28.10.16

Il Collezionista, il grande cinema da vedere e portare a casa ( 1 ) : La casa dalle finestre che ridono / Palindromi / The Raid 2


Nuovo rubrica, davvero interessantissima.
Ho pensato di contattare il nostro Revu perchè, oltre ad essere un grande appassionato di cinema e molto competente, è un collezionista di Dvd impressionante.
Ne ha circa 4000.
Non a caso Revu è molto conosciuto nei forum dell'home video.
Siccome recensisce molto bene ed ha questa smodata passione per l'acquisto, ho pensato di fargli consigliare ogni volta tre titoli, tendenzialmente un grande classico uscito in bella edizione, un film distribuito direttamente e solo in home video (insomma, i direct to video, quei film che non hanno avuto vita in sala) e un altro a scelta che vale la pena avere a casa.
Nasce questa rubrica che non necessariamente deve essere vista come un "consigli per gli acquisti" ma anche, e semplicemente, come consigli di visione.
Poi, per chi ama anche possedere i film, ci sono quelle indicazioni tecniche in più date da qualcuno che sa veramente ciò di cui parla

Lascio la parola a lui

Da cinefilo e appassionato incallito dell'home video accomuno le due cose e con questa rubrica spero di darvi dritte e 
possibili acquisti di film spaziando dai classici, per passare ai meno noti, per finire con i direct to video. Oltre al film troverete le caratteristiche 
tecniche di ogni disco e la qualità dello stesso, con la speranza di esservi di aiuto e di farvi scoprire ed andare sul sicuro per chissà, 
crearvi una collezione di pellicole da avere e conservare gelosamente.

LA CASA DALLE FINESTRE CHE RIDONO

Risultati immagini per la casa dalle finestre che ridono dvd rimasterizzato

Stefano (Lino Capolicchio) è un restauratore di dipinti che viene incaricato di restaurare un'opera nella bassa padana. Dopo essersi recato nel luogo vede "cose" alquanto strane e sinistre che lo faranno vacillare se restare o no e lo porteranno a scoprire delle verità che mai si sarebbe immaginato. La Casa Dalle Finestre Che Ridono è la prima incursione nel genere thriller/horror da parte di Pupi Avati, incursione pressoché perfetta, in quanto il film è un esponente straordinario del thriller/horror gotico italiano, ai livelli dei capolavori Argentiani. La pellicola è un'escalation di tensione che man mano sale fine a toccare il culmine nel finale, con una schiera d'attori perfetti nei loro ruoli, in primis il protagonista, Capolicchio, con il suo fare indagatorio e coraggioso misto a stupore che rispecchia a tratti lo stato d'animo dello spettatore. La location padana è stupenda, e resa ancora più bella da come la ritrae Avati, con quelle atmosfere malsane e spettrali che danno un tocco tenebroso all'intera opera. Avati firma una perla di rara bellezza da annoverare come uno dei maggiori risultati di genere nel cinema italiano.

Supporto: DVD
Formato video: 1,85:1 Anamorfico
Formato audio: 1.0 Dolby Digital: Italiano - 5.1 Dolby Digital: Italiano
Sottotitoli: Italiano - Inglese
Extra: Trailer

Etichetta: Aelgida

Commento: Il dvd è l'ultima versione rimasterizzata, l'audio e il video sono più che sufficienti, anche se nulla di stratosferico. Gli extra sono praticamente assenti con la sola presenza del trailer. Ad oggi rimane l'unica versione disponibile anche se per la qualità dell'opera ci sarebbe bisogno di ulteriori miglioramenti


PALINDROMI

Risultati immagini per PALINDROMI DVD

Palindromo. Una parola che letta in un verso o nell'altro produce lo stesso significato. Può essere un nome, ma anche le vite di tutti noi perchè, a volte, per quanto ci possiamo sforzare per cambiare, rimaniamo sempre noi, immutati nella mente e nel cuore, nei nostri desideri, nelle nostre idee, proprio come un palindromo. E' questo che Solondz ci vuole trasmettere, in quest'opera densissima di significati, che tocca temi fragili, scomodi e spiazzanti, come l'aborto, la pedofilia, la religione, la razza, l'handicap, la malattia, l'11 Settembre. Ma ciò che di più sconvolge e coinvolge è il modo con il quale lo fa, la forma che sceglie per trasmettere un significato tanto vero quanto durissimo da metabolizzare. Per questo geniale è la scelta di far interpretare il personaggio principale (Aviva, appunto, nome palindromo) a svariate tipologie di persone: grasse, magre, nere, bianche, uomo, donna, ma sempre con il comune denominatore iniziale: il palindromo. Interessantissima anche la lucida e spietata visione dell'America vista da Solondz, tanto buonista superficialmente quanto nefasta al suo interno. Pellicola potentissima e particolare, indipendente fino al midollo, acuta come poche, capace di lasciare lo spettatore inerme a riflettere come, denudati di ogni perbenismo e fronzolo, risulti essere l'uomo e la società.

Supporto: DVD
Formato video: 1,77: 1 Anamorfico
Formato audio: 1.0 Dolby Digital: Originale - 5.1 Dolby Digital: Originale
Sottotitoli: Italiano
Extra: Trailer - Galleria fotografica - Note di regia - Il cast e la troupe

Etichetta: Dolmen

Commento: Unica versione Dvd mai uscita in italia del film di Solondz, qualità più che sufficiente sia per il comparto video che audio. Extra scarni con il solo trailer e con note di cast e regia di solo testo


THE RAID 2 - BERANDAL

Risultati immagini per the raid 2 blu ray


Chi conosce The Raid sa di cosa parlo, per chi non lo conosce gli basti sapere che probabilmente con The Raid 2 siamo al cospetto dell'action movie definitivo. Siamo a Jakarta e il film inizia dove finisce il precedente. Il protagonista Rama dovrà infiltrarsi nella mala e sgominarla per proteggere la sua famiglia. Per certi verso superiore al primo capitolo, Gareth Evans supera sè stesso e ci propone un concentrato di azione e arti marziali allo stato puro, senza sosta, senza cedimenti di ritmo, senza sbavature nella sceneggiatura, con un misto di generi che va dall'azione, al poliziesco fino al noir, assemblando un puzzle che lascia storditi nonostante la sua lunghezza (150 minuti!). Coreografato in modo sublime - ad esempio rendendo sempre comprensibile ogni scena di lotta che va a susseguirsi (vero problema e difetto della media degli action movie)- è un film in cui la mascella rimane spalancata e gli occhi sgranati per quanto riesce a catturare e a non dare tregua. E' "un'esperienza" da provare, quasi impossibile rimanerne delusi, amanti o non del genere.

Supporto: Blu-Ray
Formato video: 1,78:1 Anamorfico 1080p
Formato audio: 2.0 Stereo Dolby Digital: Italiano Indonesiano - 5.1 Dolby Digital: Italiano Indonesiano - 5.1 DTS: Italiano Indonesiano
Sottotitoli: Italiano
Extra: Trailer - Commento audio - Il prossimo capitolo: girando un sequel - Location - Scena tagliata - Intervista - Coreografie

Etichetta: Sound Mirror

Commento: La pellicola nel formato Blue-Ray si presenta eccellente sia nel video dettagliato e con colori avvolgenti che nell'audio performante. Gli extra sono ricchi e soddisfacenti per un'edizione da riferimento del supporto





41 commenti:

  1. Grazie.
    Ottima iniziativa .
    Fra tutti credo che prenderò il primo.
    E' da un pezzo che "facevo la corte " al film di Pupi Avati.
    E' curioso anche il fatto che se cerchi su wikipedia il cinema splatter italiano ti menzionino tra i vari titoli anche il film di Avati.
    Altro anedotto curioso proprio ieri sera in Tv sul "rischiatutto " di fazio hanno fatto una domanda e mostrato un pezzettino di film proprio sulla "Casa dalle finestre che ridono".
    Coincidenze...Mha?
    Abbastanza allettante anche Palindromi ( ne avevo sentito parlare)
    Un solo appunto : potresti anche segnalare indicativamente il costo di questi DVD.
    Ad esempio lo stesso film lo potresti trovare in versione economica come in versione deluxe o addirittura non li trovi nel mercato italiano e li devi reperire d'importazione.
    Capisci che qua il prezzo fa la differenza.
    Massimiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo richiesta Max.
      Quelli che ha messo Revu si trovano tutti.
      Credo che poi farà anche puntate sugli introvabili o sugli import.
      Però la cosa del prezzo indicativo ci sta, anche se basta andare nel famoso sito di acquisti...

      Sì, La Casa... con lo splatter c'entra nulla

      Elimina
    2. MI duole inserire una nota triste...ma tu con il tuo dvd preso in 4 anni mi dai conferma di quello che già da un pezzo penso.
      Tra web , abbonamenti televisivi vari , streaming ecc...ha senso ricercare ancora il dvd?
      Certo si ,se vuoi dare un peso fisico a quello che poi guardi sullo schermo... se ti piace toccare in un certo senso quello che vedi ma quanti nostalgici come me ci sono al mondo che cercheranno un DVD?
      Recensito pure benissimo per carità...da te da RAvu e chi altro vuoi tu...
      per non parlare dei film piratati (cosa che condanno)...che trovi ai mercatini ,saranno tarocchi ma sempre dvd sono.
      Non ci stiamo avviando verso il tramonto del caro supporto di plastica?
      Max

      Elimina
    3. Per chi compra i dvd comprare i dvd avrà sempre senso ;)

      Quello che è cambiato è che se una volta i dvd erano anche il modo per vedere i film adesso è diventato solo quello per averli

      Le videoteche non esistono più, lo sappiamo

      quindi per un certo suo uso il dvd non solo è avviato verso il tramonto ma quel tramonto l'ha superato da tempo

      per il resto il mercato del dvd non finirà mai, ci sarà sempre gente che porterà avanti le proprie collezioni o addirittura, come Revu, vedrà solo film in dvd

      quindi se ti piace averli il senso ce l'avrà sempre, altrimenti no ;)

      Il mio rapporto con i dvd è finito tragicamente con la chiusura della videoteca. E' stato un rigetto per un dolore grande

      ormai difficilmente comincerei una nuova collezione ma, tornassi indietro, me li terrei tutti e continuerei a comprarli

      Elimina
    4. Quello che intendevo io e' se ci sarà ancora mercato?
      Da ignorante ti dico che se ci sarà poca richiesta di dvd ,inteso come supporto visivo perchè oramai sempre più soppiantato da altre tecnologie "moderne" ,che son quelle che ho scritto sopra all 'insegna DELL'USA E GETTA O CHE NE S0 DEL CONSERVA NELLA MEMORIA HARDWERE del pc il dvd non avrà più tanto senso di esistere.
      O diventando qualcosa di nicchia per collezionisti come scrivi tu ...potrà anche raggiungere costi proibitivi nel futuro
      Poi cercherò di essere ottimista ....

      Elimina
    5. Sì Sì, avevo capito.
      Sì, ci sarà sempre un mercato dei dvd. Magari potranno trasformarsi in qualità anche se l'obbiettivo di portare i dvd ai blue ray alla fine è in qualche modo fallito, i primi restano sempre i più comprati.
      Ricordo che quando uscirono i primi blue ray si parlava di un progetto che vedesse sostituire piano piano questi ai dvd.
      Ma complice i prezzi e il fatto che tanti non si adeguavano ai lettori i dvd non sono mai morti, anzi...

      Certo, se prima il mondo dei dvd riguardava un pò tutti adesso è quasi esclusiva dei collezionisti o degli ultimi irriducibili noleggiatori (per chi ha ancora i noleggi...).

      Insomma, da globale a meno globale, ma ancora la strada per la sola nicchia è lontana.
      Nel 2026 vedo ancora dvd io

      Elimina
    6. Magari dovrebbero migliorarli qualitativamente...come hanno fatto negli anni con il compact disc riferito alla musica che adesso a mio avviso e riuscito ad avvicinarsi molto se non a superarlo al suono del vinile!
      Nostalgici a parte

      Elimina
    7. Sì sì, assolutamente.
      Vedere nel 2016 dvd di scarsa qualità è davvero un anacronismo

      Elimina
    8. Ciao Massimiliano, grazie :)

      Certo si può benissimo indicare un prezzo orientativo, anche se i prezzi variano e certi titoli possono essere inseriti in offerte, quindi oggi magari costo un prezzo e domani lo trovi dimezzato :)

      Per quel che concerne l'edizione invece queste sono le uniche che trovi sul mercato di questi titoli e di quel supporto specifico che ho descritto (DVD/Blu-Ray).

      In seguito segnalerò anche edizioni import mai uscite da noi e fuori catalogo introvabili :)

      Per il discorso se ha senso avere un supporto fisico, il discorso è articolato... Intanto come dice Giuseppe chi li ha acquistati continuerà a farlo, inoltre si acquista un film oltre per il fatto di averlo fisicamente soprattutto anche per godere di quel film nel miglior metodo possibile ad esclusione di una sala cinematografica. Averlo in supporto fisico può significare anche poterlo vedere su un impianto (TV e amplificatore) grazie ai quali si esalta la visione, cosa non possibile da fare con il download o lo streaming. Inoltre stanno uscendo nuove tecnologie come l'Ultra HD 4K, che con impianti adeguati rende ancora il tutto sempre più definito. Sicuramente però sono anche d'accordo che non è un mercato per tutti, solo per appassionati del settore, ma non credo verrà soppiantato del tutto dalle nuove tecnologie. Poi sarò io un purista, ma avere fisicamente un film e poterlo vedere e maneggiare quando lo si vuole è completamente diverso che averlo semplicemente in un file su pc o hardware.

      Elimina
    9. Ma i dvd/blu ray ancora si vendono, al di là dei collezionisti "hardcore", non son pochi quelli che hanno una propria piccola collezione. Il problema grosso è la distribuzione: si parla tanto di europa unita e poi ogni nazione tira fuori la propria versione: se facessero una buona volta una distribuzione globale (con accordi tra i vari distributori), in multilingua e/o multisub si abbatterebbero i costi, permettendo anche ad opere più di nicchia una maggiore diffuzione. Rivitalizzando il mercato, secondo me.

      Elimina
    10. Ciao Claudio,

      Certe grandi Major lo fanno, diventa però difficile per certi film indipendenti e a basso budget di cui i diritti sono diversi per ogni paese. Il campo della distribuzione purtroppo è una foresta selvaggia in cui perdersi è un attimo, dove ci sono dinamiche commerciali e non veramente da perdere la testa. Per non parlare delle varie tracce localizzate nei DVD di ogni nazione che hanno i loro diritti. Insomma l'idea che esponevi è sacrosante ma non per tutti i film è possibile :)

      Elimina
    11. Eh, immaginavo ci fosse l' inghippo, ci dobbiamo sempre complicare la vita :) Grazie per le delucidazioni.

      Elimina
    12. Ciao Revu, grazie a te.
      Aggiungo un altra cosa ...che in Dvd puoi ,tuo malgrado trovarti anche un film di m...a , che magari odierai .
      Però il solo fatto di averci speso dei soldi ti farà desistere da buttarlo, nella spazzatura (volontariamente)e andrà comunque ad arricchire la tua collezione.
      Poi nel tempo lo potrai sempre prestare a qualcuno che la pensa diversamente da te o che ne so lo potrai rivalutare.
      Invece un anonimo file video sul pc se non ti piace è destinato sicuramente ad una brutta fine .
      Max

      Elimina
    13. Per evitare acquisti sbagliati la rubrica è fatta apposta ;)

      A parte gli scherzi, osservazione molto giusta, tanti titoli proprio grazie a Giuseppe e al blog li ho rivalutati tantissimo, che altrimenti avrei ceduto.

      Personalmente tra buon fiuto e acquisti mirati su ciò che conosco diciamo che di acquisti sbagliati non mi capita di farne, cmq si possono sempre rivendere oppure regalare :)

      Elimina
  2. Quando ho chiuso la videoteca ho avuto una crisi e un rigetto.
    Mi ha portato a vendere tutti i dvd della suddetta videoteca e anche i miei personali.
    A dir la verità questi ne ho regalati moltissimi.
    Quindi il mio rapporto con i dvd è praticamente finito.
    Per questo trovo davvero incredibile come nell'ultimo anno io ne abbia comprato solo UNO, tra l'altro pochi giorni fa, e questo sia The Raid 2.
    Che poi non è nemmeno il mio genere ma ho amato troppo il primo. Ho accompagnato un mio amico alla svendita di una videoteca, c'era a 2 euro e non ho resistito.
    Quindi, un solo dvd in 4 anni acquistato ed è uno, tra 4000, dei 3 che consigli in questa prima puntata.

    Lo vedrò presto e dopo averlo recensito ne parliamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una coincidenza allucinante, quasi agghiacciante :D

      Ero molto molto indeciso su cosa proporre come primi film ma questo essendo per me un capolavoro e soprattutto un inedito al cinema mi sono deciso, sarò pronto a parlarne ;)

      Elimina
    2. Non me ne hai regalato manco uno... taccagno!! ;)

      Elimina
    3. La serie The Raid è storia recente del cinema.
      Incredibile come abbia esaltato tutti, amanti e non.
      Io rimasi folgorato dal primo, sono pronto ad esserlo anche col secondo ;)

      Elimina
    4. Rò, nel 2012 credo che non ci sentivamo quasi da 5 anni, dall'Università ;)
      (al massimo roba da 2,3 contatti l'anno)
      quando ci siamo riavvicinati (2014?) i dvd erano un lontano ricordo ormai...

      Elimina
  3. Ah, credo che Palindromi lo vedrò di sicuro, incredibile quanto locandina, titolo e regista, Solondz, mi abbiano attirato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscendo Solondz (Happiness lo hai visto) non ne rimarrai deluso, per me sfiora il capolavoro per invettiva e messa in scena, sarei felice di una tua recensione, sono pronto a pagarti io un DVD se non ti piace ;D

      Elimina
    2. Ahah

      sono quasi sicuro che non mi devi ridare nessun euro

      e non perchè molto probabilmente lo vedrò in rete ma perchè mi piacerà molto ;)

      Elimina
  4. Palindromi non è semplicemente una visione. Personalmente è stato come esser attraversati da una scossa elettrica. Ti tramortisce.
    E non so quante volte ho guardato e riguardato il capitolo Huckleberry.

    RispondiElimina
  5. Ciao Elena,

    Felice ti abbia colpito così tanto, Solondz sà essere micidiale!

    RispondiElimina
  6. Happiness micidiale sì bellissimo! Mi aveva sconvolta ho dovuto rivederlo più volte. Poi lì ho scoperto Hoffman!
    Da non dimenticare Fuga dalla scuola media! Mi avete fatto venire voglia di rivederlo!
    Ho cercato tanto ma invano Storytelling in passato ma non l'ho mai trovato neanche sottotitolato
    Come funziona l'acquisto si Palindromes? Cioè, si può acquistare da qui? O non ho capito niente, tanto per cambiare? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, io e Revu abbiamo solo organizzato uno spazio dove parlare di bei film che poi sarebbe bello anche acquistare

      oggi abbiamo aggiunto anche la casa di distribuxione e qualche nota

      comunque ti risponde lui

      ciao!

      (voglio vedere anche io molti più Solondz...)

      Elimina
    2. Ciao Patrizia,

      Lo puoi acquistare on line dove vuoi oppure nei negozi fisici se lo trovi.

      Storytelling e Fuga Dalla Scuola Media non sono mai usciti in supporto fisico da noi, ma neanche al cinema, sono proprio inediti in Italia, pellicole che bramo ma introvabili purtroppo, in altri metodi non so, ma credo che un pò tutto Solondz non sia facilmente reperibile.

      Non sottovalutare anche Perdona E Dimentica che è una sorta di seguito di Happiness ;)

      Elimina
    3. Ciao! :)

      Ciao Revu, ero convinta di avere visto Fuga Dalla Scuola Madia al cinema. E se non l'ho visto al cinema l'ho visto in VHS ai tempi di Blockbuster :)
      Sì sì ho visto al cinema anche Perdona E Dimentica, meno incisivo però. Soprattutto come sequel per me non molto riuscito.

      Allora cerco online Palindromes, mi sembra di averlo già visto su amazon. Giusè se poi ti interessa... ho saputo che l'uomo dolce dei palloncini viene qualche volta a trovarti.. si può sempre organizzare un prestito :)

      Elimina
    4. Si assolutamente inferiore Perdona E Dimentica a Happiness, ma d'altronde raggiungere tali vette era quasi impossibile, anche se cmq degno di nota.

      Palindromi lo trovi tranquillamente nei negozi on line.

      Ciao! :)

      Elimina
    5. Eh, se è per quello l'omo dei palloncini viene anche stasera...

      ma non ho capito la cosa del prestito, ahah

      Elimina
    6. Signori, so bene che questo post non è il luogo giusto per pubblicizzare lo streaming, ma l'intera filmografia di Solondz si trova su mondolunatico

      Elimina
  7. Capisco il piacere del collezionismo ( io stessa adoro collezionare libri e mi rifiuto categoricamente di leggerli sul kindle o tablet), però mi sono sempre chiesta, leggendo i tuoi commenti, come mai questa avversità verso lo streaming. Sei disposto a non vedere un film per non usare "metodi alternativi". È un modo per contrastare la pirateria?
    Inutile dire che io adoro lo streaming e che non ho mai compraro un dvd. Devo ammettere, però, che dopo aver visto la città incantata ho rischiato seriamente di acquistare quasi tutte le opere di Miyazaki, fortunamente mi sono ricordata in tempo che nn ho un lettore dvd a casa, giuro!
    Sono molto curiosa di quel palindromes, segno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "io stessa adoro collezionare libri e mi rifiuto categoricamente di leggerli sul kindle o tablet"

      ma che fai domande in cui metti già prima la risposta?

      Elimina
    2. e

      "non ho mai compraro un dvd"

      e

      "ho rischiato SERIAMENTE di acquistare quasi tutte le opere di Miyazaki"

      è teatro dell'assurdo che manco Ionesco ;)

      Elimina
    3. Ahahha giuro che non ero ubriaca mentre scrivevo :D
      Comunque il senso nel messaggio c'è, adesso non riesco a coglierlo nemmeno io, ma fidati che c'è! Magari domani lo riformulo

      Elimina
    4. Ciao Rachele,

      Diciamo che la mia "avversità" è spiegabile per varie ragioni:

      - Prima su tutte la passione immensa che ho per quest'arte mi fà rifiutare qualsiasi metodo che non sia il massimo possibile per godersi l'opera, e come dicevo più su, dopo la sala non c'è nulla di meglio dell'home video.
      - Secondo la mia incapacità totale nell'adottare metodi alternativi, anche se lo streaming legale non l'ho mai provato.
      - Terzo la linea internet che purtroppo qui da me non è il massimo avendo "solo" una linea adsl con parabola.
      - Quarto sicuramente non incrementare la pirateria, che da purista e amante non tollero con tutte le mie forze.
      - Quinto e non ultimo sono un collezionista da quando è nato il DVD, e avere e tenere un mano un film per me è imparagonabile ad averlo in un piccolo file sul pc.

      :)

      Elimina
  8. Approfitto dello spazio. Stavo sul sito di amazon, ed ho visto che a dicembre uscirà un cofanetto con 8 film di Bela Tarr (dvd) a 40 euri. L' ho segnalato perché più d' uno potrebbe essere interessato, e il prezzo mi pare buono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo.
      Sarebbe quasi da farci una sezione apposita su questo

      ma poi diventano troppe le cose su sto blog, non ce se capisce più niente

      Elimina
    2. Ottima segnalazione, si l'ho visto anch'io quel cofanetto, un paio di titoli tra l'altro sono inediti in DVD (Rapporti Pre Fabbricati e Almanacco D'Autunno), il resto erano tutti fuori catalogo.

      Inutile dire che sono dei capolavori :)

      In futuro ne parlerò di Tarr, perchè merita tantissimo ;)

      Elimina
    3. Ero certo che non ti fosse sfuggito :D , ma nel dubbio, ho avvertito (così leggono pure altri ).

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao