22.11.14

Recensione: "You're next"

Un pò di tempo fa il nostro caro Jolly Roger fece un'interessante (e molto personale) rassegna dei migliori Home Invasion moderni, dategli un'occhiata.
Mise al primo posto un titolo che conoscevo sì, ma non avevo ancora visto.
Sto parlando, l'avrete capito, di questo You're Next.
Questi giorni passava per sky, impossibile perdere l'occasione.
-------------------------------------------
C'ha talmente tanto di tremendamente buono e altrettanto di tremendamente sbagliato sto film che mi è praticamente impossibile fare una rece discorsiva senza citare scene su scene, momenti su momenti.
Quindi vuoi per una testa che in questo momento può solo far elenchi, vuoi perchè è da tanto che non facevo rece schematiche (cosa che per gli horror in passato ho fatto più volte), vuoi per fare promozione indiretta alla rubrica Ap-Punti di Pietro, userò questo simpatico (?) metodo stavolta.
Ah, son praticamente solo spoiler, astenersi chi vuole vederlo

PRO

- Ottimo prologo, girato molto bene, simpatico e d'atmosfera
- Fantastica e coraggiosa la scelta di girare un Home Invasion durante una riunione di famiglia alla Festen. E non solo per l'idea in sè -ossia quella della riunione e della cena- ma soprattutto per il coraggio di scrivere un home invasion con 10 vittime (mmm, sì...) e solo tre assalitori quando di solito eravamo abituati alla solita coppietta sfigata. Chapeau, trovo questa scelta come il vero capolavoro di You're Next
- Ottimo uso degli spazi e grande, davvero grande, senso del ritmo che non cala mai, mai
- mi è piaciuto moltissimo scoprire che il prologo non era fine a sè stesso ma "preparazione" dell'altro massacro, quello principale.
E quel "repeat" sullo stereo è una genialata
- Finalmente un home invasion in cui anche i cattivi soffrono, urlano, muoiono e non sembrano esseri soprannaturali sempre e comunque superiori alle vittime (a parte la final girl ovviamente, che in caso contrario non sarebbe tale)
- Belle le morti, bella la cattiveria, bello, a tratti ottimo, il gore: Visivamente ho trovato riuscitittimo l'omicidio "a flash alterni" in cantina
- "Dov'è mio fratello?" "L'ho ucciso, gli ho frullato il cervello". Beh, standing ovation

CONTRO

- Il trucchetto "Mi hai fatto prendere un colpo!", ossia quello di venir sorpresi da qualcuno che poi non era un "nemico" è usato troppe volte. Credo sia uno dei piccoli grandi problemi dell'horror moderno. Nella vita reale io di gente che zitta zitta si avvicina agli altri e poi li sorprende mai vista. A parte chi lo fa apposta per scherzo, mortacci sua.
- Che c'era la talpa l'ho capito dopo soli 10 minuti. Ed avevo anche individuato quale fosse. Solo una però...
- Già nel cinema horror il concetto di dolore da perdita è quasi sempre trattato in maniera sbagliata, praticamente inesistente. E un progetto come questo in cui venivano uccise 10 persone tutte collegate da parentela (figli, padri, fratelli, mogli) era davvero un rischio enorme in tal senso. Beh, scommessa persa, praticamente piangevano a rate, la mamma per la figlia, poi il padre per la moglie, poi un fratello per un altro. Tutti stavano vivendo un'esperienza devastante che già dalla prima morte doveva sopraffarli. Invece niente, si piange un pò per volta.
- L'omicidio della madre porta a 5 minuti disastrosi...
Gli 8 superstiti salgono su e trovano la donna uccisa, in maniera terribile poi. Incredibile, NESSUNO pensa che l'assassino sia lì, tutti tornano tranquillamente di sotto. Ma come, pensavate che gli assassini fossero solo fuori, salite sopra e trovate un morto fresco fresco sul letto e che fate? tornate sotto tranquilli? ma come è morta quella donna, è stato l'Arcangelo Gabriele forse?
Non solo, quanti restano sopra? una sola! che, ovviamente, vedrà l'assassino e comincerà così una fuga quasi fantozziana, inconcepibile, punto più basso della pellicola.
- Le maschere son carine ma... non ci si può vedere un cazzo! le fessure sono strettissime -nemmeno la metà di un occhio- e per giunta non sono "aderenti" al viso ma staccate. Insomma, si farebbe fatica a camminarci nel deserto, figurati muoversi di notte e tirare di balestra...
- La final girl è assurda... Si vuole giustificare la sua preparazione con un corso "survival" fatto da ragazza ma davvero, non ce se crede..., nemmeno Rambo ai tempi d'oro.

Insomma, non sto con Jolly ma il film, per il genere, è più che buono

( voto 6,5 )

15 commenti:

  1. Hai ragione. Innegabili e numerosissimi difetti, ma comunque si finisce per volergli bene a prescindere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma questo mai avrei detto che è passato dalle tue parti.
      Poi vengo a controllare se l'hai recensito

      Elimina
    2. ecco, appunto! Quoto la rece in ogni sua parte, davvero. Questo film è zeppo di difettacci e cose un po' assurde, tipo, come dicevi tu: l'ingenuità dei protagonisti, il colpo di scena telefonato (e mai fu più telefonato come qui, infatti è proprio telefonico), la final girl che praticamente è Wonder Woman...E quindi mi si può dire: ma allora perchè cavolo l'ho messo al primo posto in una classifica di ben 10 home invasion?! Non lo so, Rispondo come JJ, è pieno di difettacci ma si finisce per volergli bene. Se oggi mi chiedessi quale tra quei 10 film vorrei rivedere, non avrei dubbi: You're next! Lo trovo pervaso di una specie di ironia, simile a quella di certe opere teatrali, dove si rappresenta una situazione che potrebbe essere reale ma mantenendo un divertito distacco. Un dipinto con alcuni tratti di caricatura. Non so spiegarlo...

      Elimina
    3. Ti sei spiegato benissimo e mi ci ritrova anche.
      Però, lo ammetto, avrei preferito, forse, meno momenti di ironia e più cattiveria vera.
      Oppure più ironia :)
      Cioè, nel senso che si fa fatica altrmenti a capire se i momenti di ironia in realtà non dovrebbero esser tali oppure tutto il film si prende sempre in giro.
      Insomma, l'avrei fatto meno ibrido, i momenti "leggeri" a volte arrivano nelle sequenze con più tensione.
      Bisogna anche dire che il soggetto, ovvero mettere insieme 10 componenti di una famiglia, era praticamente un invito a nozze per ironia e sarcasmi vari.
      E' vero, lo rivedrei anche io volentieri. Magari non cercandolo, ma se mi capita davanti difficilmente cambierei canale :)

      Elimina
  2. Concordo con la tua recensione: film scalcagnato ma abbastanza divertente con un buon prologo e belle scene di gore ma anche tante tante ingenuità.
    Durante la visione di questo, ma anche di tanti altri, mi sono chiesto più volte se davvero non fosse possibile, con poco sforzo, per degli sceneggiatori professionisti creare delle situazioni appena più credibili.
    Per esempio la scena dei flash, pur se visivamente bella (tributo a "La Finestra sul Cortile"?) non aveva senso (perché l'assassino viene attratto come una falena dalla luce?) e sarebbe bastato un unico flash nel buio prima dell'agguato per rendere tutto un po' più credibile. Mah!
    E, come dici tu, la final girl e' assurda anche per un fumetto: a questo punto sarebbe stato più divertente una virata trash giustificando la sua preparazione con la partecipazione ad un campo Scout da bambina :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Jacopo, in realtà mi ero spiegato molto male.
      La scena dei flash è completamente sbagliata, inverosimile.
      Io mi riferivo SOLO al momento dell'omicidio, con quei colpi che si intravedevano (e sentivano) in mezzo ai flash.
      Eh, ma se non proprio sul trash trash, comunque ci avviciniamo eh...

      Pensa alla trappola che costruisce sulla porta, al frullatore, ad alcune sue frasi, all'essere immortale.
      Avrà fatto anche la Scout da bambina, sicuro :)

      Elimina
  3. Per la prima volta in vita mia non sono d'accordo con Jolly. E' inferiore a molti degli home invasion che ho visto nonostante obiettivamente si salvi.
    Nella parte disastrosa dell'omicidio della madre c'è da aggiungere anche un'altra cosa: lei urla, loro corrono di sopra, e in questi 10 secondi il leprotto (o chi per lui) ha trovato il tempo di scrivere YOU'RE NEXT sulla parete e di nascondersi. Poi, quando tutti scendono e una rimane là, cascano le braccia.
    Cmq non è l'unico errore del film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NOOOOoooooooo.......Tommaso, tu quoque a darmi sto dolore! No, scherzi a parte, hai ragione, il film ha difetti macroscopici e non si può difenderlo da quel punto di vista. Quello che citi è forse il più grande, ma ce ne sono altri. Senza contare, poi, l'inutile prologo iniziale, assolutamente fuorviante e che non c'entra nulla col dopo....Eppure, pur considerando tutto ciò, io non riesco a non farmelo piacere. Sono stato colpito da quel sottofondo ironico che lo pervade, con quelle scene al limite, che più simpatiche non si può (il frullatore nella testa, i chiodi nel piede, la prima uccisione del cattivo, etc.).Insomma, tra tutti gli home invasion, è quello che punta più sullo spavento classico che non a far contorcere lo stomaco dello spettatore - come invece fanno tutti gli altri. Non so. Io ad esempio me lo rivedrei anche stasera :-)

      Elimina
    2. comunque è vero, caspita, è la prima volta che non ci troviamo d'accordo su un film!

      Elimina
    3. La prima e forse l'ultima. E poi scommetto che tutta questa differenza in realtà non c'è (io gli ho dato 6.5 e tu non credo che potrai andare oltre il 7.5/8), soltanto nell'ipotetica mia classifica degli home invasion, questo sarebbe dietro Funny Games - The Strangers - A l'interieur - Martyrs (è un home invasion?) - Hard Candy (?) - L'ultima casa a sinistra (remake) - Them - The Purge... appena sotto Panic Room e appena sopra The Collector.

      Ma la mail che ti avevo mandato l'hai vista?

      Elimina
    4. Di home invasion puri Them e Funny Games sopra tutti per me

      Elimina
    5. Povero You're Next - li hai messi davanti praticamente TUTTI :-( Comunque Martyrs, Hard Candy e il remake dell'Ultima Casa non li avevo considerati al tempo della classifica, avevo preso solo gli home invasion standard. Peraltro Hard Candy a me è stra-piaciuto. L'ultima Casa a Sinistra m'è piaciuto un sacco (e più il remake dell'originale), invece Martyrs l'ho trovato un po' forte.... Sì, un po' troppo forte

      Elimina
    6. L'email - ti riferisci al tizio, giusto? Sì, l'ho visto...Integra perfettamente la definizione di faccia da sberle...

      Elimina
  4. Ma quanto mi ero divertita a guardare questo film?
    Con tutti i suoi difetti, uno dei migliori home invasion dell'anno scorso: cattivo, ben girato, ironico.
    Non posso volergli male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo tutti sulla stessa lungghezza d'onda Erica.
      Film pieno di difetti ma che supera tranquillamente la sufficienza e forse nel sottogenere pure qualcosa di più

      ciao!

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao