece stava andando verso un'incredibile eliminazione riceve una serie di primi e secondi posti consecutivi che, da vero gladiatore, lo portano addirittura a vincere il girone. Che brutta cosa vedere Ratatouille al sesto posto e Gomorra addirittura al settimo. Ma era un girone di grandi film, forse nessuno grandissimo, qualcuno doveva soccombere. Ancora una volta ho tentato la strada del gran film di nicchia, Post Tenebras Lux. Ma, ancora una volta, non c'è stato niente da fare.

61 IL GLADIATORE
57 LADY VENDETTA
55 THE OTHERS

52 ROOM

48 IL PROFETA
38 RATATOUILLE
34 GOMORRA
19 AVATAR
16 POST TENEBRAS LUX



STATISTICHE

Hanno votato 77 persone, tantissime, e curiosamente in numero praticamente identico ai primi gironi (79). Come vedrete la top ten ha punteggi sensibilmente più bassi della precedente. La cosa è dovuta principalmente, a mio parere, al maggiore equilibrio di questi gironi. Mi dispiace ma per rispondere a tutti i commenti (e non solo quelli del gioco, in teoria c'è anche un blog normale), tenere tutti i punti, fare i post, scrivere le recensioni e tutto il resto, stavolta non ce l'ho fatta proprio a fare tante statistiche, solo una

PUNTI TOTALI

115 LE VITE DEGLI ALTRI
98 THE WOLF OF WALL STREET
91 HER
68 CASTAWAY ON THE MOON
66 IL CAVALIERE OSCURO
61 IL GLADIATORE
59 LA DONNA CHE CANTA
57 LADY VENDETTA
56 NYMPHOMANIAC
55 THE OTHERS


40 commenti:

  1. Ora piango.
    Si sono classificati tutti ( tranne memories) i film che ho votato :,)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma intendi proprio che sono tutti nei primi 3 o consideri pure il quarto posto?

      Io come al solito 4,5 mi pare

      Elimina
    2. Rachele Tommaso25 aprile 2016 12:00

      Tutti nei primi tre :,)

      Elimina
  2. Moulin Rouge è un CAPOLAVORO assoluto di bellezza e perfezione, fa stare male da quanto è bello e perfetto. Peccato che sia così sottovalutato.. Però sebbene perfetto per la tematica secondo me non può essere film del millennio
    PS. Castaway risultato incredibile.. (Anche se.. Sono due settimane che gli facciamo tutti una pubblicità.. Spietata!! Ahahha)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che piacque un botto anche a me che non sopporto i musical...
      Però si è un pò perso negli anni, è stato pochissimo riproposto, pochissimo tramandato oralmente, è rimasto nella sua epoca.

      Beh, qua dentro sono quasi 5 anni che ogni vlta che posso pubblicizzavo Castaway on the moon. Però sì, il battage di questi giorni è notevole

      Elimina
  3. Io penso che comunque sia utile che tu lasci sufficienti capolavori cosiddetti (da te!!) di nicchia, sia perchè intanto qualcuno si piglia comunque parecchi apprezzamenti relativi, sia perchè se ne parla e magari la cosa può incuriosire qualcuno, come ha incuriosito me Dead's man shoes o Redacted o mi sono convinto a tentare di vedere il "tuo" L'immagine mancante.

    Per quanto riguarda CAVE, penso che guardarlo sia un atto d'amore e riscoperta della propria storia come genere umano su questo pianeta; si oltrepassano limiti per una visita di un luogo unico e artisticamente sacro che parla al cuore e alla pelle di tutti noi. Un luogo che abbiamo l'opportunità di visitare (anzi, di vivere) così, che di fatto è e sarà per sempre invisitabile in altra maniera.
    Sono convinto che Cave lo abbiano visto in pochi. E sia uno di quei film che se lo vedi all'80% lo voti; a suo tempo, dalle persone che ho persuaso ad andare in sala, facendogli na capa grossa come la mano di Giuseppe dopo che scrive i post del torneo, ho ricevuto i ringraziamenti più autentici e sentiti della mia carriera di segnalatore cinematografico rompicazzo.
    Peccato che il 3D non ci sia, a casa. Andrebbe visto così. Ecco, forse in questo caso avrebbe senso proporre una proiezione in quella rete dove puoi fare tu l'evento al cinema. Abbiniamolo al raduno!


    Castaway ottimo risultato, sono molto contento, è un film, del resto, che dicevamo avesse le caratteristiche giuste di popolarità e eleganza.

    Tra i vincenti ci sono gli oscar e i film recenti, bisogna dire anche questo, cioè film molto esposti e vicini, penso sia normale.

    Tifo per il ripescaggio di Boyhood perchè se non è un film importante per il millennio uno che segue veramente e per anni e anni, la vita di un ragazzo cresciuto oggi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi, il mio concetto di nicchia non è giuseppesco o soggettivo, ma oggettivo.
      Non dico che sia la corretta definizione di nicchia ma per come la intendo io difficilmente sbaglio.
      Quindi quel "da te", fidati, non è poi così soggettivo.
      So quali sono i film visti da tanti e visti da pochi, so quali in quelli visti da pochi sono amati e quelli che lo sono meno, so queli in questo gioco hanno una minima chance e quali no. E deriva da anni di videoteca, frequentazione di siti e forum e vita reale.
      Poi mi scrivi "sia perchè se ne parla e magari la cosa può incuriosire qualcuno, come ha incuriosito me Dead's man shoes o Redacted o mi sono convinto a tentare di vedere il "tuo" L'immagine mancante."

      ed è proprio questo che a me interessa, che i film di nicchia vengano conosciuti. Ma ci sono metodi migliori che quelli di metterli al massacro di un gioco dove, in mezzo a tanti capolavori, uno manco li vede.
      Ed è quello che ti dirò per mail.
      Tra l'altro qui la gente sta recuperando quei film di nicchia (molto meno nicchia però) che via via vengono votati. Quelli non votati non solo restano di nicchia, ma uno poi pensa nemmeno valgano molto visti i pochi voti che prendono.

      Io Cave l'ho visto e non l'ho votato ad esempio.
      Ma è puramente una questione "tecnica".
      Io credo che quel film sia la grotta Chauvet, punto.
      Esiste solo lei, esiste la sua meraviglia. Ricordo che in un paio di punti mi sono emozionato moltissimo pensando che quello che vedevo eravamo "noi". Reputo che il soggetto sia impressionante ma non riesco a vederlo come film o come documentario in cui, in qualche modo, c'è un "lavoro" dietro registico.
      Finalmente abbiamo immagini della grotta Chauvet, ma non credo che se al posto di Herzog ci fosse stato un buon documentarista sarebbe cambiato qualcosa, ecco.
      Non è un documentario cinematografico per me, se ci fosse una classifica dei documentari puri, quelli asettici, quelli solo di sguardo, pochi lo batterebbero.
      Per me i 27 punti sono stati una sorpresa. E' vero, solo 4 più del penultimo, ma si è battuto.

      Sì, Castaway è quel nicchia invece molto più accessibile, molto più "cult", uno di quelli che se la lotta.
      Come del resto Mr Nobody, Holy Motors, come sarà per Enter the void, This is England, Alabama Monroe, forse anche Seul contre tous e altri. FIlm visti da un quarto (massimo) delle persone ma che sono talmente amati da potersela giocare con tanti. E poi possono anche crescere perchè sempre più persone durante il torneo, durante questi mesi, li recuperano.

      No, non sono d'accordo anche qua amico mio.
      Tra i vincitori c'è uno del 2000 (anno minimo di partecipazione) e uno del 2006, quindi 10 anni fa.
      E poi Lady Vendetta 2005, The Others 2001, Wall-E 2008, Il Cavaliere Oscuro 2008, Deaprtures 2008, Castaway on the moon 2009. Solo 4 film su 12, un terzo, sono film non dico degli ultimi 2 anni, ma addirittura degli ultimi 6, credo che la statistica sia opposta a quella che rilevavi te.
      Ma secondo me qua dentro fate un pò fatica con i numeri, le tendenze e le statistiche...

      <3

      d'accordissimo su Boyhood. A me è piaciuto molto, non moltissimo, ma se parliamo di "importanza" per me è da primi 20


      appena rispondo un pò ai commenti ti scrivo per mail ;)

      Elimina
    2. ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh che hai scritto "non credo che se al posto di Herzog ci fosse stato un buon documentarista sarebbe cambiato qualcosa, ecco". Non la posso accettare, questa è proprio una proposizione oggettivamente sbagliata. Laddove c'è un regista che filma il processo, l'impresa per intenderci, tutti gli altri registi avrebbero filmato il risultato, il mero prodotto. Quella di Herzog è una regia che riflette sul processo stesso, sul farsi del film. Se vuoi sulla prontezza di una telecamera protesa sul futuro mentre attacca questo attimo presente. Non si tratta di mitizzare un regista rispetto ad un altro, ma nessuno dei registi in attività riesce a fare questo. Dei registi in attività ho trovato solo Oppenheimer, in grado di filmare un evento mentre si fa, tutti gli altri preferiscono raccontare le storie, è prevalenza della scrittura sul farsi del cinema. Perciò ti dico è oggettivamente falso che Cave avrebbe potuto essere stato eseguito da un altro, perché non è un film sulla grotta di Chauvet, ma sull'impresa di vedere sulla difficoltà di rivedersi. E' l'incedere della cdp di fronte ai graffiti la cosa più importante del film.

      Elimina
    3. Ti rispondo subito.
      Intanto non ho parlato di altri registi, ma di documentaristi, che è una cosa molto diversa. Un buon documentarista, uno di quelli che sa fare il suo lavoro, avrebbe esaltato la grotta, ne sono sicuro. Anche perchè quella grotta ha una potenza sua indiscutibile, dire che è potente grazie ad Herzog secondo me vorrebbe dire solo sminuirla.
      Io durante la visione non ho mai avvertito la mano dietro la macchina da presa, nè una forte autoralità dietro. Ho solo avvertito qualcuno che attraverso movimenti di macchina e testo (voce) ha saputo restituire quello che aveva davanti.
      E secondo me questo potrebbero farlo anche altri, non certo tutti, non certo i registi classici, ma chi è abituato a raccontar luoghi sì.
      QUesta è solo opinione personale, per il resto la mia conoscenza di Herzog è talmente limitata che di certo non posso minimamente contestare quello che dici.
      Ora non capisco che intendi quando dici che Herzog ha filmato un processo in fieri (lo capisco per Oppenenheimer ma qui non ci arrivo).
      Forse perchè intendi che quella era la prima volta che una telecamera entrava là dentro. E, ripeto, questo è altro dato oggettivo per dimostrare l'importanza impressionante di questo film, che non nego.
      Su tutto il resto ho una posizione molto netta ;)

      Elimina
    4. Ma infatti io ho scritto l'esatto contrario, non si tratta di esaltare l'oggetto di fronte a sé. Nel cinema di Herzog è proprio il contrario, anzi si finisce a dubitare di ogni presunta oggettività e verità di fronte ai nostri occhi. Per questo parlo di processo in fieri, è in questo c'entra anche la prima entrata in una grotta. Ma si tratta di un processo, di una farsi mentre si filma, di una scoperta appunto, non dell'esaltazione di un oggetto specifico, quanto piuttosto di un processo biunivoco, gli effetti che provoca una prima vista su noi che vediamo. E' un sapere prospettico, esprime un punto di vista sulla realtà, e le modificazioni da cui siamo affetti mentre vediamo, in definitiva non c'è un'oggettività da rappresentare, ma un divenire da cogliere: una mediazione tra l'io che vede e l'oggetto che è visto, e le modificazioni che emanano da questa relazione.

      Elimina
    5. Molto interessante.
      Non ci sarei mai arrivato ma credo di capire cosa vuoi dire.
      Certo è che così abbiamo quasi un paradosso, io credevo che Cave fosse un film per pochi (mi riferisco alle chiacchierate con Emmegì), dopo che te ne parli così mi sembra quasi uno per eletti.
      Guarda, io ho notato "solo" la potenza impressionante di quella grotta.
      Mi sembrava che qualsiasi sguardo su di essa, parola su di essa e considerazione su di essa quasi scompariva rispetto ad essa.
      Io a tratti manco le sentivo più le parole, vedevo quei graffiti, alcuni così nitidi da far paura, e m'è venuta un'emozione ancestrale, difficile da descrivere.
      Ho proprio visto noi là dentro, non mi era mai capitato vedendo un graffito di percepire anche la presenza umana.
      Forse questo è merito di Herzog anche, del suo punto di vista che anche inconsciamente è diventato mio.
      Ma io credo che nel mondo del documentario ci siano grandi menti che questo rapporto con l'oggetto filmato sanno instaurarlo.
      In ogni caso rimane un "film" che dovrebbero vedere un pò tutti.
      E perdercisi dentro

      Elimina
    6. Il contrario se vuoi, è un processo che svela e rivela la falsità di ogni narrazione. Come per Von Trier si tratta sempre di avere una prospettiva demistificatoria. Accorgersi finalmente che ogni volta che si vede, è qualcun'altro che ha visto prima di te e "ha disposto" la tua visione, per tale ragione nei suoi film può utilizzare, con agevolezza, materiale già filmato o inserire pezzi audio e video di archivio senza che il suo "progetto filmico" venga meno. Qualcuno, a ragione, ha definito Herzog il più metafisico di tutti i registi, proprio per questa sua tendenza ad astrarre anche i piccoli gesti dal loro portato immediato al fine di interrogare questioni esistenziali interiori. Per questo è un film per tutti. Se vuoi si tratta di educazione a vedere.

      P.s. non lo so se ce la faccio stasera, se non mi vedete andate comunque, se ce la faccio vi raggiungo, ma sarà dura.

      Elimina
    7. Ho poco da aggiungere...

      "Accorgersi finalmente che ogni volta che si vede, è qualcun'altro che ha visto prima di te e "ha disposto" la tua visione, per tale ragione nei suoi film può utilizzare, con agevolezza, materiale già filmato o inserire pezzi audio e video di archivio senza che il suo "progetto filmico" venga meno. "

      credo sia ilm riassunto più preciso, esaustivo e comprensibile di tutti

      in ogni caso credo che con Grizzly Man, quando lo vedrò, sarà diverso. Con Cave io ho visto solo la Caverna, era un pensiero e una visione totalizzante che non riuscivano a farmi pensare ad altro.
      Anche per questo non l'ho recensito, a sto punto meglio, visto che se lo fa qualcuno di voi ha più senso

      sì, siamo appena tornati, film interessante che ha dentro spunti formidabili e facilonerie quasi fastidiose

      non so se ti posso piacere, tantissimo come zero

      Elimina
    8. Per Cave ti consiglio la rece di Chiara che già di presa da sola sarebbe perfetta, ma è anche straordinariamente fedele allo spirito del film.

      Sei stato un filino vago, ma mi hai incuriosito lo stesso spero di riuscire ad andare.

      Elimina
    9. Son stato vago per forza, ancora ce sto a riflette.
      Però sui pregi oggettivi e sui limiti oggettivi so sicuro.
      Poi quale pesano di più varia. E con te è una grossa incognita ;)

      vado a leggere

      Elimina
    10. Un "aargh" anche io per l discorso sull'autore. Anche se io son meno filosofo e forse più psico/sociologo come te, e quindi per me è talmente potente il viaggio nella grotta che il resto comuqnue resta sotto. Merito di Herzog è averci permesso questo guardo, questo entrare ed esserci.

      Sulla nicchia tu continui a parlare solo di numeri generali, ma secondo me ogni coa va rapportata al contesto e alla "cultura" di chi ne parla. Un film gioiosamente libero e "astruso" in un determinato circolo, blog, ecc può essere popolare, nel circuito dei cinema mainstream no.

      I vincitori sono her e the wolf of wall street, di sicuro recenti; il gladiatore è un plurioscar e le vite degli altri ne ha vinto uno ma io manco l'ho visto ;-P

      Insisto che questa mi sembra una delle occasioni più incisive in cui a molti vien voglia di vedersi film non conosciuti...Proprio perchè in mezzo ad altri "del cuore".

      Elimina
    11. Beh, argh a parte mi hai dato ragione ;)

      Anche per te la grotta è il film, tutto il resto è sotto
      E certo, se non era per Herzog credo nessuno ci avrebbe regalato sta cosa, o almeno nessuno poteva portarlo a così tante persone (perchè di piccoli documentaristi dentro la grotta magari ce ne saranno).

      Vabbeh, ovvio, il mio nicchia è generale. Se ragioniamo a contesti anche nelle singole famiglie i film popolari possono essere quelli del sottobosco e quelli di nicchia quelli mainstream.
      Io parlo di numeri e tendenze oggettive e generali.
      Cave è un film di nicchia, poco conosciuto, questo è un dato oggettivo.
      E non è che se in un circolo invece è popolarissimo non è più un film di nicchia.
      Secondo me su questo termine c'è poca relatività, pochissima.
      Tra l'altro come saprai popolare non significa amato, significa semplicemente conosciuto.
      Può essere più amato un film di nicchia che un film popolare.

      Sì sì, la mia statistica era puramente riferita al recente o non. E, come avrai visto, solo 4 su 12 sono recenti.
      Non avevo letto "Oscar", pardon ;)

      infatti non ne parlo per niente, l'avevo proprio saltato

      e io insisto nel dirti che hai ragione, ma parlarne fuori dal torneo, ma sempre in post riferiti ai più bei film del millennio è ancora meglio

      la gente sta recuperando gli sconosciuti che prendono punti, gli sconosciuti che non prendono punti rimangono ancora più sconosciuti, non interessano a nessuno

      Invece fare quei post per esaltare film fuori dal torneo ma che il torne avrebebro pure potuto vincelo è pure meglio, fidati

      ma a sto punto Cave non può rientrarci ;)

      cave può avere solo una recensione sua, a parte, fuori dal discorso millennio

      e c'è una persona a cui l'ho proposta ;)

      Elimina
    12. Per quanto riguarda Cave, si sarà intuito, sto con Rocco. In generale in tutti i doc di Herzog io vedo la sua impronta enorme. E' un'ingerenza autoriale molto ostentata, che forse si coglie meglio dopo una certa dimestichezza col suo cinema documentaristico, quello paradossalmente più elaborato, più costruito, più interessante forse. Ma su questo punto abbiamo sensibilità diverse, mi pare d'aver intuito parlando di Rosi o Minervini. Per esempio, tu Giuseppe hai parlato di voce: la voce di Herzog porta con sé uno scompiglio che è di per sé firma e mistificazione. Io quando lo sento parlare nei suoi doc penso "ma guarda sto bastardo come giostra tutto, come mi porta dove pare a lui". E mi fa sorridere, perché me ne accorgo, e mi intriga, perché mi porta dove c'è buio.
      Ciò non di meno capisco il tuo punta vista, seppur lontano dal mio. Il soggetto di Cave è effettivamente straordinario ;)

      Elimina
    13. Ciao amici
      Peppe, quello che dico vale per me e la mia personale visione, ma è proprio frutto del lavoro di Herzog. Non perché lui non ci sia, ma perché conduce e al momento giusto lascia gli spazi. È proprio quando c'è un grande narratore che le storie prendono anima. Pensa a una fiaba: se la senti in un determinato contesto e introdotta e raccontata con trasporto, presenza, per esempio da un vecchio rom che ti dice che quella storia l ha sentita sussurrare in una locanda che ora non c'è piu, ecc ecc, prima e mentre te la racconta, ne verrà che quel racconto acquisirà molto più valore, più spazio spirituale in chi ascolta. Alla grotta ci si deve arrivare, da molti punti di vista. E poi quando entri... e rientri, soprattutto, arriva il momento del l'incanto,del non servono le parole,perché in quei disegni e in quegli spazi hai incontrato la vita dei tuoi fratelli più antichi, se 'cadi
      ', sei in connessione con l'essenza dell'essere vita e dell'essere uomo.

      Elimina
    14. Sulla nicchia. ..ci siamo intesi..se consideri che qui non siamo il pubblico dell uci al sabato, o sicuramente non solo, le nicchie sono in fondo relative al dove sei, quando, con chi. Esistono mercati 'altri' legati a culture 'altre', che non negano i flussi macro economici ma che possono avere un loro spazio, anche di confronto con i 'grandi'. Questo spazio va pero dato e riconosciuto,come ampiamente fai tu e altri blogger, e vanno mescolate le carte, secondo me, non fatti i ghetti. Questo lo penso anche dei concorsi, di tutti gli spazi in cui si fa cultura. Perché fare delle gabbie in cui metterci i film 'della critica' o altro? Molto più divertente creare traiettorie sghembe. Questo solo per dirti che secondo me non è importante il punteggio che prendono, anche se lo spirito del gioco che hai messo in piedi è pure quello lì. A me giocare piace di brutto, e mi diverto, però quello che mi rimarrà non sarà il fatto che buoni film potenti dal punto di vista industriale qui passeranno, ma le tante riscoperte e i confronti che grazie a questo torneo hanno avuto luogo. Può pure essere che alcuni film di genere validi ma per il gran pubbluco assurdi, mi pare che qualche cult lo hai messo, prendano pochi voti, ma tu o altri ne parlate e vien voglia lo stesso di curiosare

      Elimina
    15. Chiara: sì sì, ormai dopo aver letto te e rocco capisco benissimo cosa volete dire. Anzi, è quasi scontato che la "ragione" (sempre se di ragione si possa parlare) è dalla vostra parte che amate e conoscete Herzog così bene.
      Tra l'altro, al solito, hai spiegato tutto in maniera deliziosa.
      Io riportavo solo la mia esperienza di visione, quello che ho percepito e quello che ho pensato. E questo rimane, anche perchè a me sembrano sempre interessantissime le idee altrui, anche quando strampalate, ma al tempo stesso molto difficilmente cambio le mie, anche quando palesemente più deboli ;)

      MG 1: Metafora perfetta, complimenti. Hai ragione. Ma non so se quella finale sia una contraddizione voluta o meno.
      Perchè, restando nella tua metafora, sembra poi che quella fiaba, una volta entrati, abbia una potenza sua che non ha bisogno di altro

      MG 2: ah, ma qui non è che siamo d'accordo, siamo stradaccordo. Io ho solo detto che certi film sono oggettivamente di nicchia, ma che poi questi film debbano essere promossi ovunque non solo è quello che penso, ma quello che faccio da sempre, a voce, con la videoteca, con il blog.
      Cavolo, praticamente consiglio solo film poco conosicuti...
      E proprio qua cadeva il mio discorso, era puramente funzionale.
      Per prommuovere Cave c'erano 2 strade (intendo in questo gioco)

      1 farlo partecipare

      2 parlarne in quei post del Controfestival, che alla fine avranno sempre come titolo "film del millennio", ma che invece di fare tornei promuovono film poco conosciuti. E lo fanno con menti e penne che valgono poi.
      Ecco, secondo me la seconda opzione fa meglio a questi film.
      Ma di questo, a differenza di altro, non sono sicuro ;)

      ora di cave "non si potrà" parlare in quei post, un pò mi dispiace. Ma spero che tutti i vostri apprezzamenti e vota antonio siano serviti a farlo recuperare

      guarda, stanno passando e passeranno anche tanti film non mainstream. A qusto giro stanno passando Sny, MrNobody, Holy Motors, ne passeranno altri.
      Di cult ne ho messi parecchi credo, almeno una 50ina (due per girone).
      Ma ci sono cult che hanno possibilità e altri no (vedi the raid).
      La lista perfetta era impossibile, credo sia molto eterogenea. Certo, mancano proprio i capolavori di elite (per restare ad Herzog penso a In the Abyss) ma per quelli, appunto, ci sarà spazio

      un abbraccio

      Elimina
    16. sì ci si è capiti e trovati. solo: non è che se a un determinato momento vedo solo il soggetto della storia (ci cado dentro) allora vuol dire che l'autore non conta, le cose si accompagnano. è grazie al silenzio, che puoi sentire

      Elimina
    17. Sì sì, capito, son d'accordo

      ormai la rece di cave è fatta, basterebbe copia incollare queste discussioni ;)

      Elimina
  4. Vedi il "nostro" Cave com'è bello fiero lí in mezzo. Ma sono tutti belli, cosí tutti insieme, con vicino numeri che corrispondono a scelte, scelte che corrispondo a persone. Al di là di ogni gusto, tutto ciò restituisce un po' l'idea di quanto il cinema generi esperienze e ricordi collettivi. È un bel colpo d'occhio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' per questo che voglio bene a sta ragazza.
      Riassunto perfetto di tutto, grazie Chiara

      Elimina
  5. Contentissimo per Castaway on the Moon, mi piange il cuore per Non lasciarmi e soprattutto Room :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che il quarto posto di Room è grandioso eh...
      E' un film di 3 mesi fa, nemmeno poi così visto, trovarlo già là è tanta roba. In un girone poi dove ha lasciato dietro filmoni bellissimi per me

      Elimina
  6. sono piuttosto sconcertata per il primo posto del gladiatore. per carità, i gusti son gusti ma, dal mio punto di vista, è film sopravvalutatissimo. gli salverei solo phoenix. cmq così sia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me in quel girone era ottavo, ti dico solo questo.

      E perchè non ho visto Avatar...

      Elimina
  7. Il primo posto al "Gladiatore"?
    Esclusi "Il sale della terra", "Ratatouille", Parla con lei"?
    Mah!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul Gladiatore vedi risposta sopra.

      Per il resto abbiamo casi differenti

      Il Sale della Terra è andato benissimo, non aveva alcuna possibilità in un torneo popolare, si è battuto alla grande. Parlaimo di un film uscito in poche decine di copie...

      Parla con lei posso dir poco, non l'ho visto, ma credevo fosse più amato, lo ammetto


      Ratatouille per me grossa delusione. Ma paga un girone con pochissimi film deboli.
      Rimane un cartone bellissimo, credo che gli misi 9 sulla rece io

      Elimina
    2. Cartone bellissimo solamente? È una grande poesia!
      Certo che questo girone lascia un po'(?) di amaro in bocca.
      Vabbè, ce ne faremo una ragione.

      Elimina
    3. Ha lasciato l'amaro in bocca anche a me...

      Sì sì, alla fine è un torneo popolare e il risultato è incontestabile

      però discutibile sì ;)

      Elimina
  8. peccato che nel primo girone il film di Jarmusch non sia andato al ripescaggio per un solo punto rispetto ad a beautiful mind che tra l'altro a me non è piaciuto, anche se come hai scritto probabilmente è gia un miracolo trovarlo al 5 posto vista la concorrenza.

    Nel secondo mi aspettavo il passaggio di batman anche se la trilogia del cavaliere oscuro ( nonostante Nolan mi piaccia molto) non mi ha convinto e l'ho trovata veramente pesante da guardare ma so di essere uno dei pochi.

    Nel terzo speravo tanto nel passaggio di primavera estate... ma anche questo era un girone di ferro e le vite degli altri è un capolavoro assoluto.

    Il quarto girone per me è il più sorprendente mi aspettavo che ratatouille, gomorra facessero più punti e che lady vendetta ne facesse di meno(non immagino quanti punti farà oldboy se sarà presente),
    mi accodo anche io al non entusiamo sul gladiatore anche se è comunque un film cult degli anni 2000
    Avatar molto snobbato considerato gli incassi che ha fatto per me non sarà un capolavoro ma è comunque uno dei migliori blockbusters degli ultimi anni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uscire per un punto è davvero fastidioso.
      Tra l'altro sarebbe stato molto più interessante avere al ballottaggio il film di Jarmusch che A Beautiful Mind, sono convinto che avrebbe portato anche a diversi recuperi del film (anche io lo devo ancora vedere).

      Guarda, secondo me Il Cavaliere Oscuro è un film grandissimo, solo il fatto che sia piaciuto così tanto a me che odio i super eroi me lo fa pensare. Ti dicò, io pensavo facesse anche più punti... ;)

      (non mi ricordo nemmeno se l'ho votato però)

      Anche io speravo tanto per Kim ki duk (credo di averlo messo addirittura secondo) ma sinceramente mai mi sarei aspettato i 41 punti.
      Tra l'altro ho notato che il quinto posto di solito è sempre quello con i film più interessanti.
      Solo qua abbiamo Jarmusch, Kim, Memories of murders e Il Profeta.
      Credo che il quinto posto rappresenti proprio quello dei film non visti da tutti ma amati da molti.
      Quasi un posto "simbolo".

      Anche io mai avrei detto che Lady Vendetta finisse secondo, lo vedevo anche dietro a, come dici te, Gomorra e Ratatouille.
      Beh, oldboy non solo ci sarà ma io lo vedo top ten sicuro,
      Minimo.
      Ma sono di parte.

      Su Il Gladiatore abbiamo già detto tanto, su Avatar dico solo che me lo aspettavo in lotta per qualificarsi...

      Io credevo che solo Room e Post Tenebras Lux non avessero possibilità.
      Poche anche Lady Vendetta

      e invece...

      ciao!

      Elimina
  9. A 'sto giro solo 4... :(
    Grande rammarico per i quarti posti di Prisoners, Boyhood e Room, ma soprattutto per il quinto per un soffio
    di Solo gli amanti sopravvivono...
    Girone Fellini non pervenuto per quel che mi riguarda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè, se Jarmusch faceva 1 punto in più c'avevi tutti i film al ripescaggio...

      e non sai quanto sarà duro quel turno

      mi dispiace non averlo visto, sento che 1 punto o 2 glielo davo io

      ahah, anche io di gironi non pervenuti ne ho avuti diversi...

      Elimina
  10. 7:44…
    7:45
    ieri sera ho recuperato un gran film ;-)

    Sull'ultima votazione: mi aspettavo The Wolf of Wall Street – è un film davvero bello, che ha tutti i crismi per arrivare tra i primi dieci della gara: regia, attore protagonista, ma soprattutto la storia, terribilmente attuale (anche perché vera) e riguarda una tematica che sicuramente è di interesse.

    Per quanto riguarda gli altri, io avrei persino pensato che The Cave passasse – mi è piaciuto molto, ma non l'ho votato, perchè condivido la tua idea: lo spettacolo è la grotta, non il film, anche se Herzog riesce a presentare le cose condendole di una certa magia. Ora c’è in gara Grizzly Man, a mio parere sicuramente superiore – lo voterò senz’altro e credo che meriti di passare.

    Povero Monster, forse un po’ sottovalutato. Mi spiace.

    Her ha dominato come si poteva immaginare. Conoscevo Prisoners ma non l’ho votato – l’altro che conoscevo è Moulin Rouge, un film caduto nel dimenticatoio, che però non mi aveva appassionato.

    Le Vite degli altri è un film eccezionale. Arriverà sul podio finale dell’intero torneo, vedrai, perché è un film che mette tutti d’accordo: “cinefili” e “popolo”. Io ho una personale previsione su questo film e sugli altri due che arriveranno sul podio e sono sicuro che non sbaglierò ;-)

    La vera piacevole sorpresa per me, come sai, è il terzo posto di WALL-E. Bello vedere che anche The Others passa, di questo non l’avrei mai detto.
    Sono dispiaciuto per il quarto posto di Room, pur non avendolo votato e quindi essendo nel mio piccolo un po’ responsabile di questo. Il Gladiatore non è un film eccezionale, però è un film che per molti ha rappresentato qualcosa. Se lo vedessi ora, probabilmente non mi entusiasmerebbe più di tanto – ma come me, molti votanti lo hanno visto in un altro periodo della vita e ora conservano il ricordo di quell’emozione. Ma al prossimo turno, esce dalla gara.

    Ah, non ti rinfaccerò stavolta se non rispondi punto per punto, perché ho detto tante cose e il blog è carico in questo periodo.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma io posso arrivar tardi ma quando arrivo rispondo sempre al massimo ;)

      geniale il tuo riferimento a quel film

      - non ho visto The Wolf ma mai avrei detto (nè mai credo direi) possa arrivare in una top ten finale.
      Certo che al primo turno ha sbaragliato...

      - No, Cave era spacciato ma se l'è cavata alla grande. Credo che ne rapporto quanti l'hanno visto/punti fatti sia molto molto in alto
      Eh, non posso dir nulla su Grizzly Man...

      - Moulin ROuge e Amelie secondo me sono stati tramandati poco, come Traffic, come Crash. Tutti li abbiamo visti, in molti casi pure amati, ma non credo che poi negli anni li abbiamo più rivisti. Sono rimasti alla loro epoca secondo me. E c'hanno rimesso. E' anche vero che questo non vale per tutti, anzi, tutti i miei favoriti, mi pare, sono prima del 2005

      - Guarda, avevo pensato a un bellissimo post in cui tutti facevano i loro pronostici sui primi 5 film alla fine. Ma mi sarebbe piaciuto farlo prima, non dopo i gironi. Perchè con i risultati dei gironi siamo condizionati poi.
      I miei favoriti?

      M.D
      O.B.
      S.M.L.T.C
      B.F.
      I.
      I.

      - Wall-E ci stava dai, anche se è sempre dura. Se non era per il secondo tempo con me prendeva 3 punti in molti gironi...
      Anche The Others lo vedevo molto bene io, ma anche là c'era un girone in cui poteva andar fuori. E non è che c'è mancato tanto...
      Convinto anche io che per Il Gladiatore X factor finisce qui. Se ce la fa è un guerriero davvero

      ciao!

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao