30.12.14

Classifiche Il Buio in Sala 2014 (4/5): I Migliori film del 2014 PARTE 1 (posizione 22-11)

Eccoci finalmente a quella considerata da tutti la classifica principe, quella dei migliori film gioiellini degli anni passati  tengo ancora di più.
dell'anno. In realtà per me vale assolutamente come le altre, anzi, probabilmente a quella dei
Allora, le due cose più importanti da sapere sono:

- I FILM SONO TUTTE VISIONI IN SALA DEL 2014 (CIRCA 42)
- NON SARA' UNA CLASSIFICA SINGOLA POSIZIONE PER POSIZIONE MA UNA DIVISIONE A GRUPPI, TENETENE CONTO

L'altra cosa importante è dire da subito quello che NON ho visto:

dallas buyers club
the wolf of wall street
lo sciacallo
le meraviglie
ida (soprattutto)
a spasso con davis
12 anni schiavo
il giovane favoloso
il capitale umano
frank
vari ed eventuali

partiamo

IL TITOLO RIMANDA ALLA RECENSIONE



GRUPPO 22-18


THE GRAND BUDAPEST HOTEL













L'ho scritto anche in rece, Wes Anderson ha tutto per farmi innamorare. Colori, pazzia, personaggi, stile, magnifica leggerezza, malinconia. Ma non riesco mai ad empatizzare completamente con lui,  arrivargli al cuore. Peccato

BOXTROLLS











Magnifico cartone che una volta di più esalta tutta la straordinaria potenza emotiva e visiva della stop motion. Grande ambientazione, grandi personaggi. grande fantasia. Da vedere

MAPS TO THE STARS












Un film forse grandissimo che a me è parso però incompleto, come se Cronenberg non ci avesse messo tutto sè stesso, come se fosse in qualche modo raffazzonato e messo insieme così. Un paio d scene superbe. Forse dovrei rivederlo.

LE COSE BELLE










Piccolissimo film italiano, una specie di minuscolo Boyhood in soli due tempi. Pensato col cuore, girato col cuore. Senza pietismi, senza ricercare per forza la disperazione, solo un racconto di 4 bambini poi diventati adulti in una Napoli decadente e malinconica

GONE GIRL










Soggetto magnifico, grande inizio, perfetta fotografia di un matimonio basato sulle falsità.
Un noir torbido che avvince.
Poi diventa tutto un thriller di genere che bada molto più alla spettacolarità del plot che alle tematiche che aveva messo su.
E cade un pò troppo sulla verosimglianza


GRUPPO 17 - 14

MUD











Grande film di formazione che ha, secondo me, nel personaggio del bambino il suo punto di forza.
Mai visto uno credere nell'amore così tanto. Mud gli farà invece conoscere la vita vera, con tutte le sue difficoltà e  le sue disillusioni. Peccato per una sceneggiatura e un finale che potevano essere ancora migliori.

IL SALE DELA TERRA












Non è nemmeno tanto giudicabile come film, forse per questo non lo inserisco più in alto.
E' "solo" il racconto di uno straordinario fotografo (ed uomo anche superiore) che attraverso la fotografia ha raccontato stralci di umana disperazione. A tratti devastante

SNOWPIERCER










Regista fantastico, uno dei miei preferiti.Un film di fantascienza distopica di enorme valore sia visivo che intellettivo. Si traveste da blockbuster, ma se fossero tutti come lui sarei dentro un multiplex un giorno sì e l'altro pure.


SI ALZA IL VENTO












L'addio del Maestro non è forse uno dei suoi film più riusciti, magari perchè rispetto al solito è troppo ancorato alla realtà (e Miyazaki ci ha quasi sempre incantato per la sua visionarietà) e un pò troppo lungo. Ma resta un altro miracolo di dolcezza, magia e disegno.
Forse il più grande animatore di sempre.

GRUPPO 13 - 11


DUE GIORNI, UNA NOTTE










I soliti grandi fratelli Dardenne, probabilmente i registi che sanno raccontare in maniera più diretta e verosimile la realtà che ci circonda. Il mondo del lavoro sì, ma soprattutto un viaggio, forse con ritorno, nella malattia. Grandissimo film

CLASS ENEMY













Film essenziale, forse il più essenziale di questa ventina.
Essenziale, asciutto, privo di emozioni, come del resto è il suo protagonista, un supplente accusato del suicidio di una studentessa. Ma le colpe, forse, sono altrove. Per riflettere sulla vita e sulla morte. Gioiello.

BOYHOOD

Sono stato molto combattutto. Giudicare l'operazione Boyhood o il film Boyhood? se vedo la prima il podio era assicurato, anzi, probabilmente in tal senso questo è un film che entra dritto nella storia del cinema. Se vedo solo il secondo, se lo vedo come film "classico" forse stava ancora più dietro. Ho scelto una via di mezzo, anche se la magia di Boyhood, quel veder crescere un ragazzo (e un attore) 12 anni in 2 ore rimane qualcosa di incredibile.


23 commenti:

  1. Visti e piaciuti quasi tutti. Peccato mi sia sfuggito "CLASS ENEMY" nonostante l'abbia richiesto espressamente al gestore (che conosco molto bene) della sala d'Essai che frequento di solito. Spero in una rassegna imminente, se no aspetterò dvd/rete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo ci trovi abbastanza d'accordo anche la top ten allora...

      Farebbe una gran cosa quel gestore.
      io invece ho fatto prendere a un cinema di qua quello che credo sarà il mio numero 1 di domani, quindi meglio d così!

      Elimina
  2. ma molti dei film più belli dell'anno hai volutamente deciso di non vederli, o è solo che non hai avuto modo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manca ancora tutta la top ten eh

      Se ti riferisci alla lista iniziale invece sono solo coincidenza, nessuna scelta.

      Ne ho visti comuqnue 42 al cinema eh, mica uno... :)

      Elimina
  3. I film che ti mancano son da classifica secondo me :) su Boyhood la penso esattamente come te bella l'idea ma il film è piuttosto semplice...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so lo so, credo che 3,4 potevano ambire quantomeno alla top ten.
      Oh, anche dei miei primi 10 ce ne saranno alcuni che non avete visto voi, è questo il bello :)

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Però, 42 al cinema non sono mica bazzeccole! Da questa prospettiva mi batti alla grande, calcolando che se escludiamo quell'uno o due festival che riesco a farmi l'anno, in sala riuscirò ad andarci si e no 4/5 volte... Ho sempre ammirato questa tua costanza nel mantenere fede alla tua etica, bravo Giuseppe!

    Di questa prima lista ne ho visto pure io solo uno: Maps to the Star, che come avrai potuto constatare, nella mia sta decisamente più basso ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frank, io sarò anche bravo (a parte che più che l'etica mi muova la passione incredibile per la sala) ma te non è che vai poco al cinema, è proprio che nessun cinema offre i film che vedi te.
      Dei 190 che hai visto se dico che solo 10 hanno visto le sale non vado tanto lontano.

      Ahahh, ma il tuo 155° posto vale come il 20° mio :)

      No, a parte gli scherzi, se "mischio" i film in sala con gli altri credo che il buon Cronemberg starebbe poco prima dei 50...

      peccato, bastava poco di più per renderlo bellissimo per me

      Elimina
  6. uh cavolo, ne ho visti pochissimi...

    RispondiElimina
  7. Finalmente son tornata al pc e ho potuto leggere! Alloooora: Grand Budapest Hotel mi ha fatto lo stesso effetto, bellissime atmosfere ma manca qualcosa, come tutti i film del buon Wes, rassegnamoci, evidente non siamo abbastanza hipster :) Boyhood mi manca e è quello che mi ispira di più tra quelli che non ho visto, Boxtrolls pure mi ispira anche se non sono una grande fan dell'animazione, Il sale della terra che te lo ridico a fà :) Tra quelli che non hai visto Il giovane favoloso mi è piaciuto tantissimo sarà che amo Giacomino ahah, Il capitale umano non lo voglio vedere e se lo vedo lo vedrei ''per sfregio'' ahah si sono prevenuta, 12 anni schiavo filmone, pesantissimo ma merita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Wes purtroppo concordo, e non sai quanto a malincuore.

      Boyhood è qualcosa di mai fatto al cinema. Ma devi saperlo, il film in sè è solo bello sennò.

      Boxtrolls mi è piaciuto da morire.

      Su quelli che non hi visto dico solo che ho scritto quelli che comunque vorrei vedere :)

      Elimina
  8. Ieri sera infatti, mi sono dimenticato di dirti un altro grande film visto quest'anno, 12 anni schiavo. Raramente mi era capitato di vedere il corpo così tanto padrone di una scena. Non si esce mai dall'uso del corpo come strumento, non è solo disumanizzazione è anche il grande campo di una telecamera che si libera del soggetto e che trova di fronte a se solo oggetti, solo corpi e rapporti tra corpi appunto. E' stata una visione molto forte a livello emotivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rocco, non c'è bisogno che dica a te come il corpo per McQueen sia sempre protagonista.
      Anzi, dire che Hunger, Shame e questo siano un'ideale trilogia del corpo.

      Per il resto solita splendida analisi

      Elimina
  9. Bella la divisione a gruppi... Non è mai una classifica facile da stilare.
    Mi è sfuggito qualche bel titolo nel corso dell'anno ma recupererò spero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I più belli poi sono sul post di oggi.
      Devo resuperare molto anche io.
      Sì, basta numerini fissi, non ha senso :)

      Elimina
  10. Sul serio non hai visto il Wolf!? Aaaargh!
    Detto questo, secondo me ci sono alcuni ottimi film troppo in basso, e altri come Snowpiercer troppo in alto! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mannaggia, me lo dite tutti...

      Pensa James che io invece ricordavo che Snowpiercer ti fosse piaciuto da matti.
      Ma allora non eri te...

      Elimina
  11. Ho visto solo The Grand Budapest Hotel (bello ma noioso) e Maps To The Stars (film imperfetto ma il miglior Cronenberg degli ultimi anni) ma almeno ho visto Dalla Buyers Club (ottimo), The Wolf Of Wall Street (buono), Le Meraviglie ('nsomma), Il Capitale Umano (buono), A Proposito Di Davis (buono, se intendevi questo).
    Spero di averne visti di più tra quelli nei primi posti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah,a spasso con Davis!

      Ormai non lo cambio me sa.
      O forse sì.

      Ovviamente c'era A spasso con Daisy,praticamente identico...

      Quindi ci confrontiamo solo su due ma siamo d'accordo, bene

      Elimina
    2. Ahah... pero' rileggendomi anche il mio *Dalla* Buyers Club come refuso non e' proprio male :-)

      Elimina
    3. E vista la trama del film mai refuso fu più particolare...

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao