2.12.15

Recensione "Lake Mungo"


Risultati immagini per lake mungo poster

Uno dei migliori mock del decennio.
Un film che è tanti film diversi in realtà.
Con una scena talmente terrorizzante che, ahimè, me la porterò sempre dietro.


spoiler elefantiaci sin dalla prima riga


Lo scenario, se mai in quella ripresa di cellulare dall'infima qualità lo si fosse potuto scorgere, era comunque spettrale.
Lake Mungo, un deserto che pare non di questa terra, una luna fatta di roccia e di strane montagne ed insenature.
Ma la ripresa è troppo brutta, a malapena è qualcosa di più di una televisione non ancora sintonizzata.
Eppure sullo sfondo si scorge una figura.
Non si capisce chi si avvicini a chi, ma le distanze diminuiscono sempre più.
Ci siamo, possiamo finalmente vedere chi è.
E' lei stessa.
Con un viso orrendamente deturpato da qualcosa che lì, in quel momento, ancora non poteva sapere cosa fosse.
Io sti anni ne ho visti duemila di horror.
E di scene non ne parliamo.
E lo dico senza il minimo dubbio, non c'è niente che mi abbia gelato, sgomento, ed impaurito più di questo incontro al buio di un deserto lunare.

Il problema è che il 95% degli spaventi son spaventi, punto.
Ben fatti, subdoli, figli del dolby, improvvisi, molti anche più profondi, ma insomma, restano spaventi, quelli che con un vaffanculo o un sospiro poi ti riprendi subito o presto.
Qua no, Qui si va oltre il cinema, oltre lo spavento d'accatto, per usare un termine che sti giorni nel blog l'ha fatta da padrone.


Qui si va talmente nel profondo, talmente tanto in giù in quei concetti di vita e morte, che non si tratta solo di paura, ma di terrore. E di un terrore che con Lake Mungo c'entra poco.
Non è solo lei che vede lei, siamo noi che vediamo noi.
Morti.
Chissà come poi.
Può esistere una cosa più spaventosa e con la quale è più difficile convivere di vedere sè stessi morti in anticipo?
Incrociati nel buio di una bianca stradina?
No.
Vidi Lake Mungo 3 anni fa in un periodo in cui non è che non ce la facessi a scrivere, ma proprio non mi interessava farlo (vi ho risparmiato delle recensioni di 45-48 film, ringraziatemi).
Io là vicino al televisore, mio fratello dietro nel letto.
Lei vede sè stessa a Lake Mungo e la stanza diventa freddissima. Nella mia rigidità mi immagino se anche chi sta dietro a me abbia provato le stesse sensazioni.
In questi anni molte persone mi hanno dato poi la conferma di quelle sensazioni. La cosa mi conforta, lo ammetto, perchè è come aver provato una gioia insieme. Chi l'ha vissuta come me è un reduce della stessa paura.


In realtà questo piccolo film australiano è molto altro.
E' un mock sì, ma del sotto-sottogenere meno usato.
Di solito abbiamo o i mock live, quelli da telecamerina, o i found footage in cui comunque i filmati che vengono ritrovati poi li vediamo cose li vivessimo in diretta.
Qua invece siamo più in un documentario di ricostruzione, giornalistico. Si analizza la vicenda di Alice Palmer (e il richiamo a Laura Palmer è fortissimo, anche nella morte). Si intervistano i genitori, gli amici, i vicini. Si segue un ordine cronologico nel ricostruire tutti i fatti, dalla scomparsa di Alice nelle diga all'adesso, anni e anni dopo.
Interviste, filmini amatoriali, foto, immagini di raccordo, Lake Mungo è un collage così ben costruito che io, per quasi un'ora, credevo fosse un vero documentario.
La ragazza è scomparsa, poi viene trovata morta (immagine devastante).
Da quel giorno il suo fantasma non smette di visitare la casa dove viveva.
Solo soltanto foto, filmati, cose a cui si può credere o no, tutto molto verosimile, talmente tanto, come dicevo, che se questo film fosse stato venduto come vero documentario di un canale tv avrebbe fatto un figurone.
Il ritmo è basso, il film è verboso, gente che parla continuamente. Si prende i suoi tempi perchè ha un obbiettivo, raccontare i fatti con ordine.
E sta qui la sua potenza, in questo essere una matrioska che ogni volta ne contiene dentro una diversa.
Lake Mungo è almeno 5 film.
Prima quello drammatico di una famiglia che ha perso una figlia.
Poi un film di fantasmi, apparizioni, e di persone che iniziano a credere in qualcosa di trascendentale.
Poi diventa, inaspettatamente, un film di non apparizioni, di nessun fantasma, ma soltanto di una truffa dettata dall'amore e dal dolore.
Che coraggio, un film che basava tutto in quelle foto (notevolissime) poi ci dice che è tutto finto.
Ed ecco che arriva la seconda sorpresa, quello che sembrava solo un film di una brava ragazza poi divenuta fantasma diventa invece un dramma reale, sordido, molto più inquietante del precedente paranormale.
E capisci allora quanto il cuore di Alice sanguinasse, quanto la sua vita, segretamente, la stesse uccidendo.
Ma poi arriva il quinto film, quello nato in quella terribile scena..
E torniamo così in un solo attimo, in un solo terribile attimo, al secondo film, quello che con questa terra non c'entra nulla.
E restate nei titoli di coda perchè, se possibile, la situazione cambierà ancora.


Lake Mungo è un film imprescindibile per gli appassionati.
Misurato, inquietante, benissimo costruito, ricco di foto e filmati che un amante dei ghost movie troverà bellissime.
Ma è anche tanto altro, è un dramma famigliare, è la storia di una ragazza che fingeva di essere quello che non è. E che teneva nascosti tanti mostri dentro di sè.
Non solo quelli dei segreti reali ma soprattutto quello di un incontro su un suolo lunare che è stato un pò come morire prima di farlo davvero.
Ed è un film di rapporti che non riuscivano ad andare in profondità, di affetti pieni di muri.
E così anche il finale ci regala un'altra perla.
Una figlia che racconta una sensazione, un sogno.
E una madre che anni dopo ne racconta un altro.
Due sogni che sono lo stesso sogno in realtà.
Ma anche là ci saranno solo silenzi, un non riuscire a dirsi nulla, un muto intravedersi.
E poi si esce dalla stanza, si chiude la porta e si rimane soli.

55 commenti:

  1. Horror bellissimo e dimostrazione che il mock può, se sfruttato con coscienza e tecnica, divenire ottimo strumento per suggestionare oltre che spaventare (di quegli spaventi di cui parli giustamente tu) e può ambire a profondità sconosciute ai più. Io ne rimasi letteralmente terrorizzato, ancor prima di quella scena bellissima di cui parli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dio bono, in 4 righe dir più cose è impossibile...

      complimenti

      ovviamente approvo ;)

      Elimina
  2. era d'obbligo un commento anche qui. ancora un grazie per avermi fatto conoscere questa perla di moku...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caden, scusa se ti rubo un po' di spazio ma: Xibalba, tu hai come nick il titolo di una mia raccolta poetica e come immagine profilo una gif tratta dal mio telefilm preferito del mio artista preferito... sei un grande!

      Elimina
    2. no, ma poi Laura Palmer l'avevo anche citata in rece...

      (credo che il riferimento sia lampante, stesso cognome e trovata morta annegata)

      grazie a te Xibalba!

      Frank, hai un blog anche te, sai perfettamente che ogni commento, anche off topic e anche non rivolto a chi scrive dà solo piacere...

      Elimina
  3. Bellissimo post per un bellissimo film, l'unico horror che mi abbia davvero spaventato negli ultimi dieci anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, allora non sono l'unico stronzo a pensarla così...

      Beh, grazie!

      vengo a cercare la tua

      Elimina
  4. Ammazza!!! visto e recensito alla velocità della luce :D nel fine settimana lo vedrò anch io!!! spero non si riveli come il mock che ho appena visto al cinema...
    the visit.......................................

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu dammi 2 ore ( se il film come questo dura un'ora e un quarto) 2 e mezza o 3 (dipende dalla durata del film) e avrai sempre visione più recensione ;)

      qui credo di aver fatto tutto in un'ora e tra quarti

      per me è più facile scrivere subito

      per fortuna o purtroppo non ho visto l'ultimo Mr Night

      speriamo questo ti piaccia di più ;)

      Elimina
  5. Che signor Film! poche altre volte sono stata così emozionata e terrorizzata nello stesso tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Via, gli stronzi aumentano allora ;)

      son contento, come dicevo in rece, fa piacere essere reduci delle stesse paure ;)

      Elimina
  6. L'ho visto 2-3 mesi fa e ne ho un buon ricordo. Scena inquietantissima quella da te citata e anche il finale col doppio sogno è notevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, credo siano i due colpi di genio del film.
      Ma anche quello che vedi nei titoli di coda dà i brividi...
      Specie se rimandi indietro e rivedi quelle foto.
      Ecco, quelle cose c'erano sempre state

      Elimina
  7. Grazie. grazie. grazie. Per avermi fatto scoprire questo piccolo gioiellino. Erano anni che un film non mi impauriva in questo modo. E parlo di paura, non di spavento usa-e-getta. Quella che quando il film è finito e vai avanti a fare altro ancora ci pensi e hai paura e vuoi rivedere le scene paurose, ma mentre ci pensi... hai paura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, grazie mille a te, sono molto contento.
      Che poi qua e su facebook ho notato che tutti son d'accordo su quanto sia bello mentre in realtà se vedi critiche e voti in giro piace pochino.
      COme dico sempre, sti cazzi ;)

      (hai visto le immagini sui titoli di coda?)

      Elimina
  8. Le immagini di cosa, così come i "documenti" disseminati lungo il film sono il punto forte secondo me: realizzati a regola d'arte, latenti finchè non vengono esplorati e scoperti dallo zoom, lentissimo. Visibili ma con quell'ambiguità, soprattutto le prima immagini a 1/3 del film, che ti fanno che potrebbe trattarsi di qualsiasi cosa in quella cosa, ma che forse un po' l'aspetto di una ragazza, di un volto, di QUALCOSA ce l'ha, eccome. Questi dettagli fanno la pellicola, per lo meno secondo il mio sguardo, e devo dire che molte pellicole simili partite bene ma finite male, lo sono, anche, a volte, per mancanza di cura nei dettagli visivi... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione Milena, c'è una cura dei dettagli e al tempo stesso una "misura" che fanno grande il film.
      E fantastico è il modo di tornare nella stessa immagine per vedere due dettagli differenti in due momenti diversi.
      Anzi, se vedi i titoli di cosa siamo a 3.
      E la cosa bellissima è che quelle cose ci sono sempre state, solo che il film zoomando ci portava dove voleva lui.

      E' in questa cura che Lake Mungo, almeno fino alla scena di...lake mungo sembra un vero documentario

      perfettamente d'accordo

      Elimina
  9. Straordinario... oltretutto lo conobbi proprio leggendo la tua classifica dei Top-Mock, quindi ancora grazie, amigo! ;)
    Effettivamente il parallelismo con Laura Palmer ci sta tutto, non ci avevo fatto caso... oltre al cognome e al cadavere "wrapped in plastic", aggiungo anche una vita apparentemente esemplare ma in realtà piena di sordidi segreti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, son contentissimo, quando quelle liste servono a qualcosa è sempre una soddisfazione :)

      Grandissimo. Vedi, sembrava scotnato e invece io avevo trovato il parallelo nome e morte mentre quello più evidente e più importante è quello che dici te, non ci avevo proprio pensato

      sì sì, due personaggi quasi sovrapponibili...

      Elimina
  10. Lo dovrei vedere...te lo avevo già detto :/
    Solo che ancora non ho trovato il momento giusto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Frank non è piaciuto un granchè.
      Ci sta.
      Ma sì, io Enter the void volevo vederlo da 5 anni, figurati...

      Elimina
  11. Vorrei leggere la rece ma non posso...devo ancora vederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Azz, questo ad un espertone del genere come te non può mancare Marco

      rimedia

      Elimina
  12. Quella scena, mamma mia. Stavo vedendo Lake Mungo da solo in casa ed era pomeriggio, arrivo a quella scena e sono stato preso in pieno da un'ondata di paura. Paura, davvero. L'horror è il mio genere preferito, ho visto tonnellate di film del genere ed in pochissime occasioni (che puoi contare sulle dita mozzate di una mano) posso dire di aver provato paura. Lake Mungo, lì, in quel preciso istante, mi ha terrorizzato. Finito il film, sono andato a rompere le balle al mio cane e a portarmelo in stanza, perché da solo non riuscivo a starci. Comunque, paura infinita a parte, il film è stupendo, ti cattura in una maniera assurda e ti mette addosso tanta curiosità, perché nella sua durata la famiglia di Alice diventa anche la nostra, solo che noi siamo inconsapevoli di tutto, come se fossimo un familiare rimasto lontano da casa per troppo tempo e, una volta ritornato, ci sediamo sul nostro divano e ci sentiamo raccontare questo dramma venato di orrore di vita reale e non. Superbo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, paura, stessa cosa io (noi). Ed è una cosa rarissima ormai, la paura, quella vera, ti entra dentro, non è sull'epidermide.
      Io l'ho scritto, per me la scena horror per eccellenza del decennio, parlo di esperienza personale.
      La tua metafora, quella del familiare che si fa raccontare le cose, è molto incisiva.
      Del resto credo che atmosfera magnifica a parte, foto, paure, tolto tutto, a livello filmico il capolavoro di Lake Mungo sia proprio in come viene gestito il racconto, superbo. Tre film in uno, quasi quattro.

      Elimina
    2. Concordo su tutto, assolutamente, ad avercene di film così. Comunque ti do ragione sul fatto che sembra un vero film documentario, tant'è che per un'ora buona pensavo pure io che fosse tutto vero (e per fare una cosa simile, devi essere dannatamente bravo).

      Elimina
    3. Ecco, identico.
      Ti dico solo che noi (non so se l'ho messo in rece) dopo un'ora abbiamo fermato e siamo andati a controllare in rete se era un vero doc.
      Specie quando iniziavano a smascherare tutti i video, geniale.
      In quel momento ero convinto fosse vero, visto che era lui stesso a smettere i panni dell'horror

      Elimina
  13. Visto che lo hai menzionato più volte, non mi prendeva un colpo simile dall'apparizione di BOB in camera da letto di Laura Palmer. Gran bella recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'apparizione di Bob è il mio personale jumpscare della vita!!!
      La scena dell'anno, invece, a mio avviso, è in "Megan is missing'
      Ah Giusè, non so se ricordi, ma a me non era piaciuto granchè lake mungo, e quella scena mi aveva lasciato abbastanza indifferente.
      sai che invece qualche mese fa mi è tornata in mente, di notte, ed ho avuto problemi a riaddormentarmi?
      Che poi stranissimo, dormivo tranquillamente, mi sveglio con quell'immagine in mente. Niente, c'ho avuto la pelle d'oca per un bel po'

      Elimina
    2. Grande Mario...
      Visto che roba eh.
      Io so mezzo svenuto ;)

      grazie mille per la rece

      eh, rachele, così peggio ancora, l'entità malefica del film non sopportava che te l'avessi snobbata e così non solo è entrata nei tuoi sogni ma te perseguiterà a vita

      Elimina
    3. Ahahah
      Che stronzo xD
      Fai un pensierino su "magan is missing" Giusè
      Però non andare dietro alla classifica imdb ( che non ci capiscono un cazzo)

      Elimina
    4. Imdb? ahah

      non vedo medie figurati quelle

      e figurati sugli "horror"...
      i migliori se va bene arrivano a 6

      sì sì, è nel mega listone, me l'avevi consigliato tempo fa

      non ho nemmeno visto se c'è ij streaming (cioè, come tutti gli altri della lista eh, ci guardo solo un minuto dopo che decido), se non c'è manda

      Elimina
    5. Ah, quindi li salvavi veramente i film che ti consigliavo.
      Bravo!!!
      C'è in streaming, sui siti classici non so com è la qualità, dove l' ho visto io era buona.
      Quando(?) deciderai di vederlo non cercare nulla, non scrivere nemmeno il titolo su google, perchè ho appena visto che compare una delle immagini più forti ed è un peccato rovinarsela.
      Comunque ti comincio a spacciare anch io film, dai.

      Elimina
    6. Ah, quindi li salvavi veramente i film che ti consigliavo.
      Bravo!!!
      C'è in streaming, sui siti classici non so com è la qualità, dove l' ho visto io era buona.
      Quando(?) deciderai di vederlo non cercare nulla, non scrivere nemmeno il titolo su google, perchè ho appena visto che compare una delle immagini più forti ed è un peccato rovinarsela.
      Comunque ti comincio a spacciare anch io film, dai.

      Elimina
    7. Beh sì, ho una lista sulla mail, te l'ho detto

      l'avrò usata 4,5 volte in 2 anni, il problema è quello

      anche perchè più che il titolo mi interessa la qualità

      quindi difficilmente cerco un titolo della lista per vedere se c'è in buona qualità ma vado in siti streaming di buona qualità e scelgo titoli a caso

      per esempio quelli che mi mandano scaricati hanno invece più possibilità che li vedo (13%?) perchè so già che saranno buoni

      Elimina
    8. Allora ti mando il link dello streaming e sai già che è di buona qualità :D quindi puoi andare sul sicuro
      All'anniversario della nostra conoscenza te devi vedè un film che scelgo io, ahaha
      Preparati insomma che te tocca :D

      Elimina
    9. Rachele, uguagliata da Bum in Mulholland Drive. Attrice che poi ho avuto l'onore di conoscere personalmente ed è davvero adorabile

      Elimina
    10. No vabbeh, la scena dell'homeless di Mulholland Drive rimane la cosa più spaventosa di sempre, non scherziamo ;)

      quando sarebbe sto anniversario?

      Elimina
    11. Anche quella non scherza infatti
      Chiara ne ha fatto un post carinissimo, metto il link
      http://comecirrocumuli.blogspot.it/2016/07/cirrovagazioni-12-scary-games-il.html

      Il 22 Novembre, ahahah
      Hai tutto il tempo per prepararti.

      Elimina
    12. Incredibile, nello stesso momento che ne ho scritto ho pensato al post di chiara e m'era quasi presa voglia de mettelo qui da me

      lo ricordo bene, lo commentai su fb e lo condivisi pure

      ah, vabbeh, sto tranquillo allora per un pò

      Elimina
    13. Eh, Giusè, questa è telepatia ahahaha

      Allora me lo stai promettendo? Guarda che il 21 novembre ti mando il film da vedere, eh?

      Elimina
    14. Ma no, il tu film è Found, non è che ce ne possono esse altri. Tutti gli altri sono un di più non obbligatorio...

      Elimina
    15. Ma secondo te che film potevo scegliere? Ahaha
      Tra l'altro mi toccherà vederlo di nuovo perchè ricordo poco e niente
      Ecco, ce lo vediamo in contemporanea il 22 novembre.
      Che vuoi di più?
      Quasi come se fosse un appuntamento al cinema

      Elimina
    16. Mica ho capito se sei seria... ;)

      cioè, ma stai parlando con uno che un film che vuole vedere non lo vede in anni ed anni e ora addirittura dovrei vedere un dato film un dato giorno?

      cioè, è il modo più sicuro per cui non lo vedrò mai ;)

      ma lo vedrò entro il 22 novedmbre dai, almeno evito rotture de coglioni. C'è gente che ha il visti per voi da 6 anni ma ammetto che te hai talmente insistito che te lo meriti.

      E se proprio vuoi il 22 novembre ecco, potrei mettere la rece quel giorno

      ma la visione impossibile pianificata ;)

      Elimina
    17. Io non rompo i coglioni, sono persuasiva, che è diverso,ahahah

      Okok mi sta bene anche così :D

      Elimina
    18. manda sto film che so pigro

      e se non è buona qualità scaricalo e we transfer che pensavo fosse una cosa laboriosa e invece è a prova di handicappato informatico come me e quasi divertente, ne ho mandati 5 ieri

      Elimina
    19. Ti mando il link dello streaming Giusè, non ce l'ho scaricato

      Elimina
    20. Ma infatti ti ho scritto di scaricarlo ;)

      spera per te che sia buono, non li vedo mezzi e mezzi, per me è proprio rovinarsi un film. Come se vedo una tela imbrattata.
      Per questo dò sempre la priorità alla qualità (e alla sala), i titoli rispetto alla fruizione per me vanno molto dietro

      vediamo dai

      Elimina
    21. Comunque quello che trovi in streaming è la stessa roba che trovi a scaricare. Dipende da quanto son cani quelli che fanno i rip.

      Elimina
    22. La mia esperienza mi dice che i 25 film circa che mi hanno scaricato e mandato erano tutti e 25 buoni

      invece almeno il 50% dei film che ho iniziato a vedere in streaming o ho cercato li ho interrotti dopo 5 minuti

      sì, saranno gli stessi file ma allora si vede che per il download mettono solo la roba semibuona, non i 180 o 360 pixel con cui troviamo migliaia di streaming

      Elimina
    23. Mi piace Claudio che s'impiccia nelle discussioni peggio di me :D

      Elimina
    24. intendo centinaia e centinaia di streaming pessimi eh, non una decina

      con gli scaricati sempre trovato tra il discretamente bene e il benissimo

      che ne so

      Elimina
    25. Sì, sono un rompicoglioni aahah. Ah sì, se poi il sito di streaming limita la risoluzione, certo che son peggio, ecco, almeno gli scaricati hanno la risoluzione giusta (poi dipende sempre da chi li ha fatti, che si vedon degli orrori anche lì)

      Elimina
    26. Credo che al risposta, nella mia esperienza, sia alla fine molto semplice

      mi mandano scaricati i film che si vedono bene ;)

      non ci avevo pensato, è ovvio che sia così

      e quindi io mi fo una statistica che in realtà non è vera ;)

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao