4.9.10

Recensione: "Nightmare 2010"



Non avevo neanche 10 anni quando mi imbattei per la prima volta in Freddy Krueger. Non potei non restare affacinato ( e terribilmente impaurito) da quello che considero probabilmente il miglior "mostro" cinematografico mai esistito. Tralasciando le fattezze di Freddy, comunque straordinarie, geniale fu l'idea di creare un assassino operante nei sogni di modo che andare a letto non significava solo aver paura di fare un incubo, ma anche che lo stesso fosse reale e mortale.

Ora mi ritrovo dopo moltissimi anni a rivedere Freddy per il mio classico divertissement orrorifico. Non sono più un bambino, è difficile aver paura, ma non è soltanto quello il problema. Il mondo di Nightmare mi appariva sporco, buio, grezzo. Fare un remake nel 2010 quasi inevitabilmente rende il film più patinato, più cinematografico, più teen movie. La pellicola ha un'ottima fotografia e una buona attrice protagonista (tra l'altro molto bella), per il resto non mi ha convinto affatto. Haley è senz'altro bravo, ha una faccia dannatamente cinematografica, ma truccato mi sembrava una copia di Patty Pravo, non so come dire, ma non era Englund. 

Risultati immagini per nightmare 2010

Un buon horror deve saper giocare con le atmosfere, non se ne può più che gli unici momenti di terrore vengano affidati ad apparizioni improvvise (tra l'altro una, quella del letto, IDENTICA a Drag me to Hell) e botte di dolby. A parte la solita terribile sceneggiatura dove, errore tipico degli horror, le morti altrui, anche di fidanzati e amici, vengono dimenticate dopo 5 minuti, è comunque da plaudire il tentativo di cambiare la storia del Freddy pre mostro. Se da un lato certi miti non andrebbero toccati, dall'altro metter qualcosa di proprio in un film altrimenti soltanto copia di precedenti mi sembra il minimo. Il Freddy originale era un assassino di bambini ( e non giardiniere tra l'altro) non "semplice" pedofilo (stiamo parlando di finzione ovviamente, altrimenti la mia frase risulterebbe aberrante) e uccise per vendicarsi delle derisioni ricevute, molto diverso da qua. Non sto qua ad elencare tutte le altre differenze di plot, ma è importante notare che l'originale aveva comunque una componente più umana e leggermente da vittima rispetto a quest'altro. In più il solito sottofinale "sleale" (oltre che prevedibile) che ribalta il vero finale solo per un vezzo registico o per prepararci a un nuovo capitolo. Insomma, pellicola che si può guardare ma che tra 5,6 mesi svanirà come rugiada al sole.

( voto 5 )

3 commenti:

  1. Concordo, e anzi, cercherò di bastonarlo anche di più.
    Lo posto oggi.
    Molto, molto meglio il "nostro" (generazionalmente parlando) Freddy.

    RispondiElimina
  2. Caro James, il fatto è che difficilmente mi troverai a bastonare un film. Cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno anche quando in realtà di liquido all'interno non ce n'è affatto.

    RispondiElimina
  3. odio questa mania di rifare tutto e rifarlo peggio.

    RispondiElimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao