28.4.12

Recensione: "The Loved Ones"

Risultati immagini per the loved ones movie poster

presenti numerosi spoiler

Stamattina ho avuto un'esperienza nuova.
Come lo era stata quella di The Avengers del resto.
Sono andato a fare una specie di Birdwatching nel nostro amato Lago Trasimeno.
E, come per il film degli uomini che saltano grattacieli, volano nello spazio e non muoiono mai, anche questa esperienza rimarrà senz'altro unica, ve l'assicuro.
In effetti il mio è stato un Birdwatching a tutti gli effetti, senza la "s" del plurale perchè in tutta la mattinata (a parte la doccia appena svegliato) io di uccello ne ho visto solo 1, anche bastardo e irrispettoso poi, perchè nel momento in cui ho inforcato il mio binocolo per osservarlo meglio questi si è rituffato sotto le acque putride del lago cosìcche nemmeno l'euro di supplemento del binocolo è stato ben speso (non parliamo di quello per l'audioguida che ho spento appena uscito dalla biglietteria mentre mi diceva "Caro visitatore, benvenuto al.." STOP).
In compenso ho visto due nutrie, le nostre simpatiche pantegane lacustri nonchè vezzeggiativo con il quale i nostri ragazzi umbri chiamano le ragazzine non tanto appetibili, diciamo così.
Meno male che la notte prima mi ero pappato quest'horrorino australiano che nemmeno troppo velatamente si candida ad essere, per ora, il best horror dell'anno in casa Buio in Sala.

Risultati immagini per the loved ones movie

Cattivo come pochi ma con pochissime pretese autoriali, The Loved Ones è una discesa (e soggiorno) all'inferno che un bel ragazzo è costretto a fare a casa della ragazza respinta per il ballo scolastico. Credo che se lui avesse saputo anche solo una piccola parte di quello che lo aspettava non solo l'avrebbe portata a ballare ma le avrebbe anche tagliato l'erba del giardino e imparato a prepararle il sushi in una notte.
Lei è allucinate, un villain di una inumanità, pazzia e perfidia tali da far sembrare Leatherface un amicone a cui ogni tanto, goffamente, parte la motosega per sbaglio nel momento in cui vorrebbe abbracciarti.
E' senz'altro qui la forza principale de sto gioiellino, nell'atmosfera malata e assolutamente priva di qualsiasi sentimentalismo che si vive in casa della ragazza. Il padre, succube di lei, è parimenti pazzo, a lui interessa solo il perverso bene della figlia. Questa del resto ha un amore morboso per lui, forse unico vero uomo (per lei eh...) della sua vita. A questo proposito la madre, praticamente un morto ambulante, credo sia finita in quel modo perchè vista come rivale dalla figlia.
In The Loved Ones ogni volta che si pensa di essere arrivati al limite, all'ultimo scalino della sopportazione, eccone che se ne forma un altro e si continua a salire. La lobotomizzazione frontale più bollitore è roba da veterani del genere. Gli attori son grandiosi, il ragazzo ha un viso e una storia che lo ami da subito, i due pazzi son talmente così allucinanti che ne diventiamo quasi oggettivamente affascinati. Sono arrivato a livelli di empatia per il protagonista a cui solo un film recentemente (Eden Lake) mi aveva portato.

Risultati immagini per the loved ones movie

Ottima la regia, primi piani da terrore clownesco, uso della violenza saputo sia mostrare che suggerire e più di una scena realizzata alla grande (vedi lui appeso al burrone sospeso nel vuoto o l'inseguimento in soggettiva con la macchina dopo il tentativo di fuga).
E ottimi sono anche tutti i personaggi di contorno, la ragazzina innamorata, la madre disperata, l'amico goffo latin lover e la metallara. Il problema però è tutto qui, nella gestione in sceneggiatura di tutte la parti secondarie. Il montaggio alternato tra la casa degli orrori e la serata dell'amico è assolutamente privo di senso alla fine dei conti. Le vicende dei due amanti sono praticamente inutili come inutile è alla fine il legame che il film crea tra la famiglia di pazzi e il ragazzo scomparso fratello della dark girl. Nessuno sviluppo narrativo, solo una sottotrama che nasce e muore da sola. Anche il prologo alla fine, atto certo a caratterizzare il protagonista, risulta meno importante di quello che sembrerebbe.
Ma le scene fortissime non mancano, il terrore serpeggia, niente è lasciato all'immaginazione, l'unità di tempo (e praticamente di luogo) rende tutto maledettamente serrato.
In cantina l'orrore è ancora più forte e l'atmosfera, un pò alla Pozzo e il Pendolo di Poe, davvero affascinante.
Fino a quella ragazza quasi deforme che striscia sull'asfalto.
Horror piccolo, senza fronzoli, essenziale,che non si atteggia ma ci va giù pesante, molto pesante.
Visione imprescindibile per chi ama i film cattivi.
Ora vado a cercar di imparare a preparare il sushi, si sa mai.

( voto 8 )


54 commenti:

  1. ho evitato di leggere tutto per evitare gli spoilers ma questo ce l'ho già bello e pronto da vedere...sei umbro, quindi...condividiamo le origini...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bradipo, ho scoperto da poco il tuo blog (non lo sapevo) e... sei straordinario!
      Verrò un giorno con tutto il tempo possibile, sei una persona umana, di cultura ed appassionata, un vero piacere.
      E Two Lovers non l'ho dimenticato eh.

      w l'Umbria!

      Elimina
    2. oh accidenti! mi fai arrossire e non sono un bello spettacolo! Anche se di roba ne ho tanta, immagazzinata da un'altra parte il blog l'ho messo su da pochissimo, due mesi e mezzo. La nevicata monstre ha fatto i danni perchè è nato sotto una coltre di neve!

      Elimina
  2. completamente d'accordo Dae! un film molto curato, che si fa notare nel suo genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cattivo come pochi. Ce l'avevo in buona qualità ma vedendo il trailer sul tubi ho visto che aveva una fotografia che spacca! Peccato, il mio era ottimo ma non perfetto.

      Elimina
  3. mi hai convinto! stasera lo guardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!

      Addirittura stasera?

      Fammi sapere!

      E fatti conoscere un pò meglio, a presto!

      Elimina
  4. Cavolo se me lo segno! ;)
    Ha tutte le carte in regola per piacermi.
    Per qualche aspetto mi hai ricordato Carrie

    P.s. Synecdoche è in dirittura d'arrivo...speriamo bene...ormai l'attesa per questo film mi sta ossessionando :D Ovviamente sarai il primo a cui verrò a dire che ne penso.
    Mettiti in modalità "Attendere prego" :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Melinda, ma che sei matta???
      Prima non soppori certe scene e poi vuoi veder questo?
      Bravissima, lo spunto di Carrie è ottimo, complimenti!


      P.S. sto già tremando...

      Elimina
    2. Ehm, sulla mia pazzia ti do ragione perché ormai me lo sento dire spesso e sono arrivata a crederci anche io, ma mi sono persa: quali scene non sopporto? :P

      Elimina
    3. Mmm, ricordo qualche tuo problema di stomaco sulle scene forti, sbaglio?

      Se non sbaglio benvenuta nel club dei torturatori!

      :)

      Elimina
    4. Sbagli, ho parlato di stomaco una volta riferendomi all'ansia, ma non di ribrezzo verso certe scene. Le uniche cose che davvero mi scuotono il sistema nervoso è quando ci sono occhi di mezzo, lì non ce la posso fare, rabbrividisco...ma mi faccio forza e guardo comunque.
      Ah, Lady vendetta non l'ho ancora visto, 10 giorni sono belli e che passati, dammi l'indirizzo che ti spedisco la maglietta come richiesto AHAHAHAHHAHAHA! ;P

      Gli horror e co. li guardo, non sarò un'appassionata vista la breve lista di film visti, ma non disdegno affatto.
      Ci sono, però, film com Non aprite quella porta che poi mi lasciano dentro un senso di disagio e mi chiedo "Ma chi te l'ha fatto fare?" ahahahah!
      Scusa...divago sempre... :P

      Elimina
    5. vocabolo sant'andrea 53 paciano (pg)

      ma ti dò una proroga di 5 giorni

      o.k allora, guardati A L'interieur, Martyrs, A Serbian Film e questo intanto, comincia con questi.

      ;)

      Elimina
    6. Io invece come kriptonite ho la spina dorsale, non ti rendi conto.

      Elimina
  5. birdwatching? ma perché? :)

    quanto al film, è uno degli horror più interessanti degli ultimi tempi. bello cattivo, non potevo che apprezzarlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. birdwatching? Ma perchè?

      è la stessa cosa che ho chiesto io a che mi ci stava portando.
      Credo che da adesso in poi se lo chiedano anche loro...


      grande The Loved Ones!

      il ranchero che ne penserà?

      Elimina
  6. Bello, molto bello, mi aspettavo una cosa derivativa e poco interessante e invece ne è uscito un torture movie davvero incredibile, durissimo, spietato e girato con gran gusto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Simone!

      4 aggettivi che meglio non potevi scegliere. Secondo me siamo tra i migliori esponenti del genere negli ultimi anni.
      Ciao!

      Elimina
  7. Troppo figo questo The Loved Ones; attori bravissimi e i due pazzi sono proprio allucinanti... non posso che confermare tutto quello che scrivi.
    Film bello carico.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vincent!

      Vedo che accontenta tutti, del resto non poteva essere altrimenti.

      La coppia spacca!

      Elimina
  8. pure io, mi aspettavo la solita solfa vista e rivista e invece mi son ritrovato un vero gioiellino. la famiglia di pazzi è la cosa che più mi ha colpito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. En plein per The Loved Ones!

      Giusto uno che non ama il genere può criticarlo.

      Ciao Frank!

      Elimina
  9. ecco ora l'ho visto e posso dire di essere d'accordo in tutto e per tutto con la tua recensione. Certo che 'sti balli di fine anno sono fonte di guai anche in Australia! Bello, veloce, brutale come piace qui a bottega!

    RispondiElimina
  10. senza senso la storia parallela dei due ragazzi al ballo, stravero!
    Inoltre il film doveva finire con la scena in cui la macchina investe in retromarcia Lola, SBAM! sbatte la testa e titoli di coda!
    (se proprio ci doveva essere un'ulteriore scena, sarebbe stato meglio che fosse all'ospedale, il ragazzo ha un buco in testa che gli ci entrano gli insetti!)
    ma quanto è bello che si vede il fumo quando lo trapana in fronte!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1 ovviamente concordo
      2 è vero,concordo
      3 il trapano è da paura, concordo
      :)

      Elimina
  11. Risposte
    1. Assolutamente. Se te piace la gente cattiva qui ce n'è una che non è seconda a nessuno :)

      Elimina
    2. Alla fine sono riuscita a vederlo.
      Carino. Che poi secondo me Lola, come aspetto, è molto meglio della bionda.

      Elimina
    3. A "pelle" mi pare che sia piaciuto più a me che a te, anzi, senza pelle, è così :)

      Non ricordo la bionda pensa, ma ricordo Lola e sì, in mezzo alla sua assoluta pazzia aveva anche un pò di fascino.
      Ma non so se lo aveva proprio per la pazzia :)

      Elimina
  12. Con una trapanata in testa, i piedi che manco Gesù Cristo sulla croce, cavia per una nuova pratica di body painting indelebile e sto povero ragazzo, non solo è riuscito a scappare dalla casa degli orrori, ma anche a guidare, salvare la fidanzata, tornare a casa e abbracciare la madre? E che cazz, quando scivolo dalle scale devo stare almeno 2 giorni a letto senza muovermi che mi fa male tutto!!!
    E poi la madre... Dio che che personaggio inutileeee! La parte più difficile del mondo è stata data a questa donna: guardare fuori dalla finestra.
    PERò, la scena in cui Lola striscia sull' asfalto merita 10.
    Facendo una media esce fuori un 5, dai.
    5 e mezzo perchè sotto natale siamo tutti più buoni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah, pensa che io lo considero tra i primi 3, massimo 5, torture movie degli anni 2000

      splendido

      sei la prima che lo bastona, ma prima o poi doveva accadere

      sì, grande scena quella

      Elimina
    2. Mi hai detto la stessa cosa su gran Torino ;)
      Si vede che ho affinato i gusti, ahaha

      Elimina
    3. Ti stai specializzando nell'essere l'unica che attacca film piaciuti a tutti

      hai quindi un futuro da critica professionista, pensaci

      Elimina
    4. Posso chiedere al tipo di Babadook se mi vuole nel suo team ;)
      Ovviamente non è fatta apposta la critica, cioè non mi piace andare contro corrente giusto per. Anzi...

      Elimina
    5. Beh, ora stai alzando troppo la cresta...

      Semmai sei te che devi chiedere a lui se puoi entrare nel suo team, già ti fai capitana?

      tra 3 anni vedremo i tuoi video su Bad Taste

      Elimina
    6. ... e te che li posterai su fb aprendo discussioni infinite sulle mie capacita di analisi, ahahah

      Elimina
    7. Beh, almeno esteticamente rispetto ad Alò ci guadagniamo

      Elimina
  13. Mi sa che sono uno dei pochissimi a cui questo film non è piaciuto. Non so perchè ma non è riuscito a convincermi :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, dipende anche che rapporto hai te coi torture, magari è un ramo dell'horror che ami di meno ;)

      Elimina
    2. Anche se A l'interieur non è un torture ma un home invasion, va bè. Resta il fatto che i Torture gli apprezzo molto e che la violenza fisica non mi fa per niente effetto :)

      Elimina
    3. Strutturalmente è un home invasion, visivamente un torture-splatter

      Elimina
  14. No, no, sei cascato sulla persona sbagliata...È un ramo dell'horror che amo, A l'interieur lo considero il miglior horror del secolo, sia per la regia elegante sia per la critica sociale elevatissima. Di The Loved Ones mi ha poco convinto la scena in cui lui finisce nel buco con i semi zombi rapiti dalla famiglia, mi sembra una cosa troppo inverosimile, questo è probabilmente ciò che non mi ha fatto apprezzare particolarmente il film. Uno spezzone assurdo simile c'è anche in A l'interieur, ma nella pellicola francese si può metaforizzare la scena come critica alla polizia, critica su cui si basa l'intera opera secondo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh la madonna A L'Interiur miglior horror del secolo non saprei ma sicuramente va in top 10 per me

      Elimina
    2. Per me lo è per la metafora politica che prende vita grazie al genere. È primo nella MIA top, ad esempio The Orphanage che è primo nella top di Caden a me non è piaciuto. Per me comunque A l'interieur sta accanto ad altri film come Vinyan, The Neon Demon, Kill list e The descent che sono i 5 che ho preferito dal 2000 a oggi

      Elimina
    3. Per me il top degli ultimi 10 anni è Martyrs,A l'Interiur comunque in top 10.Vinyan se non sbaglio è dello stesso regista di quell'altro filmone di Calvaire,devo ricordarmi di recuperare altro di suo.

      Elimina
    4. Vinyan è più bello se non allo stesso livello di Calvaire, ma è molto più faticoso ed estremo. Martyrs anche per me è un capolavoro, ma non lo metto in top 5 perché a me deluse, non sotto il lato qualitativo, ma sotto quello della violenza. L'ho trovato meno violento di quanto mi avevano detto, è questo a me deluse

      Elimina
    5. Sai che non mi ricordo la scena che citi di Loved Ones? ;)

      Invece quella de A L'interieur benissimo dato che portò nei commenti anche alle offese più violente che io ricordi in questo blog

      Son d'accordo con Calvario, ognuno può avere il suo più bel horror degli anni 2000 e può tranquillamente non essere apprezzato dai più

      Tra l'altro tutti i nomi che citate sono grandissimi film

      Riguardo il discorso Martyrs vedi che porta a leggere altri o sentire altri prima? a esser delusi. Lascia perdere quello che ti dicono gli altri, non caricarti di aspetative. Altrimenti farti piacere meno martyrs perchè meno violento delle aspettative diventa solo qualcosa di profondamente ingiusto verso il film

      Elimina
    6. C'è una scena verso la fine di The Loved Ones in cui Brent viene gettato in una botola piena di ragazzi, semi-zombie che hanno perso la natura umana e che hanno perso completamente ciò che li rendeva umani. A me questa scena, che ho trovato simile a quella di A l'interieur ha dato molto fastidio

      Elimina
    7. In effetti è Loved OneS, da qualche parte gli altri dovevano stare ;)

      Elimina
    8. Potevano anche buttarli nella calce viva;)

      Elimina
    9. No no, ma mi riferivo a me, al mio ricordo. Nel senso che se era al plurale dovevo e potevo ricordarmi una scena dove se ne vedevano altri

      Poi che sia riuscita o meno non mi ricordo

      Elimina
  15. Visto poco tempo fa.Bello cattivo,come hai scritto si arriva a livelli di empatia con il protagonista davvero elevati e in questo genere è una cosa fondamentale (Eli Roth guarda e impara)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A livello di empatia personalmente nessuno ha mai raggiunto i livelli di Eden Lake

      Ottimo il riferimento a Roth in questo (non) aspetto

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao