18.11.10

Recensione: "Il Nome del mio assassino"


Risultati immagini per il nome del mio assassino poster

Per una volta preferisco far riposare gli ultimi 2 neuroni che mi rimangono (sperando che nel frattempo magari si accoppino e proliferino) ed evitare di fare un commento articolato. Mi limiterò ad alcune considerazioni.



-Un film dove dopo 5 minuti compare uno dei famosi e pregiati gatti nudi non poteva non essere orribile. Considero il gatto nudo una delle poche evidenze dell'eventuale non esistenza di Dio.
- Il regista usa dissolvenze incrociate che per l'ultima volta si erano viste con Ejzenstein.
- Il film presenta la stessa parabola della sua protagonista Lindsay Lohan, più passa il tempo più peggiora.
- Il mondo è fatto solo di bonazze. La professoressa è bona, la detective è bona, la donna che trova il corpo è bona, la protagonista è bona, sua madre pure. Sembra una battuta ma questo dato è spesso cartina da tornasole per capire quanto sia brutto il film.
- La Lohan si esibisce in 2 strip interminabili, completamente inutili e personalmente asettici sessualmente.
- La Lohan ha il coraggio di far dire questa battuta al suo personaggio "Mia madre si droga e beve, è una stupida e patetica, una tossica".Lo dice la Lohan... Una persona minimamente responsabile si sarebbe rifiutata di accettare tale battuta per un minimo di senso della vergogna. Oppure il regista sadicamente gliel'ha imposta. In questo caso bravo.

Immagine correlata

- TUTTO E' BLU. I filtri della fotografia, le dissolvenze, gli effetti visivi, le rose, i guanti dei medici, le armi dell'assassino, la luce degli autobus,la squadra di football gli occhi dell'insopportabile padre, gli anelli, le coppe, le coccarde e , credetemi, decine di altre cose. Compreso il mio umore.
- L'assassino lo si scopre dopo 5 minuti. O era lui oppure il giardiniere ma non essendo il giardiniere non si capisce perchè il giardiniere sia stato messo nel film sempre che il giardiniere non fosse un cameo dello sceneggiatore (nella vita in realtà giardiniere).




Per il resto, non ci ho capito una mazza.

Blu.
-

( voto 4 )

12 commenti:

  1. il 4 ci sta
    io penso di essere l'unico al mondo ad avergli regalato una sufficienza :D

    RispondiElimina
  2. "Il regista usa dissolvenze incrociate che per l'ultima volta si erano viste con Ejzenstein."

    e come non voler bene almeno un poco a un regista del genere? :)

    gli strip della lohan però non li ho trovati così asettici sessualmente XD

    RispondiElimina
  3. Se non fosse per il blu lo amerei.

    Pensa poi che è il regista di The Lost, a dire di molti miei amici competenti (e anche di Antonio di Tall's man) uno dei 3 più bei thriller-horror della decade!!!!

    Tranne un'inquadratura "posteriore" gli strip erano di una noia mortale. Vabbeh, con asettici forse ho esagerato.

    Colpa del blu forse.

    RispondiElimina
  4. Quello di cui mi sono appena accorto è che The Lost è anteriore a questo. Ahiahaihaihaihai...

    Brutto segno...

    RispondiElimina
  5. Boh a me è piaciuto, riconosco che non è perfetto, ma la storia è affascinante e trattata pure con innovazioni niente male tra cui appunto l'uso dei colori che non è casuale ma ha una funzione semantica e serve per distinguere tra le due lindsay. Dovrei rivederlo ma comunque mi aveva lasciato un buon ricordo ;) Rimane il fatto che The lost è di tutt'altra e migliore pasta.

    RispondiElimina
  6. Antonio, se a te è piaciuto e Marco l'ha salvato sono davvero contento, significa che è comunque un'opera discreta che io non ho capito. Mi piace sempre molto quando un film trova dei propri difensori perchè dà l'idea di quanto è bella la cinematografia e da quanti lati si può prendere un film.

    Sul "dovrei rivederlo" comunque ti consiglierei di lasciar perdere. Rimani col buon ricordo, è meglio ;)


    P.S: e così ho faccio la faccina anch'io per la roima volta alla facciaccia del mitico James che non credeva al fatto che non le conoscessi...

    A proposito James (se verrai), il 5,6 dicembre finisco i lavori a casa, mi potrò finalmente dedicare con calma alla lettura di un testo che mi hai consigliato :)

    E 2 faccine...

    RispondiElimina
  7. a questo punto sono molto curioso di vedere the lost

    RispondiElimina
  8. Anch'io.

    Non so perchè ma sono sicuro che mi piacerà.

    Me lo compre per Dicembre, insieme a Maniac, altro film che i miei amici di Filmscoop stanno cercando di convincermi a vedere a tutti i costi.

    RispondiElimina
  9. film non riuscito ma nemmeno vomitevole, del regista cmq ho preferito Lost.
    La Lohan è una feccia ambulante, una troia tossica che mi disgusta solo a vederla e ovviamente come attrice è una pippa, tuttavia in questo film recita meno peggio del solito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto film fu una fatica tremenda finirlo...

      Ci sei andato leggero sulla Lohan, ah ah!

      The Lost molto meglio, visto e recensito

      Elimina
    2. la lohan è una cloaca, una feccia ambulante e manco sa recitare, proprio zero assoluto ed esteticamente è pure un cesso secondo me.

      In Lost invece c'è quello splendore di Katie Cassidy :-P

      Elimina
    3. Non me la ricordo.
      Ma sei te l'esperto di attrici "bone", io al massimo di quelle "buone".

      Basta sulla Lohan, mi fa quasi pena ora

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao