7.2.10

Recensione: "Paranormal Activity"



Dovrei fare una premessa che invece inserisco in post scriptum. Paranormal Activity, per chi non lo sapesse, è uno dei più grossi fenomeni cinematografici della storia; girato con meno di 20000 euro! in un'unica location (la casa del regista) ha incassato cifre che paragonate percentualmente al budget con cui è stato prodotto, fanno diventare gli incassi di Avatar un flop...
Una coppia; lui è un malato di elettronica e riprese con telecamera, lei da quando ha 8 anni è perseguitata da attività paranormali (rumori, visioni); lei lo confida a lui, lui mette la sua tecnica (telecamere dapertutto e molte riprese a mano) per vedere se è vero. Altrochè se è vero.
Film furbetto che usa alcune carte sicuramente vincenti: una giovane coppia per rendere più facile l'immedesimazione, l'uso di riprese diegetiche per dare un senso di realtà, il piccolo luogo chiuso, i rumori fuori scena, il climax ascendente (tipico degli horror) dove ogni notte succede sempre qualcosina in più, la recitazione (buona) il più possibile non recitata, insomma tutti elementi per dare un senso di REALTA' al tutto, entrare completamente anima e corpo nel film e dimenticarsi di stare al cinema (cosa impossibile in taluni casi, vedi p.s). 

Risultati immagini per paranormal activity 1

Il risultato è soddisfacente ma pecca gravemente di sceneggiatura. Tante cose buttate là e non spiegate, comportamenti insensati (puoi inseguire un demone con una TELECAMERA!!??) un finale che "colpisce" ma solo in un senso letterale. L'atmosfera sicuramente c'è,e vederlo a casa da soli, specie di notte, potrebbe farlo rendere al meglio ma di tutto questo dovrò averne la conroprova.
Come già accennato tutto è basato oltre che sul senso di realtà (addirittura i nomi dei 3 personaggi sono quelli degli attori) su quello dell'invisibilità, delle cose che accadono fuori inquadratura, dei rumori fuori stanza, della (appunto) non visibilità del demone o presenza paranormale che sia. Tutte cose già viste in altre pellicole a partire da Blair e qui esasperate al massimo. Rimane un buon film, ottimo se non riferito agli incassi, esempio di cinema di genere fatto senza una lira, e di questo gli va dato senz'altro atto.
( voto 6 )

P.S. Ho visto il film in condizioni proibitive. Alle spalle infatti un sestetto di diciassettenni non ha fatto altro che parlare, ridere, urlare, dare fastidio, e non per maleducazione, ma per esorcizzare la paura. Ridere durante momenti di tensione per "dimostrare" che non hai paura è semplicemente immaturo, sentir ridere durante momenti di tensione è semplicemente insopportabile. In tutti i tipi di film ciò rovina moltissimo la visione, in un horror praticamente la distrugge.

2 commenti:

  1. Mi ha colpito moltissimo la tua precisazione del momento in cui hai visto questo film. E mi è tornata alla mente quando sono andata a vedermi Funny Games al cinema, io lì ho riso in alcuni momenti della proiezione, e non mi sento di dire che in quegli attivi avessi in realtà un poco di paura, molti film dell'orrore per me son tragicomici. E' sbagliato pensarla così?



    p.s. Mi sono imbattuta per caso in questo blog e ne sono rimasta piacevolmente attratta, mi ritengo una cinefila incallita e qui il tutto mi sembra raccontato con dedizione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente Nina, le risa possono avere matrici diverse. Ma quelle, ancora le ricordo bene, era risa nervose, era un "famo caciara insieme" per non aver paura.
      Ti ringrazio per i complimenti :)

      Se hai voglia di "sfogliare" un pò di recensioni noterai sicuramente che posso parlare del film d'autore più inaccessibile o dell'horror trash più inguardabile ma c'è sempre una caratteristica comune. Non è nè il saper scrivere, nè essere esperto, nè altro. E' passione o quella che tu chiami dedizione.
      Difficilmente nelle mie rece troverai trame, premi, curiosità, frasi fatte o tutto quello che si mette di solito per informare e ingrossare i commenti.
      Io parlo sempre per me, apro il mio cuore e la mia testa, sono molto personale.
      Sarò una capra ma ogni rigo è solo e solamente mio.
      Non potevi farmi complimento migliore.
      Un abbraccio.

      ( mi hai fatto ripensare che in TUTTI I FILM RECENSITI mancherà almeno un annetto di roba, magari lo aggiorno).

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao