19.4.21

Recensione: "The Block Island sound" - Su Netflix

 

Con mia grandissima gioia sono finalmente riuscito a vedere un film brutto.
Io che parlo solo bene de tutto, che esalto gni cosa, adesso ho visto un film brutto e posso sfogamme.
Ma non un film brutto che sapevo già brutto, ma uno brutto che pensavo bello, per questo so contento.
Siamo su un'isola, accadono strane cose, muoiono uccelli e pesci. C'è qualcosa de strano nel mare.
Alla fine manco se scoprirà bene che era quella cosa strana.
Sta de fatto che i membri di una famiglia de pescatori cominciano ad impazzì.
E ce regaleranno la figura del nonno morto, una figura che dovrebbe esse terrificante e invece è una delle cose più ridicole viste sti anni.
Adoro

Madonna che soddisfazione.
Finalmente ho visto un film BRUTTO. Ma non de quelli brutti che sapevo fosser brutti, no, uno brutto che pensavo fosse bello.
Sta sensazione è bellissima, parlo sempre bene de tutto, tutto è interessante quando non magnifico, e ora finalmente posso parlà male de un film senza sentimme minimamente in colpa.
Posso distruggelo in pace e con la coscienza a posto.

De The Block Island Sound me aveva colpito la locandina (di gran classe e suggestiva), il titolo e anche le due righe de soggetto lette.
MENO MALE non avevo visto il trailer, altrimenti forse me ne sarei stato alla larga.
Questo è un film dove non funziona niente, ma proprio niente.
La sceneggiatura ha un bello spunto iniziale (che incuriosisce lo spettatore) ma poi è disastrosa, ogni elemento che viene messo dentro o è sviluppato da cani (o da cervi...) o dimenticato, gli attori son cani (o cervi...), i dialoghi pessimissimi, le reazioni agli eventi incredibili, un personaggio talmente ridicolo che diventerà uno dei miei giocatori idoli, il finale terribile.

Siamo su n'isola.
Stanno accadendo fatti stranissimi, muoiono migliaia de pesci a riva e se schiantano in mare o sempre a riva migliaia de uccelli.
Non se sa quale sia il problema.
Noi spettatori però sappiamo che è qualcosa che ha a che fare col mare, un suono sinistro e gutturale (come di un mostro marino) che, come un virus, infetta chiunque lo senta (o chiunque, credo, passi su quel tratto de mare, non ce se capisce un cazzo).
Sta de fatto che birillo o baralla nell'isola son tutti preoccupati (almeno all'inizio, poi sembrano fregassene tutti).
Soprattutto una famiglia è colpita da sta cosa, visto che il nonno è stato infettato da quel "suono", si comporta in modo assurdo e ridicolo inquietante, poi na volta morto lui (spoiler, se avete letto per sbaglio meglio per voi) la cosa colpisce anche il su figlio e niente, è un casino.

Abbiamo una bella location, la colonna sonora è buona e quel suono (e anche il suo mistero) son belli.
Stop.
Tutto il resto è un disastro.
Gli attori fanno a gara a chi è peggio.
Ma il nonno, il nonno porcalaminonna è qualcosa di veramente agghiacciante da quanto è scarso.
Il fatto è che deve diventà il personaggio horror del film, quello che dovrebbe impauricce.
E invece fa ride anche i polli (come diciamo qua).
Una volta morto torna più volte sotto forma di "zombie" e dice delle cose al su figlio, tipo

"Cervoooooooooooo
Cervoooooooooo
Cervoooooooooo
Cervooooooooooo"

quando il figlio davanti alla strada se trova un cervo

poi

"Caneeeeeeeeeeeee
Caneeeeeeeeeee
Caneeeeeeeeee
Caneeeeeeeeeeee"

quando il su figlio vicino c'ha un cane

e poi

"Leiiiiiiiiiiiiiiiiii
Leiiiiiiiiiiiii
Leiiiiiiiiiiiiiii
Leiiiiiiiiiiiiiii"

quando il su figlio c'ha davanti la su nipote.


All'inizio pensavo che semplicemente quelle parole così lamentose e ridicole fossero la seconda parte de qualche bestemmia, pensiero che si è dissolto con il "lei".
Poi ho pensato che, semplicemente, lo spirito del su babbo fosse na specie de guida per ciechi, nel senso che se il su figlio davanti c'ha un cervo glie dice cervo, se c'ha un cane glie dice cane e se c'ha na bimba gli dice lei.
Poi, con tanta fatica, ho capito che glie dice de prende quegli esseri viventi e portarli sul mare, tipo in sacrificio.
Per chi non se sa, forse gli alieni.
Alieni che hanno bisogno de un tonto che glie porta un animale per volta quando normalmente hanno a che fa con migliaia de pesci e uccelli. Ma forse glie servono specie diverse pe studialle.
Vi giuro che non si sa, il film mette dentro in maniera casuale mille cose senza sviluppanne bene una.
Io ve dico che vale la pena vedè il film solo per il personggio del nonno, tra l'altro attore cane anche prima de morì. C'ha un viso che sembra finto, da pigliallo a schiaffi tutto il tempo (come del resto la nipotina, è una delle poche volte che ho immaginato de dà du schiaffoni a na bambina).

La sceneggiatura è terribile.
More il babbo e la figlia dopo 2 minuti non glie frega niente. Figlia che è andata lì per studià il fenomeno dell'isola ma poi non fa una fava. I dialoghi fanno pena, i personaggi non ne funziona uno, il protagonista ha il carisma di un dadino di zucchina in mezzo a 10 fette de guanciale.
Forse una mezza scena buona è l'incubo di lui, quello della cartina e dei parassiti che vomita.
Poco altro.
Tra l'altro c'è un fil rouge su sto film incredibile. Ovvero che la gente parla de cose de tardo pomeriggio quando sembrano sempre le due de notte. Quello passa la notte in gattabuia ma quando escono lei parla di cena, una volta sembra tarda notte e lei prende il traghetto, n'altra volta sembrano le 3 de notte e c'è una ragazza che fa jogging, vi giuro accadono continuamente cose che uno pensa sia pomeriggio ma l'isola è completamente buia e senza nessuno fori.
Vengono messe dentro teorie complottiste, dispositivi elettrici (oh maria la scena sulla roulotte, un altro attore cane incredibile), alieni, mostri marini e alla fine non se cava un ragno dal buco.
Io non c'ho manco più voglia de perdece tempo, ciao

"Cervooooooooo
Cervoooooooo
Cervooooooo
Cervooooooooooo"

4,5 / 5

26 commenti:

  1. La sorpresa/soddisfazione è stata anche mia, pensavo fosse un consiglio invece era una stroncatura, ci voleva :)

    Avrei però una domanda, quand'è esattamente che il mondo ha avuto questo boom della popolazione cervina? No perché a guardare i film degli ultimi 5/6 anni sembra che ci siano cervi ovunque, anche nel tuo armadio se non stai attento. Non so più quanti ne ho visti con un cervo dentro, di solito con intere svolte di trama che girano intorno al fatto che il protagonista viene sorpreso mentre guida e investe il quadrupede (basta guardare Get Out, La cura dal benessere, Elle, mi pare anche Ghost Stories).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enrico, non so se avevi visto uan cosa che avevo scritto e ti è rimasta dentro in modo sublimale o hai avuto il mio stesso pensiero

      ma nella recensione di qualche film,non ricordo quale, dissi proprio la stessa cosa, ovvero che quell'anno avevo visto tipo 7 film dove investivano un cervo, in un anno

      aggiungi ad esempio The Invitation, mi pare anche Sils Maria ma anche altri

      è incredibile, quasi un topos

      ma almeno in alcuni film (Get Out, The Invitation e altri) quelle uccisioni hanno anche un valore narrativo e metaforico

      qui siamo al grado zero

      Elimina
    2. Sai che è vero, forse l'avevi messa in una delle recensioni di quei film? Adesso che ci penso, tutti questi film che abbiamo citato non sono del 2016? Si vede che era la moda dell'anno, non ancora esauritasi...

      The invitation l'ho visto (molto bello) ma non ricordo la scena col cervo ad essere onesto. Uno degli usi più belli del sottotesto del cervo è in Corpo e Anima a mio parere. Anche perché lì era tutto in sogno, non è che i protagonisti trovavano gli animali così a caso ;)

      Elimina
    3. In the invitation la scena del cervo investito è nel prologo

      lui si trova costretto ad uccidere il cervo e, forse, ci preparano già al tema dominante del film, ovvero il rapporto che ha lui con la morte del figlio e con la morte in generale


      bravissimo a ricordare anche i cervi di Corpo e Anima, magnifici

      lì simboleggiano altro, quasi il destino dello stare insieme, il ritrovarsi sempre e comunque, l'avere nel proprio dna quell'unione

      e non è un caso che lei abbia quegli occhi così strani

      di sicuro quei film li vidi tutti in un anno, poi l'anno di distribuzione boh, magari non lo stesso ma erano tutti di anni vicini ;)

      me so permesso de dì che forse l'avevi letto qui perchè hai letto tutto, conosci nettamente il blog meglio de me, ahah

      Elimina
    4. Forse dovrei rivederlo, a essere sincero ricordo poco in generale di The invitation, più che altro su questa casa isolata e la cena molto tesa nonostante si vedesse lontano un miglio che qualcuno degli ospiti non fosse del tutto a posto ;) ah e poi, cosa forse mai vista prima, che gli assalitori non diventano presenze ubique e invincibili, ma esseri umani che si fanno male, che hanno crisi di pianto e di dolore e spesso senza la minima idea di dove si sono nascosti gli altri. Il film non è un mio favorito, ma questa cosa mi colpì molto.

      Corpo e Anima invece proprio un capolavoro per me, dovevo citarlo :) con due attori veramente ipnotici, lei in particolare ma anche lui con quell'aspetto gentile ma il carattere burbero. E quando c'è stata la loro ultima conversazione al telefono (dove lui non sa cosa stava facendo lei, con una metodicità glaciale ma estremamente tragica) stavo praticamente in apnea...

      Ma sì probabilmente anzi sicuramente l'avevo letto qui sul blog, anche se quei film citati li ho visti parecchio alla rinfusa quindi non saprei dire né quando né dove haha. Spero di non dare l'impressione di essere una specie di stalker di questo blog haha. È che ci sono così tanti pezzi, spesso sugli stessi generi che mi piacciono (pensa solo all'horror), così tante persone diverse che ci scrivono, che ormai mi viene automatico fare la combo visione del film + lettura recensione, tanto so che 9 volte su 10 due parole sul film appena visto le trovo. Poi certo, alcuni tuoi pezzi sono scritti talmente bene o così divertenti che li so praticamente a memoria hahaha ;)

      Elimina
    5. io invece enri, come credo sai, considero The Invitation il miglior thriller psicologico di questi anni, un film che ho visto 4 volte (2 anche mesi scorsi per farmi compagnia), che secondo me è perfetto e crea personaggi talmente grandi che sembrano persone reali

      madonna, quella scena di corpo e anima (se ho capito quale) mi fece gelare il sangue...

      no, ma figurati, era una battuta ;)

      ma è vero che tante volte te mi hai citato cose che ho scritto che, ti giuro, non ricordavo

      specie sulle recensioni "divertenti", quelle dei film brutti te te le ricordi molto meglio di me, io i film brutti me ce diverto a scrive 20 minuti e il giorno dopo ho dimenticato che ho scritto, ti giuro

      grazie...

      scrivi benissimo anche te e quando mollerò tutto qualcuno deve proseguì, magari c'avrai voglia te, ahah

      Elimina
    6. Ho sentito non poche volte che ne parlavi bene, sì ;) tanti lo hanno abbastanza demolito, io direi che sto al centro.

      Credo che tu abbia capito quale scena ;) un gesto così innaturale fatto senza nemmeno un briciolo di ripensamento non può non gelare il sangue... rende ancora più incredibile il prosieguo della scena, quando lui chiama senza sapere in che condizioni è lei, che dopo aver sentito ciò di cui aveva bisogno si ricompone come nulla fosse e va da lui. Dalla freddezza assoluta al sentimento più delicato in pochi secondi... magnifico :)

      Sì, lo so che scherzavi ;) che ti devo dire, per certe cose ho una memoria disastrosa (tipo le date, o collegare i nomi a persone o luoghi), per altre ho una memoria selettiva da elefante. Sono contento che alcuni pezzi del Buio in sala (anche di alcuni esterni eh, tipo l'argentiana Miriam o La notte dei diavoli del ragazzo che parlava di musica) rientrino in questa selezione haha.

      Sono incredibilmente lusingato che l'idea, seria o faceta che fosse, ti sia anche solo passata per la testa haha. E ti ringrazio anche dei complimenti sulla scrittura, che però non è neanche lontanamente prolifica come la tua o di altri esterni :) credo stonerebbe in uno spazio così personale come questo. Certo, sarebbe bello se durasse all'infinito haha. L'importante è che finché continui tu sia perché la cosa ti da soddisfazione, non conta altro.

      Elimina
    7. incredibile quella scena, penso ha fatto venire la pelle d'oca a tutti...

      miriam era eccezionale (anche il suo ragazzo lo era, aveva un blog, filmorri, che adesso però mi sembra scomparso)

      e so che Alex Cavani era finito a Shiva Produzioni, quindi ha fatto "carriera" ;)

      sì sì, complimenti sinceri

      quando smetterò son sicuro che lo farò con grandissima serenità, perchè capirò che smettere di scrivere mi fa star meglio che continuare a farlo

      e a quel punto se uno o più di voi volessero non far morire il blog magari sarebbe bello

      ma vedremo dai, ancora reggo bene :)

      Elimina
    8. Sai che alla fine avevo pure beccato il blog di Miriam? Però non scrive più dal 2019 mi pare, un vero peccato...
      Ah, bravi i ragazzi di Shiva Produzioni, ha fatto il salto di qualità (o almeno di quantità di pubblico sicuro) ;)

      Di nuovo grazie allora. Mi rincuora che reggi, sento che sarà così finché ci sarà la serenità :) Tante volte ho visto storie simili di gente che va avanti ad oltranza "perché sì", ma è meglio finire in bellezza che continuare senz'anima...

      Quel giorno chissà dove saremo haha. Sono sicuro sarà ancora un onore anche solo partecipare ;)

      Elimina
    9. beh, ma partecipare lo fai già ora ;)

      vedremo dai, è anche patetico parlare di chiusura quando in realtà non lo si pensa a breve (in passato mi è capitato)

      solo che tutte le cose finiscono, tutto qua ;)

      ma ancora sento il bisogno di scrivere ;)

      sì, ricordo che Miriam aveva interrotto il blog, chissà come stanno, erano una coppia fantastica, affiatata, divertente, competenti nel cinema, originali e umili, grossa stima a tutti e due

      Elimina
    10. Tutto verissimo, non c'è davvero nulla da aggiungere :)
      Solo che le recensioni argentiane me le tengo strette haha (tra l'altro sono più belle quelle dei film stessi del Nostro, almeno per gli ultimi 15 anni o più ;)

      Elimina
    11. fai anche 20, da Nonhosonno 2001 :)


      dispiace tanto ma di lì in poi è quasi indifendibile, come esse l'avvocato de Breivik

      Elimina
    12. Me sa che persino l'Avvocatessa del Diavolo sarebbe in difficoltà a imbastire una difesa ;) tanto per citare un'altra simpatica rubrica del Buio... ricordo di averla scoperta dopo aver visto per caso quella schifezzuola di The Mangler in tv ;)

      Elimina
    13. No vabbeh, le sai tutte ;)

      quella se non sbaglio la curava Martina (Pedroni) che, se non sbaglio ancora, dovrebbe avere ancora il suo blog

      ricordo che in quel periodo c'erano ben 5 rubriche esterne, tanto che come una redazione avevo il calendario delle pubblicazioni

      ma sono tutti durati 4-5 appuntamenti e basta, ahah (per scelta loro eh)

      Elimina
    14. Forse dovrei davvero scrivere un libro hahaha, "Guida pratica al Buio in Sala: recensioni, gemme nascoste e molto di più".

      Sì ho controllato, direi che il nome è giusto visto che la chiamavi La Mari. Scrittrice molto simpatica, peccato rientri tra quelle rubriche interrotte bruscamente...
      Sarà per quello che sono stato un avido lettore in quel campo, è il fascino del mistero e dei "se" che ossessiona noi aspiranti storici... ;)

      Elimina
    15. "La Marti", con la 3, sì

      (nick suo eh, non vezzeggiativo mio)

      chissà perchè smisero tutti, quasi contemporaneamente


      secondo me proprio il fatto che fossero in tanti e quindi la cosa un minimo organizzata li ha fatti sentire tipo obbligati a scrivere e far cose

      quando, e lo sai, se a me mandata anche un pezzo ogni tre mesi è uguale ;)

      lo stesso padrone di casa fa così (madonna, ultimo mese ho visto 3 film), figuratevi voi...

      Elimina
    16. con la "r", non con la 3, ahah

      Elimina
  2. Interessante questa lettura sui cervi, pure in Thelma (2017), mi ricordo, nella scena della caccia, c'è un cervo... Che bella quella scena, mamma mia, quella frazione di secondo, quel movimento dello sguardo che si sposta dalla preda alla figlioletta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scena incredibile, uno dei prologhi più belli di questi anni (la lista sui prologhi la penso da 5 anni ma purtroppo non me li sono mai appuntati e ormai è durissima, ne lascerei fuori 50 che meritano. Anche perchè prologhi grandiosi ci possono essere anche in film mediocri, quindi nel caso dovessi creare la lista leggendo i titoli di 1500 film dovrei ripensare a 1500 prologhi, a differenza di tante altre liste dove invece anche solo leggendo velocemente il 90% dei film li elimini)

      comunque se consideriamo i cervi anche nelle scene di caccia non finiamo più ;)

      dico al volo Il Sospetto, Hanna, ma ce ne saranno decine

      ma la scena con la caccia al cervo più bella credo sia, come dici, Thelma

      Elimina
    2. Se dovessi dare un premio per la miglior scena di caccia al cervo, su due piedi direi Prisoners, un altro prologo tra l'altro. In quella scena c'è tutta la psicologia del personaggio del padre, e nemmeno troppo velatamente anche un certo lato degli Stati Uniti apparentemente forte (come un cacciatore) ma fragile dentro, dove basta un piccolo evento interno per far crollare il castello.

      Elimina
    3. pensa che come te non ricordavi la scena de the invitation io adesso non ricordo sto prologo de Prisoners, malgrado adori il film

      ma l'hai spiegata benissimo ;)

      Elimina
    4. Prisoners è un thriller quasi intoccabile, non c'è dubbio :)
      Ora mi viene più voglia che mai di vedere Dune... speriamo che non ci metta pure lì un'astronave che investe un cervo spaziale :)

      Elimina
    5. Sarebbe già qualcosa di più creativo hahaha

      Elimina
  3. Aò...gajarda sta recensione😂😂😂 anvedi... pare scritta da Nico Giraldi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà è umbro ma si somiglia tanto, è vero

      non sai che soddisfazione quando cominci a scrivere e ti viene da farlo come parli, quanto è più facile che fingere di sapere l'italiano ;)


      guarda il film piuttosto

























      anzi, no

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao